Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 29 Gennaio 2020
 ginnasticando.it

Alexandra Soldatova al galà dei Mondiali di Sofia dello scorso anno. A Tashkent ha vinto le finali a cerchio, palla e clavette, oltre all'oro nel concorso generale. Alexandra Soldatova al galà dei Mondiali di Sofia dello scorso anno. A Tashkent ha vinto le finali a cerchio, palla e clavette, oltre all'oro nel concorso generale. Luca Agati / Ginnasticando.it

World Cup Tashkent, terza giornata: tris dorato per Alexandra Soldatova, Ucraina e Russia si spartiscono i titoli di specialità a squadre

Scritto da  Apr 22, 2019

Con le finali di specialità si è conclusa ieri a Tashkent la terza prova di Coppa del Mondo, una giornata che, diversamente dalle precedenti di Pesaro e Sofia, non ha visto impegnate ginnaste italiane.

Nelle due finali a squadre sono solo sei quelle impegnate a causa del basso numero di nazioni iscritte a questa tappa di World Cup.
La finale con le 5 palle ha visto la vittoria dell’Ucraina con 24.550, seguita da Israele con 24.050 e dalla Russia con 22.950. Stesse nazioni ma posizioni diverse per il misto con cerchi e clavette, con la vittoria della Russia con 23.550, che ha preceduto le squadre di Ucraina e Israele.
Quarte in entrambe le finali di specialità le padrone di casa dell’Uzbekistan, d’argento nel concorso generale concluso nel pomeriggio di Sabato.

Nella categoria individuale domina per tre quarti la russa Alexandra Soldatova, già medaglia d’oro nel concorso generale: stravince le finali a cerchio, palla e clavette, mentre al nastro arriva solo quarta.
Sul podio nelle finali di specialità anche l’altra delle russe impegnate in questo weekend di gara, Anastasia Guzenkova, che ha vinto un argento al cerchio, un bronzo alla palla e un oro al nastro, oltre al bronzo nel concorso generale.
La bulgara Boryana Kaleyn, argento nell’all-around, chiude ottava al cerchio a causa di una routine macchiata da un fuori pedana e vince due argenti a palla e nastro.
Scrive la storia invece Ekaterina Vedeneeva: la russa, che dall’estate del 2018 gareggia con i colori della Slovenia, vince il bronzo nella finale al nastro, prima storica medaglia per una nazionale in continua crescita.

Risultati completi disponibili ai seguenti link: http://www.sportlicht.com/sl_rsg/main.php?lng=2&page=500 (finali individuali) http://www.sportlicht.com/sl_rsg/main.php?lng=2&page=600 (finali a squadre)

Archiviata la tappa di Coppa del Mondo di Tashkent, il testimone passa a Baku: il prossimo weekend, la capitale dell’Azerbaigian e sede degli imminenti Europei, chiuderà il circuito delle World Cup di Ritmica, con una tappa che ci vedrà superprotagonisti in entrambe le categorie.

Rebecca Alessi

Classe 1995, vivo con la mia famiglia in un piccolo paese del Nord-Est Italia.
Laureata in Mediazione Linguistica, divoro una grande quantità di libri e quando ho voglia e interesse, guardo serie televisive. Scrivo per un blog letterario e seguo la Ginnastica Ritmica da molti anni, ma non l’ho mai praticata. Malgrado ciò, seguo con grande piacere le competizioni della Ritmica nazionale e internazionale.

http://diariodiunalettricesognatrice.wordpress.com

Translate Here

itenfrdeptrues
  1. Ultime Notizie
  2. Notizie Popolari