Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 22 Febbraio 2020
 ginnasticando.it

La spagnola Sara Llana Garcia, ginnasta di grandissima esperienza internazionale appartenente allo storico club Ritmo di León, ha annunciato ieri pomeriggio la decisione di congedarsi dalla nazionale.
Classe 1997 e allenata da Ruth Fernandez (la stessa allenatrice della trevolte olimpica Carolina Rodriguez), Sara ha preso parte a quattro Campionati del Mondo (2014, 2015, 2017 e 2018), a due Campionati Europei (uno da Junior nel 2012 e uno da Senior nel 2017) e ai Giochi Mondiali del 2017, non riuscendo ad accedere alle finali di specialità.
Il suo 2019 è stato segnato da un settimo posto al Campionato Nazionale Honor, oltre alla partecipazione alle Universiadi di Napoli, dove ha chiuso in dodicesima posizione nel concorso generale e al sesto posto nelle finali al cerchio e alle clavette. Inoltre, nella prima parte della stagione,ha preso parte al nostro Campionato di Serie A2 con la Polimnia Ritmica Romana, aiutando la squadra nelle prime tre tappe.
Sara ha voluto annunciare il suo ritiro attraverso questo messaggio sul suo profilo Instagram, dove ha raccontato le sue intenzioni di continuare come allenatrice e di gareggiare con la divisa del club che l’ha cresciuta sportivamente.

“Dopo molti anni che mi hanno portato a rappresentare la Spagna a competizioni internazionali, quattro Mondiali e due Europei, il 2019 è stato un anno duro e complicato. Mi sarebbe piaciuto avere l’opportunità di lottare per la mia partecipazione a un Mondiale, così importante come quello di quest’anno, e nonostante avessi portato a termine un buon Nazionale e un’eccellente Universiade, sono stata esclusa dalla squadra.
Tutto questo mi ha portato a prendere la difficile decisione di lasciare la squadra nazionale, però nonostante i momenti duri, dove tutto sembra essere contro, non ho mai perso la gioia per la ginnastica e sono grata a tutti coloro che mi hanno appoggiata, di conseguenza questa decisione non significa che sarà un ritiro totale. Continuerò ad allenarmi per tirare fuori il meglio di me, e ho molta voglia di poter brillare con il mio nuovo esercizio alla palla.
Inoltre dal 25 Novembre mi sono aggregata al comitato tecnico del CAR di León: grazie all’opportunità ricevuta dalla RFEG parteciperò alla formazione delle nuove generazioni della squadra nazionale e delle ginnaste del centro tecnico della Comunità Autonoma di Castiglia e León.
Per me questa opportunità è un privilegio e affronto con gioia questa nuova tappa, nella quale metterò tutte le mie conoscenze acquisite nel corso della mia carriera sportiva e crescerò come allenatrice.
E anche se non sarò più una ginnasta della Squadra Nazionale ci vedremo in pedana! Grazie a tutti per le vostre parole di sostegno e affetto.”

Il messaggio di Sara Llana ai suoi fans

 

La stagione olimpica non è ancora iniziata, ma cominciano già i primi ritiri.

Ad appendere le mezzepunte al chiodo è Jouki Tikkanen, ginnasta di grande esperienza della nazionale finlandese di Ginnastica Ritmica.
Classe 1995, Jouki ha partecipato a ben sette Mondiali (2011, 2013, 2014, 2015, 2017, 2018 e 2019), oltre a quattro campionati Europei (2015, 2016, 2017 e 2019) e al preolimpico di Rio de Janeiro del 2016, non riuscendo a qualificarsi per la rassegna a cinque cerchi.
Tra i risultati che hanno reso importante la sua carriera, un’importante partecipazione alla finale all-around del Mondiale di Smirne del 2014, che l’ha vista concludere al diciassettesimo posto.

Jouki ha voluto salutare i suoi fan con queste parole riportate in un post pubblicato nelle scorse ore sul suo profilo Instagram:

“Cari amici e fans.
Sono molto felice della mia carriera da ginnasta: è stata fantastica e ho ottenuto molto di più di quello che potevo immaginare. Adesso è arrivata l’ora di iniziare una nuova sfida nella mia vita. Rimarrò nella Ginnastica Ritmica come allenatrice e farò delle esibizioni, e sono emozionata! Sono davvero entusiasta per tutto quello che mi attenderà in questo nuovo capitolo della mia vita!
Grazie per tutto!
Con affetto, Jouki.”

E noi di Ginnasticando.it, non possiamo non augurarle il meglio per il suo futuro... In bocca al lupo per tutto, Jouki!

Post di Instagram

 

Mondiali di Doha 2018 – Vasiliki Millousi annuncia il ritiro.

L’atleta greca, che abbiamo visto impegnata nella seconda giornata di qualificazioni a Doha, alla fine di un esercizio perfetto alle parallele che chiudeva la gara della Grecia, ha iniziato a piangere. Lacrime non comprensibili fino a quando Vasiliki non ha deciso di mettere al corrente i fan riguardo la sua decisione: all’età di 34 anni sente il bisogno di porre fine alla sua carriera da ginnasta. Una carriera lunga 27 anni, che comprende 3 olimpiadi (Sidney 2000, Londra 2012 e Rio 2016), svariati europei, mondiali e Coppe del Mondo, nelle quali più volte è riuscita a guadagnarsi un posto in finale alla trave, suo attrezzo di punta. Nella lunga serie di competizioni anche una partecipazione alla serie A1 nel 2012 in prestito alla GAL Lissone, quando, con il punteggio più alto a trave (ex aequo con Carlotta Ferlito), ha aiutato la squadra a vincere l’11esimo scudetto.
L’annuncio del ritiro è arrivato ieri sera sui canali social, dove la travista, con un lungo post in greco (per vederlo clicca qui), ripercorre sommariamente tutta la lunga carriera soffermandosi particolarmente sulle forti emozioni che la ginnastastica le ha regalato e sui ringraziamenti alla famiglia, le compagne di squadra e tutti coloro che l’hanno sempre sostenuta.


Nell’augurare un futuro felice e pieno di grandi opportunità, il team di Ginnasticando ringrazia Vasiliki per tutte le emozioni che ci ha regalato; il mondo della ginnastica non dimenticherà mai l’eleganza e la caparbietà dell’indiscussa Regina Greca!

Fatta la squadra USA per Rio, è tempo per le ginnaste rimaste fuori di tirare le somme. È notizia di questi ultimi giorni, infatti, che due delle ginnaste americane dell'ultimo quadriennio, Margaret "Maggie" Nichols e Amelia Hundley, si siano ritirate dalla carriera internazionale per perseguire quella universitaria, di studio e di ginnastica.

La Nichols, oro a squadre e bronzo al corpo libero all'ultimo mondiale, ha pubblicato una dichiarazione sul suo profilo Facebook:

"Ciao amici! Annuncio il mio ritiro dall'elite. Questa è la decisione più ardua che potessi mai prendere, ma è quella giusta per me. Sono stata così fortunata di aver potuto rappresentare gli Stati Uniti in molte competizioni internazionali e ai Campionati Mondiali, e di essere diventata campionessa mondiale. Sono passata attraverso molti infortuni, molti momenti duri e attraverso bei momenti, imparando moltissime lezioni di vita che altrimenti non avrei potuto vivere senza una carriera nell'elite. Le parole non possono esprimere quello che ho provato. Guardando indietro, è stata comunque un'esperienza meravigliosa e non smetterò mai di ringraziare per aver vissuto tutto questo. Inoltre, non ringrazierò mai abbastanza i miei allenatori e miei genitori per tutto quello che hanno fatto e sacrificato per me.
Vorrei ringraziare anche tutti voi per l'affetto e il supporto durante la mia carriera, non sarei dove sono ora senza voi tutti. Spero ancora di poter continuare ad essere d'ispirazione per le persone, e di poter raggiungere i miei sogni e i miei traguardi. Sono felicissima di poter continuare il mio viaggio alla University of Oklahoma da agosto. A presto."

L'altra ginnasta americana, Amelia Hundley, proseguirà nella squadra di ginnastica della University of Florida. In campo internazionale la Hundley ha all'attivo un bronzo alla Coppa del Mondo di Stoccarda 2016, due ori di squadra ai Pan American Games, un argento al corpo libero e un bronzo alle parallele sempre nella stessa competizione, nonché la partecipazione al Trofeo Città di Jesolo 2015 come la Nichols.

  1. Ultime Notizie
  2. Notizie Popolari