Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 16 Settembre 2019
 ginnasticando.it

Con la cerimonia di chiusura allo Stadio San Paolo si è conclusa la trentesima edizione delle Universiadi, andate in scena a Napoli dal 3 al 14 Luglio.

L’Italia termina la sua esperienza al sesto posto con ben 44 medaglie (15 d’oro, 13 d’argento e 16 di bronzo) eguagliando l’edizione di Kazan 2013 e migliorando le prestazioni svolte nelle precedenti di Gwangju 2015 e Taipei 2017.

Ottimo il contributo dato dalla Ginnastica con 3 medaglie conquistate dalle azzurre dell’Artistica Femminile Martina Rizzelli, Carlotta Ferlito e Lara Mori (bronzo nella team competition, argento nella trave per Mori e oro al corpo libero per Ferlito), mentre dalla Ritmica è arrivata la medaglia d’argento di Alessia Russo nella finale al nastro.

Di seguito il riepilogo di tutte le medaglie conquistate dai nostri azzurri:

ORO
Jacopo Alesiani, Mario Guidi, Ettore Novara, Pierre Pellegrini, Francesco Massaro, Federico Panerai, Matteo Spione, Giacomo Cannella, Umberto Esposito, Eduardo Campopiano, Massimo Di Martire, Mario Del Basso, Lorenzo Bruni (Pallanuoto)

Fabio Ricci, Giulio Pinali, Sebastiano Milan, Giacomo Raffaelli, Alberto Polo, Yuri Romanò, Paolo Zonca, Marco Pierotti, Nicola Salsi, Alessandro Piccinelli, Gianluca Galassi, Francesco Zoppellari (Pallavolo)

Luminosa Bogliolo (Atletica, 100 metri ostacoli femminile)

Roberta Bruni (Atletica, salto con l’asta)

Ayomide Folorunso (Atletica, 400 metri ostacoli)

Daisy Osakue (Atletica, lancio del disco)

Silvia Scalia (Nuoto, 50 metri dorso)

Lucia Lucarini, Michela Battiston, Rebecca Gargano (Scherma, sciabola a squadre)

Guilliaume Bianchi, Francesco Ingargiola, Damiano Rosatelli (Scherma, fioretto a squadre)

Chiara di Marziantonio (Tiro a volo, skeet)

Erica Cipressa, Camilla Mancini, Martina Sinigalia (Scherma, fioretto a squadre)

Carlotta Ferlito (Ginnastica Artistica Femminile, corpo libero)

Damiano Rosatelli (Scherma, fioretto individuale)

Simone D’Ambrosio e Fiammetta Rossi (Tiro a volo, fossa olimpica)

Erica Cipressa (Scherma, fioretto individuale)

ARGENTO
Maddalena Fisco, Luna Di Claudio, Sara Centanni, Agnese Cocchiere, Giulia Cuzzupè, Martina Gottardo, Carolina Ioannoli, Serena Storai, Giulia Millo, Chiara Ranalli, Anna Repetto, Fabiana Sparano, Carlotta Malara (Pallanuoto)

Alessia Russo (Ginnastica Ritmica, nastro)

Carlotta Cambi, Francesca Bosio, Beatrice Berti, Alexandra Botezat, Beatrice Molinaro, Elena Perinelli, Giulia Angelina, Francesca Villani, Sylvia Nwakalor, Anna Nicoletti, Chiara De Bortoli, Francesca Napodano (Pallavolo)

Linda Caponi (Nuoto, 200 metri stile libero)

Mattia Zuin, Matteo Ciampi, Alessio Proietti Colonna, Stefano Di Cola (Nuoto, 4x200 stile libero)

Linda Caponi, Paola Biagioli, Alice Scarabelli, Sara Ongaro (Nuoto, 4x200 stile libero)

Lara Mori (Ginnastica Artistica Femminile, trave)

Lucia Lucarini (Scherma, sciabola individuale)

Guillaume Bianchi (Scherma, fioretto individuale)

Fiammetta Rossi (Tiro a volo, fossa olimpica)

Matteo Ciampi (Nuoto, 400 metri stile libero)

Roberta Marzani, Eleonora De Marchi, Nicol Foietta (Scherma, spada a squadre)

BRONZO
Gianluca Marcantognini, Tommaso Cucchietti, Filippo Florio, Davide Vitturini, Riccardo Gatti, Federico Giraudo, Alberto Tentardini, Cesare Pogliano, Giorgio Galli, Riccardo Serena, Riccardo Collodel, Loris Zonta, Roberto Grieco, Mario Mercadante, Giovanni Sbrissa, Giuseppe Ungaro, Alessandro Galeandro, Danilo Ruzzittu, Filippo Strada, Matteo Cericola (Calcio)

Antonio Flecca (Taekwondo, 58 kg)

Dario Di Martino e Maria Varricchio (10 metri, aria compressa)

Lorenzo Buzzi, Valerio Cuomo, Federico Vismara (Scherma, spada a squadre)

Silvia Scalia (Nuoto, 100 metri dorso)

Stefano Di Cola (Nuoto, 200 metri stile libero)

Andrea Consoli e Francesco Porco (Tuffi, trampolino 3 metri)

Michela Battiston (Scherma, spada individuale)

Camilla Mancini (Scherma, fioretto individuale)

Carlotta Ferlito, Lara Mori, Martina Rizzelli (Ginnastica Artistica Femminile, concorso generale per squadre)

Roberta Marzani (Scherma, sciabola individuale)

Ilaria Cusinato (Nuoto, 400 metri misti)

Paola Biagioli, Gioelemaria Origlia, Giulia Verona, Aglalia Pezzato (Nuoto, 4x100 stile libero)

Ivano Vendrame, Alessandro Bori, Davide Nardini, Giovanni Izzo (Nuoto, 4x100 stile libero)

Matteo Neri (Scherma, spada individuale)

Gabriele Auber (Tuffi, trampolino 1 metro)

 

Si sono concluse con le finali di specialità le giornate dedicate alla Ginnastica Ritmica alle Universiadi di Napoli, le cui gare si concluderanno domani con la Cerimonia di Chiusura.

È stata una gara da batticuore, dal momento che sulla pedana partenopea era presente anche la nostra Alessia Russo, impegnata oggi nelle finali al cerchio e al nastro.
Dopo aver chiuso col cerchio in quinta posizione, la punta di diamante dell’Armonia d’Abruzzo porta a casa una favolosa medaglia d’argento nella prova con il nastro, in un crescendo di emozioni accompagnato dal caloroso pubblico del PalaVesuvio, accorso in massa in questi giorni per seguire le evoluzioni dei nostri campioni!

Meglio di lei può fare solo la russa Ekaterina Selezneva, alla terza medaglia d’oro odierna, mentre sul gradino più basso del podio troviamo l’ucraina Yeva Meleschuk, che conclude la prova con lo stesso punteggio di Alessia (18.700) ma con il valore dell’esecuzione leggermente più basso.

Complimenti Alessia, e grazie per averci fatto sognare!

Risultati Completi delle finali odierne disponibili nella sezione Allegati.

Al PalaVesuvio di Napoli si è da poco conclusa la seconda giornata di gare, che ha viste impegnate le individualiste a clavette e nastro e le squadre nel misto con 3 cerchi e 4 clavette.

Nella gara individuale stravince la russa Ekaterina Selezneva, che domina l’intera gara con il totale di 83.600: per la ventiquattrenne di Pushkino, è la seconda medaglia conquistata nella rassegna universitaria, dopo l’argento della precedente edizione di Taipei di due anni fa. Inoltre, non fa suo solo il concorso generale, ma anche le classifiche di specialità, e si qualifica a tutte le finali con il primo punteggio.
Secondo posto per l’azera Zohra Aghamirova, autrice di una duegiorni di gara straordinaria, chiusa con il punteggio di 75.425, mentre conquista il bronzo con 72.600 l’americana Laura Zeng, protagonista oggi di un’uscita di pedana nel corso della sua routine al nastro ma che comunque riesce a brillare, memore dell’ottima tenuta della giornata di ieri.
Arrivano soddisfazioni in casa Italia per la nostra Alessia Russo, che risale di ben tre posizioni rispetto a ieri, chiudendo in sesta posizione con 71.750. L’azzurra, conclude una buona gara con entrambi gli attrezzi: malgrado un errore al nastro, riesce ad ottenere la qualificazione diretta alla finale, mentre in quella alle clavette entra solamente come seconda riserva.

Per dovere di cronaca diamo conto anche della gara a squadre, che ha visto ancora una volta la Russia salire sul gradino più alto del podio con il totale di 47.250, seguita dall’Ucraina con 46.025 e dal Giappone con 42.200. Completano la classifica del concorso generale Taipei (39.500), Corea del Sud (36.525), Slovenia (35.050), Australia (31.750) e Norvegia (30.500).

Domani, l’epilogo delle gare per la Ginnastica Ritmica: dalle 13:00 ci saranno le finali di specialità, che chiuderanno questi tre giorni dedicati ai piccoli attrezzi e il programma della Ginnastica alle Universiadi.

Classifiche complete disponibili nella sezione allegati.




Al PalaVesuvio di Napoli è andata in scena nella giornata di oggi la prima parte del concorso generale individuale e di squadra.
Nella gara individuale, è ancora una volta la Russia a dominare: questa volta è il turno di Ekaterina Selezneva, che chiude la prima giornata di gare con l’inarrivabile totale di 42.700, data dalla somma del 21.300 alla palla e del 21.400 al cerchio.
Chiude a sorpresa in seconda posizione con 39.550 l’azera Zohra Aghamirova, protagonista di una gara sorprendente, mentre al terzo posto ritroviamo l’americana Laura Zeng, reduce dal titolo nazionale, che chiude con il totale provvisorio di 39.050.
La nostra rappresentante Alessia Russo chiude in nona posizione provvisoria con il totale di 36.350: l’azzurra in forza all’Armonia d’Abruzzo brilla con un cerchio da 18.750, mentre con la palla, valutata con 17.600, incappa in un errore nel primo rischio. Nonostante questo esordio un po’ “dolceamaro”, riesce a ottenere l’accesso alla finale con il cerchio, grazie al sesto punteggio ottenuto in qualifica.

Nella gara a squadre guida la classifica la Russia con il totale di 24.200, seguita dall’Ucraina con 21.675 e dal Giappone con 20.750, tutte e tre allo stesso livello delle titolari rimaste in patria. Completano l’ottetto finalista di sabato le squadre di Taipei (20.100), Corea del Sud (17.950), Slovenia (17.050), Norvegia e Australia (entrambe con 15.600).
Non era invece presente l’Italia, che ha deciso di non schierare le sue ginnaste in questo appuntamento d’eccezione.

Domani, giornata di medaglie: dalle ore 13:00 scenderanno in pedana le individualiste con clavette e nastro, mentre alle 18:00 ci sarà la seconda parte della gara a squadre, con il misto a cerchi e clavette.

Risultati completi nella sezione Allegati.

Archiviate le emozioni delle gare di Ginnastica Artistica Maschile e Femminile, il PalaVesuvio di Napoli è pronto ad accogliere le specialiste della Ritmica, che si affronteranno nel concorso generale e nelle finali per attrezzo nelle giornate dell’11, 12 e 13 Luglio.

Tra le individualiste, l’Italia sarà rappresentata da Alessia Russo, ginnasta di grande esperienza internazionale con all’attivo la partecipazione a 4 Mondiali. L’azzurra in forza all’Armonia d’Abruzzo dovrà vedersela con nomi di altissimo livello, come la russa Ekaterina Selezneva, l’ucraina Yeva Meleschuk, la bielorussa Julia Evchik e l’americana Laura Zeng, quest’ultima reduce dalla riconferma del titolo nazionale nel suo paese.
Ritroveremo anche tre protagoniste degli ultimi Giochi Europei, la georgiana Salome Pazhava, l’azera Zohra Aghamirova e l’ungherese Fanni Pigniczki, entrambe intenzionate a conquistare un posto nelle finali di specialità, dopo aver mancato l’appuntamento a esse nella rassegna di Minsk.

Nella gara a squadre saranno nove i sestetti che calcheranno la pedana: oltre a Ucraina e alla Russia, sul gradino più alto del podio nell’edizione di due anni fa, vedremo anche gli ensemble universitari di Giappone, Corea del Sud, Norvegia, Slovenia, Australia, Taipei e Azerbaigian.
Non ci saranno le Farfalle, invece, che hanno ricominciato da pochissimo la preparazione al Mondiale di Settembre nella sede estiva di Follonica.

Le gare saranno trasmesse su Rai2, Rai Sport e in streaming (previa registrazione gratuita) su http://fisu.tv, mentre per tutti gli aggiornamenti seguiteci su Facebook, Twitter e Instagram.

Ordini di gara disponibili nella sezione allegati.

Quello che sta succedendo al Palavesuvio oggi ha dell'incredibile!
Dopo Lara Mori anche Carlotta Ferlito è medaglia: medaglia D'oro!!!!!
Con un esercizio da 13.200 che ha fatto esplodere letteralmente il palazzetto, Carlotta prende la sua rivincita (dopo una gara alla trave un po' sottotono), e si piazza sul gradino più alto del podio!!
 
Diagonali ben stoppate, ottima parte acrobatica e una coreografia da paura: queste le caratteristiche di un esercizio che farà la storia delle Universiadi! Il Boato della folla commuove Carlotta che scende in lacrime dal campo gara in attesa del punteggio. 
Un'impresa titanica, quasi impossibile, ma Carlotta Ferlito ce l'ha fatta!
Dietro di lei la Giapponese Sugihara (13.000) e la Russa Perebinosova (12.700).
 
Complimenti Carlotta è tutto vero, sei entrata nella storia! Questa vittoria è tutta tua! Ad Maiora!

Si conclude un questo momento una bellissima finale alla trave per le Universiadi 2019, e l'italiana Lara Mori è medaglia d'argento!

Una gara particolare e dal risultato totalmente inaspettato:
Lara Mori è salita per seconda sull'attrezzo totalizzando il punteggio di 12.850 (lo stesso della qualifica!). Sorrisi e commozione! 
Meglio di lei ha fatto solo la Giapponese Hatakeda (13.000).
Chiude il podio la Russa Perebinosova con 12.800 (5 decimi meno di Lara).
Diversi sbilanciamenti e una caduta anche per la Giapponese Sugihara e la Slovacca Mokosova.
Anche Carlotta Ferlito non brilla particolarmente, il suo punteggio è abbastanza basso 12.400 (un po' troppo) e chiude la gara in quinta posizione. 
 
Auguri Lara per questa bellissima e meritata medaglia! Ad maiora!
Al Palavesuvio di Napoli ieri si sono svolte le finali del concorso generale GAM e GAF per le Universiadi 2019.
Sul versante Maschile, gli azzurri Andrea Russo e  Stefano Patron hanno condotto una bella gara senza errori e si sono classificati, nella finale a 18, rispettivamente al settimo e nono posto  (Russo 81.800, Patron 80.450).
Il Giappone ottiene la vittoria ancora  una volta, grazie a Kazuma Kaia (87.000). Subito dietro il russo Ivan Stretovich (84. 375) e il Taipeiano Lee Chih-Kai (83.950).
 
Per la GAF invece Lara Mori, unica Italiana in gara, fa meglio della qualifica e si prende un buon quinto posto nella classifica generale (51. 700). Supportata dal calore e dal tifo del pubblico di Casa, Lara ha svolto alla perfezione tutti e quattro gli esercizi (un po' penalizzata dal punteggio alla trave), e dando il massimo, specialmente al corpo libero, si è riscattata dall'errore che aveva commesso in qualifica: 13.200 il suo punteggio!
Anche la competizione femminile è stata vinta dal Giappone grazie ad Hitomi Hatakeda (52.925). Si accontentano dell'argento e del Bronzo (a parimerito) le Russe Uliana Perebinosova (52.700) e Lilia Akhaimova (52.700). 

Mancano soltanto cinque giorni all’inizio delle gare per la Ginnastica Ritmica alle Universiadi, che avverranno al PalaVesuvio dall’11 al 13 Luglio, e arriva una notizia dell'ultim'ora molto importante dalla nazionale russa di Ritmica.

Sarà Ekaterina Selezneva (in foto) a prendere parte al concorso generale individuale: la cinque volte medagliata nella precedente edizione di Taipei 2017, sostituirà Aleksandra Soldatova, precedentemente segnata nelle iscrizioni nominative.
Il motivo legato a questo cambiamento dell’ultimo minuto è dovuto al risultato dei campionati nazionali di Russia, che hanno visto la presidente della Federazione Russa di Ginnastica Ritmica Irina Viner escludere Aleksandra, giunta nona lo scorso weekend.

 

Un'Italia di facce di bronzo, le facce di Lara Mori, Carlotta Ferlito e Martina Rizzelli!

Le ragazze della Delegazione Italiana, alle Universiadi 2019, di Napoli hanno vinto un meraviglioso bronzo di squadra, incantando il Palavesuvio che le ha sostenute ed incoraggiate per tutta la durata della competizione!        Una storica eccezionale impresa che rimarrà negli annali delle Universiadi! 

Le ragazze hanno gareggiato nella terza suddivisione di gara (su quattro), contro 6 nazioni: Corea, Taipei, Canada, Finlandia, Russia e Giappone, lasciandosi davanti solo queste ultime due.

Le atlete Giapponesi, Asuka Teramoto, Aiko Sugihara e Hitomi hatakeda hanno totalizzato un punteggio complessivo di 108.450 salendo sul più alto gradino del podio; subito dietro le Russe Lilia Akhaimova, Tatiana Nabieva e Uliana Perebinosova con un punteggio complessivo di 107.450; A Carlotta ferlito, lara Mori e Martina Rizzelli è toccato quindi il terzo gradino del podio con un punteggio di 103.500.

Ma non è finita qui: le nostre ragazze hanno infatti conquistato molteplici finali di specialità: Lara Mori sarà impegnata domani nella finale All Around (l'unica delle Italiane) e domenica nella finale alla trave, in cui sarà presente anche Carlotta Ferlito. Carlotta ha inoltre conquistato la finale a corpo libero (col terzo punteggio in qualifica) dopo aver svolto un esercizio che ha coinvolto tutto il pubblico, come al suo solito, e con un'acrobatica spettacolare.

Anche Martina Rizzelli conquista la sua finale alle parallele, qualificandosi con il super punteggio di 13.450!

Bravissime ragazze, avete portato in alto il nome dell'Italia! Ad Maiora per la vostra carriera sportiva e peri vostri studi universitari!

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments