Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 13 Novembre 2019
 ginnasticando.it

Dina Averina sul podio alla Coppa del Mondo a Pesaro. A Baku ha vinto 5 medaglie, di cui tre d'oro, tra all-around e finali di specialità. Dina Averina sul podio alla Coppa del Mondo a Pesaro. A Baku ha vinto 5 medaglie, di cui tre d'oro, tra all-around e finali di specialità. Luca Agati / Ginnasticando.it

World Cup Baku, terza giornata: l'Italia non brilla nelle finali di specialità

Scritto da  Apr 28, 2019

Con le finali di specialità, si sono concluse le tre giornate della World Cup di Baku; una giornata conclusiva che ha regalato molto spettacolo ma anche qualche sorpresa nelle classifiche.

Tra le individuali, brilla la stella di Dina Averina, che nonostante qualche piccolo errore occorso a palla e nastro, sale sul podio in tutte le finali.
Già d’oro nel concorso generale di ieri, Dina ha vinto la finale col cerchio e le clavette, con i punteggi di 22.000 e 22.500, oltre a portare a casa l’argento alla palla e il bronzo al nastro.
Altra grande protagonista l’israeliana Linoy Ashram, sesta nel concorso generale concluso ieri: la vicecampionessa del mondo in carica ha conquistato un oro alla palla con il punteggio di 21.750 e un argento al cerchio con 21.850, portando a termine due esercizi di altissimo livello tecnico.
Vince al nastro la bielorussa Anastasiia Salos, che grazie al 20.650 conquistato nella finale con questo attrezzo, riscatta le prestazioni deludenti delle due finali precedentemente disputate con cerchio e palla.
Fuori dal podio le nostre Milena Baldassarri e Alexandra Agiurgiuculese: le due azzurre, impegnate oggi nella finale a clavette e prossime a tornare in terra azera per l’imminente campionato continentale, hanno concluso in sesta e settima posizione con rispettivamente 19.550 e 19.050, frutto di due esecuzioni macchiate da qualche notevole errore.

Subito dopo sono andate in scena le finali a squadre, che hanno chiuso la giornata di gare e l’intera tappa di World Cup.
La finale con le 5 palle è stata vinta dalla Russia con 24.850, seguita dal Giappone con 24.450 e dall’Ucraina con 24.350, mentre il misto con cerchi e clavette è stato vinto dalla Bulgaria con 25.550, seguita dalla Russia e dall’Ucraina con rispettivamente 25.250 e 25.150.
Niente medaglie per le nostre azzurre, che hanno disputato solo la finale del misto: per le ragazze di Emanuela Maccarani, seste ieri nell’All-Around, è arrivato un settimo posto con 23.450 a seguito di una prova sporcata da alcuni gravi errori che hanno compromesso la gara.

Con la tappa di questo fine settimana si è concluso il circuito delle World Cup di Ginnastica Ritmica.
Dal prossimo weekend si volta pagina con la prima prova di World Challenge Cup, in programma nella città spagnola di Guadalajara dal 3 al 5 Maggio e ultimo importante appuntamento prima della lunga pausa dovuta ai massimi impegni internazionali, tra cui gli Europei in programma a Baku dal 16 al 19 Maggio e i Giochi Europei, che avranno luogo a Minsk nel mese di Giugno.

Classifiche complete disponibili nella sezione allegati.

Rebecca Alessi

Classe 1995, vivo con la mia famiglia in un piccolo paese del Nord-Est Italia.
Laureata in Mediazione Linguistica, divoro una grande quantità di libri e quando ho voglia e interesse, guardo serie televisive. Scrivo per un blog letterario e seguo la Ginnastica Ritmica da molti anni, ma non l’ho mai praticata. Malgrado ciò, seguo con grande piacere le competizioni della Ritmica nazionale e internazionale.

http://diariodiunalettricesognatrice.wordpress.com

Translate Here

itenfrdeptrues
  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments