Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 14 Ottobre 2019
 ginnasticando.it

Con l’arrivo delle delegazioni a Baku e i primi allenamenti ufficiali alla Milli Gymnastika Arenasi, siamo ufficialmente entrati nel pieno del Campionato del Mondo di Ginnastica Ritmica, giunto quest’anno alla trentasettesima edizione. Sarà un’edizione dal respiro “olimpico”, visto che proprio in questo Mondiale verranno assegnati buona parte dei posti a disposizione, in quella che sarà la prima fase di qualificazione per le individualiste e la seconda per le squadre.

Tra le 62 nazioni registrate alla rassegna mondiale, anche l’Italia sarà presente al gran completo.
Ci sarà la squadra nazionale azzurra in ritiro permanente a Desio (Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Martina Santandrea, Agnese Duranti, Letizia Cicconcelli, Anna Basta) e già qualificata ai Giochi. Le Farfalle di Emanuela Maccarani, nonostante questo obiettivo già centrato, non dovranno perdere la concentrazione, vista la grande presenza di squadre che hanno lasciato un segno in questa stagione, come Russia, Bulgaria, Bielorussia, Ucraina e Giappone.
Nel concorso generale a squadre, saranno le prime cinque classificate a volare a Tokyo, fatta eccezione per Italia, Bulgaria e Russia, già qualificate grazie al podio nel Mondiale dello scorso anno.

Anche il settore individuale avrà la sua qualificazione olimpica, che vedrà le prime sedici classificate nella finale del concorso generale, ottenere il posto diretto per la nazione.
Le nostre Milena Baldassarri e Alexandra Agiurgiuculese, reduci da una stagione piena di successi (ultimo ma non meno degno di nota la tappa di World Challenge Cup a Portimao) cercheranno di portare l’obiettivo della Federazione Italiana: conquistare il pass diretto alle Olimpiadi, che manca dal Mondiale pre-olimpico del 2011. Insieme a loro, scenderanno in pedana nelle qualificazioni del concorso generale individuale anche Alessia Russo e Sofia Maffeis, che saranno impegnate nelle prove col nastro e le clavette, i cui punteggi saranno importanti ai fini del concorso per nazioni.

Si parte il 16 Settembre, con la prima parte di qualificazione individuale a cerchio e palla, che si concluderà con le finali di specialità della sera successiva. La seconda parte, che vedrà le ginnaste scendere in pedana con clavette e nastro, inizierà il 18 Settembre, per poi chiudersi con le finali il 19 Settembre. A concludere la gara individuale, sarà il concorso generale, che si terrà il 20 Settembre e che vedrà in pedana le migliori 24 ginnaste della qualifica, con un limite di due per nazione e la cui partecipazione dipenderà dalla somma dei tre migliori punteggi per ginnasta nella fase di qualifica.
A chiudere la settimana di gare, le prove dedicate alle squadre, che scenderanno in pedana il 21 Settembre per il concorso generale e il giorno successivo con le finali di specialità riservate alle migliori otto.

Per il discorso legato alla copertura televisiva, ci è giunta voce che la Rai trasmetterà le finali del 17, 19, 20, 21 e 22 Settembre con il commento tecnico della giudice internazionale Isabella Zunino Reggio e la telecronaca di Andrea Fusco. Per tutti gli aggiornamenti al riguardo vi invitiamo a seguire i nostri profili social!

Nella sezione allegati è possibile scaricare gli ordini di gara e il programma di questo Mondiale.

È giunta poco fa la circolare federale riguardante la delegazione italiana che prenderà parte all’imminente Campionato del Mondo di Ginnastica Ritmica, in programma dal 16 al 22 Settembre a Baku (AZE).

Per il settore individuale, che raggiungerà la capitale azera nella giornata di domani, la squadra sarà composta da Alexandra Agiurgiuculese, Milena Baldassarri (entrambe tesserate per l’ Aeronautica Militare), Alessia Russo (Armonia d’Abruzzo) e Sofia Maffeis (Polisportiva Varese).
Le tecniche preposte saranno Spela Dragas, Julieta Cantaluppi, Germana Germani e Irina Roudaia.

Sul fronte della gara a squadre, sono state convocate Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Martina Santandrea, Agnese Duranti, Letizia Cicconcelli e Anna Basta, tutte tesserate per il Centro Sportivo dell’Aeronautica Militare. Le “Farfalle” allenate dalla DTN Emanuela Maccarani e da Olga Tishina, giungeranno a Baku mercoledì prossimo.

Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sul Mondiale di Baku!

A due mesi dal Mondiale di Ginnastica Ritmica, quest’anno in programma a Baku dal 16 al 22 Settembre, sono stati resi noti oggi i sorteggi degli ordini di gara.

Nella categoria individuale, l’Italia è stata sorteggiata nella suddivisione B2 con Slovenia, Finlandia, Serbia, Messico, Capo Verde, Giappone, Corea del Sud e Bolivia.
Nella gara a squadre, invece, le azzurre scenderanno per settime nel Gruppo B, precedute dal Messico e seguite da Israele.

Di seguito gli ordini completi:

Concorso per Nazioni individuale

Suddivisione A1: Cina, Croazia, Colombia, Bielorussia, Cipro, Austria, Turchia, Ucraina
Suddivisione A2: Azerbaigian, Ungheria, Kazakistan, Georgia, Belgio, Egitto, Estonia
Suddivisione B1: Montenegro, Macedonia del Nord, Repubblica Ceca, Moldavia, Sud Africa, Stati Uniti, Norvegia, Canada
Suddivisione B2: Slovenia, Finlandia, Serbia, Messico, Capo Verde, Italia, Giappone, Corea del Sud, Bolivia
Suddivisione C1: Libano, Andorra, Thailandia, Grecia, Kirghizistan, Lettonia, India, Francia
Suddivisione C2: Bulgaria, Malesia, Corea del Nord, Spagna, Lituania, Slovacchia, Australia
Suddivisione D1: Mongolia, Angola, Uzbekistan, Brasile, San Marino, Svezia
Suddivisione D2: Sri Lanka, Portogallo, Russia, Romania, Danimarca, Israele, Porto Rico, Polonia

Gara a Squadre

Gruppo A
Stati Uniti – Germania – Finlandia – Kazakistan – Ucraina – Giappone – Estonia – Bulgaria – Ungheria – Grecia – Cina – Canada

Gruppo B
Spagna – Russia – Polonia – Uzbekistan – Brasile – Messico – Italia – Israele – Francia – Bielorussia – Corea del Nord - Azerbaigian

Nella sezione allegati sono disponibili i documenti ufficiali della Federazione Internazionale di Ginnastica.

Comincia bene l’avventura dell’Italia all’Europeo di Baku, che ha preso il via oggi pomeriggio con la prima rotazione della gara a squadre Junior, impegnate nell’esercizio con i 5 cerchi.

Il quintetto composto da Serena Ottaviani, Siria Cella, Giulia Segatori, Alexandra Naclerio e Vittoria Quoiani (riserva Simona Villella) porta a termine un esercizio perfetto dal primo all’ultimo secondo e ricco di difficoltà d’attrezzo, premiato con 23.050 e grazie al quale ottengono il terzo posto provvisorio e l’accesso alla finale di specialità di domenica mattina.
Sui primi due gradini del podio ritroviamo la Russia e la Bielorussia, rispettivamente prima e seconda con 23.700 e 23.100.

Si qualificano insieme alle tre squadre qui citate, l’Ucraina con 21.800, l’Azerbaigian con 21.650, la Spagna e l’Estonia con 21.400 e la Lituania con 20.725. Nulla da fare per Bulgaria e Israele, due delle superfavorite della vigilia, che chiudono in decima e undicesima posizione a seguito di alcuni errori importanti, rimanendo fuori dall’ottetto finalista.

Domani, dalle 12:00 locali (le 10:00 in Italia), comincerà l’Europeo delle individualiste: le nostre Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri saranno impegnate nella suddivisione A con i primi due esercizi a cerchio e palla.

Risultati completi disponibili nella sezione allegati.

È arrivata nella serata di ieri a Baku, la delegazione italiana che sarà impegnata negli Europei di Ginnastica Ritmica, evento che vedrà impegnate  le individualiste Senior e le squadre Junior dal 16 al 19 maggio.

Le azzurre al via
A difendere i nostri colori nella gara a squadre Junior vedremo il giovanissimo sestetto composto dal capitano Serena Ottaviani (Ginnastica Fabriano), Vittoria Quoiani (Armonia d’Abruzzo), Simona Villella (Kines Catanzaro), Alexandra Naclerio (Club Giardino Carpi), Siria Cella e Giulia Segatori (entrambe tesserate per l’Auxilium Genova) che dopo aver conquistato podi molto importanti in vari tornei internazionali, sono pronte a calcare la pedana azera con due esercizi montati rispettivamente sulle note de “L’Apprendista Stregone” di Paul Dukas per i 5 cerchi e “Welcome to Wonderland”, tratta dal musical di Broadway “Wonderland” di Frank Wildhorn e Jack Murphy per i 5 nastri.
Sul fronte individuale Senior, sono state convocate Alexandra Agiurgiuculese (Aeronautica Militare) e Milena Baldassarri (Ginnastica Fabriano), impegnate tutte e due sui quattro attrezzi e reduci dalle buone prestazioni nelle World Cup e nella prima di World Challenge Cup tenutasi pochi giorni fa a Guadalajara. Per loro, grande attenzione in vista delle prossime competizioni come i Campionati Nazionali Assoluti, in programma a Torino nel weekend del ponte del 2 Giugno, e i Giochi Europei di Minsk, dove l’Italia ha a sua disposizione un posto nella categoria individuale.

Il programma delle giornate di gara e il format
Diversamente dalle precedenti edizioni, l’Europeo di quest’anno si svolgerà in quattro giorni, invece dei soliti tre a cui ci siamo abituati nel corso degli anni.
Si parte Giovedì 16 Maggio con le qualificazioni riservate alle squadre che eseguiranno il primo dei due esercizi, quello con i 5 cerchi, mentre il giorno dopo, Venerdì 17 Maggio, saranno le individualiste a prendere parte alle qualificazioni, con le prime due rotazioni a cerchio e palla.
La fase di qualificazione si chiuderà Sabato 18 Maggio con la seconda parte che vedrà le squadre impegnate nell’esercizio con i 5 nastri e le individualiste con clavette e nastro, mentre a chiudere gli Europei saranno le finali di specialità, riservate alle migliori otto classificate in programma Domenica 19 Maggio.

Per quanto riguarda la gara a squadre, sarà la somma dei due punteggi a decidere la nazione vincitrice assoluta mentre, per la competizione riservata alle individuali Senior, ogni nazione potrà presentare da 2 a 3 ginnaste, che dovranno eseguire 8 esercizi per ciascuna. Una volta concluse le qualifiche, verrà stilata la classifica all-around, che guarderà i migliori tre esercizi e che sarà importante per la partecipazione alla finale delle migliori 24 (con un limite di 2 per nazione) in programma il prossimo anno a Kiev. Inoltre, la somma di tutti i punteggi sarà importante al fine di stabilire la classifica per nazioni.

Dove vedere la gara e come rimanere aggiornati in tempo reale sui punteggi
I quattro giorni di gara saranno trasmessi in diretta su “Eurovision Sports” (https://www.eurovisionsports.tv/ueg/) mentre sulla piattaforma “Smartscoring” (http://smartscoring.com/en/) saranno pubblicati i punteggi dal campo gara in tempo reale.
Le finali di specialità saranno trasmesse domenica 19 Maggio alle 12:40 in diretta streaming sul sito della Rai e in differita il giorno dopo dalle 18:48 alle 20:30.
Per maggiori informazioni al riguardo, vi terremo aggiornati tramite post sulle nostre pagine Social.

Nella sezione allegati sono disponibili le entries nominative, gli ordini di salita e il programma delle giornate di gara.

Si è conclusa alla Milli Gymnastika Arenasi di Baku la seconda giornata della quarta e ultima prova di World Cup, che ha visto impegnate le individualiste con le due rotazioni conclusive a clavette e nastro e le squadre nel misto con cerchi e clavette.

A distanza di tre settimane dalla vittoria a Pesaro, la russa Dina Averina stravince il concorso generale individuale con un punteggio ottimale sui quattro attrezzi di 85.600.
Sale di una posizione rispetto a 24 ore fa la sorella gemella Arina, che porta a casa l’argento con 79.850.
Completa il podio l’ucraina Vlada Nikolchenko, argento nella precedente edizione, che conquista il bronzo con 78.900.
Quarto e quinto posto per la bielorussa Katsiaryna Halkina e la bulgara Katrin Taseva, con rispettivamente 78.200 e 78.150, mentre scivola al sesto posto l’israeliana Linoy Ashram, vittima purtroppo di un nodo nella routine al nastro: la vicecampionessa del mondo in carica nel concorso generale chiude con un totale di 77.250.
Rimonta di ben otto posizioni l’altra delle bulgare, Boryana Kaleyn: dopo il momento negativo di ieri con il mancato accesso alle finali al cerchio e alla palla, conquista l’undicesimo posto con 74.150 e l’accesso all’ottetto finalista al nastro.

Bene le nostre azzurre, che hanno chiuso nella top 10: Milena Baldassarri e Alexandra Agiurgiuculese chiudono rispettivamente in nona e decima posizione, con un totale sul giro olimpico pari a 75.000 (Milena) e 74.800 (Alexandra). Inoltre, arriva una grandissima soddisfazione per entrambe con la conquista dell’accesso alla finale alle clavette di domani, entrando con i punteggi di 19.700 per Milena e 19.200 per Alexandra, quest’ultima a pari merito con l’israeliana Nicol Zelikman, in finale con gli stessi identici parziali dell’azzurra.

Sul fronte della gara a squadre, il Giappone conquista il concorso generale con un totale di 49.250,. La Russia, ieri superpremiata con le 5 palle, oggi chiude in seconda posizione con 48.950 a seguito di un fuori pedana nel misto, mentre al terzo posto troviamo la Bulgaria con 48.850, a un decimo dall’argento e a 0.40 dall’oro.
Grande prova di carattere delle nostre azzurre, che dopo il gravissimo errore con le 5 palle di ieri, oggi rimontano di ben tre posizioni con il totale di 45.350, grazie anche ad un misto premiato con 23.700, quarto punteggio della serata.

Domani dalle 12:05 (10:05 in Italia) ci saranno le finali di specialità, che vedranno protagoniste le nostre azzurre nella finale individuale con le clavette e nel misto con cerchi e clavette per le squadre.
Oltre ai titoli di specialità, verranno assegnati anche i titoli del circuito delle World Cup, di cui pubblicheremo un riassunto nei prossimi giorni.

Alla Milli Gymnastika Arenasi di Baku si è conclusa la prima giornata dell’ultima prova di Coppa del Mondo di Ginnastica Ritmica, che ha visto impegnate le individualiste con cerchio e palla e le squadre con le 5 palle.

Dopo le prime due rotazioni troviamo al comando la russa Dina Averina: la campionessa del mondo in carica, già sul gradino più alto del podio nella tappa inaugurale di Pesaro, guida la classifica provvisoria con 43.300.
Secondo posto provvisorio per l’israeliana Linoy Ashram: la vicecampionessa del mondo nell’all-around e d’argento due settimane fa nella prova di Sofia, chiude a un punto e mezzo dall’oro.
Terzo posto per l’altra delle russe, Arina Averina, che chiude con 40.000: la sorella gemella di Dina, chiude la gara con il punteggio più alto alla palla, ma manca con l’accesso alla finale col cerchio a seguito di due importanti errori che hanno compromesso l’esercizio.
In quarta e quinta posizione troviamo l’ucraina Vlada Nikolchenko con 39.950 e l’altra delle israeliane, Nicol Zelikman, che chiude con 39.500.
Delude le aspettative Boryana Kaleyn: la giovanissima stella bulgara, bronzo a Pesaro e argento a Tashkent sui quattro attrezzi, chiude solo in diciannovesima posizione provvisoria con 36.350, mancando l’accesso alle finali di specialità con cerchio e palla.

Buon inizio per le nostre Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri: le due azzurre, pronte a tornare tra poche settimane nella capitale azera per l’imminente Europeo, chiudono tra le prime quindici. L’unico rammarico, però, riguarda l’accesso alle finali di specialità, alle quali mancano l’appuntamento nonostante avessero portato a termine quattro esecuzioni di alto livello.
Prima delle italiane, Alexandra Agiurgiuculese: il bronzo mondiale alla palla in carica chiude con un buon undicesimo posto provvisorio con 37.850, nonostante un piccolo errore nella routine con la palla. La stella dell’A.S. Udinese chiude come seconda riserva al cerchio, a soli 0.25 dall’ultima qualificata, mentre l’altra delle azzurre in gara, Milena Baldassarri, chiude al dodicesimo posto provvisorio con 37.800.

Nella gara a squadre, a distanza di nemmeno una settimana, la Russia sfodera un altro colpo, chiudendo la prima rotazione con l’inarrivabile punteggio di 26.050, seguita dal Giappone con 24.900 e dalla Bielorussia con 24.500.
Si qualificano alla finale anche gli ensemble di Ucraina con 24.050, Bulgaria con 23.550, Finlandia e Uzbekistan con 22.500 e Israele con 21.750.
Delude l’Italia, solo nona a seguito di alcuni gravi errori: le ragazze di Emanuela Maccarani, reduci dall’argento nel concorso generale due settimane fa a Sofia, chiudono la prima rotazione con 21.650, mancando così l’accesso alla finale di domenica.

Domani dalle 12:00 ora azera (le 10:00 in Italia) avrà luogo la seconda giornata dedicata alle qualificazioni che vedranno le individualiste affrontare le rotazioni con clavette e nastro, mentre le squadre saranno impegnate nel misto con 3 cerchi e 4 clavette.

Risultati completi disponibili su http://www.smartscoring.com/en/results.

Dopo le prove di Pesaro, Sofia e Tashkent, il viaggio delle World Cup fa tappa a Baku: la capitale dell’Azerbaigian, prossima ad ospitare gli Europei e i Mondiali dei piccoli attrezzi, avrà il compito di ospitare questo fine settimana l’ultima delle quattro prove di Coppa del Mondo.

In occasione di quest’ultima tappa di Coppa del Mondo sono state convocate Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri, entrambe reduci dalle tappe di Pesaro e Sofia e sorteggiate nel Gruppo A. Le due azzurre, che ritorneranno a Baku per l’imminente Europeo in programma a metà maggio, ritroveranno molte ginnaste protagoniste delle ultime prove di Coppa come la bielorussa Katsiaryna Halkina, le bulgare Katrin Taseva e Boryana Kaleyn, l’israeliana Linoy Ashram, l’ucraina Vlada Nikolchenko e le gemelle russe Dina e Arina Averina.
Tra le padrone di casa dell’Azerbaigian, grande attesa per le padrone di casa Zohra Aghamirova e Veronika Hudis, due giovanissime ginnaste delle annate 2001 e 2002 che hanno già avuto l’opportunità di farsi notare a livello internazionale.

La gara a squadre si annuncia come una delle più partecipate dell’intero circuito delle World Cup con ben 25 ensemble al via provenienti da tutto il mondo, tra cui la seconda squadra dell’Azerbaigian, chiamata all’ultimo minuto a sostituire la squadra titolare, ritirata per un infortunio occorso alla Capitana della squadra.
Ci sarà anche il sestetto azzurro reduce dalle prove di Pesaro e Sofia, composto da Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Martina Santandrea, Letizia Cicconcelli, Agnese Duranti, Anna Basta reduci da un oro e un bronzo a Pesaro e un argento a Sofia. La tappa in terra azera servirà per migliorare la classifica a punti e aumentare la preparazione in vista dei prossimi impegni internazionali, uno su tutti i Giochi Europei in programma quest’estate.
Tra le squadre rivali ritroveremo il podio della precedente prova di Tashkent composto da Russia, Ucraina e Israele, ma anche Bielorussia, Bulgaria e Giappone, sul podio due settimane fa a Sofia.

Nella sezione allegati sono disponibili le entries aggiornate a queste ultime ore, gli ordini di salita e il programma dei tre giorni di gara.

Si sono concluse da pochissimo le finali della coppa del mondo di Baku. A trionfare sul podio le due formidabili Azzurre Lara Mori e Vanessa Ferrari, piazzatesi sul podio rispettivamente seconda e terza (alle spalle l'americana Jade Carrey con 14.600! Un esercizio stellare).

Le nostre atlete non sono state da meno e con 13. 886 e 13.887 hanno condotto una gara pulita precisa e senza errori, migliorando anche i punteggi di qualifica e ottenendo punti preziosi per la qualificazione individuale per le Olimpiadi di Tokio 2020!

Complimenti da tutta la redazione! 

Si è conclusa da pochissimi minuti la finale alle parallele pari della coppa del mondo di BAKU!

In gara l'azzurro Matteo Levantesi che con un ottimo punteggio (14.166) di piazza al sesto posto della classifica!

Sul podio invece troviamo rispettivamente il russo Vladislav POLIASHOV (15.133), il turco Ferhat ARICAN (15.100) e il cinese YOU Hao (15.066).
  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments