Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 20 Ottobre 2019
 ginnasticando.it

Archiviate le cinque prove di World Challenge Cup di Ginnastica Ritmica, la Federazione Internazionale ha reso noti i nomi delle vincitrici del concorso generale e di specialità per quest’anno.

L’Italia si è ben distinta nel ranking individuale con la conquista di tutti i titoli a sua disposizione grazie ad Alexandra Agiurgiuculese, che ha ottenuto il titolo nel concorso generale con 110 punti. Non solo: la campionessa italiana assoluta ha conquistato anche i titoli col cerchio, nastro e clavette con rispettivamente 110 e 125 punti.
Anche Milena Baldassarri si fa onore, vincendo il titolo alla palla con 120 punti.

Nel ranking della gara a squadre le Farfalle giungono in seconda posizione in tutte le specialità.
A vincere è la Russia che si porta a casa i titoli nel concorso generale e con le 5 palle, mentre la Bulgaria conquista il primo posto nel misto con cerchi e clavette.

Ranking completi disponibili al seguente link alla sezione “World Challenge Cup”: https://www.gymnastics.sport/site/rankings/ranking_rg.php

“Sorelle d’Italia, l’Italia s’è desta!”, quest’oggi un inno al femminile è più che doveroso, dal momento che le nostre azzurre si sono ben distinte nelle finali di specialità della quinta tappa di World Challenge Cup, andata in scena questo weekend a Portimao.

Se la squadra vince l’oro con le 5 palle e l’argento nel misto con 3 cerchi e 4 clavette, le individualiste non sono da meno: Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri conquistano il podio in tutte le finali, la prima d’oro a cerchio e clavette e d’argento alla palla, mentre l’altra vince i titoli di specialità a palla e nastro e l'argento alle clavette, oltre a giungere quinta al cerchio con lo stesso punteggio della terza classificata, ma con il valore dell’esecuzione più basso.

Non solo: le azzurre hanno vinto anche il ranking delle World Challenge Cup nel concorso generale a squadre e individuale, quest’ultimo conquistato da Alexandra Agiurgiuculese... tutti risultati che fanno ben sperare in vista degli imminenti Mondiali.

Risultati completi disponibili sottostante.

CERCHIO
1. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 22.650

2. Anastasiia Salos, BLR, 21.500
3. Alina Harnasko, BLR, 21.400 (E 9.0)
4. Anastasia Guzenkova, RUS, 21.400 (E 8.7)
5. Milena Baldassarri, ITA, 21.400 (E 8.4)
6. Yeva Meleschuk, UKR, 21.400 (E 8.2)
7. Laura Zeng, USA, 20.650
8. Aleksandra Soldatova, RUS, 19.850

PALLA
1. Milena Baldassarri, ITA, 22.300

2. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 22.000

3. Aleksandra Soldatova, RUS, 21.900
4. Alina Harnasko, BLR, 21.800
5. Anastasia Guzenkova, RUS, 21.400
6. Yeva Meleschuk, UKR, 21.400
7. Laura Zeng, USA, 20.300
8. Fanni Pigniczki, HUN, 19.650

CLAVETTE
1. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 22.500
2. Milena Baldassarri, ITA, 22.400
3. Anastasiia Salos, BLR, 21.850
4. Alina Harnasko, BLR, 21.700
5. Yuliana Telegina, ISR, 20.350
6. Polina Berezina, ESP, 19.900
7. Laura Zeng, USA, 19.800
8. Maria Añó, ESP, 19.100

NASTRO
1. Milena Baldassarri, ITA, 20.250

2. Yeva Meleschuk, UKR, 18.850
3. Camilla Feeley, USA, 18.300
4. Yuliana Telegina, ISR, 18.100
5. Nicol Voronkov, ISR, 18.000
6. Polina Berezina, ESP, 17.900
7. Alina Harnasko, BLR, 17.650
8. Natalia Gaudio, BRA, 16.550

5 PALLE
1. Italia, 29.500

2. Giappone, 28.950

3. Bielorussia, 28.900
4. Spagna, 25.450
5. Polonia, 23.750
6. Finlandia, 23.500
7. Stati Uniti, 23.250
8. Brasile, 19.800

3 CERCHI / 4 CLAVETTE
1. Bielorussia, 28.950
2. Italia, 28.550
3. Giappone, 28.400

4. Messico, 26.050
5. Brasile, 25.900
6. Spagna, 24.950
7. Germania, 23.800
8. Stati Uniti, 22.400

Gioie e dolori: è il riassunto della seconda giornata della World Challenge Cup di Portimao, che ha visto l’Italia salire sul podio con le individualiste e la squadra.

Arrivano soddisfazioni grazie alla nostra Milena Baldassarri, che risale di una posizione rispetto a ieri, conquistando l’argento con il totale di 84.250.
Sul podio con Milena ritroviamo la russa Aleksandra Soldatova, d’oro con 85.150 e la bielorussa Alina Harnasko, bronzo con 81.150.
Peccato per Alexandra Agiurgiuculese, che dopo la prima giornata era in testa alla classifica: a causa di un errore alle clavette e di una serie di problemi col nastro “Agiurgiu” chiude fuori dal podio con 80.550, a 0.60 dalla medaglia di bronzo.
Giornata da dimenticare per Anastasia Guzenkova, l’altra delle due russe in gara, che complica la sua corsa al podio a seguito di molti errori col nastro, chiudendo “solo” in nona posizione con 73.800.

Nella gara a squadre il podio rimane invariato: le azzurre di Emanuela Maccarani conquistano una strepitosa medaglia d’oro con il totale di 58.050, a cui si è aggiunto il punteggio odierno di 28.700 nel misto con 3 cerchi e 4 clavette. Assieme a loro sono salite sul podio il Giappone e la Bielorussia, che vincono l’argento e il bronzo con i totali di rispettivamente 56.150 e 55.100.
Per le nostre ragazze questa di oggi è la quarta medaglia nel circuito delle World Challenge Cup di Ritmica, la terza nel concorso generale.

Domani, ultimo giorno di gare: dalle 16:00 italiane ci saranno le finali per attrezzo, che vedranno l’Italia impegnata in tutte le prove e che verranno trasmesse sul canale YouTube della Federazione Ginnastica d’Italia.

Classifiche ufficiali e ammissioni alle finali di specialità disponibili sottostante:

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE
1. Aleksandra Soldatova, RUS, 85.150
2. Milena Baldassarri, ITA, 84.250
3. Alina Harnasko, BLR, 81.150
4. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 80.550
5. Yeva Meleshchuk, UKR, 78.250
6. Laura Zeng, USA 78.100
7. Anastasiia Salos, BLR, 75.000
8. Camilla Feeley, USA, 74.850
9. Anastasia Guzenkova, RUS, 73.800
10. Yuliana Telegina, ISR, 73.400
11. Fanni Pigniczki, HUN, 73.000
12. Polina Berezina, ESP, 72.950
13. Sumire Kita, JPN, 72.050
14. Maria Añó, ESP, 71.950
15. Natalia Gaudio, BRA, 70.750
16. Barbara Domingos, BRA, 70,400
17. Nicol Voronkov, ISR, 69.050
18. Kamelya Tuncel, TUR, 68.750
19. Yanika Vartlaan, UKR, 67.250
20. Rut Castillo, MEX, 64.500
21. Laura Sales, POR, 64.250
22. Margarida Ferreira, ROU, 62.800
23. Anna Juhasz, HUN, 62.100
24. Aurora Arvelo, FIN, 61.450
25. Natalia Koziol, POL, 60.300
26. Karla Diaz, MEX, 60.000
27. Christianna Vitanova, GBR, 59.400
28. Gemma Frizelle, GBR, 59.100
29. Denisa Stoian, ROU, 57.500
30. Aisha Izabekova, KGZ, 53.400
31. Shannon Gardiner, RSA, 53.200
32. Josephine Juul-Moeller, NOR, 49.850
33. Azra Dewan, RSA, 44.800

CONCORSO GENERALE A SQUADRE
1. Italia, 58.050
2. Giappone, 56.150
3. Bielorussia, 55.100
4. Spagna, 52.100
5. Brasile, 50.000
6. Stati Uniti, 48.700
7. Messico, 48.200
8. Germania, 48.050
9. Finlandia, 48.050
10. Polonia, 45.500
11. Canada, 44.000
12. Ungheria, 40.550
13. Malesia, 36.350

AMMESSE ALLA FINALE CON LE CLAVETTE
1. Alina Harnasko, BLR, 22.200
2. Aleksandra Soldatova, RUS, 22.100
3. Milena Baldassarri, ITA, 21.100
4. Anastasiia Salos, BLR, 20.600
5. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 20.050
6. Laura Zeng, USA, 19.750
7. Polina Berezina, ESP, 19.700
8. Yuliana Telegina, ISR, 19.250

AMMESSE ALLA FINALE CON IL NASTRO
1. Milena Baldassarri, ITA, 20.600

2. Aleksandra Soldatova, RUS, 20.150
3. Yuliana Telegina, ISR, 19.000
4. Camilla Feeley, USA, 18.600
5. Natalia Gaudio, BRA,18.500
6. Yeva Meleschuk, UKR, 18.450
7. Polina Berezina, ESP, 18.050
8. Nikol Voronkov, ISR, 18.050

AMMESSE ALLA FINALE CON 3 CERCHI E 4 CLAVETTE
1. Italia, 28.700
2. Bielorussia 28.250
3. Giappone, 27.800
4. Spagna, 26.000
5. Brasile 25.500
6. Germania, 24.550
7. Messico, 24.400
8. Stati Uniti, 24.100

Con i primi due esercizi per le individualiste e la prima routine per la squadra, ha preso il via a Portimao l’ultima tappa di World Challenge Cup.

Nel concorso individuale, l’Italia occupa ben due terzi del podio, grazie agli ottimi risultati di Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri: le nostre, che chiudono in prima e terza posizione provvisoria con i totali di 43.500 e 42.550, condividono le prime posizioni con le russe Aleksandra Soldatova e Anastasia Guzenkova, seconda e quarta con i totali di 42.900 e 42.400.
Grazie agli ottimi risultati in qualifica, rivedremo le nostre ragazze nelle finali a cerchio e palla in programma domenica.

Arrivano soddisfazioni anche dalla gara a squadre, con le azzurre impegnate nella prova con le 5 palle: le nostre Farfalle, già bronzo sabato scorso a Kazan, guidano la classifica provvisoria con il totale di 29.350. Con loro, sul podio provvisorio ritroviamo Giappone e Bielorussia, che chiudono in seconda e terza posizione con i totali di 28.350 e 26.850.

Domani la fase di qualificazione si concluderà con l’ultima parte del concorso generale individuale e di squadra. Inoltre, saranno assegnati i titoli per le World Challenge Cup in entrambe le categorie, dati dalla somma dei punteggi ottenuti nel corso delle cinque prove.

Classifiche ufficiali e ammissioni alle finali di specialità disponibili sottostante:

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE 
1. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 43.500
2. Aleksandra Soldatova, RUS, 42.900
3. Milena Baldassarri, ITA, 42.550
4. Anastasia Guzenkova, RUS, 42.400
5. Yeva Meleschuk, UKR, 41.000
6. Alina Harnasko, BLR, 41.000
7. Laura Zeng, USA, 40.550
8. Anastasiia Salos, BLR, 38.750
9. Camilla Feeley, USA, 38.400
10.Fanni Pigniczki, HUN, 38.200
11. Sumire Kita, JPN, 37.100
12. Barbara Domingos, BRA, 36.100
13. Kamelya Tuncel, TUR, 36.050
14. Maria Añó, ESP, 35.650
15. Polina Berezina, ESP, 35.200
16. Yanika Vartlaan, UKR, 35.200
17. Yuliana Telegina, ISR, 35.150
18. Natalia Gaudio, BRA, 34.850
19. Laura Sales, POR, 32.650
20. Nikol Voronkov, ISR, 32.550
21. Natalia Koziol, POL, 32.250
22. Margarida Ferreira, POR, 32.150
23. Rut Castillo, MEX, 32.150
24. Anna Juhasz, HUN, 32.150
25. Aurora Arvelo, FIN, 32.100
26. Gemma Frizelle, GBR, 31.250
27. Christianna Vitanova, GBR, 30.700
28. Aisha Izabekova, KGZ, 29.350
29. Karla Diaz, MEX, 28.900
30. Denisa Stoian, ROU, 27.600
31. Shannon Gardiner, RSA, 25.500
32. Josephine Jull Moeller, NOR, 24.700
32. Azra Dewan, RSA, 24.400

CONCORSO GENERALE A SQUADRE
1. Italia, 29.350

2. Giappone, 28.350
3. Bielorussia, 26.850
4. Spagna, 26.100
5. Polonia, 25.300
6. Finlandia, 25.150
7. Stati Uniti, 24.600
8. Brasile, 24.500
9. Messico, 23.800
10.Germania, 23.500
11. Canada, 23.250
12. Malesia, 18.500
13. Ungheria, 18.300

AMMESSE ALLA FINALE COL CERCHIO
1. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 22.200

2. Aleksandra Soldatova, RUS, 21.300
3. Anastasia Guzenkova, RUS, 21.100
4. Milena Baldassarri, ITA, 20.950
5. Yeva Meleschuk, UKR, 20.900
6. Alina Harnasko, BLR, 20.300
7. Laura Zeng, USA, 20.300
8. Anastasiia Salos, BLR, 19.350

AMMESSE ALLA FINALE CON LA PALLA
1. Aleksandra Soldatova, RUS, 21.600
2. Milena Baldassarri, ITA, 21.600
3. Anastasia Guzenkova, RUS, 21.300
4. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 21.300
5. Alina Harnasko, BLR, 20.700
6. Laura Zeng, USA, 20.250
7. Fanni Pigniczki, HUN, 20.250
8. Yeva Meleschuk, UKR, 20.100
 

Arriverà questo pomeriggio a Portimao, località costiera situata nell’Algarve, la delegazione italiana che parteciperà all’ultima tappa di World Challenge Cup di Ginnastica Ritmica, ultimo impegno prima della partenza per il Campionato del Mondo.

In occasione di questo ultimo test di caratura internazionale, sono state convocate le individualiste Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri, sorteggiate nel Gruppo A e B e entrambe pronte ad ambire alla conquista del posto olimpico tra meno di tre settimane a Baku. Sulla pedana lusitana, ritroveranno la russa Aleksandra Soldatova e la bielorussa Alina Harnasko, già sul podio nelle precedenti tappe.

Il sestetto azzurro allenato da Emanuela Maccarani torna nuovamente in pedana dopo il bronzo nell’all-around conquistato pochi giorni fa a Kazan. Le nostre ragazze, scenderanno per tredicesime alle 5 palle e per decime nel misto con cerchi e clavette e ritroveranno in pedana tra le favorite la Russia (qui presente con la squadra vincitrice delle Universiadi), la Bielorussia e il Giappone.

Le finali della tappa conclusiva saranno in diretta dalle 16:00 di Domenica 8 Settembre al seguente link:https://player.cloud.wowza.com/hosted/b7qfysrv/player.html?fbclid=IwAR3s2eCHu_B5VhJzaP6ZhlAdYmozKsJcAFBmKX_89euIHgOFOjaKlAlBnVc

Nella sezione allegati sono disponibili gli ordini di salita ufficiali dei tre giorni di gara e le entries per le prove individuali e di squadra.

Con le finali per attrezzo si sono conclusi i tre giorni dedicati alla World Challenge Cup di Kazan, in una giornata dove le nostre azzurre hanno preso parte a cinque delle sei finali in programma.

Dopo la medaglia di bronzo di nemmeno ventiquattro ore fa, l’Italia non riesce a salire sul podio nelle prove di specialità a seguito di alcuni errori che hanno “sporcato” le esecuzioni. Per le nostre ragazze sono arrivati un ottavo posto nella prova con le 5 palle e un quinto posto nella routine con 3 cerchi e 4 clavette.
Le finali sono state vinte rispettivamente da Russia e Bulgaria, già d’oro e d’argento nel concorso generale andato in scena tra venerdì e sabato.

Nelle finali individuali, che hanno visto Dina Averina stravincere i titoli a palla, clavette e nastro, erano presenti anche le nostre Milena Baldassarri e Alessia Russo: per Milena sono arrivati un quarto posto alla palla e un sesto alle clavette, mentre Alessia ha concluso l’unica finale a sua disposizione con un ottavo piazzamento.

Mandato in archivio questo penultimo appuntamento di World Challenge Cup, il prossimo weekend si torna di nuovo in pedana: da venerdì 6 a domenica 8 Settembre ci sarà la tappa conclusiva del circuito a Portimao, ultimo incontro prima dei Mondiali pre-olimpici.

Risultati completi sottostante:

CERCHIO
1. Arina Averina, RUS, 23.200
2.
Dina Averina, RUS, 22.750
3. Alina Harnasko, BLR, 20.800
4. Boryana Kaleyn, BUL, 20.800
5. Katrin Taseva, BUL, 20.650
6. Kaho Minagawa, JPN, 20.600
7. Ekaterina Fetisova, UZB, 17.350
8. Katsiaryna Halkina, BLR, 16.650

PALLA
1. Dina Averina, RUS, 23.450
2. Arina Averina, RUS, 23.400
3. Boryana Kaleyn, BUL, 21.950
4. Milena Baldassarri, ITA, 20.050
5. Katrin Taseva, BUL, 20.000
6. Kseniya Moustafaeva, FRA, 19.600
7. Kaho Minagawa, JPN, 19.050
8. Eleni Kelaiditi, GRE, 18.050

CLAVETTE
1. Dina Averina, RUS, 23.350
2.
Arina Averina, RUS, 22.300
3. Alina Harnasko, BLR, 21.800
4. Katsiaryna Halkina, BLR, 20.550
5. Boryana Kaleyn, BUL, 20.400
6. Milena Baldassarri, ITA, 20.050
7. Katrin Taseva, BUL, 19.700
8. Chisaki Oiwa, 18.350

NASTRO
1. Dina Averina, RUS, 21.850
2. Arina Averina, RUS, 20.550
3. Katsiaryna Halkina, BLR, 19.100
4. Katrin Taseva, BUL, 18.450
5. Evita Griskenas, USA, 17.200
6. Ekaterina Vedeneeva, SLO, 17.150
7. Jelizaveta Polstjanaja, LAT, 15.900
8. Alessia Russo, ITA, 14.100

5 PALLE
1. Russia, 29.150
2. Bulgaria, 28.500
3. Giappone, 27.550
4. Bielorussia, 26.650
5. Cina, 26.600
6. Israele, 25.850
7. Uzbekistan, 25.450
8. Italia, 24.250

3 CERCHI / 4 CLAVETTE
1. Bulgaria, 28.100
2. Russia, 27.150
3. Israele, 26.750
4. Cina, 26.350
5. Italia, 26.150
6. Giappone, 25.700
7. Uzbekistan, 24.150
8. Finlandia, 21.600

Al Gymnastics Palace di Kazan si sono concluse le qualificazioni per il concorso generale individuale e di squadra.

Nell’all-around individuale stravince davanti al suo pubblico la russa Dina Averina, che per la seconda volta in due settimane infrange il muro dei 90 punti, vincendo con il totale di 90.450 e battendo la gemella Arina, seconda a quasi quattro punti dall’oro, che chiude con 86.800.
Con le “gemelle vincenti” sale sul podio la bulgara Katrin Taseva, che risale di una posizione dopo ieri, concludendo in terza posizione con 80.900.
Risalgono di una posizione anche le nostre Milena Baldassarri e Alessia Russo, che chiudono in settima e sedicesima posizione con i rispettivi totali di 76.050 e 72.200. Nonostante alcune imprecisioni, le nostre individualiste conquistano le finali di specialità a clavette (Milena) e nastro (Alessia), che danno tanto valore aggiunto in vista dell’imminente Mondiale.

Nell’all-around a squadre seconda vittoria della Russia, ancora più affamata di medaglie d’oro: le padrone di casa conquistano il primo posto con il totale di 58.450 (29.450 la valutazione nella prova con 3 cerchi e 4 clavette). Insieme a loro sono salite sul podio la Bulgaria, seconda con 57.500, e le nostre azzurre, terze con 57.500: per le Farfalle di Emanuela Maccarani, arriva una meravigliosa medaglia di bronzo e l’ammissione diretta alle finali di domani pomeriggio.

Domani giornata di finali: dalle 11:00 italiane avranno luogo le finali di specialità, che saranno trasmesse sul canale YouTube della Federazione Ginnastica d’Italia e su “RgymRussia”.

Le classifiche sono disponibili nella sezione allegati.

Con la prima parte delle qualificazioni ha preso il via oggi a Kazan la prima giornata di gare della penultima prova di World Challenge Cup.

Nel concorso individuale, i primi due posti sono occupati dalle gemelle Dina e Arina Averina, prima e seconda con i totali parziali di 45.800 e 43.650, staccate l’una dall’altra da quasi due punti.
Le “sorelle vincenti”, già sul podio due settimane fa a Minsk, dividono il podio con la bulgara Boryana Kaleyn, terza col totale di 42.100.
Le nostre azzurre, Milena Baldassarri e Alessia Russo, chiudono in ottava e diciassettesima posizione provvisoria con i totali di 38.200 e 37.350. Nonostante una perdita nell’esercizio con la palla, Milena accede alla finale con questo attrezzo, mentre al cerchio non entra nell’ottetto finalista a seguito di diverse imprecisioni. Niente finali invece per Alessia, che comunque ha portato a termine due buoni esercizi.

La giornata inaugurale si è chiusa con la prima parte della gara a squadre: la classifica provvisoria vede al comando le padrone di casa della Russia con il totale di 29.000, seguita dalla Bulgaria con il medesimo punteggio e dalle nostre azzurre, terze con 28.550.
Le nostre Farfalle, d’oro due settimane fa a Minsk in questa specialità, portano a termine un’ottima prova, ottenendo senza alcun problema l’accesso alla finale di domenica.

Domani ultimo round di qualificazioni che vedrà le individualiste impegnate nelle prove a clavette e nastro, mentre le squadre completeranno la qualifica col misto con cerchi e clavette.

In attesa delle classifiche ufficiali, pubblichiamo i primi 20 piazzamenti e le ammesse alle finali di domenica 1° Settembre.

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE (PRIME 20)
1. Dina Averina, RUS, 45.800
2. Arina Averina, RUS, 43.650
3. Boryana Kaleyn, BUL, 42.100
4. Kaho Minagawa, JPN, 40.800
5. Katrin Taseva, BUL, 40.500
6. Eleni Kelaiditi, GRE, 38.600
7. Evita Griskenas, USA, 38.300
8. Milena Baldassarri, ITA, 38.200
9. Kseniya Moustafaeva, FRA, 38.050
10. Jelizaveta Polstjanaja, LAT, 38.000
11. Rebecca Gergalo, FIN, 37.900
12. Katsiaryna Halkina, BLR, 37.850
13. Chisaki Oiwa, JPN, 37.800
14.
Noa Ros, ESP, 37.700
15. Alina Harnasko, BLR, 37.700
16. Liu Jiahui, CHN, 37.500
17. Alessia Russo, ITA, 37.350
18.
Ekaterina Fetisova, UZB, 37.250
19. Andreea Verdes, ROU, 36.850
20. Ekaterina Vedeneeva, SLO, 36.800

CONCORSO GENERALE A SQUADRE
1. Russia, 29.000
2. Bulgaria, 29.000
3. Italia, 28.550
4. Giappone, 28.200
5. Bielorussia, 27.800
6. Uzbekistan, 27.350
7. Israele, 27.000
8. Cina, 27.000
9. Finlandia, 26.450
10. Brasile, 25.950
11. Stati Uniti, 25.200
12. Spagna, 24.750
13. Francia, 21.700
14. Messico, 20.750
15. Kazakistan, 20.750

AMMESSE ALLA FINALE COL CERCHIO
1. Dina Averina, RUS, 23.100
2. Boryana Kaleyn, BUL, 21.150
3. Arina Averina, RUS, 21.050
4. Katsiaryna Halkina, BLR, 20.650
5. Kaho Minagawa, JPN, 20.450
6. Alina Harnasko, BLR, 20.400
7. Katrin Taseva, BUL, 19.950
8. Eleni Kelaiditi, GRE, 19.500

AMMESSE ALLA FINALE CON LA PALLA
1. Dina Averina, RUS, 22.700
2. Arina Averina, RUS, 22.600
3. Boryana Kaleyn, BUL, 20.950
4. Katrin Taseva, BUL, 20.550
5. Kaho Minagawa, JPN, 20.350
6. Milena Baldassarri, ITA, 19.850
7. Kseniya Moustafaeva, FRA, 19.250
8. Eleni Kelaiditi, GRE, 19.100

È arrivata nella serata di ieri a Kazan la delegazione italiana che prenderà parte alla penultima prova di World Challenge Cup di Ginnastica Ritmica, uno degli ultimi appuntamenti prima dei Mondiali imminenti.

In occasione di questa nuova competizione internazionale sono state convocate le individualiste Milena Baldassarri e Alessia Russo. Le due azzurre, che scenderanno rispettivamente nel Gruppo A e B, ritroveranno le attesissime padrone di casa Dina e Arina Averina, già sul podio due settimane fa nella tappa di Minsk, oltre alla bielorussa Katsiaryna Halkina e alle bulgare Katrin Taseva e Boryana Kaleyn.

La gara a squadre si annuncia molto partecipata, in quella che si considera come un anticipo di Mondiale: ad eccezione di Azerbaigian e Ucraina, sul podio lo scorso weekend a Cluj-Napoca, sulla pedana del Gymnastics Center vedremo in gara buona parte delle favorite per la conquista dei pass che garantiranno la partecipazione alle prossime Olimpiadi.
Saranno presenti anche le nostre azzurre, già qualificate per Tokyo insieme a Russia e Bulgaria e pronte a migliorare il risultato di due settimane fa a Minsk.

Nella sezione allegati sono disponibili le entries per le gare individuali e di squadra e gli ordini di salita delle tre giornate di gara.

Una nuova stagione di fitti e importanti incontri internazionali sta per cominciare per la ginnastica artistica. Dopo il letgargo estivo tornano gli appuntamenti della World Challenge Cup e il primo, a Szombathely in Ungheria, dal 6 all'8 settembre vedrà impegnata anche una delegazione della nostra nazionale maschile. Gli azzurri in gara saranno Lorenzo Galli, Lay Giannini e Roberto Marzocchi e la gara che saranno chiamati a fare consiste in una giornata di qualifica e in un'altra di finali di specialità ad otto. Lorenzo sarà impegnato al cavallo con maniglie, alle parallele pari e alla sbarra; Lay al corpo libero, al volteggio, alle parallele pari e alla sbarra e Roberto al corpo libero, al cavallo e agli anelli.

Al femminile non ci sarà una delegazione italiana, altri nomi di interesse potrebbero essere quello della spagnola Roxana Popa, della canadese Rebecca Dowling, la tedesca Jeanine Berger e dell'ucraino argento olimpico Oleg Vernaiev. 

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments