Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 21 Luglio 2019
 ginnasticando.it

Comincia benissimo il Mondiale Junior di Ginnastica Ritmica per l’Italia! Oggi le gare hanno avuto inizio con le prime due rotazioni riservate alle individualiste “armate” di fune e palla e alle squadre con il primo dei due esercizi.

Nonostante qualche difficoltà con la fune, a seguito di un errore nel penultimo rischio, Sofia Raffaeli tiene alto il nome dell’Italia conquistando le finali di specialità a fune e palla e chiudendo nella classifica per attrezzo con rispettivamente il settimo (15.900) e il secondo punteggio (19.600).
Al comando troviamo le padrone di casa Anastasia Simakova e Lala Kramarenko, impegnate con rispettivamente fune e palla: guidano la classifica di specialità con gli inarrivabili punteggi di 19.800 e 22.000.

Di seguito gli ottetti finalisti con i primi due attrezzi:

FUNE
1. Anastasia Simakova (RUS), 19.800
2. Eva Brezalieva (BUL), 17.900
3. Darya Tkatcheva (BLR), 17.250
4. Arzu Jalilova (AZE), 16.850
5. Sonia Lefyman (ISR), 16.700
6. Elzhana Taniyeva (KAZ), 16.150
7. Sofia Raffaeli (ITA), 15.900
8. Garam Kim (KOR), 15.700

Riserve
Nikol Krasiuk (UKR), 15.350 (R1)
Takhmina Ikromova (UZB), 15.050 (R2)
Laura Anitei (ROU), 15.000 (R3)

PALLA
1.Lala Kramarenko (RUS), 22.000
2. Sofia Raffaeli (ITA), 19.600
3. Noga Block (ISR), 18.700
4. Arina Krasnorutskaia (BLR), 18.200
5. Sabina Bakatova (KAZ), 18.100
6. Arzu Jalilova (AZE), 17.500
7. Laura Anitei (ROU), 17.350
8.
Polina Murashko (EST), 17.100
Riserve
Teresa Gorospe (ESP), 17.000 (R1)
Maja Gaiduk (LTU), 16.850 (R2)
Nutsa Janashivili (GEO), 16.800 (R3)

A concludere la prima giornata di gare è stata la prova a squadre, che ha visto alternarsi gli esercizi ai 5 cerchi e ai 5 nastri.
Ottimo inizio per l’Italia: le ragazze di Julieta Cantaluppi, Kristina Ghiurova e Laura Zacchilli iniziano la loro avventura mondiale con la routine ai 5 cerchi, premiata con 25.000 e che le vede momentaneamente al terzo posto nella classifica per attrezzo, guidata dalla Russia con 26.900 e seguita dalla Bielorussia con 25.100.
Per scoprire se le nostre ginnaste parteciperanno alle finali di specialità di domenica, diversamente dal caso delle individualiste, dovremo attendere la conclusione della prova a squadre, in programma domani con la seconda delle due prove.

Nella classifica per nazioni, data dalla somma dei punteggi individuali e di squadra, l’Italia occupa momentaneamente il gradino più basso del podio, con 60.500, preceduta di 0.05 dalla Bielorussia e dalla Russia, momentaneamente prima con 68.700.

Domani, ultima giornata di qualificazioni: alle 12:15 italiane vedremo impegnata Sofia Raffaeli nelle due rotazioni conclusive con clavette e nastro, mentre alle 17:30 sarà il turno della squadra, che concluderà la prova con i 5 nastri.

Risultati completi disponibili QUI: https://live.gymnastics.sport/schedule.php?idevent=15968

Sabato 25 Maggio alle 21:00 al PalaDesio di Desio (Monza e Brianza) andrà in scena il Golden Butterfly Gala, arrivato alla sua decima edizione e che ogni anno attrae sempre più pubblico grazie alle emozionanti esibizioni della nazionale italiana di Ginnastica Ritmica e accompagnate da musica dal vivo.

Sulla pedana brianzola, sede fino alla scorsa estate degli allenamenti delle nostre campionesse del mondo, vedremo la squadra nazionale al completo, composta da Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Anna Basta, Letizia Cicconcelli, Martina Santandrea, Daniela Mogurean, Laura Paris e Francesca Majer. Insieme a loro ci saranno le esibizioni delle individualiste Alexandra Agiurgiuculese, Milena Baldassarri, Alessia Russo e Sofia Maffeis, che rivedremo in pedana al Campionato Nazionale Assoluto, in programma il prossimo weekend a Torino.

Biglietti disponibili direttamente all’entrata del palazzetto a 15€.

Con le finali di specialità, si è conclusa la prima prova di World Challenge Cup a Guadalajara, una giornata che ci ha visti superprotagonisti!

Nelle finali a squadre, dopo il meraviglioso oro nel concorso generale di ieri, l’Italia conquista altre due medaglie, un argento con le 5 palle e un bronzo nel misto con cerchi e clavette, esercizi premiati con rispettivamente 25.000 e 24.950.
La finale con le 5 palle è stata dominata dalla Russia, che ha chiuso con 25.850, mentre in terza posizione troviamo la Bulgaria con 22.950.
Stesse nazioni ma posizioni differenti nella finale del misto, che ha visto la vittoria della Bulgaria con 25.300, seguita dalla Russia, staccata di un decimo dalla prima.

Nelle finali individuali, che hanno visto il dominio della russa Alexandra Soldatova, l’Italia si è fatta ben notare con la sua Alexandra Agiurgiuculese, presente in tutte le finali. Per la diciottenne di Udine, già bronzo nel concorso generale, sono arrivate ben tre medaglie: due bronzi a palla e nastro e un argento alle clavette, oltre ad un sesto posto al cerchio.
Bene anche l’altra delle azzurre, Milena Baldassarri: per la diciassettenne originaria di Ravenna, campionessa italiana uscente, sono arrivati due quarti posti a palla e clavette.

Dopo le emozioni della prima di World Challenge Cup, gli occhi dei piccoli attrezzi saranno tutti puntati su Baku, sede dell’imminente Campionato Europeo, che vedrà in pedana nelle giornate dal 16 al 19 Maggio le individualiste senior e le squadre Junior provenienti da tutta Europa.

Risultati completi disponibili nella sezione allegati.

Si è conclusa nella serata di ieri al Palacio Multiusos di Guadalajara, la seconda giornata della prima prova di World Challenge Cup di Ginnastica Ritmica: una giornata che gli appassionati dei piccoli attrezzi non dimenticheranno facilmente, grazie alle meravigliose prestazioni delle nostre azzurre!

Nel concorso generale individuale a dominare è ancora una volta la Russia: a vincere la tappa di World Challenge Cup sul giro olimpico è Alexandra Soldatova, che stravince il concorso generale con un totale di 84.000, seguita dalla sua compagna di nazionale Ekaterina Selezneva, medaglia d’argento con 80.850.
Bronzo storico per Alexandra Agiurgiuculese: l’aviere dell’Aeronautica Militare, allenata da Spela Dragas all’ASU di Udine regala all’Italia la prima storica medaglia nel concorso generale di una tappa di World Challenge Cup. Alexandra, già argento nelle clavette alla prima prova di Coppa del Mondo a Pesaro, chiude con il totale sui quattro attrezzi di 77.300 e conquista l’accesso diretto a tutte le finali di specialità in programma nel pomeriggio di oggi.
Nulla cambia invece per l’altra delle azzurre, Milena Baldassarri: la campionessa italiana uscente, chiude in ottava posizione con il totale di 72.200 e accede alle finali a palla e clavette, mentre non è negli ottetti a cerchio e nastro a seguito di alcuni errori.

Nel concorso a squadre è l’inno di Mameli a risuonare in terra iberica: le nostre Farfalle, si lasciano alle spalle la delusione dello scorso fine settimana a Baku, vincendo il concorso generale con il totale di 50.250, a cui si è aggiunto il 24.750 ottenuto nel misto con cerchi e clavette.
Con le azzurre sono salite sul podio la Bulgaria, seconda con 49.100, e la Russia, terza con 46.950.
Quarte invece le padrone di casa della Spagna, che hanno chiuso con il totale di 45.450.

Oggi andrà in scena l’atto conclusivo della prima di World Challenge Cup, con le finali di specialità che saranno trasmesse su volare.tv dalle 15:00 e che speriamo possano regalare altre grandi soddisfazioni a tutti noi italiani.

I risultati completi sono disponibili nella sezione allegati.

Al Palacio Multiusos di Guadalajara, città spagnola ad un’ora da Madrid, si è conclusa la prima giornata della prima prova di World Challenge Cup, che ha visto impegnate le individualiste con cerchio e palla e le squadre con il primo esercizio con le 5 palle.

Nonostante l’assenza di Dina e Arina Averina, impegnate in questi giorni nel test event dei Giochi Europei, la Russia continua il suo dominio assoluto, occupando anche in questa prova i primi due posti del podio con Alexandra Soldatova e Ekaterina Selezneva che chiudono al primo e secondo posto provvisorio con un totale di rispettivamente 43.750 e 41.550.
Completa il podio l’ucraina Khrystyna Pohranchyna: la vicecampionessa olimpica giovanile di Buenos Aires chiude al terzo posto con un totale di 41.350, a 0.20 dall’argento.
Molto bene Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri: le due azzurre, prossime a partire per l’Europeo, chiudono al quinto e ottavo posto provvisorio, con un totale di rispettivamente 39.150 e 37.200. Inoltre, Alexandra ha ottenuto l’accesso alle finali con cerchio e palla, mentre Milena ha conquistato solo quella con la palla.

Nella gara a squadre, l’Italia porta a termine un esercizio perfetto, premiato con il totale di 25.500, grazie al quale guidano la classifica provvisoria. Con loro ritroviamo Russia e Bulgaria, autrici di una prova macchiata da alcuni errori, che chiudono in seconda e terza posizione con 24.900 e 22.900.
Si qualificano con loro le squadre di Spagna e Stati Uniti con 21.150, Brasile con 20.300, Finlandia con 20.250 e Messico con 19.750.

Nella giornata di domani ci sarà la seconda parte delle qualificazioni che vedranno le individualiste impegnate nelle rotazioni con clavette e nastro, mentre le squadre affronteranno il secondo esercizio con cerchi e clavette.

Risultati completi nella sezione allegati.

Comincia bene la due giorni del team Italia Junior, impegnata in questo weekend di festa nell’AGF Junior Trophy, in corso a Baku.

Nel concorso generale individuale ottimo secondo posto per Sofia Raffaeli con 75.350, preceduta dalla russa Anastasia Simakova con 77.750 e seguita dall’altra delle russe, Dariia Sergaeva, con 74.100. Per Sofia, piccolo talento fabrianese, reduce dalle ottime prestazioni in campo internazionale degli ultimi mesi, sono arrivati ottimi punteggi, che l’hanno vista conquistare le finali di specialità in programma domani.
L’altra delle azzurre in gara, Sara Rocca, ha chiuso il giro completo al quattordicesimo posto, con un totale di 64.700.

Sul fronte della gara a squadre, il sestetto composto da Serena Ottaviani, Siria Cella, Giulia Segatori, Alexandra Naclerio, Vittoria Quoiani e Simona Villella, chiude il concorso generale al quinto posto, con il totale di 38.700, dato da un 20.950 ai 5 cerchi e un 17.750 ai 5 nastri, punteggi coi quali non hanno problemi ad accedere alle finali di specialità di domani.
La vittoria è andata all’ensemble di Israele con 42.000, seguita dalle padrone di casa dell’Azerbaigian e dalla Russia, distanziate rispettivamente di uno e due punti dalla prima classificata.

Risultati completi nel pdf disponibile nella sezione allegati.

Si è da poco conclusa la seconda delle tre giornate della prima prova di Coppa del Mondo, in corso in queste ore alla Vitrifrigo Arena di Pesaro.

Questo pomeriggio si è tenuta la seconda parte del concorso generale individuale, che ha visto impegnate le ginnaste nelle ultime due rotazioni con clavette e nastro.
A conquistare il concorso generale individuale è l’attuale campionessa del mondo, la russa Dina Averina, che con il totale sui quattro esercizi di 85.750 conquista per la seconda edizione di seguito il titolo nell’all-around.
Scende di una posizione rispetto al giorno prima la sorella gemella Arina, staccata di due punti da Dina: per il bronzo mondiale in carica a cerchio e clavette arriva un secondo posto un po’ amaro a seguito di alcuni errori.
Terza classificata con 80.400 l’astro nascente della Bulgaria Boryana Kaleyn, che ha dominato per ben due rotazioni prima dell’arrivo delle gemelle Averina.
Dolceamaro finale di gara per le nostre Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri, che chiudono al decimo e undicesimo posto con 77.900 e 77.350. 
Alexandra, reduce dall’oro all’MTM Trophy di Lubiana, ottiene un 20.750 alle clavette che la porta così ad aggiudicarsi la finale con il quinto punteggio, mentre al nastro porta a casa un 18.500, non accedendo però all’ottetto finalista.
Invece Milena, quinta ieri dopo le prime due rotazioni, paga purtroppo alcuni errori nei due esercizi presentati oggi: rimane comunque la certezza che sarà parte delle finali di specialità di domani a cerchio e palla.

La gara a squadre ha visto la vittoria di un’inarrivabile Russia, che dopo aver trionfato a Thiais lo scorso fine settimana, conquista anche la pedana di Pesaro con un totale di 51.050, al quale si aggiunge il 25.800 nell’esercizio con cerchi e clavette.
Seconda piazza per la Bulgaria con 49.600: le campionesse del mondo a Sofia con i 5 cerchi hanno presentato un esercizio con un valore molto alto in fatto di difficoltà sulla colonna sonora del film “The Greatest Showman”, valutato 25.650.
Chiude il podio una bella Italia, che vince il bronzo con un totale di 49.400: un’impresa non proprio facile quella di oggi, ma che comunque ha visto le nostre ragazze riconfermare quanto fatto poche settimane fa nella tappa di Grand Prix di Kiev, chiudendo la qualifica con un misto premiato con 25.400.
Quarta l’Ucraina con 48.750: per le vincitrici delle finali del Grand Prix di Thiais lo scorso weekend il loro misto è il secondo di giornata, valutato 25.700.
Si qualificano per la finale di domani anche gli ensemble di Israele con 24.800, Azerbaigian con 23.600, Giappone con 23.550 e Bielorussia con 23.500.

Domani dalle 14:00 le finali di specialità, che per l’occasione saranno trasmesse su La7.
Nell’occasione vedremo impegnate Milena Baldassarri a cerchio e palla, Alexandra Agiurgiuculese a clavette e la squadra con entrambi gli esercizi.

Nella sezione allegati sono disponibili le classifiche del concorso generale individuale e di squadra e gli ordini di salita per le finali di specialità di domani.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments