Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 20 Agosto 2019
 ginnasticando.it

Con le finali di specialità si è chiusa la seconda tappa di World Challenge Cup a Minsk, in una giornata che ci ha visti impegnati in tutte e sei le prove!

Nelle prove a squadra, l’Italia ha conquistato un’inaspettata medaglia d’oro nella finale con le 5 palle, con un esercizio premiato con un meraviglioso 29.800, mentre una serie di errori nel misto hanno visto le nostre ragazze chiudere in sesta posizione con il totale di 25.950.
Sul podio con le azzurre nella prima finale ritroviamo Russia e Bulgaria, che hanno chiuso in seconda e terza posizione con 29.450.
La finale del misto è stata vinta dalla Bulgaria con 28.600, seguita dalle padrone di casa della Bielorussia e dall’Ucraina, sul podio con rispettivamente 28.450 e 28.100.

Nelle finali individuali, che hanno visto salire su tutti i podi le gemelle Averina, anche l’Italia era presente con Milena Baldassarri e Alexandra Agiurgiuculese: per la prima è arrivata una medaglia di bronzo al nastro e un quarto posto al cerchio, mentre l’altra non è riuscita a salire sul podio in tutte le finali che l’hanno vista impegnata, ma ha portato a casa due sesti posti a palla e nastro, un quinto posto alle clavette e un settimo posto al cerchio.

Archiviata questa prova di World Challenge Cup, la prossima settimana si torna a gareggiare: da venerdì a domenica ci sarà la terza prova del circuito a Cluj-Napoca, che vedrà l’Italia impegnata con le sue individualiste.

Risultati completi sottostante:

CERCHIO
1. Linoy Ashram, ISR, 23.500
2. Arina Averina, RUS, 23.450
3. Dina Averina, RUS, 23.100
4. Milena Baldassarri, ITA, 22.150
5. Katsiaryna Halkina, BLR, 22.100
6. Khrystyna Pohrachyna, UKR, 21.550
7. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 20.400
8. Anastasiia Salos, BLR, 19.700

PALLA
1. Dina Averina, RUS, 23.600
2. Arina Averina, RUS, 23.200
3. Linoy Ashram, ISR, 22.900
4. Boryana Kaleyn, BUL, 22.550
5. Katsiaryna Halkina, BLR, 22.400
6. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 21.150
7.
Nicol Zelikman, ISR, 19.900
8. Kaho Minagawa, JPN, 19.750

CLAVETTE
1. Dina Averina, RUS, 23.500
2. Linoy Ashram, ISR, 23.400
3. Arina Averina, RUS, 22.700
4. Salome Pazhava, GEO, 22.250
5. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 21.800
6. Boryana Kaleyn, BUL, 21.650
7. Viiktoria Onoprienko, UKR, 21.400
8. Nicol Zelikman, ISR, 20.700

NASTRO
1. Dina Averina, RUS, 22.150
2. Arina Averina, RUS, 21.850
3. Milena Baldassarri, ITA, 21.600
4. Linoy Ashram, ISR, 20.350
5. Khrystyna Pohrachyna, UKR, 20.250
6. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 20.200
7. Boryana Kaleyn, BUL, 17.750
8. Anastasiia Salos, BLR, 16.850

5 PALLE
1. Italia, 29.800

2. Russia, 29.450
3. Bulgaria, 29.450
4. Giappone, 29.200
5. Bielorussia, 27.450
6. Israele, 27.050
7. Cina, 26.850
8. Uzbekistan, 26.750

3 CERCHI + 4 CLAVETTE
1. Bulgaria, 28.600
2. Bielorussia, 28.450
3. Ucraina, 28.100
4. Giappone, 27.350
5. Israele, 26.750
6. Italia, 25.950
7. Cina, 25.200
8. Russia, 23.400

Al Gymnastics Palace di Minsk si è conclusa la seconda giornata della seconda prova di World Challenge Cup di Ginnastica Ritmica, che ha visto impegnate le individualiste nei rimanenti esercizi a clavette e nastro e le squadre con il misto con cerchi e clavette.

Come da pronostico, sono ancora una volta le russe Dina e Arina Averina, ancora più affamate di gloria: le già soprannominate “gemelle vincenti” occupano i primi due posti del concorso generale individuale, con i totali di rispettivamente 93.450 e 91.950, grazie ai quali riescono a infrangere il muro dei 90 punti nell’all-around.
Ottima gara anche per l’israeliana Linoy Ashram che, nonostante un errore nell’esercizio con il nastro, riesce a mettere la medaglia di bronzo al collo grazie al totale di 86.650, dando ancora una volta prova del suo enorme potenziale, grazie al quale è riuscita a conquistare titoli di prestigio.

Il concorso generale delle azzurre si è chiuso con le nostre ginnaste nella rosa tra le migliori 10: Alexandra Agiurgiuculese, chiude con un ottimo quarto posto con 84.750, portando a termine una gara strepitosa e conquistando tutte le finali di specialità in programma domani.
Anche Milena Baldassarri ha dato molto di sè per l’Italia, in una giornata che ha visto il debutto del suo nuovo esercizio col nastro. Nonostante l’errore alle clavette di oggi e quello alla palla di ieri, Milena ha chiuso la sua gara in nona posizione con 81.100 e conquistato anche la finale al nastro.

La giornata di gare si è chiusa con la seconda parte della prova a squadre: a vincere è stata la Russia, che anche oggi conquista l’ennesimo “punteggione” (29.850 la valutazione odierna nel misto) , grazie al quale chiudono col totale di 59.050. Con le russe sono salite sul podio la Bulgaria, seconda con 57.650 e le padrone di casa della Bielorussia, terze con 57.450.
Azzurre fuori dal podio anche oggi: le nostre ragazze, che chiudono in quinta posizione con 56.050, incappano in una caduta d’attrezzo nel recupero del lancio con quattro clavette effettuato dalla capitana. Nonostante questi errori commessi tra ieri e oggi, rivedremo la squadra in entrambe le finali in programma domani.

Domani ultimo giorno di gare: dalle 12:00 italiane andranno in scena le finali di specialità, che verranno trasmesse sul canale YouTube della Federazione Ginnastica d’Italia.

Classifiche e ammesse alle finali di specialità disponibili sottostante.

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE (PRIME 16)
1. Dina Averina, RUS, 93.450
2. Arina Averina, RUS, 91.950
3. Linoy Ashram, ISR, 86.650
4. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 84.750
5. Nicol Zelikman, ISR, 84.600
6. Boryana Kaleyn, BUL, 83.000
7. Katsiaryna Halkina, BLR, 82.500
8. Anastasiia Salos, BLR, 82.150
9. Milena Baldassarri, ITA, 81.100
10. Khrystyna Pohrachyna, UKR, 80.150
11. Kaho Minagawa, JPN, 79.150
12. Chisaki Oiwa, JPN, 79.000
13. Neviana Vladinova, BUL, 78.500
14. Viktoriia Onoprienko, UKR, 78.300
15. Denisa Mailat, ROU, 77.150
16. Rebecca Gergalo, FIN, 76.550

CONCORSO GENERALE A SQUADRE
1. Russia, 59.050
2. Bulgaria, 57.650
3. Bielorussia, 57.450
4. Giappone, 56.500
5. Italia, 56.050
6. Israele, 53.200
7. Ucraina, 53.200
8. Cina, 52.850
9. Azerbaigian, 51.150
10. Uzbekistan, 50.100
11. Francia, 47.750
12. Spagna, 47.550
13. Finlandia, 46.750
14. Turchia, 46.600
15. Germania, 46.300
16. Polonia, 45.450
17. Kazakistan, 44.950
18. Ungheria, 44.550
19. Estonia, 44.400
20. Malesia, 35.600
21. Egitto, 32.700

AMMESSE ALLA FINALE CON LE CLAVETTE
1. Dina Averina, RUS, 24.100
2. Arina Averina, RUS, 24.000
3. Boryana Kaleyn, BUL, 23.150
4. Nicol Zelikman, ISR, 22.050
5. Linoy Ashram, ISR, 21.900
6. Salome Pazhava, GEO, 21.750
7. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 20.850
8. Viktoria Onoprienko, UKR, 20.700

AMMESSE ALLA FINALE COL NASTRO
1. Dina Averina, RUS, 22.600
2. Arina Averina, RUS, 20.900
3. Anastasiia Salos, BLR, 20.650
4. Linoy Ashram, ISR, 20.350
5. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 20.200
6. Milena Baldassarri, ITA, 19.950

7. Boryana Kaleyn, BUL, 19.850
8. Khrystyna Pohranchyna, UKR, 19.800

AMMESSE ALLA FINALE CON LE 5 PALLE
1. Russia, 29.200
2. Giappone, 28.950
3. Bulgaria, 28.850
4. Bielorussia, 28.750
5. Italia, 28.250
6. Israele, 26.350
7. Cina, 26.300
8. Uzbekistan, 26.000

AMMESSE ALLA FINALE CON 3 CERCHI + 4 CLAVETTE
1. Russia, 29.850
2. Bulgaria, 28.800
3. Bielorussia, 28.700
4. Italia, 27.800
5. Ucraina, 27.600
6. Giappone, 27.550
7. Israele, 26.850
8. Cina, 26.550

Si è conclusa la prima giornata di gare della seconda prova di World Challenge Cup a Minsk, che ha visto le individualiste impegnate con cerchio e palla e le squadre con le 5 palle.

Ancora una volta dobbiamo registrare il successo della Russia, che nella prima parte del concorso generale individuale occupa i primi due posti con Arina e Dina Averina, riconoscibili con rispettivamente 47.050 e 46.750, a distanza di pochissimi centesimi l’una dall’altra.
Le “gemelle vincenti” dividono il podio con l’israeliana Linoy Ashram, che chiude in terza posizione provvisoria con 44.400, mentre la padrona di casa Katsiaryna Halkina segue a 0.250 dal bronzo, ancora in corsa per conquistare una medaglia nell’all-around.
Le nostre azzurre, Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri cominciano bene la loro prova di Coppa del Mondo, chiudendo rispettivamente al quinto e decimo posto con i totali di 43.700 e 40.550. Inoltre, Alexandra ha conquistato le prime due finali a cerchio e palla, mentre per Milena è arrivata quella col cerchio.

La gara si è chiusa con la prima rotazione della prova a squadre: guida la classifica provvisoria la Russia, con l’ennesimo inarrivabile punteggio, giunto questa volta a toccare il 29.200, seguita dal Giappone con 28.950 e dalla Bulgaria con 28.850.
Inizio al rallentatore per l’Italia, alla prima uscita dopo un periodo di allenamenti a Follonica. Per le ragazze di Emanuela Maccarani, che hanno presentato un esercizio rinnovato in molte parti, è arrivata una quinta posizione provvisoria con 28.250. Purtroppo le nostre ragazze sono incappate in un fuori pedana avvenuto su una collaborazione, ma sono comunque riuscite a staccare il pass per la finale di domenica.

Domani si volta pagina: dalle 10:00 ora locale (le 9:00 in Italia) andrà in scena la seconda e ultima parte delle qualificazioni, con le individualiste impegnate a clavette e nastro e le squadre, che si cimenteranno nel misto con 3 cerchi e 4 clavette.

In attesa dei pdf ufficiali, è possibile trovare le classifiche e le ammesse alle finali di domenica.

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE (PRIME 16)
1. Arina Averina, RUS, 47.050
2. Dina Averina, RUS, 46.750
3. Linoy Ashram, ISR, 44.400
4. Katsiaryna Halkina, BLR, 44.150
5. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 43.700
6. Nicol Zelikman, ISR, 43.550
7. Anastasiia Salos, BLR, 42.200
8. Kaho Minagawa, JPN, 41.600
9. Khrystyna Pohranchyna, UKR, 41.500
10. Milena Baldassarri, 40.550
11. Chisaki Oiwa, JPN, 40.550
12. Neviana Vladinova, BUL, 40.350
13. Boryana Kaleyn, BUL, 40.000
14. Adilya Tlekenova, KAZ, 39.550
15. Kseniya Moustafaeva, FRA, 38.850
16. Rebecca Gergalo, FIN, 38.800

CONCORSO GENERALE A SQUADRE
1. Russia, 29.200
2. Giappone, 28.950
3. Bulgaria, 28.850
4. Bielorussia, 28.750
5. Italia, 28.250
6. Israele, 26.350
7. Cina, 26.300
8. Uzbekistan, 26.000
9. Azerbaigian, 25.650
10. Ucraina, 25.600
11. Francia, 25.050
12. Estonia, 24.250
13. Spagna, 24.050
14. Finlandia, 24.050
15. Turchia, 23.900
16. Germania, 23.600
17. Kazakistan, 23.400
18. Polonia, 23.150
19. Ungheria, 21.400
20. Malesia, 21.400
21. Egitto, 16.000

AMMESSE ALLA FINALE COL CERCHIO
1. Arina Averina, RUS, 23.350
2. Dina Averina, RUS, 23.150
3. Katsiaryna Halkina, BLR, 22.600
4. Linoy Ashram, ISR, 22.500
5. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 22.500
6. Anastasiia Salos, BLR, 22.400
7. Khrystyna Pohranchyna, UKR, 22.400
8. Milena Baldassarri, ITA, 22.300

AMMESSE ALLA FINALE CON LA PALLA
1. Arina Averina, RUS, 23.700
2. Dina Averina, RUS, 23.600
3. Linoy Ashram, ISR, 21.900
4. Katsiaryna Halkina, BLR, 21.550
5. Nicol Zelikman, ISR, 21.550
6. Boryana Kaleyn, BUL, 21.250
7. Alexandra Agiurgiuculese, ITA, 21.200
8. Kaho Minagawa, JPN, 21.200

Dopo la pausa per i grandi eventi multidisciplinari che hanno segnato l’estate, occhi nuovamente puntati su Minsk: la capitale della Bielorussia ospiterà la seconda prova di World Challenge Cup, al via venerdì mattina con la prima parte del concorso generale individuale.

In occasione di questa prova l’Italia sarà presente con le sue individualiste Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri: le due azzurre, sorteggiate rispettivamente nel Gruppo A e C, ritroveranno molte ginnaste che hanno segnato la prima parte della stagione, tra cui la padrona di casa Katsiaryna Halkina e la campionessa del mondo uscente Dina Averina.

Presenza azzurra anche nella gara a squadre con il sestetto capitanato da Alessia Maurelli che torna a Minsk a distanza di due mesi dal quarto posto agli European Games: le nostre ragazze scenderanno per diciannovesime con le 5 palle e per diciassettesime nel misto con cerchi e clavette e se la vedranno con nazioni quotate come Bielorussia, Russia, Ucraina e Bulgaria, oltre al Giappone, outsider di questo quadriennio.

Le finali di questa tappa di World Challenge Cup verranno trasmesse dalle ore 12:00 di domenica 18 Agosto sul canale YouTube della Federazione Ginnastica d’Italia.

Nella sezione allegati sono disponibili gli ordini di salita dei tre giorni di gara e la lista delle entries individuali e di squadra.

Il cielo è azzurro sopra Minsk oggi, 30 Giugno 2019.

Marco Lodadio vola sull'Olimpo Europei degli anelli, conquistando la medaglia d'oro con il punteggio stellare di 14.800 distaccandosi nettamente da tutti gli avversari!

Una gara al cardiopalma, cinque sfidanti contro Lodadio, che sale per ultimo sull'attrezzo.Il punteggio da battere è 14.766, l'avversario principale l'Armeno Davtyan. Esercizio perfetto, nessuna sbavatura, nessun tentennamento, solo sicurezza e calma. Posizioni di forza perfette. Uscita stoppata da manuale. 

La calma, poi l'incredulità e la commozione: queste le reazioni di Marco davanti al monitor del punteggio.

Oggi più che mai l'azzurro ha dimostrato il suo valore tecnico e si è preso quello che molte volte gli è stato ingiustamente sottratto. 

Oggi più che mai Ad Maiora, Marco! 

 

Sono uscite le entries nominative della seconda edizione dei Giochi Europei, al via il 21 Giugno a Minsk, capitale della Bielorussia.

La rappresentativa federale sarà composta da:

GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE

  • Nicolò Mozzato
  • Carlo Macchini
  • Marco Lodadio

GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE

L’Italia non ha iscritto atlete in questa specialità

GINNASTICA RITMICA

  • Alexandra Agiurgiuculese (individuale)
  • Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Anna Basta, Martina Santandrea (squadra)

TRAMPOLINO ELASTICO

  • Flavio Cannone
  • Costanza Michielini

GINNASTICA ACROBATICA

L’Italia non ha iscritto atlete in questa specialità

GINNASTICA AEROBICA

  • Michela Castoldi (coppia mista, squadra)
  • Davide Donati (coppia mista, squadra)
  • Emanuele Caponera (squadra)
  • Anna Bullo (squadra)
  • Paolo Conti (squadra)

Entries complete al seguente link: http://www.ueg.org/event/2019-european-games/downloads

Un grande “Gamba!” ai nostri atleti che saranno impegnati in questo appuntamento molto importante!

Ad una settimana dalla finale della massima serie, le Junior italiane sono pronte a partire per una nuova avventura in campo internazionale: questa volta gli occhi saranno tutti puntati su Minsk, per il Torneo Internazionale Junior “Marina Lobatch”, organizzato in onore della campionessa olimpica di Seoul 1988.

Per l’occasione, la Direttrice Tecnica Nazionale Emanuela Maccarani ha scelto di convocare Sofia Raffaeli (Società Ginnastica Fabriano), Alessia Leone (Eurogymnica Torino) e Rebecca Riccò (San Giorgio’79 Desio), nate tutte e tre nelle annate 2004 e 2005.
Al torneo doveva partecipare anche Camilla Centofanti (Opera Roma), che purtroppo si è ritirata per un piccolo infortunio.

Completeranno la delegazione le allenatrici Julieta Cantaluppi, Tiziana Colognese e Elena Aliprandi e la giudice internazionale Germana Germani.

A Minsk, nella cornice del Falcon Club, si è conclusa la prima giornata della tappa di World Challenge Cup, una giornata segnata da sorprese e qualche novità in pedana.

Nella prima parte del concorso generale individuale, il primo acuto di giornata lo dà l’israeliana Linoy Ashram, che col totale su due attrezzi di 40.050 è al comando dopo i primi due esercizi. Subito dopo di lei, troviamo la russa Alexandra Soldatova con 39.000 e l’ucraina Vlada Nikolchenko con 37.250.
Le nostre italiane, Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri terminano la prima giornata rispettivamente al dodicesimo e quattordicesimo posto, non qualificandosi per nessuna delle due finali.

Nella gara a squadre, svolta con i 5 cerchi, è l’Italia ad avere la meglio: le ragazze di Emanuela Maccarani, a distanza di due mesi e mezzo dall’ultima competizione internazionale e con un nuovo body, hanno concluso la prima delle due rotazioni al primo posto con un totale di 23.050, battendo la Russia di un punto. Al terzo posto, troviamo la Spagna con 19.850.
Non bene Ucraina e Bielorussia, attese alla vigilia, che si vedono sfuggire momentaneamente il podio a seguito di una serie di errori che hanno “macchiato” i loro esercizi.

Nella competizione, si è potuto assistere al debutto di tre nuove squadre che parteciperanno al mondiale di Sofia, come Georgia, India e Nuova Zelanda e un rientro in gara un po’ atteso, quello della Germania, che era stata costretta a rinunciare all’Europeo di Guadalajara a seguito di alcuni problemi fisici occorsi a buona parte della squadra dopo la precedente tappa di World Challenge Cup, tenutasi a Portimao a metà maggio.

Per le classifiche e i nominativi delle ginnaste che hanno ottenuto l’accesso alle finali con cerchio e palla e con i 5 cerchi, si possono scaricare i pdf a disposizione nella sezione degli allegati.

La giornata di domani, che avrà inizio alle 10.00 ora locale (le 9.00 in Italia) prevede l’esecuzione degli esercizi con clavette e nastro per le individualiste e il secondo dei due esercizi per le squadre, con 3 palle e 2 funi. Per la diretta, ci sarà la possibilità di vedere la gara su YouTube al link sottostante. 

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments