Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 20 Aprile 2019
 ginnasticando.it

Si è conclusa da qualche ora la prima giornata di finali ad attrezzo dei Campionati Europei di Stettino 2019. Il Tricolore italiano torna a svettare dopo tanto tempo sul podio europeo grazie agli Azzurri Marco Lodadio e Alice D'Amato!

Lodadio, specialista agli anelli, ha dato il 100% nel suo esercizio, e con precisione, coraggio ed un'esecuzione praticamente perfetta è stato premiato dalla giuria con 14.966 (un punteggio stellare, tra l'altro lo stesso del primo classificato, il russo Abliazin), ottenendo la tanto agognata (e meritata) medaglia d'argento. Dietro di lui l'Armeno Davtyan con 14.900).

Alice D'Amato non è stata da meno! Ha eseguito. Il suo esercizio senza alcuna sbavatura, venendo premiata dalla giuria con un punteggio di 14.400 e ottenendo il suo primo Bronzo Europeo! Sul podio davanti a lei le due russe Iliankova e Melnikova (14.833 e 14.533)

Da non dimenticare poi gli altri due Azzurri impegnati delle gare di questo pomeriggio, Nicola Bartolini (ottavo al corpo libero con 14.066) e Asia D'Amato (quarta al volteggio con 14.233)

Congratulazioni ragazzi, siamo fieri di voi! 

Non perdere domani l'ultimo giorno di Finali ad attrezzo con protagonisti Giorgia Villa, Carlo Macchini e Ludovico Edalli! 

 

La Ginnastica Salerno ha vinto la seconda tappa della Serie A 2019 di ginnastica artistica maschile che si è svolta ieri a Padova. Con un punteggio di 162.800 punti battendo la Pro Carate(162.650). Al terzo posto la Spes Mestre (161.350)

A livello individuale troviamo Nicola Bartolini protagonista assolutoche ha condotto una gara impeccabile (14.600 al corpo libero, i 14.500 al volteggio e 13.850 alle parallele) . Degno di nota anche il 15.000 agli anelli di Marco Lodadio (Dscore 6.3), anche se la sua società, la Civitavecchia si ferma al settimo posto 155.700. 

Prossimo appuntamento il 5 Maggio a Firenze con l'ultima tappa di Serie A

Si è conclusa da poche ore la prima giornata di finali alla Coppa del mondo di Doha, che ha visto impegnato l'azzurro Marco Lodadio agli anelli. Il suo è stato un ottimo esercizio (14.700 dscore 6.3) che gli è valso il quarto posto a pochi millesimi dal podio, ma il ginnasta ha avuto diverse cose da ridire riguardo ai punteggi assegnati dalle giurie.

Riportiamo il suo sfogo preso dei  canali social:

"Senza parole! Probabilmemte si deve prendere in considerazione l'idea che le medaglie le decidono a tavolino prima delle gare! Io, dopo la finale, posso solamente dire che ho fatto uno dei migliori esercizi della mia Carriera, addirittura penso sia migliore di quello che ho fatto al campionato del mondo, solo che non è bastato.

Sono abbastanza convinto che ci sia una manipolazione delle giurie sul giudizio degli esercizi; è ora di farlo uscire fuori, non si tratta di una cosa da minimizzare anche perchè queste coppe del mondo sono importanti per la qualificazione olimpica. 

E' per questo che ci sono rimasto veramente male, perchè ho fatto l'esercizio meglio della qualificazione e ho preso addirittura meno, mentre 2 persone dell'Armenia sono arrivate davanti a me senza aver fatto l'esercizio migliore. Il mio è uno sfogo che volevo far sapere a tutti quanti." 

"Non ci sono scuse, non ero stanco, l’esercizio era meglio della qualifica. Il punteggio che è uscito è solo il risultato di una giuria, come sempre, troppo di parte verso altre nazioni! Non è una polemica, è oggettivo, guardate il video della finale! 
Ps ho fatto uno degli esercizi più belli della mia carriera"

Si è conclusa questo pomeriggio la prima giornata di qualifiche della coppa del mondo di Doha. Grandi risultati per i nostri azzurri Marco Lodadio e Martina Rizzelli che guadagnano un posto nella finale a 8 rispettivamente agli anelli e alle parallele asimmetriche

Marco Lodadio con un punteggio di 14.800 e 6.3 di Dscore si piazza al quarto posto della classifica con un esercizio impeccabile che fa ben sperarare per la finale di sabato 23 Marzo.

Anche Martina Rizzelli ottiene un posto per la finale al 7°posto con un esercizio dal valore di 13.233 e un Dscore di 5.4.

Buone prestazioni anche per gli altri due azzurri Matteo Levantesi e Carlo Macchini impegnati al Cavallo con maniglie. 

Domani vedremo le qualifiche di Lara Mori e Vanessa Ferrari a trave e corpo libero e le finali di specialità venerdì e sabato. 

I nostri azzurri brillano nelle qualifiche di Coppa del mondo che si sta svolgendo in questi giorni a Baku: nella giornata di ieri abbiamo infatti visto le ottime prove degli azzurri Marco Lodadio e Matteo Levantesi che si sono classificati rispettivamente al sesto posto agli anelli (14.600) e al quinto posto alle parallele (14.300).
Buona prova anche per Carlo Macchini che però non riesce a centrare la finale alle parallele (13.533)
Nella giornata di oggi abbiamo visto Macchini impegnato alla sbarra porta a casa un buon 13.500 qualificandosi al nono posto (come prima prima riserva) e al Cavallo con maniglie (10.700) insieme al compagno Matteo Levantesi che si piazza al 15 posto (13.400). 
Domani, 16 marzo, le finali di specialità vedranno impegnato Marco Lodadio agli anelli.

La ginnastica artistica maschile italiana ufficializza i nominativi per le prossime gare di World Cup di Specialità targate FIG. I tre atleti designati sono Carlo Macchini, Matteo Levantesi e il bronzo mondiale Marco Lodadio. 

Come per la femminile, anche per la ginnastica maschile ci sarà la stessa formula di gara: due giornate, una per le qualifiche e l'altra per la finale ad otto. Queste gare hanno un'importanza che va oltre il semplice premio in denaro per i vincitori; al termine di tutte le tappe verranno stilate delle classifiche e gli atleti con il maggior numero di vittorie potranno strappare la qualificazione diretta per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Le gare si terranno nell'ordine:

-dal 14 al 17 marzo 2019 a Baku (Azerbaijan), National Gymnastics Arena

-dal 20 al 23 marzo 2019 a Doha (Qatar), Aspire Dome

Manca davvero poco alla notte del 4 Dicembre in cui verrano consegnati i Gazzetta Sports Award 2018 durante il Gran Galà organizzato dal quotidiano rosa più famoso d'Italia.

Tantissimi i campioni e i volti noti dello sport azzurro che si sono conquistati una nomination in una delle nove categorie (Uomo dell'anno, Donna dell'anno, Squadra dell'anno, Allenatore dell'Anno, Best Performance, Exploit, Promessa dell'anno, Atleta Paralimpico e Rivelazione dell'anno).

All'interno spiccano sicuramente la Juventus del double scudetto-Coppa Italia, la paraolimpionica Bebe Vio, il capitano interista Mauro Icardi, la donna simbolo della pallavolo Paola Egonu, ma mai come in questa edizione la ginnastica azzurra ha avuto così tanti rappresentanti:

Giorgia Villa, Marco Lodadio, la Nazionale di Ginnastica Ritmica e Emanuela Maccarani allenatrice delle Farfalle, sono i nomi che rappresentano il mondo della polvere di magnesia a questi Awards.

Dalla rosa iniziale in ogni categoria ne è rimasto un trittico dal quale uscirà il nome del vincitore in quel del 4 Dicembre.

 

Squadra dell'anno 

Juventus, Nazionale Italiana di Ginnastica Ritmica e Nazionale Italiana di Pallavolo.

Il team guidato da Emanuela Maccarani è salito sul podio dei Mondiali di Sofia nel misto sulle note di “Eye of the tiger”, argento ai cinque cerchi e bronzo, e dovranno difendersi dalla juventus del doppio scudetto-Coppa Italia e dalla Nazionale di Pallavolo rivelazione del Mondiale di giapponese conclusosi in fianle con la Serbia ed un bagno di pubblico immenso.

 

Promessa dell'anno

Francesco Bagnaia, Letizia Paternoster e Giorgia Villa.

La Brixina che all'ultimo anno da juniores ha vinto tutto ciò che le era in suo possesso, Campionessa Assoluta Italiana, Campionessa Europea e Campionessa Olimpica giovanile, oltre che gli ori al volteggio e al corpo libero di Buenos Aires e di Riccione, dovrà difendersi dalla reginetta del ciclismo azzurro e il campione del Mondo di Moto2, ennesima conferma della scuola italiana di motociclismo, ennesimo parto della Academy di Valentino Rossi.

 

Rivelazione dell'anno

Marco Lodadio, Simona Quadarella e Filippo Tortu.

Un girone infernale è toccato al nostro principe degli anelli fresco di bronzo Mondiale di Doha, dopo l'ultimo successo di Matteo Morandi a Rotterdam 2010, dovendosi confrontare con un certo Filippo Tortu ovvero l'uomo più veloce d'Italia, l'unico che è stato in grado di abbattere il muro dei 10” nei 100 metri piani e abbattendo il record di Mennea del 1979, e quella che è la promessa del nuoto azzurro Simona Quadarella, l'unica in grado di vincere tre ori Europei, primato spettato nemmeno alla Regina Assoluta Federica Pellegrini.

 

Aspettiamo insieme la serata del 4 Dicembre per la proclamazione dei Gazzetta Sports Awards con la certezza che la ginnastica italiana sarà sta capace di smuovere i cuori dei molti italiani che finora hanno già votato per Marco, Giorgia e le Farfalle.

Mondiali di Doha, Finali di Specialità 1°Giorno

 

Primo giorno delle finali di specialità ai Mondiali di Doha 2018, tanti podi annunciati, fresche sorprese e un sogo realizzato per l'artistica azzura.

Chi ha vinto nell'AA continua a confermarsi anche nelle finali di specialità: il russo Dalaloyan con un corpo libero pressochè perfetto, basti riguardare il teso+doppio carpiato stoppato, e si laurea campione di specialità al Corpo Libero.

Alla tavola femminile invece una Biles non più inavvicinabile, che rinuncia al suo Biles per eseguire “solo” un Cheng come primo salto, e un Amanar come secondo, il preferito della scuola stelle e strisce, che le permette di vincere il titolo di specialità e superare Vital Scherba come ginnasta più medagliata di sempre.

Al cavallo con maniglie oro al cinese Xiao Ruoteng, che dovrà confermarsi al rientro di Uchimura, lo specialista Max Whitlock e Chih Kai Lee, che presentando un esercizio completamente in thomas ma che non ha convinto completamente la giuria.

La belga Nina Darwell primeggia alle parallele asimmetriche con un esercizio di caratura assoluta (D 6.6), lasciandosi alle spalle Simon Biles, per la prima volta medagliata in questa specialità e la canadese Elisabeth Seitz.

Agli anelli un quasi inarrivabile Eleftherios Petrounias, campione olimpico e del mondo in carica, che sembra fotocopiare la finale di Rio 2016 staccando il brasiliano Zanetti, ma questa volta sul castello si affaccia un Marco Lodadio compatto, preciso e tagliente che impressiona gli stessi avversari e agguanta un sogno e un bronzo mondiale che sa di anticipo per un prossimo venire.

Oggi il secondo giorno delle finali di specialità con Trave e Corpo Libero Femminile, e Sbarra, Parallele Pari e Volteggio Maschile, dalle 14:00 ora italiana.

Di seguito tutti i podi:

CORPO LIBERO (MASCHILE):

1. Artur Dalaloyan (Russia)
2. Kenzo Shirai (Giappone)
3. Carlos Yulo (Filippine)

VOLTEGGIO (FEMMINILE):

1. Simone Biles (USA)
2. Shallon Olsen (Canada)
3. Alexa Moreno (Messico)

CAVALLO CON MANIGLIE:

1. Xiao Ruoteng (Cina)
2. Max Whitlock (Gran Bretagna)
3. Chih Kai Lee (Cina Taipei)

PARALLELE ASIMMETRICHE:

1. Nina Derwael (Belgio)
2. Simone Biles 
3. Elisabeth Seitz 

ANELLI:

1. Eleftherios Petrounias (Grecia)
2. Arthur Zanetti (Brasile)
3. Marco Lodadio (Italia)

Marco Lodadio è medaglia di Bronzo ai Mondiali di Doha in Qatar. Con 14.900 il romano entra ufficialmente nella storia del movimento ginnico Italiano, salendo sul posio iridato dopo ben 8 anni. Davanti a lui, nel Mondo, solo il greco, specialista affermato della disciplina, Eleftherios Petrounias (15.366) e il brasiliano Arthur Zanetti (15.100).

Solo poche ore fa il post su facebook, prima di iniziare la gara, ci aveva fatto commuovere. Perchè per Marco, questa finale, già era un sogno.

Adesso, piangiamo ancora, insieme a lui, con lacrime di immensa gioia. Perchè il sogno del bambino Marco, oggi, è diventato realtà. 

45294733 1727404877388379 6134763571428458496 n

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

45243692 914755652068241 4370830042083622912 n

 

Lara Mori e Marco Lodadio, gli unici due Azzurri che sono riusciti a conquistarsi una finale ai Mondiali di Doha, hanno deciso di sprigionare le loro emozioni sulle rispettive pagine social. Ecco le meravigliose parole di entrambi.

La stellina di Montevarchi, al suo quarto mondiale da protagonista, sfoggia tutta la sua grinta (dimostrata già ampiamente sul campo)

Finita anche questa esperienza. Il mio quarto campionato del mondo.. soddisfatta di aver gareggiato con le migliori al...

Pubblicato da Lara Mori su Venerdì 2 novembre 2018

Marco, invece, ci ha totalmente emozionato, facendoci commuovere ricordando come lui, da piccolo, guardava le finali mondiali e oggi, invece, è lui che ne disputa una. Marco il più immenso gamba per te da tutti noi! Comunque andrà, come molti già ti hanno scritto, tu hai vinto!

Oggi è quel giorno che sogno da sempre! Da bambino mentre guardavo le finali ai mondiali pensavo “ma quanto sono forti...

Pubblicato da Marco Lodadio su Venerdì 2 novembre 2018
  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments