Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 25 Agosto 2019
 ginnasticando.it

Con le finali di specialità si è chiusa la seconda tappa di World Challenge Cup a Minsk, in una giornata che ci ha visti impegnati in tutte e sei le prove!

Nelle prove a squadra, l’Italia ha conquistato un’inaspettata medaglia d’oro nella finale con le 5 palle, con un esercizio premiato con un meraviglioso 29.800, mentre una serie di errori nel misto hanno visto le nostre ragazze chiudere in sesta posizione con il totale di 25.950.
Sul podio con le azzurre nella prima finale ritroviamo Russia e Bulgaria, che hanno chiuso in seconda e terza posizione con 29.450.
La finale del misto è stata vinta dalla Bulgaria con 28.600, seguita dalle padrone di casa della Bielorussia e dall’Ucraina, sul podio con rispettivamente 28.450 e 28.100.

Nelle finali individuali, che hanno visto salire su tutti i podi le gemelle Averina, anche l’Italia era presente con Milena Baldassarri e Alexandra Agiurgiuculese: per la prima è arrivata una medaglia di bronzo al nastro e un quarto posto al cerchio, mentre l’altra non è riuscita a salire sul podio in tutte le finali che l’hanno vista impegnata, ma ha portato a casa due sesti posti a palla e nastro, un quinto posto alle clavette e un settimo posto al cerchio.

Archiviata questa prova di World Challenge Cup, la prossima settimana si torna a gareggiare: da venerdì a domenica ci sarà la terza prova del circuito a Cluj-Napoca, che vedrà l’Italia impegnata con le sue individualiste.

Risultati completi sottostante:

CERCHIO
1. Linoy Ashram, ISR, 23.500
2. Arina Averina, RUS, 23.450
3. Dina Averina, RUS, 23.100
4. Milena Baldassarri, ITA, 22.150
5. Katsiaryna Halkina, BLR, 22.100
6. Khrystyna Pohrachyna, UKR, 21.550
7. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 20.400
8. Anastasiia Salos, BLR, 19.700

PALLA
1. Dina Averina, RUS, 23.600
2. Arina Averina, RUS, 23.200
3. Linoy Ashram, ISR, 22.900
4. Boryana Kaleyn, BUL, 22.550
5. Katsiaryna Halkina, BLR, 22.400
6. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 21.150
7.
Nicol Zelikman, ISR, 19.900
8. Kaho Minagawa, JPN, 19.750

CLAVETTE
1. Dina Averina, RUS, 23.500
2. Linoy Ashram, ISR, 23.400
3. Arina Averina, RUS, 22.700
4. Salome Pazhava, GEO, 22.250
5. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 21.800
6. Boryana Kaleyn, BUL, 21.650
7. Viiktoria Onoprienko, UKR, 21.400
8. Nicol Zelikman, ISR, 20.700

NASTRO
1. Dina Averina, RUS, 22.150
2. Arina Averina, RUS, 21.850
3. Milena Baldassarri, ITA, 21.600
4. Linoy Ashram, ISR, 20.350
5. Khrystyna Pohrachyna, UKR, 20.250
6. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 20.200
7. Boryana Kaleyn, BUL, 17.750
8. Anastasiia Salos, BLR, 16.850

5 PALLE
1. Italia, 29.800

2. Russia, 29.450
3. Bulgaria, 29.450
4. Giappone, 29.200
5. Bielorussia, 27.450
6. Israele, 27.050
7. Cina, 26.850
8. Uzbekistan, 26.750

3 CERCHI + 4 CLAVETTE
1. Bulgaria, 28.600
2. Bielorussia, 28.450
3. Ucraina, 28.100
4. Giappone, 27.350
5. Israele, 26.750
6. Italia, 25.950
7. Cina, 25.200
8. Russia, 23.400

Al Gymnastics Palace di Minsk si è conclusa la seconda giornata della seconda prova di World Challenge Cup di Ginnastica Ritmica, che ha visto impegnate le individualiste nei rimanenti esercizi a clavette e nastro e le squadre con il misto con cerchi e clavette.

Come da pronostico, sono ancora una volta le russe Dina e Arina Averina, ancora più affamate di gloria: le già soprannominate “gemelle vincenti” occupano i primi due posti del concorso generale individuale, con i totali di rispettivamente 93.450 e 91.950, grazie ai quali riescono a infrangere il muro dei 90 punti nell’all-around.
Ottima gara anche per l’israeliana Linoy Ashram che, nonostante un errore nell’esercizio con il nastro, riesce a mettere la medaglia di bronzo al collo grazie al totale di 86.650, dando ancora una volta prova del suo enorme potenziale, grazie al quale è riuscita a conquistare titoli di prestigio.

Il concorso generale delle azzurre si è chiuso con le nostre ginnaste nella rosa tra le migliori 10: Alexandra Agiurgiuculese, chiude con un ottimo quarto posto con 84.750, portando a termine una gara strepitosa e conquistando tutte le finali di specialità in programma domani.
Anche Milena Baldassarri ha dato molto di sè per l’Italia, in una giornata che ha visto il debutto del suo nuovo esercizio col nastro. Nonostante l’errore alle clavette di oggi e quello alla palla di ieri, Milena ha chiuso la sua gara in nona posizione con 81.100 e conquistato anche la finale al nastro.

La giornata di gare si è chiusa con la seconda parte della prova a squadre: a vincere è stata la Russia, che anche oggi conquista l’ennesimo “punteggione” (29.850 la valutazione odierna nel misto) , grazie al quale chiudono col totale di 59.050. Con le russe sono salite sul podio la Bulgaria, seconda con 57.650 e le padrone di casa della Bielorussia, terze con 57.450.
Azzurre fuori dal podio anche oggi: le nostre ragazze, che chiudono in quinta posizione con 56.050, incappano in una caduta d’attrezzo nel recupero del lancio con quattro clavette effettuato dalla capitana. Nonostante questi errori commessi tra ieri e oggi, rivedremo la squadra in entrambe le finali in programma domani.

Domani ultimo giorno di gare: dalle 12:00 italiane andranno in scena le finali di specialità, che verranno trasmesse sul canale YouTube della Federazione Ginnastica d’Italia.

Classifiche e ammesse alle finali di specialità disponibili sottostante.

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE (PRIME 16)
1. Dina Averina, RUS, 93.450
2. Arina Averina, RUS, 91.950
3. Linoy Ashram, ISR, 86.650
4. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 84.750
5. Nicol Zelikman, ISR, 84.600
6. Boryana Kaleyn, BUL, 83.000
7. Katsiaryna Halkina, BLR, 82.500
8. Anastasiia Salos, BLR, 82.150
9. Milena Baldassarri, ITA, 81.100
10. Khrystyna Pohrachyna, UKR, 80.150
11. Kaho Minagawa, JPN, 79.150
12. Chisaki Oiwa, JPN, 79.000
13. Neviana Vladinova, BUL, 78.500
14. Viktoriia Onoprienko, UKR, 78.300
15. Denisa Mailat, ROU, 77.150
16. Rebecca Gergalo, FIN, 76.550

CONCORSO GENERALE A SQUADRE
1. Russia, 59.050
2. Bulgaria, 57.650
3. Bielorussia, 57.450
4. Giappone, 56.500
5. Italia, 56.050
6. Israele, 53.200
7. Ucraina, 53.200
8. Cina, 52.850
9. Azerbaigian, 51.150
10. Uzbekistan, 50.100
11. Francia, 47.750
12. Spagna, 47.550
13. Finlandia, 46.750
14. Turchia, 46.600
15. Germania, 46.300
16. Polonia, 45.450
17. Kazakistan, 44.950
18. Ungheria, 44.550
19. Estonia, 44.400
20. Malesia, 35.600
21. Egitto, 32.700

AMMESSE ALLA FINALE CON LE CLAVETTE
1. Dina Averina, RUS, 24.100
2. Arina Averina, RUS, 24.000
3. Boryana Kaleyn, BUL, 23.150
4. Nicol Zelikman, ISR, 22.050
5. Linoy Ashram, ISR, 21.900
6. Salome Pazhava, GEO, 21.750
7. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 20.850
8. Viktoria Onoprienko, UKR, 20.700

AMMESSE ALLA FINALE COL NASTRO
1. Dina Averina, RUS, 22.600
2. Arina Averina, RUS, 20.900
3. Anastasiia Salos, BLR, 20.650
4. Linoy Ashram, ISR, 20.350
5. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 20.200
6. Milena Baldassarri, ITA, 19.950

7. Boryana Kaleyn, BUL, 19.850
8. Khrystyna Pohranchyna, UKR, 19.800

AMMESSE ALLA FINALE CON LE 5 PALLE
1. Russia, 29.200
2. Giappone, 28.950
3. Bulgaria, 28.850
4. Bielorussia, 28.750
5. Italia, 28.250
6. Israele, 26.350
7. Cina, 26.300
8. Uzbekistan, 26.000

AMMESSE ALLA FINALE CON 3 CERCHI + 4 CLAVETTE
1. Russia, 29.850
2. Bulgaria, 28.800
3. Bielorussia, 28.700
4. Italia, 27.800
5. Ucraina, 27.600
6. Giappone, 27.550
7. Israele, 26.850
8. Cina, 26.550

Si è conclusa la prima giornata di gare della seconda prova di World Challenge Cup a Minsk, che ha visto le individualiste impegnate con cerchio e palla e le squadre con le 5 palle.

Ancora una volta dobbiamo registrare il successo della Russia, che nella prima parte del concorso generale individuale occupa i primi due posti con Arina e Dina Averina, riconoscibili con rispettivamente 47.050 e 46.750, a distanza di pochissimi centesimi l’una dall’altra.
Le “gemelle vincenti” dividono il podio con l’israeliana Linoy Ashram, che chiude in terza posizione provvisoria con 44.400, mentre la padrona di casa Katsiaryna Halkina segue a 0.250 dal bronzo, ancora in corsa per conquistare una medaglia nell’all-around.
Le nostre azzurre, Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri cominciano bene la loro prova di Coppa del Mondo, chiudendo rispettivamente al quinto e decimo posto con i totali di 43.700 e 40.550. Inoltre, Alexandra ha conquistato le prime due finali a cerchio e palla, mentre per Milena è arrivata quella col cerchio.

La gara si è chiusa con la prima rotazione della prova a squadre: guida la classifica provvisoria la Russia, con l’ennesimo inarrivabile punteggio, giunto questa volta a toccare il 29.200, seguita dal Giappone con 28.950 e dalla Bulgaria con 28.850.
Inizio al rallentatore per l’Italia, alla prima uscita dopo un periodo di allenamenti a Follonica. Per le ragazze di Emanuela Maccarani, che hanno presentato un esercizio rinnovato in molte parti, è arrivata una quinta posizione provvisoria con 28.250. Purtroppo le nostre ragazze sono incappate in un fuori pedana avvenuto su una collaborazione, ma sono comunque riuscite a staccare il pass per la finale di domenica.

Domani si volta pagina: dalle 10:00 ora locale (le 9:00 in Italia) andrà in scena la seconda e ultima parte delle qualificazioni, con le individualiste impegnate a clavette e nastro e le squadre, che si cimenteranno nel misto con 3 cerchi e 4 clavette.

In attesa dei pdf ufficiali, è possibile trovare le classifiche e le ammesse alle finali di domenica.

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE (PRIME 16)
1. Arina Averina, RUS, 47.050
2. Dina Averina, RUS, 46.750
3. Linoy Ashram, ISR, 44.400
4. Katsiaryna Halkina, BLR, 44.150
5. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 43.700
6. Nicol Zelikman, ISR, 43.550
7. Anastasiia Salos, BLR, 42.200
8. Kaho Minagawa, JPN, 41.600
9. Khrystyna Pohranchyna, UKR, 41.500
10. Milena Baldassarri, 40.550
11. Chisaki Oiwa, JPN, 40.550
12. Neviana Vladinova, BUL, 40.350
13. Boryana Kaleyn, BUL, 40.000
14. Adilya Tlekenova, KAZ, 39.550
15. Kseniya Moustafaeva, FRA, 38.850
16. Rebecca Gergalo, FIN, 38.800

CONCORSO GENERALE A SQUADRE
1. Russia, 29.200
2. Giappone, 28.950
3. Bulgaria, 28.850
4. Bielorussia, 28.750
5. Italia, 28.250
6. Israele, 26.350
7. Cina, 26.300
8. Uzbekistan, 26.000
9. Azerbaigian, 25.650
10. Ucraina, 25.600
11. Francia, 25.050
12. Estonia, 24.250
13. Spagna, 24.050
14. Finlandia, 24.050
15. Turchia, 23.900
16. Germania, 23.600
17. Kazakistan, 23.400
18. Polonia, 23.150
19. Ungheria, 21.400
20. Malesia, 21.400
21. Egitto, 16.000

AMMESSE ALLA FINALE COL CERCHIO
1. Arina Averina, RUS, 23.350
2. Dina Averina, RUS, 23.150
3. Katsiaryna Halkina, BLR, 22.600
4. Linoy Ashram, ISR, 22.500
5. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 22.500
6. Anastasiia Salos, BLR, 22.400
7. Khrystyna Pohranchyna, UKR, 22.400
8. Milena Baldassarri, ITA, 22.300

AMMESSE ALLA FINALE CON LA PALLA
1. Arina Averina, RUS, 23.700
2. Dina Averina, RUS, 23.600
3. Linoy Ashram, ISR, 21.900
4. Katsiaryna Halkina, BLR, 21.550
5. Nicol Zelikman, ISR, 21.550
6. Boryana Kaleyn, BUL, 21.250
7. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 21.200
8. Kaho Minagawa, JPN, 21.200

Dopo le olimpioniche di Rio 2016 Alessia Maurelli e Martina Centofanti, e la medaglia di bronzo ai Mondiali 2018 alla palla nonché campionessa italiana assoluta Alexandra Agiurgiuculese, la famiglia “Ritmica” del gruppo sportivo dell’Aeronautica Militare si allarga.

Nella giornata di oggi, si sono arruolate nell’arma di riferimento per numerose discipline sportive, tra cui la Ginnastica Ritmica e Artistica Maschile, la vicecampionessa del mondo uscente al nastro Milena Baldassarri (in foto) e Agnese Duranti, Anna Basta, Letizia Cicconcelli e Martina Santandrea, quattro delle componenti della squadra nazionale, già qualificata alle Olimpiadi di Tokyo del prossimo anno grazie al secondo posto nel concorso generale.

Si è conclusa da pochissimi minuti l'ultima giornata della Korea Cup Samdasoo e i nostri due azzurri Nicola Bartolini e Giada Grisetti terminano la loro gara dopo aver dato il massimo in tutti i loro esercizi. In particolare in questa seconda giornata Bartolini ha sfiorato il podio al volteggio , arrivando quarto a meno di due decimi dal terzo classificato con 14.350; Nicola si è inoltre classificato al sesto e nono posto alle parallele e alla Sbarra.

Rinuncia invece Giada Grisetti alla finale al volteggio, chiudendo quindi la sua gara alla trave con 11.433.

La star della Giornata è stata però l'azzurra Milena Baldassari della Ginnastica Ritmica, che conquista tra ieri e oggi ben tre medaglie, oro alla palla e bronzo e argento a nastro e clavette. 

Si sono conclusi con le finali di specialità individuali gli Europei di Ginnastica Ritmica.

Per l’Italia era presente Milena Baldassarri, campionessa italiana uscente e vicecampionessa del mondo al nastro, impegnata nelle finali a palla e nastro: la diciassettenne ravennate, in forza alla Ginnastica Fabriano e allenata da Kristina Ghiurova chiude le finali al sesto e settimo posto con rispettivamente 20.400 e 17.950, due buoni punteggi che la confermano comunque come una tra le migliori in Europa.

A vincere le finali di specialità le gemelle Dina e Arina Averina: la prima, già duevolte campionessa del mondo, conquista le finali a cerchio e nastro, mentre la seconda si aggiudica le finali a palla e clavette. Iridata anche l’altra delle russe in gara, Aleksandra Soldatova, che vince l’argento nelle finali a palla e nastro.
Ottima prestazione dell’israeliana Nicol Zelikman, che ha preso parte a tutte e quattro le finali di specialità portate a termine con un meritato bronzo al cerchio, un riconoscimento che fa dimenticare per un momento dell’assenza della loro punta di diamante Linoy Ashram.
Belle prestazioni anche per la bulgara Boryana Kaleyn, che vince due bronzi a palla e nastro e l’ucraina Vlada Nikolchenko, bronzo a clavette: per entrambe un bel riscatto dopo gli errori commessi nella finale al cerchio.

Dopo le finali e il galà di chiusura, il testimone è passato a Kiev: la capitale dell’Ucraina ospiterà il prossimo anno l’edizione preolimpica dei Campionati Europei, un’edizione che diversamente da quella di quest’anno vedrà impegnate le individualiste Junior e le squadre Senior.

Nella sezione allegati sono disponibili le classifiche complete delle finali di specialità.

La Milli Gymnastika Arenasi ha visto andare in scena nella giornata di oggi la seconda parte del concorso generale individuale Senior e del concorso generale a squadre Junior.

Ad aprire è stata la gara individuale: la prima delle due azzurre impegnata oggi sulla pedana azera è stata Milena Baldassarri che comincia bene la sua rotazione con un nastro eseguito alla perfezione e valutato con 18.800, il che le consente di prendere parte alla finale di specialità con questo attrezzo. Mentre alle clavette, alcuni errori le impediscono di portare a termine una buona prova, valutata con il punteggio di 20.000.
L’altra delle azzurre, Alexandra Agiurgiuculese, chiude la sua gara con due esercizi un po’ imprecisi, con molte sbavature al nastro (valutato con 16.350) e una piccola rincorsa nella routine con le clavette, valutata con 20.000.
Al comando delle classifiche di specialità ritroviamo le russe Dina Averina e Aleksandra Soldatova, che guidano la classifica alle clavette e al nastro con rispettivamente 23.875 e 20.325.

A chiudere la giornata di gare la seconda e ultima parte del concorso generale Junior, che vede impegnate le squadre con i 5 nastri.
Il quintetto allenato da Julieta Cantaluppi e composto da Serena Ottaviani, Siria Cella, Vittoria Quoiani, Simona Villella e Alexandra Naclerio (riserva Giulia Segatori) porta a termine un esercizio molto rischioso, valutato con 18.300, che aggiunto al 23.050 ottenuto nella routine con i cerchi di giovedì dà il totale di 41.350, punteggio che porta le nostre “Farfalline” a conquistare la medaglia di bronzo nel concorso generale, precedute dalla Russia con 44.925 e dalla Bielorussia con 42.050.

Inoltre sono stati assegnati i titoli nel concorso per nazioni, il cui risultato è dato dalla somma dei punteggi delle individualiste Senior e delle squadre Junior: l’oro è andato alla Russia con 216.225, seguite dalla Bielorussia con 206.000 e dalla Bulgaria con 202.075.
Quarto posto per l’Italia con 192.750, a quasi dieci punti di distacco dal bronzo.

Domani, gran finale di questo emozionante Europeo: dalle 10:00 italiane ci saranno le prove di specialità, che vedranno Milena Baldassarri impegnata alla palla e al nastro e la squadra Junior, impegnata in entrambe le competizioni.

Risultati completi disponibili nella sezione allegati.

Alla Milli Gymnastika Arenasi di Baku si è conclusa la prima giornata di qualificazione del Campionato Europeo di Ginnastica Ritmica che prevedeva l’esecuzione degli esercizi con cerchio e palla.

Ad aprire la gara per l’Italia Milena Baldassarri: la campionessa italiana uscente inizia bene con la palla chiudendo la prova con 19.750, mentre al cerchio ottiene solamente 17.600, penalizzata da una brutta perdita nei primi secondi dell’esercizio. Nonostante ciò, è riuscita ad ottenere la qualificazione alla finale con la palla, in programma domenica pomeriggio.

Molto meglio Alexandra Agiurgiuculese: l’Aviere dell’Aeronautica Militare inizia la sua gara con un esercizio con la palla valutato con 18.900, un punteggio che è stato oggetto di ricorso, di seguito non accolto,mentre al cerchio porta a casa una prova valutata con 20.000, chiudendo come prima riserva nella finale di specialità.

Al comando delle classifiche di specialità con cerchio e palla ritroviamo ancora una volta le gemelle russe Dina e Arina Averina, che guidano rispettivamente la classifica a cerchio (Dina) e palla (Arina).
Dina, duplice campionessa del mondo in carica, si è esibita solamente con il cerchio, portando a termine un’ottima prova valutata con 22.300, nonostante una piccola imprecisione. Invece, Arina, guida con 22.750 la classifica alla palla, riscattandosi così dei gravissimi errori commessi durante l’esercizio con il cerchio.

Domani, ultima giornata di qualificazioni, che vedrà le squadre Junior impegnate con i 5 nastri e le individualiste Senior, che affronteranno le rotazioni con clavette e nastro.

Classifiche complete disponibili nella sezione allegati.

È arrivata nella serata di ieri a Baku, la delegazione italiana che sarà impegnata negli Europei di Ginnastica Ritmica, evento che vedrà impegnate  le individualiste Senior e le squadre Junior dal 16 al 19 maggio.

Le azzurre al via
A difendere i nostri colori nella gara a squadre Junior vedremo il giovanissimo sestetto composto dal capitano Serena Ottaviani (Ginnastica Fabriano), Vittoria Quoiani (Armonia d’Abruzzo), Simona Villella (Kines Catanzaro), Alexandra Naclerio (Club Giardino Carpi), Siria Cella e Giulia Segatori (entrambe tesserate per l’Auxilium Genova) che dopo aver conquistato podi molto importanti in vari tornei internazionali, sono pronte a calcare la pedana azera con due esercizi montati rispettivamente sulle note de “L’Apprendista Stregone” di Paul Dukas per i 5 cerchi e “Welcome to Wonderland”, tratta dal musical di Broadway “Wonderland” di Frank Wildhorn e Jack Murphy per i 5 nastri.
Sul fronte individuale Senior, sono state convocate Alexandra Agiurgiuculese (Aeronautica Militare) e Milena Baldassarri (Ginnastica Fabriano), impegnate tutte e due sui quattro attrezzi e reduci dalle buone prestazioni nelle World Cup e nella prima di World Challenge Cup tenutasi pochi giorni fa a Guadalajara. Per loro, grande attenzione in vista delle prossime competizioni come i Campionati Nazionali Assoluti, in programma a Torino nel weekend del ponte del 2 Giugno, e i Giochi Europei di Minsk, dove l’Italia ha a sua disposizione un posto nella categoria individuale.

Il programma delle giornate di gara e il format
Diversamente dalle precedenti edizioni, l’Europeo di quest’anno si svolgerà in quattro giorni, invece dei soliti tre a cui ci siamo abituati nel corso degli anni.
Si parte Giovedì 16 Maggio con le qualificazioni riservate alle squadre che eseguiranno il primo dei due esercizi, quello con i 5 cerchi, mentre il giorno dopo, Venerdì 17 Maggio, saranno le individualiste a prendere parte alle qualificazioni, con le prime due rotazioni a cerchio e palla.
La fase di qualificazione si chiuderà Sabato 18 Maggio con la seconda parte che vedrà le squadre impegnate nell’esercizio con i 5 nastri e le individualiste con clavette e nastro, mentre a chiudere gli Europei saranno le finali di specialità, riservate alle migliori otto classificate in programma Domenica 19 Maggio.

Per quanto riguarda la gara a squadre, sarà la somma dei due punteggi a decidere la nazione vincitrice assoluta mentre, per la competizione riservata alle individuali Senior, ogni nazione potrà presentare da 2 a 3 ginnaste, che dovranno eseguire 8 esercizi per ciascuna. Una volta concluse le qualifiche, verrà stilata la classifica all-around, che guarderà i migliori tre esercizi e che sarà importante per la partecipazione alla finale delle migliori 24 (con un limite di 2 per nazione) in programma il prossimo anno a Kiev. Inoltre, la somma di tutti i punteggi sarà importante al fine di stabilire la classifica per nazioni.

Dove vedere la gara e come rimanere aggiornati in tempo reale sui punteggi
I quattro giorni di gara saranno trasmessi in diretta su “Eurovision Sports” (https://www.eurovisionsports.tv/ueg/) mentre sulla piattaforma “Smartscoring” (http://smartscoring.com/en/) saranno pubblicati i punteggi dal campo gara in tempo reale.
Le finali di specialità saranno trasmesse domenica 19 Maggio alle 12:40 in diretta streaming sul sito della Rai e in differita il giorno dopo dalle 18:48 alle 20:30.
Per maggiori informazioni al riguardo, vi terremo aggiornati tramite post sulle nostre pagine Social.

Nella sezione allegati sono disponibili le entries nominative, gli ordini di salita e il programma delle giornate di gara.

Al Palacio Multiusos di Guadalajara, città spagnola ad un’ora da Madrid, si è conclusa la prima giornata della prima prova di World Challenge Cup, che ha visto impegnate le individualiste con cerchio e palla e le squadre con il primo esercizio con le 5 palle.

Nonostante l’assenza di Dina e Arina Averina, impegnate in questi giorni nel test event dei Giochi Europei, la Russia continua il suo dominio assoluto, occupando anche in questa prova i primi due posti del podio con Alexandra Soldatova e Ekaterina Selezneva che chiudono al primo e secondo posto provvisorio con un totale di rispettivamente 43.750 e 41.550.
Completa il podio l’ucraina Khrystyna Pohranchyna: la vicecampionessa olimpica giovanile di Buenos Aires chiude al terzo posto con un totale di 41.350, a 0.20 dall’argento.
Molto bene Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri: le due azzurre, prossime a partire per l’Europeo, chiudono al quinto e ottavo posto provvisorio, con un totale di rispettivamente 39.150 e 37.200. Inoltre, Alexandra ha ottenuto l’accesso alle finali con cerchio e palla, mentre Milena ha conquistato solo quella con la palla.

Nella gara a squadre, l’Italia porta a termine un esercizio perfetto, premiato con il totale di 25.500, grazie al quale guidano la classifica provvisoria. Con loro ritroviamo Russia e Bulgaria, autrici di una prova macchiata da alcuni errori, che chiudono in seconda e terza posizione con 24.900 e 22.900.
Si qualificano con loro le squadre di Spagna e Stati Uniti con 21.150, Brasile con 20.300, Finlandia con 20.250 e Messico con 19.750.

Nella giornata di domani ci sarà la seconda parte delle qualificazioni che vedranno le individualiste impegnate nelle rotazioni con clavette e nastro, mentre le squadre affronteranno il secondo esercizio con cerchi e clavette.

Risultati completi nella sezione allegati.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments