Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 25 Maggio 2019
 ginnasticando.it

A poche ore dall’inizio del Campionato Europeo di Ginnastica Ritmica arrivano notizie per nulla positive in casa Israele, una delle favorite sul podio nel concorso per nazioni.

L’israeliana Linoy Ashram, che ha compiuto venti anni due giorni fa, considerata come una delle favorite per i podi di specialità, ha subito un infortunio nel corso della prova del campo gara, avvenuta nel corso della giornata di oggi.
Al momento non si hanno notizie sull’entità dell’incidente e sui tempi di recupero.

Al suo posto sarà in gara Yuliana Telegina, precedentemente iscritta come prima riserva e che scenderà in pedana insieme alla compagna di nazionale Nicol Zelikman.

A Linoy, atleta molto amata in campo internazionale, la redazione di Ginnasticando.it manda un augurio di pronta guarigione, in attesa di rivederla in pedana ancora più forte di prima!

“A seguito di un dolore all’anca verificatosi durante l’ultima competizione, non potrò prendere parte alla Coppa del Mondo di Pesaro questo fine settimana. Ho preso la saggia decisione di curare questo infortunio per preparare al meglio i prossimi appuntamenti ed essere in forma per gli Europei. È un piccolo ma serio incidente, ma si continua a progredire. Grazie a tutti per il vostro sostegno! E ci vediamo prestissimo in pedana!”

"En raison d’une douleur à la hanche survenue lors de ma dernière compétition, je ne participerai pas à la coupe du monde de Pesaro ce week end. J’ai pris la sage décision de soigner cette blessure pour préparer au mieux les échéances à venir et être en forme aux Europe. Petit coup dur , mais on continue d’avancer. Merci à tous pour votre soutien ! Et à très vite sur les tapis" ????

Con questo messaggio sul suo profilo Instagram, la francese Kseniya Moustafaeva ha annunciato il ritiro dall’imminente tappa di Coppa del Mondo, al via a Pesaro questo fine settimana.

L’Olimpionica di Rio 2016, rientrata in gara da pochi mesi a seguito di un infortunio all’anca che ha segnato in parte la partecipazione alle competizioni della passata stagione, è reduce dal Grand Prix di Thiais, che l’ha vista chiudere al dodicesimo posto nel concorso generale.

Rimangono comunque iscritte l’altra delle individualiste iscritte, Valerie Romenski e la squadra d’insieme.

A Kseniya, la redazione di Ginnasticando.it manda un augurio di pronta ripresa.

Questo Mondiale ha riservato davvero delle grandissime sorprese a tutti gli appassionati di Ginnastica. Sorprese che, purtroppo, sono state sempre in negativo trattandosi di una serie di infortuni a catena. 

Non per ultima, questa sera, l'Azzurra Vanessa Ferrari. Salita in pedana come ultima, delle otto qualificate alla finalissima del corpo libero, Vanessa sembrava pronta a stupirci provando a conquistarsi quell'agognata medaglia, quel riscatto dagli utlimi legni internaizonali.

In seconda diagonale, però, è avvenuto l'inimmaginabile. La ginnasta bresciana è atterrata praticamente di petto dal flick tempo+tsukahara proprio a causa dell’infortunio avvenuto durante lo stacco. Puntuale la diagnosi che ci è giunta da Montreal grazie all'Ufficio Stampa Federale. Si tratta di rottura del Tendine. 

Straordinaria, invece, la prestazione di Lara Mori. Un corpo libero pieno di grinta e passione sotto l'attento sguardo della sua allenatrice Stefania Bucci che nel '76, nello stesso palazzetto, disputò l'Olimpiade. La stella toscana chiude al 6° posto con 13.266.

Una kermesse davvero difficle quella che si è cocnlusa oggi in Canada. Tanto il lavoro da continuare in patria ma con un punto fermo, come da oggi ci sentiamo di chiamarla, che è proprio lei, Lara.

Se la settimana scorsa abbiamo visto le giovanissime debuttare a Montreal, anche la ginnastica azzurra maschile sta preparando il percorso quadriennale che porterà alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Mentre una delegazione di junior e senior è in trasferta a Linz, in Austria, a poco più di 500 km la squadra composta da Lorenzo Galli, Marco Lodadio, Tommaso De Vecchis, Marco Sarruggerio e Paolo Principi ha preso parte alla Team Challenge - DTB Pokal di Stoccarda (Germania), gara esclusivamente a squadre.

E proprio Paolo Principi ha subito un infortunio nel corso della prova podio al corpo libero. Per l'aviere maceratese una rottura parziale al tendine d'Achille del piede sinistro, lo stesso lussato nel 2015.

A causa di questa privazione, il team azzurro ha dovuto gareggiare con un ginnasta in meno arrivando decimo in qualificazione con 239.200 punti. Gli azzurri si sono classificati dietro la seconda squadra dei padroni di casa tedeschi, di soli 0.05.

Il migliore dei nostri quattro è stato il neo-senior Lorenzo Galli, che con i suoi attrezzi ha totalizzato ben 80.600, mentre Lodadio ha dato un'ottima prova agli anelli con 14.550.

Alla finale a squadre hanno accesso le prime sei classificate: Giappone, Germania 1, Svizzera, Gran Bretagna, Russia e Spagna.

Per la femminile invece si sono qualificate: Germania 1, Russia, Spagna, Germania 2, Svizzera e Portogallo. Fuori solo Singapore.

 

Oggi si terranno entrambe le finali.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments