Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 14 Novembre 2019
 ginnasticando.it

Un dettaglio dell'allenamento della Raffaello Motto Viareggio. Un dettaglio dell'allenamento della Raffaello Motto Viareggio. Luca Agati / Ginnasticando.it

Raffaello Motto Viareggio: tutto pronto per la nuova Serie A!

Scritto da  Gen 23, 2019

Abbiamo incontrato a Viareggio l’allenatrice della Raffaello Motto, Donatella Lazzeri, che a pochi giorni dalla prima prova di Serie A racconta gli obiettivi per il nuovo campionato al via.

Sta per cominciare una nuova edizione del campionato più bello del mondo, la Serie A, che nell’ultima prova dell’ultima edizione vi ha viste sul terzo gradino del podio. Quali sono i vostri obiettivi per questa nuova edizione?
Il primo obiettivo è quello di fare bene e ancora migliorare la qualità e stabilità del lavoro delle ragazze. Il podio è il nostro stimolo e nostro obiettivo. La squadra presenterà Senior, come Vignolini e Pellegrini e Junior come Rocca già affermate nel panorama nazionale, accanto a nomi giovani e nuove realtà pronte a lanciarsi a capofitto con entusiasmo e voglia di fare .

La forma è buona: due campionati a distanza di un mese sono molto duri soprattutto durante l’anno scolastico ma siamo positive e confidiamo nel lavoro. Tutte le nostre ragazze frequentano la scuola statale, la maggior parte Liceo Scientifico Sportivo con il quale abbiamo formulato un progetto individualizzato di Studio; grazie a questo, possono allenarsi con doppia seduta in maniera regolare. La scuola privata è una realtà troppo costosa per le famiglie: non abbiamo aiuti economici e speriamo che qualche realtà a breve si accorga che possiamo essere un buon veicolo di immagine in tutta Italia e fuori.

Ci volete dare qualche anticipazione sulla formazione che scenderà in pedana in questi due mesi?
La formazione sarà capitanata da Vignolini con Pellegrini e Rocca aiutate dalla numero uno bielorussa Katsiaryna Halkina. Le riserve saranno le giovani Viani e Sicignano.
Le allenatrici saremo io e Francesca Cupisti e le coreografe Angelica Francesconi coadiuvata da Beatrice Martinelli.

Una delle novità di questo campionato è la rimozione dell’esercizio a corpo libero. Com’è stata accolta questa scelta?
Noi siamo uno staff che guarda con fiducia al futuro e accettiamo questa novità con entusiasmo come sempre. In realtà eravamo pronte dall‘anno passato a far scendere in campo un buon elemento a corpo libero. Pensiamo che la squadra senza corpo libero debba essere ancora più concentrata e carica: abbiamo provato al Trofeo Bacci e le ragazze hanno reagito bene.

Alla Serie B dell’anno scorso ha preso parte una delle vostre ragazze, Egizia Bergesio, che in prestito alla Polimnia Ritmica Romana ha dato grande aiuto alla squadra per la promozione nella massima serie. Cosa pensate di dire sulla sua prestazione?
Egizia è una ginnasta esperta e una ragazza molto determinata e capace. L’anno passato è stata determinante per il successo della società romana; quest’anno aiuterà un‘altra società di Serie B. Per scelta societaria, accettiamo di buon grado il prestito in quanto le ginnaste rimangono a noi legate da vincolo societario e possono partecipare alle due gare d’insieme in cui investiamo molte energie. Non solo Egizia, ma anche Laura Salacca, Lisa Marinozzi e Viola Simonelli gareggeranno in prestito ad altre società e ci auguriamo che si facciano onore.

Alla New Year Cup Moste di Lubiana, la vostra Sara Rocca ha portato a casa una serie di successi nel suo debutto in azzurro. Cosa vi sentite di dire a proposito e quali sono i punti dove bisogna migliorare in vista dei prossimi appuntamenti?
Sara Rocca è una 2005 da due anni selezionata nel gruppo B Nazionale giovanile Juniores, speravamo e eravamo in preparazione per il debutto. Seconda nel Concorso Generale: obiettivo centrato. Noi e la ginnasta siamo state molto onorate della scelta e ci siamo impegnate al massimo. La ginnasta ha un ottima testa e non ha fatto una piega... sapeva che era una grande occasione e non voleva deludere. É dotata di buone capacità coordinative e si allena con grinta e determinazione e obiettivi.Sa che deve lavorare e migliorare le capacità tecniche e fisiche, e lo fa di buon grado, essendo dotata di un carattere intelligente e agonista. Lavoriamo per stabilizzare il programma di gara, per migliorare le capacità esecutive, tecniche ed espressive.

Chiudiamo la nostra intervista con una domanda sul movimento ginnico toscano, considerato come una “fucina” di talenti che si sono fatti ben notare in questi ultimi mesi. Ci sono già alcuni nomi da tenere in considerazione per il futuro?
In Toscana abbiamo creato grazie alla DTR Sarah Lopes Pegna e alla RGR Emanuela Agnolucci un gruppo di tecniche coeso che ha la capacità di confrontarsi e mettersi in discussione nel Centro Tecnico Toscano.
Non dico che questo sia stato facile perché tutte siamo un po’... campaniliste. Cioè teniamo molto ai nostri colori societari e a portare avanti le nostre realtà locali ma questo metterci a confronto ci ha spinto a migliorare e a saper prendere il buono le une dalle altre.
Dal 2006 quando partivo con le ginnaste Belli, Cinquini, Cupisti, Opuratori alla volta di Arezzo con scansione settimanale senza alcun rimborso, alcuna certezza ne è passato di tempo e di esperienza. Non ho mai abbandonato questa fiducia e siamo cresciuti molto: le ginnaste di allora sono ora tecniche esperte De Corso, Leti, accanto alle giovani Pagliaccia, Cupisti, Moroni, Spinelli, Mordini, Mori, Opuratori, Cinquini tra loro allora la carissima Giulia Cignoni prematuramente scomparsa. Spero che le giovani promesse di terra toscana Rocca, Colombo, Papini, Sicignano, Viani, Campomagnani, Tarquini, Piantella, Musetti, Ponticelli, Badii, Puosi, Corradino e tutte le altre si ritrovino dopo molti e molti successi, a portare avanti il buon nome della loro terra da tecniche. Un sogno nel cassetto? Una, o meglio più di una, ginnasta toscana nella Squadra!
FORZA TOSCANA! FORZA ITALIA!

Rebecca Alessi

Rebecca Alessi

Classe 1995, vivo con la mia famiglia in un piccolo paese del Nord-Est Italia.
Laureata in Mediazione Linguistica, divoro una grande quantità di libri e quando ho voglia e interesse, guardo serie televisive. Scrivo per un blog letterario e seguo la Ginnastica Ritmica da molti anni, ma non l’ho mai praticata. Malgrado ciò, seguo con grande piacere le competizioni della Ritmica nazionale e internazionale.

http://diariodiunalettricesognatrice.wordpress.com

Translate Here

itenfrdeptrues
  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments