Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 23 Agosto 2019
 ginnasticando.it

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1441

Dopo le tappe di Guadalajara e Minsk, continua senza sosta la preparazione al Mondiale: questo weekend sarà la città romena di Cluj-Napoca ad ospitare la terza prova delle World Challenge Cup di Ginnastica Ritmica.

In occasione di questo appuntamento internazionale la Direttrice Tecnica Nazionale Emanuela Maccarani ha convocato Alexandra Agiurgiuculese e Sofia Maffeis. Le due azzurre, sorteggiate entrambe nel Gruppo B, ritroveranno alcune delle ginnaste già protagoniste della precedente prova di Minsk come l’israeliana Linoy Ashram, oltre alla russa Ekaterina Selezneva, plurimedagliata alle ultime Universiadi e a due protagoniste degli European Games, come l’ucraina Vlada Nikolchenko e la padrona di casa Andreea Verdes.

Sul fronte della gara a squadre saranno sette a prendere parte alla gara con la presenza di Ucraina, Spagna, Ungheria, Polonia, Israele, Azerbaigian e Germania.
Non ci saranno le nostre azzurre, d’oro nella finale con le 5 palle in Bielorussia pochi giorni fa, che vedremo impegnate, invece, nelle prove di Kazan e Portimao, in programma nei weekend del 30 Agosto-1 Settembre e del 6-8 Settembre.

Nella sezione degli allegati sono disponibili le entries aggiornate a ieri e gli ordini di salita.

Con le finali di specialità si è chiusa la seconda tappa di World Challenge Cup a Minsk, in una giornata che ci ha visti impegnati in tutte e sei le prove!

Nelle prove a squadra, l’Italia ha conquistato un’inaspettata medaglia d’oro nella finale con le 5 palle, con un esercizio premiato con un meraviglioso 29.800, mentre una serie di errori nel misto hanno visto le nostre ragazze chiudere in sesta posizione con il totale di 25.950.
Sul podio con le azzurre nella prima finale ritroviamo Russia e Bulgaria, che hanno chiuso in seconda e terza posizione con 29.450.
La finale del misto è stata vinta dalla Bulgaria con 28.600, seguita dalle padrone di casa della Bielorussia e dall’Ucraina, sul podio con rispettivamente 28.450 e 28.100.

Nelle finali individuali, che hanno visto salire su tutti i podi le gemelle Averina, anche l’Italia era presente con Milena Baldassarri e Alexandra Agiurgiuculese: per la prima è arrivata una medaglia di bronzo al nastro e un quarto posto al cerchio, mentre l’altra non è riuscita a salire sul podio in tutte le finali che l’hanno vista impegnata, ma ha portato a casa due sesti posti a palla e nastro, un quinto posto alle clavette e un settimo posto al cerchio.

Archiviata questa prova di World Challenge Cup, la prossima settimana si torna a gareggiare: da venerdì a domenica ci sarà la terza prova del circuito a Cluj-Napoca, che vedrà l’Italia impegnata con le sue individualiste.

Risultati completi sottostante:

CERCHIO
1. Linoy Ashram, ISR, 23.500
2. Arina Averina, RUS, 23.450
3. Dina Averina, RUS, 23.100
4. Milena Baldassarri, ITA, 22.150
5. Katsiaryna Halkina, BLR, 22.100
6. Khrystyna Pohrachyna, UKR, 21.550
7. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 20.400
8. Anastasiia Salos, BLR, 19.700

PALLA
1. Dina Averina, RUS, 23.600
2. Arina Averina, RUS, 23.200
3. Linoy Ashram, ISR, 22.900
4. Boryana Kaleyn, BUL, 22.550
5. Katsiaryna Halkina, BLR, 22.400
6. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 21.150
7.
Nicol Zelikman, ISR, 19.900
8. Kaho Minagawa, JPN, 19.750

CLAVETTE
1. Dina Averina, RUS, 23.500
2. Linoy Ashram, ISR, 23.400
3. Arina Averina, RUS, 22.700
4. Salome Pazhava, GEO, 22.250
5. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 21.800
6. Boryana Kaleyn, BUL, 21.650
7. Viiktoria Onoprienko, UKR, 21.400
8. Nicol Zelikman, ISR, 20.700

NASTRO
1. Dina Averina, RUS, 22.150
2. Arina Averina, RUS, 21.850
3. Milena Baldassarri, ITA, 21.600
4. Linoy Ashram, ISR, 20.350
5. Khrystyna Pohrachyna, UKR, 20.250
6. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 20.200
7. Boryana Kaleyn, BUL, 17.750
8. Anastasiia Salos, BLR, 16.850

5 PALLE
1. Italia, 29.800

2. Russia, 29.450
3. Bulgaria, 29.450
4. Giappone, 29.200
5. Bielorussia, 27.450
6. Israele, 27.050
7. Cina, 26.850
8. Uzbekistan, 26.750

3 CERCHI + 4 CLAVETTE
1. Bulgaria, 28.600
2. Bielorussia, 28.450
3. Ucraina, 28.100
4. Giappone, 27.350
5. Israele, 26.750
6. Italia, 25.950
7. Cina, 25.200
8. Russia, 23.400

Al Gymnastics Palace di Minsk si è conclusa la seconda giornata della seconda prova di World Challenge Cup di Ginnastica Ritmica, che ha visto impegnate le individualiste nei rimanenti esercizi a clavette e nastro e le squadre con il misto con cerchi e clavette.

Come da pronostico, sono ancora una volta le russe Dina e Arina Averina, ancora più affamate di gloria: le già soprannominate “gemelle vincenti” occupano i primi due posti del concorso generale individuale, con i totali di rispettivamente 93.450 e 91.950, grazie ai quali riescono a infrangere il muro dei 90 punti nell’all-around.
Ottima gara anche per l’israeliana Linoy Ashram che, nonostante un errore nell’esercizio con il nastro, riesce a mettere la medaglia di bronzo al collo grazie al totale di 86.650, dando ancora una volta prova del suo enorme potenziale, grazie al quale è riuscita a conquistare titoli di prestigio.

Il concorso generale delle azzurre si è chiuso con le nostre ginnaste nella rosa tra le migliori 10: Alexandra Agiurgiuculese, chiude con un ottimo quarto posto con 84.750, portando a termine una gara strepitosa e conquistando tutte le finali di specialità in programma domani.
Anche Milena Baldassarri ha dato molto di sè per l’Italia, in una giornata che ha visto il debutto del suo nuovo esercizio col nastro. Nonostante l’errore alle clavette di oggi e quello alla palla di ieri, Milena ha chiuso la sua gara in nona posizione con 81.100 e conquistato anche la finale al nastro.

La giornata di gare si è chiusa con la seconda parte della prova a squadre: a vincere è stata la Russia, che anche oggi conquista l’ennesimo “punteggione” (29.850 la valutazione odierna nel misto) , grazie al quale chiudono col totale di 59.050. Con le russe sono salite sul podio la Bulgaria, seconda con 57.650 e le padrone di casa della Bielorussia, terze con 57.450.
Azzurre fuori dal podio anche oggi: le nostre ragazze, che chiudono in quinta posizione con 56.050, incappano in una caduta d’attrezzo nel recupero del lancio con quattro clavette effettuato dalla capitana. Nonostante questi errori commessi tra ieri e oggi, rivedremo la squadra in entrambe le finali in programma domani.

Domani ultimo giorno di gare: dalle 12:00 italiane andranno in scena le finali di specialità, che verranno trasmesse sul canale YouTube della Federazione Ginnastica d’Italia.

Classifiche e ammesse alle finali di specialità disponibili sottostante.

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE (PRIME 16)
1. Dina Averina, RUS, 93.450
2. Arina Averina, RUS, 91.950
3. Linoy Ashram, ISR, 86.650
4. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 84.750
5. Nicol Zelikman, ISR, 84.600
6. Boryana Kaleyn, BUL, 83.000
7. Katsiaryna Halkina, BLR, 82.500
8. Anastasiia Salos, BLR, 82.150
9. Milena Baldassarri, ITA, 81.100
10. Khrystyna Pohrachyna, UKR, 80.150
11. Kaho Minagawa, JPN, 79.150
12. Chisaki Oiwa, JPN, 79.000
13. Neviana Vladinova, BUL, 78.500
14. Viktoriia Onoprienko, UKR, 78.300
15. Denisa Mailat, ROU, 77.150
16. Rebecca Gergalo, FIN, 76.550

CONCORSO GENERALE A SQUADRE
1. Russia, 59.050
2. Bulgaria, 57.650
3. Bielorussia, 57.450
4. Giappone, 56.500
5. Italia, 56.050
6. Israele, 53.200
7. Ucraina, 53.200
8. Cina, 52.850
9. Azerbaigian, 51.150
10. Uzbekistan, 50.100
11. Francia, 47.750
12. Spagna, 47.550
13. Finlandia, 46.750
14. Turchia, 46.600
15. Germania, 46.300
16. Polonia, 45.450
17. Kazakistan, 44.950
18. Ungheria, 44.550
19. Estonia, 44.400
20. Malesia, 35.600
21. Egitto, 32.700

AMMESSE ALLA FINALE CON LE CLAVETTE
1. Dina Averina, RUS, 24.100
2. Arina Averina, RUS, 24.000
3. Boryana Kaleyn, BUL, 23.150
4. Nicol Zelikman, ISR, 22.050
5. Linoy Ashram, ISR, 21.900
6. Salome Pazhava, GEO, 21.750
7. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 20.850
8. Viktoria Onoprienko, UKR, 20.700

AMMESSE ALLA FINALE COL NASTRO
1. Dina Averina, RUS, 22.600
2. Arina Averina, RUS, 20.900
3. Anastasiia Salos, BLR, 20.650
4. Linoy Ashram, ISR, 20.350
5. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 20.200
6. Milena Baldassarri, ITA, 19.950

7. Boryana Kaleyn, BUL, 19.850
8. Khrystyna Pohranchyna, UKR, 19.800

AMMESSE ALLA FINALE CON LE 5 PALLE
1. Russia, 29.200
2. Giappone, 28.950
3. Bulgaria, 28.850
4. Bielorussia, 28.750
5. Italia, 28.250
6. Israele, 26.350
7. Cina, 26.300
8. Uzbekistan, 26.000

AMMESSE ALLA FINALE CON 3 CERCHI + 4 CLAVETTE
1. Russia, 29.850
2. Bulgaria, 28.800
3. Bielorussia, 28.700
4. Italia, 27.800
5. Ucraina, 27.600
6. Giappone, 27.550
7. Israele, 26.850
8. Cina, 26.550

Si è conclusa la prima giornata di gare della seconda prova di World Challenge Cup a Minsk, che ha visto le individualiste impegnate con cerchio e palla e le squadre con le 5 palle.

Ancora una volta dobbiamo registrare il successo della Russia, che nella prima parte del concorso generale individuale occupa i primi due posti con Arina e Dina Averina, riconoscibili con rispettivamente 47.050 e 46.750, a distanza di pochissimi centesimi l’una dall’altra.
Le “gemelle vincenti” dividono il podio con l’israeliana Linoy Ashram, che chiude in terza posizione provvisoria con 44.400, mentre la padrona di casa Katsiaryna Halkina segue a 0.250 dal bronzo, ancora in corsa per conquistare una medaglia nell’all-around.
Le nostre azzurre, Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri cominciano bene la loro prova di Coppa del Mondo, chiudendo rispettivamente al quinto e decimo posto con i totali di 43.700 e 40.550. Inoltre, Alexandra ha conquistato le prime due finali a cerchio e palla, mentre per Milena è arrivata quella col cerchio.

La gara si è chiusa con la prima rotazione della prova a squadre: guida la classifica provvisoria la Russia, con l’ennesimo inarrivabile punteggio, giunto questa volta a toccare il 29.200, seguita dal Giappone con 28.950 e dalla Bulgaria con 28.850.
Inizio al rallentatore per l’Italia, alla prima uscita dopo un periodo di allenamenti a Follonica. Per le ragazze di Emanuela Maccarani, che hanno presentato un esercizio rinnovato in molte parti, è arrivata una quinta posizione provvisoria con 28.250. Purtroppo le nostre ragazze sono incappate in un fuori pedana avvenuto su una collaborazione, ma sono comunque riuscite a staccare il pass per la finale di domenica.

Domani si volta pagina: dalle 10:00 ora locale (le 9:00 in Italia) andrà in scena la seconda e ultima parte delle qualificazioni, con le individualiste impegnate a clavette e nastro e le squadre, che si cimenteranno nel misto con 3 cerchi e 4 clavette.

In attesa dei pdf ufficiali, è possibile trovare le classifiche e le ammesse alle finali di domenica.

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE (PRIME 16)
1. Arina Averina, RUS, 47.050
2. Dina Averina, RUS, 46.750
3. Linoy Ashram, ISR, 44.400
4. Katsiaryna Halkina, BLR, 44.150
5. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 43.700
6. Nicol Zelikman, ISR, 43.550
7. Anastasiia Salos, BLR, 42.200
8. Kaho Minagawa, JPN, 41.600
9. Khrystyna Pohranchyna, UKR, 41.500
10. Milena Baldassarri, 40.550
11. Chisaki Oiwa, JPN, 40.550
12. Neviana Vladinova, BUL, 40.350
13. Boryana Kaleyn, BUL, 40.000
14. Adilya Tlekenova, KAZ, 39.550
15. Kseniya Moustafaeva, FRA, 38.850
16. Rebecca Gergalo, FIN, 38.800

CONCORSO GENERALE A SQUADRE
1. Russia, 29.200
2. Giappone, 28.950
3. Bulgaria, 28.850
4. Bielorussia, 28.750
5. Italia, 28.250
6. Israele, 26.350
7. Cina, 26.300
8. Uzbekistan, 26.000
9. Azerbaigian, 25.650
10. Ucraina, 25.600
11. Francia, 25.050
12. Estonia, 24.250
13. Spagna, 24.050
14. Finlandia, 24.050
15. Turchia, 23.900
16. Germania, 23.600
17. Kazakistan, 23.400
18. Polonia, 23.150
19. Ungheria, 21.400
20. Malesia, 21.400
21. Egitto, 16.000

AMMESSE ALLA FINALE COL CERCHIO
1. Arina Averina, RUS, 23.350
2. Dina Averina, RUS, 23.150
3. Katsiaryna Halkina, BLR, 22.600
4. Linoy Ashram, ISR, 22.500
5. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 22.500
6. Anastasiia Salos, BLR, 22.400
7. Khrystyna Pohranchyna, UKR, 22.400
8. Milena Baldassarri, ITA, 22.300

AMMESSE ALLA FINALE CON LA PALLA
1. Arina Averina, RUS, 23.700
2. Dina Averina, RUS, 23.600
3. Linoy Ashram, ISR, 21.900
4. Katsiaryna Halkina, BLR, 21.550
5. Nicol Zelikman, ISR, 21.550
6. Boryana Kaleyn, BUL, 21.250
7. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 21.200
8. Kaho Minagawa, JPN, 21.200

Dopo la pausa per i grandi eventi multidisciplinari che hanno segnato l’estate, occhi nuovamente puntati su Minsk: la capitale della Bielorussia ospiterà la seconda prova di World Challenge Cup, al via venerdì mattina con la prima parte del concorso generale individuale.

In occasione di questa prova l’Italia sarà presente con le sue individualiste Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri: le due azzurre, sorteggiate rispettivamente nel Gruppo A e C, ritroveranno molte ginnaste che hanno segnato la prima parte della stagione, tra cui la padrona di casa Katsiaryna Halkina e la campionessa del mondo uscente Dina Averina.

Presenza azzurra anche nella gara a squadre con il sestetto capitanato da Alessia Maurelli che torna a Minsk a distanza di due mesi dal quarto posto agli European Games: le nostre ragazze scenderanno per diciannovesime con le 5 palle e per diciassettesime nel misto con cerchi e clavette e se la vedranno con nazioni quotate come Bielorussia, Russia, Ucraina e Bulgaria, oltre al Giappone, outsider di questo quadriennio.

Le finali di questa tappa di World Challenge Cup verranno trasmesse dalle ore 12:00 di domenica 18 Agosto sul canale YouTube della Federazione Ginnastica d’Italia.

Nella sezione allegati sono disponibili gli ordini di salita dei tre giorni di gara e la lista delle entries individuali e di squadra.

Con le finali di specialità, si è conclusa la prima prova di World Challenge Cup a Guadalajara, una giornata che ci ha visti superprotagonisti!

Nelle finali a squadre, dopo il meraviglioso oro nel concorso generale di ieri, l’Italia conquista altre due medaglie, un argento con le 5 palle e un bronzo nel misto con cerchi e clavette, esercizi premiati con rispettivamente 25.000 e 24.950.
La finale con le 5 palle è stata dominata dalla Russia, che ha chiuso con 25.850, mentre in terza posizione troviamo la Bulgaria con 22.950.
Stesse nazioni ma posizioni differenti nella finale del misto, che ha visto la vittoria della Bulgaria con 25.300, seguita dalla Russia, staccata di un decimo dalla prima.

Nelle finali individuali, che hanno visto il dominio della russa Alexandra Soldatova, l’Italia si è fatta ben notare con la sua Alexandra Agiurgiuculese, presente in tutte le finali. Per la diciottenne di Udine, già bronzo nel concorso generale, sono arrivate ben tre medaglie: due bronzi a palla e nastro e un argento alle clavette, oltre ad un sesto posto al cerchio.
Bene anche l’altra delle azzurre, Milena Baldassarri: per la diciassettenne originaria di Ravenna, campionessa italiana uscente, sono arrivati due quarti posti a palla e clavette.

Dopo le emozioni della prima di World Challenge Cup, gli occhi dei piccoli attrezzi saranno tutti puntati su Baku, sede dell’imminente Campionato Europeo, che vedrà in pedana nelle giornate dal 16 al 19 Maggio le individualiste senior e le squadre Junior provenienti da tutta Europa.

Risultati completi disponibili nella sezione allegati.

Si è conclusa nella serata di ieri al Palacio Multiusos di Guadalajara, la seconda giornata della prima prova di World Challenge Cup di Ginnastica Ritmica: una giornata che gli appassionati dei piccoli attrezzi non dimenticheranno facilmente, grazie alle meravigliose prestazioni delle nostre azzurre!

Nel concorso generale individuale a dominare è ancora una volta la Russia: a vincere la tappa di World Challenge Cup sul giro olimpico è Alexandra Soldatova, che stravince il concorso generale con un totale di 84.000, seguita dalla sua compagna di nazionale Ekaterina Selezneva, medaglia d’argento con 80.850.
Bronzo storico per Alexandra Agiurgiuculese: l’aviere dell’Aeronautica Militare, allenata da Spela Dragas all’ASU di Udine regala all’Italia la prima storica medaglia nel concorso generale di una tappa di World Challenge Cup. Alexandra, già argento nelle clavette alla prima prova di Coppa del Mondo a Pesaro, chiude con il totale sui quattro attrezzi di 77.300 e conquista l’accesso diretto a tutte le finali di specialità in programma nel pomeriggio di oggi.
Nulla cambia invece per l’altra delle azzurre, Milena Baldassarri: la campionessa italiana uscente, chiude in ottava posizione con il totale di 72.200 e accede alle finali a palla e clavette, mentre non è negli ottetti a cerchio e nastro a seguito di alcuni errori.

Nel concorso a squadre è l’inno di Mameli a risuonare in terra iberica: le nostre Farfalle, si lasciano alle spalle la delusione dello scorso fine settimana a Baku, vincendo il concorso generale con il totale di 50.250, a cui si è aggiunto il 24.750 ottenuto nel misto con cerchi e clavette.
Con le azzurre sono salite sul podio la Bulgaria, seconda con 49.100, e la Russia, terza con 46.950.
Quarte invece le padrone di casa della Spagna, che hanno chiuso con il totale di 45.450.

Oggi andrà in scena l’atto conclusivo della prima di World Challenge Cup, con le finali di specialità che saranno trasmesse su volare.tv dalle 15:00 e che speriamo possano regalare altre grandi soddisfazioni a tutti noi italiani.

I risultati completi sono disponibili nella sezione allegati.

Al Palacio Multiusos di Guadalajara, città spagnola ad un’ora da Madrid, si è conclusa la prima giornata della prima prova di World Challenge Cup, che ha visto impegnate le individualiste con cerchio e palla e le squadre con il primo esercizio con le 5 palle.

Nonostante l’assenza di Dina e Arina Averina, impegnate in questi giorni nel test event dei Giochi Europei, la Russia continua il suo dominio assoluto, occupando anche in questa prova i primi due posti del podio con Alexandra Soldatova e Ekaterina Selezneva che chiudono al primo e secondo posto provvisorio con un totale di rispettivamente 43.750 e 41.550.
Completa il podio l’ucraina Khrystyna Pohranchyna: la vicecampionessa olimpica giovanile di Buenos Aires chiude al terzo posto con un totale di 41.350, a 0.20 dall’argento.
Molto bene Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri: le due azzurre, prossime a partire per l’Europeo, chiudono al quinto e ottavo posto provvisorio, con un totale di rispettivamente 39.150 e 37.200. Inoltre, Alexandra ha ottenuto l’accesso alle finali con cerchio e palla, mentre Milena ha conquistato solo quella con la palla.

Nella gara a squadre, l’Italia porta a termine un esercizio perfetto, premiato con il totale di 25.500, grazie al quale guidano la classifica provvisoria. Con loro ritroviamo Russia e Bulgaria, autrici di una prova macchiata da alcuni errori, che chiudono in seconda e terza posizione con 24.900 e 22.900.
Si qualificano con loro le squadre di Spagna e Stati Uniti con 21.150, Brasile con 20.300, Finlandia con 20.250 e Messico con 19.750.

Nella giornata di domani ci sarà la seconda parte delle qualificazioni che vedranno le individualiste impegnate nelle rotazioni con clavette e nastro, mentre le squadre affronteranno il secondo esercizio con cerchi e clavette.

Risultati completi nella sezione allegati.

Con le prove pedana riservata alle squadre e alle individualiste, siamo entrati nell’atmosfera della prima tappa di World Challenge Cup, in programma da domani a domenica nella città spagnola di Guadalajara, sede della precedente edizione del campionato Europeo.

In occasione di questa prima prova di World Challenge Cup sono state convocate per l’Italia Milena Baldassarri e Alexandra Agiurgiuculese, che tornano a calcare la pedana spagnola dopo le belle soddisfazioni della scorsa edizione. Le due azzurre, sorteggiate rispettivamente nel Gruppo A e B, affronteranno nomi di importanza internazionale come le russe Alexandra Soldatova e Ekaterina Selezneva, l’ucraina Khrystyna Pohranchyna e l’americana Laura Zeng, tutte incontrate già nelle precedenti prove di Coppa del Mondo di Aprile.

Sul fronte della gara a squadre, vedremo in pedana le nostre azzurre, grandi protagoniste nella scorsa edizione: il sestetto composto da Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Martina Santandrea, Letizia Cicconcelli, Agnese Duranti e Anna Basta, reduce dalla prestazione senza medaglie dello scorso weekend a Baku, scenderà nel secondo gruppo di qualificazione per secondo con le 5 palle e per sesto nel misto con cerchi e clavette.
Nonostante la poca partecipazione di squadre “forti”, ci sarà da tenere d’occhio gli ensemble di Russia e Bulgaria, due nazioni andate a podio nelle ultime prove di Coppa del Mondo. Inoltre, avremo modo di vedere in azione molte realtà in continua crescita come Messico, Brasile e Stati Uniti, che a livello internazionale si sono fatte notare negli anni passati con la partecipazione a campionati continentali e mondiali.

Le finali di questa prova di World Challenge Cup saranno trasmesse in esclusiva su volare.tv, mentre tutte le tre giornate di gara saranno disponibili su http://laligasports.es . Invece, i punteggi in tempo reale saranno disponibili al seguente link: http://rfegonline.com/acceso.php?idc=211

Nella sezione allegati sono disponibili le entries per entrambe le categorie aggiornate a queste ultime ore, gli ordini di salita e il programma dei tre giorni di competizione.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments