Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 19 Marzo 2019

Presidenziali FGI: Tecchi in pole position. Chechi in affanno!

Scritto da  Nov 18, 2016

Siamo arrivati al giro di boa: fra pochi giorni con le Assemblee regionali di Calabria, Umbria, Abruzzo, Piemonte, Lombardia e Friuli Venezia Giulia, tutti i Comitati della Federazione Ginnastica d’Italia avranno eletto i loroConsigliRegionali per il quadriennio 2017 / 2020.

Quali sono le novità e qual è la lettura che scaturisce da queste elezioni territoriali ?

Una cosa è certa : coloro che si rifanno alla corrente di Gherardo Tecchi appaiono in vantaggio, anche in maniera netta, nella grande maggioranza dei Comitati.

Solo nel Veneto, dove è stato eletto Presidente Dario Martello, subentrato al compianto Stefano  Danieli,  è prevalsa in maniera chiara la linea di Jury Chechi.  

L’altra regione che ha visto prevalere i sostenitori di Chechi è l’Emilia Romagna dove è stata confermata alla Presidenza Maria Grazia Rossi con 254 voti, contro i 113 della sua avversaria, Simonetta Bortolotti. Se si considera, però, che questa Regione era considerataun feudo di Chechi, il suo successo non è risultato poi così netto, mostrando significativedisaffezioni in una importante fetta dell’elettorato.

Negli altri Comitati, come detto, a prevalere sono tutti candidati che si rifanno a Gherardo Tecchi: con l’en plein dei voti Stefania Soro in Sardegna (106 su 106) e Marco Baioni nelle Marche (251 su 251). Maggioranze schiaccianti, poi, per Lorenzo Cellammare in Puglia, ha prevalso su Pinuccio Lenoci per 142 voti a 30, per Paolo Pasqualoni nel Lazio con ben 340 voti e per Fabrizio Lupi in Toscana con 238 voti su 252, proprio in casa dell’ex atleta di Prato. 

Ancora davvero importanti i successi in Sicilia di Aurelio Bonfiglio ( 103 voti e 19 bianche ) e di Aldo Castaldo in Campania con 197 voti, e tutti e 8 i suoi sostenitori nel Consiglio, contro gli 85 voti del suo avversario.

Questa serie di risultati, con la compiacenza di Molise e Basilicata, blindano il Sud a favore di Gherardo Tecchi che,poi, in questo fine settimana ha incassato,a suo favore, il successo in Liguria di Pino Rajola che ha ottenuto l’en plein dei voti, 193 su 193, e della sua squadra di consiglieri, inaugurando le regioni del Nord in maniera inequivocabile.

Un segnale netto a favore di Gherardo Tecchi per la Presidenza Nazionale in attesa dell’Assemblea della Lombardia, la regione con maggior numero di voti in assoluto,dove, per la successione a Luisa Riboli, si fronteggiano Oreste De Faveri, che fa riferimento alla lista di Gherardo Tecchi, e Giuseppe Scuteri che appartiene , invece, alla cordata di JuryChechi.

Sarà molto importante vedere chi prevarrà in Lombardia, dove sono in palio ben795 voti; solo una schiacciante vittoria di Scuteri potrebbe rendere ancora incerto l’esito del Crown Plaza. C’è da dire, però, che in passato la ginnastica lombardanon si mai presentata compatta agli appuntamenti elettorali, cosa molto probabile anche in questa circostanza, con una lotta che si preannuncia  davvero avvincente per il contributo che riusciranno a dare i due schieramenti al successore di Riccardo Agabio. 

Nelle altre Regioni il trend appare in linea  con i risultati  fin qui conseguiti : Umbria più spostata verso Jury Chechi mentre Abruzzo, Piemonte, Friuli Venezia Giulia e Calabria sono sicuramente vicine a Gherardo Tecchi.

Per i Consiglieri la squadra di Tecchi è fatta da tempo : Massimo Anglani (Emilia Romagna), Grazia Ciarlitto (Toscana), Vittorio Massucchi (Lombardia), Pierluigi Miranda (Lazio), Franco Musso (Sicilia),Valter Peroni (Piemonte ) e Rosario Pitton (Campania), sono i candidati  per i sette posti di Consiglieri Nazionali in quota dirigenti.

Per la squadra di Jury Chechisono scesi in campo Andrea Facci (Veneto), Claudio Pasquali (Emilia Romagna) , Luisa Riboli (Lombardia), Giuseppe Riccio (Campania) , Viviana Romeo (Lazio) e Roberto Settimi (Umbria ), 

Come Rappresentanti degli atleti in Consiglio,per il settore maschile alla candidatura di Paolo Principi si è contrapposta all’ultimo momento quella di Igor Cassina : una candidatura davvero inaspettata, avendo ,fino ad oggi, rivolto altrove i suoi interessi il campione di Meda.

Una scelta , quella di Cassina, che ha finito per mettere in subbuglio l’ambiente della ginnastica maschile perché, forse, sollecitataproprio per sbarrare la strada all’azzurro dell’Esercito Paolo Principi, presentatosi come indipendente.Una cosa veramente incomprensibile !

Tra le ragazze,a contendersi il posto nel Direttivo federalesaranno Federica Macrì, espressione della corrente di Tecchi,  e Fabrizia D’Ottavio, che invece ha sposato il progetto Chechi .

Tra i Tecnici, infine, la contesa sarà tra Monica Bergamelli, pro Tecchi, e Matteo Massetani, pro Chechi.

In conclusione, a conti fatti, Gherardo Tecchi appare nettamente favorito rispetto a Jury Chechi per succedere al Presidente Riccardo Agabio. 

Insomma se il buon giorno si vede dal mattino, il giovane cantante rap napoletano Rocco Hunt avrebbe cantato per Gherardo Tecchi  “Nu juorno buono”

Fabio Castelli

Sono il Fondatore e Presidente di GINNASTICANDO.it. Laureando in Giurisprudenza, amante della fotografia e videomaker amatoriale. Mi piace pensare che niente è impossibile per chi vuole!

Translate Here

itenfrdeptrues
  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments