Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 19 Marzo 2019

 

Nella seconda giornata di gara del trofeo Lagunare sono andate in scena le finali di Specialità a cui hanno avuto accesso le migliori otto ginnaste per attrezzo.

Conclusa la giornata di sabato con i tre concorsi a squadre, che hanno visto l'affermazione nella categoria senior di USA (166,798) Cina (165,201) e Italia (161,333), con la rappresentativa a stelle e strisce senza Biles e Hurd ma capace di far ben figurare Sunisa Lee, campionessa All Around dell'edizione, e di cui certo sentiremo ancora parlare.

Proprio l'americana primeggia sugli staggi nella prima delle finali di specialità (14.550) staccando di soli due decimi la cinese Tang Xijing (14,350), e solo terza l'azzura Elisa Iorio (14.300), garanzia di qualità quando si parla di parallele e Trofeo Città di Jesolo; tra la compagnia della Brixia Alice D'Amato (13,800) la chinese Liu Tingting (14,250).

 

Sulla tavola di Jesolo un'inedita finale a due per le azzure Alice D'Amato (14,200) e Desireè Carofiglio (13,250), essendo le uniche ginnaste ad ad aver effettuato il secondo salto in fase di qualifica.

Alla trave nulla da fare per le avversarie davanti alle linee e alla precisione della cinese Liu Tingting (14.800), argento all'americana Malabuyo Emma (14.400) e bronzo alla connazionale Sunisa Lee (14.150), sempre più sulle orme di Simon Biles, ai piedi del podio Zhan Jin (14,050) e Martina Maggio (13.400) al rientro in competizioni internazionali alle spalle di Elisa Iorio (13,350).

 

Trionfali la coppia americana Lee-Malabuyo sul quadrato del PalaArrex che si spartiscono il podio del corpo libero con 14.200 e 14.100, a più di mezzo punto dalla cinese Qi-Qi (13,550), prova del dominio assoluto delle americane in questa specialità ormai da un decennio; chiudono Zhang Jin (13,450) e la nostra Desireè Carofiglio (13,100), straordinaria in questa settimana di gare in serie A e a Jesolo.

 

Durante le rotazioni si sono esibite la squadre delle piccole farfalle di ginnastica ritmica juniores guidata Julieta Cantaluppi, Alexandra Agiurgiuculese campionessa alla palla e Spela Dragas,

Al termine la cerimonia di chiusura sulle note di “Illumina il tuo sogno” affidata al direttore tecnico della Gymnasium di TrevisoMoira Ferrari e della coreografa Federica De Pol, con gli atleti della società 

La cerimonia di premiazione è stata presieduta dal Presidente Fgi Gherardo Tecchi, dal Vicario e capodelegazione Valter Peroni, dal presidente della Gymnasium di Treviso Francesca Allegri e da Giorgio Citton, ideatore della manifestazione e dalle autorità cittadine e regionali.

In attesa della classicissima

Fervono i preparativi per il trofeo città di Jesolo 2019 in programma il 2-3 marzo al PalaArrex.

La classica lagunare, ormai diventata un appuntamento imprescindibile nel panorama internazionale per la ginnastica artistica femminile, sta per vedere la luce nella sua 12° edizione.

Passata la decima edizione con alcuni grandi forfait tra infortuni e defezioni, e la nazionale americana in pieno scandalo Nassar, quest'anno prevede la presenza di tutti i big internazionali nelle rispettive delegazioni.

Il format di quest'anno sarà 4-4-3 e che prevede 4 atlete per Nazionale all'attrezzo e 3 punteggi validi per il computo finale, decisione forse in merito al nuovo sistema internazionale adottato dal FIG per prossime Olimpiadi di Tokyo.

Tra le formazioni presenti Usa, Russia e Cina già confermate e con il pass per Tokyo 2020 in tasca, prevedono di regalarci scintille sul quadrato e agli attrezzi, e poi Brasile, Germania, Giappone, Romania, Belgio, Olanda e Australia. Tra queste Simon Biles e Larisa Jordache tornate alle competizioni, e poi Nina Darwell, Giorgia Villa.

La delegazione italiana sarà presente ma ancora deve sciogliere le riserve sulle ginnaste in gara, probabilmente sarà un ottimo test per il DTN Enrico Casella per vedere all'opera la classe del 2003 dopo il salto di categoria a Senior: Giorgia Villa fresca dell'oro Olimpico giovanile, le sorelle D'Amato, Elisa Iorio, Alessia Federici, Francesca Noemi Linari; e poi speriamo qualche ottimo ritorno come Sofia Busato, Martina Rizzelli (convocata per la prossima Coppa del Mondo), Erika Fasana, e naturalmente la portabandiera dell'artistica femminile Italiana Vanessa Ferrari che ha già annunciato il suo ritorno alle competizioni con la sua presenza alla prossima tappa di Coppa del Mondo.

Vi terremo aggiornati sulla formazione italiana appena confermata, quello che è certo è che l'appuntamento di Jesolo da anni ha preso una valenza molto più di spessore di un solo incontro amichevole.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments