Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 20 Aprile 2019
 ginnasticando.it

L'eleganza del 10, Katelyn Ohashi on fire

Scritto da  Gen 17, 2019

10 come Comaneci, 10 Nellie Kim, 10 Simona Pauca, 10 Mary Lou Retton.

Dieci il numero perfetto, il numero dei fantasisti, del 6 e 10 cm di Bubka sopra l'asticella, 10 il numero di Valentino Rossi, di Roberto Baggio.

Perfezione, potenza, precisione....ma soprattutto il dieci è perfezione.

 

Non è un caso che i migliori e le migliori si vestano e ambisco a sancire con questo numero i loro esercizi, e proprio la Rumena di Montreal 1976 la doppi cifra perfetta è stato per anni non solo un dire iconico, ma quasi un sinonimo inarrivabilità.

 

Dal 2006 la Federazione Internazionale di Ginnastica però ha il vecchio sistema del dieci con quello della D-Score + E-Score che è attualmente in uso sulle pedane di eventi Internazionali e Mondiali, mentre alcune Federazioni ancora lo hanno in uso, perchè nonostante il 15, 933 di Simon Biles sul quadrato di Rio, dire 10 è tutta un'altra cosa.

Non c'è nessun motivo di sgranare dal risultato centesimi, ciò che è stato presentato rappresenta un proprio unicità che convince le giurie a non potergli depennare nulla; e forse per i non addetti ai lavori forse è anche più semplice comprendere un numero pieno piuttosto che somme e sottrazioni di decimali.

La NCAA è una di queste entità sportive che ancora non abbandona, 13 anni dopo, il sistema a dieci cifre, e una certa Katelyn Ohashi riprende il suo scettro incoronandosi proprio della doppia cifra più ambita.

 

Trasmessa da tutti i network statunitensi e molti nostrani, la statunitense di Newcastle impressiona giurie, piubblico e profani con un corpo libero ai limiti dell'umano sulle note di Michael Jackson, non solo per il contenuto tecnico (doppio teso stoppato in prima diagonale) ma per l'interpretazione, l'appeal in pedana e il coinvolgimento del pubblico.

Vincitrice AA ai Visa Championship (davanti ad una certa Simon Biles già in clima di Olimpiadi) e vincitrice AA,CL,PA e TR ai Pacific Rim del 2012 e Citta di Jesolo 2011 e 2012, la Ohashi per una operazione che l'ha portata quasi al ritiro e una storia di abusi (dello staff tecnico) e di disturbi alimentari, rimette in gioco tutte le carte del suo mazzo, ed ora lo stesso Liukin, già suo allenatore dovrà forse pensare a darle una chanche per quelli che sono i prossimi impegni della nazionale stelle e strisce, e chissà.

Michele Forzinetti

Classe 1987. Laureato in scienze motorie, tecnico e giudice settore GAF e istruttore di acrobatica per altre discipline ( Aerobica, Calisthenic, arti.marziali). Formazione classica, per trovare un equilibrio tra corpo e mente pratico verticalismo e yoga, con una passione viscerale per la  letteratura.

Translate Here

itenfrdeptrues
  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments