Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 25 Maggio 2019
 ginnasticando.it

Con le finali di specialità, si è conclusa la prima prova di World Challenge Cup a Guadalajara, una giornata che ci ha visti superprotagonisti!

Nelle finali a squadre, dopo il meraviglioso oro nel concorso generale di ieri, l’Italia conquista altre due medaglie, un argento con le 5 palle e un bronzo nel misto con cerchi e clavette, esercizi premiati con rispettivamente 25.000 e 24.950.
La finale con le 5 palle è stata dominata dalla Russia, che ha chiuso con 25.850, mentre in terza posizione troviamo la Bulgaria con 22.950.
Stesse nazioni ma posizioni differenti nella finale del misto, che ha visto la vittoria della Bulgaria con 25.300, seguita dalla Russia, staccata di un decimo dalla prima.

Nelle finali individuali, che hanno visto il dominio della russa Alexandra Soldatova, l’Italia si è fatta ben notare con la sua Alexandra Agiurgiuculese, presente in tutte le finali. Per la diciottenne di Udine, già bronzo nel concorso generale, sono arrivate ben tre medaglie: due bronzi a palla e nastro e un argento alle clavette, oltre ad un sesto posto al cerchio.
Bene anche l’altra delle azzurre, Milena Baldassarri: per la diciassettenne originaria di Ravenna, campionessa italiana uscente, sono arrivati due quarti posti a palla e clavette.

Dopo le emozioni della prima di World Challenge Cup, gli occhi dei piccoli attrezzi saranno tutti puntati su Baku, sede dell’imminente Campionato Europeo, che vedrà in pedana nelle giornate dal 16 al 19 Maggio le individualiste senior e le squadre Junior provenienti da tutta Europa.

Risultati completi disponibili nella sezione allegati.

Si è conclusa nella serata di ieri al Palacio Multiusos di Guadalajara, la seconda giornata della prima prova di World Challenge Cup di Ginnastica Ritmica: una giornata che gli appassionati dei piccoli attrezzi non dimenticheranno facilmente, grazie alle meravigliose prestazioni delle nostre azzurre!

Nel concorso generale individuale a dominare è ancora una volta la Russia: a vincere la tappa di World Challenge Cup sul giro olimpico è Alexandra Soldatova, che stravince il concorso generale con un totale di 84.000, seguita dalla sua compagna di nazionale Ekaterina Selezneva, medaglia d’argento con 80.850.
Bronzo storico per Alexandra Agiurgiuculese: l’aviere dell’Aeronautica Militare, allenata da Spela Dragas all’ASU di Udine regala all’Italia la prima storica medaglia nel concorso generale di una tappa di World Challenge Cup. Alexandra, già argento nelle clavette alla prima prova di Coppa del Mondo a Pesaro, chiude con il totale sui quattro attrezzi di 77.300 e conquista l’accesso diretto a tutte le finali di specialità in programma nel pomeriggio di oggi.
Nulla cambia invece per l’altra delle azzurre, Milena Baldassarri: la campionessa italiana uscente, chiude in ottava posizione con il totale di 72.200 e accede alle finali a palla e clavette, mentre non è negli ottetti a cerchio e nastro a seguito di alcuni errori.

Nel concorso a squadre è l’inno di Mameli a risuonare in terra iberica: le nostre Farfalle, si lasciano alle spalle la delusione dello scorso fine settimana a Baku, vincendo il concorso generale con il totale di 50.250, a cui si è aggiunto il 24.750 ottenuto nel misto con cerchi e clavette.
Con le azzurre sono salite sul podio la Bulgaria, seconda con 49.100, e la Russia, terza con 46.950.
Quarte invece le padrone di casa della Spagna, che hanno chiuso con il totale di 45.450.

Oggi andrà in scena l’atto conclusivo della prima di World Challenge Cup, con le finali di specialità che saranno trasmesse su volare.tv dalle 15:00 e che speriamo possano regalare altre grandi soddisfazioni a tutti noi italiani.

I risultati completi sono disponibili nella sezione allegati.

Al Palacio Multiusos di Guadalajara, città spagnola ad un’ora da Madrid, si è conclusa la prima giornata della prima prova di World Challenge Cup, che ha visto impegnate le individualiste con cerchio e palla e le squadre con il primo esercizio con le 5 palle.

Nonostante l’assenza di Dina e Arina Averina, impegnate in questi giorni nel test event dei Giochi Europei, la Russia continua il suo dominio assoluto, occupando anche in questa prova i primi due posti del podio con Alexandra Soldatova e Ekaterina Selezneva che chiudono al primo e secondo posto provvisorio con un totale di rispettivamente 43.750 e 41.550.
Completa il podio l’ucraina Khrystyna Pohranchyna: la vicecampionessa olimpica giovanile di Buenos Aires chiude al terzo posto con un totale di 41.350, a 0.20 dall’argento.
Molto bene Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri: le due azzurre, prossime a partire per l’Europeo, chiudono al quinto e ottavo posto provvisorio, con un totale di rispettivamente 39.150 e 37.200. Inoltre, Alexandra ha ottenuto l’accesso alle finali con cerchio e palla, mentre Milena ha conquistato solo quella con la palla.

Nella gara a squadre, l’Italia porta a termine un esercizio perfetto, premiato con il totale di 25.500, grazie al quale guidano la classifica provvisoria. Con loro ritroviamo Russia e Bulgaria, autrici di una prova macchiata da alcuni errori, che chiudono in seconda e terza posizione con 24.900 e 22.900.
Si qualificano con loro le squadre di Spagna e Stati Uniti con 21.150, Brasile con 20.300, Finlandia con 20.250 e Messico con 19.750.

Nella giornata di domani ci sarà la seconda parte delle qualificazioni che vedranno le individualiste impegnate nelle rotazioni con clavette e nastro, mentre le squadre affronteranno il secondo esercizio con cerchi e clavette.

Risultati completi nella sezione allegati.

Con le prove pedana riservata alle squadre e alle individualiste, siamo entrati nell’atmosfera della prima tappa di World Challenge Cup, in programma da domani a domenica nella città spagnola di Guadalajara, sede della precedente edizione del campionato Europeo.

In occasione di questa prima prova di World Challenge Cup sono state convocate per l’Italia Milena Baldassarri e Alexandra Agiurgiuculese, che tornano a calcare la pedana spagnola dopo le belle soddisfazioni della scorsa edizione. Le due azzurre, sorteggiate rispettivamente nel Gruppo A e B, affronteranno nomi di importanza internazionale come le russe Alexandra Soldatova e Ekaterina Selezneva, l’ucraina Khrystyna Pohranchyna e l’americana Laura Zeng, tutte incontrate già nelle precedenti prove di Coppa del Mondo di Aprile.

Sul fronte della gara a squadre, vedremo in pedana le nostre azzurre, grandi protagoniste nella scorsa edizione: il sestetto composto da Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Martina Santandrea, Letizia Cicconcelli, Agnese Duranti e Anna Basta, reduce dalla prestazione senza medaglie dello scorso weekend a Baku, scenderà nel secondo gruppo di qualificazione per secondo con le 5 palle e per sesto nel misto con cerchi e clavette.
Nonostante la poca partecipazione di squadre “forti”, ci sarà da tenere d’occhio gli ensemble di Russia e Bulgaria, due nazioni andate a podio nelle ultime prove di Coppa del Mondo. Inoltre, avremo modo di vedere in azione molte realtà in continua crescita come Messico, Brasile e Stati Uniti, che a livello internazionale si sono fatte notare negli anni passati con la partecipazione a campionati continentali e mondiali.

Le finali di questa prova di World Challenge Cup saranno trasmesse in esclusiva su volare.tv, mentre tutte le tre giornate di gara saranno disponibili su http://laligasports.es . Invece, i punteggi in tempo reale saranno disponibili al seguente link: http://rfegonline.com/acceso.php?idc=211

Nella sezione allegati sono disponibili le entries per entrambe le categorie aggiornate a queste ultime ore, gli ordini di salita e il programma dei tre giorni di competizione.

Si è conclusa nella giornata di ieri, domenica 3 Giugno, la 34esima edizione dei Campionati Europei Di Ginnastica Ritmica, che quest’anno si sono tenuti a Guadalajara, in Spagna.
L’ultima giornata di gare è stata segnata dalle grandissime emozioni che hanno portato il nostro paese a conquistare dei piazzamenti molto importanti.

 

FINALI PER ATTREZZO JUNIOR: L’ITALIA C’É!

 

Nel corso della mattinata si sono tenute le finali per attrezzo, alle quali accedevano le prime 8 ginnaste col miglior punteggio, ma solo una per nazione aveva l’opportunità di competere.
Per l’Italia, a portare in alto il nome del nostro Paese ci hanno pensato
Talisa Torretti (in finale a cerchio e nastro), Eva Gherardi (palla) e Sofia Raffaelli (clavette).

In tutte le finali per attrezzo juniores, ha avuto la meglio la Russia che ha vinto tutte le medaglie d’oro in palio.
Al cerchio,
Polina Shmatko (Russia) che con un totale di 18.825 punti si è aggiudicata il metallo più iridato, seguita dalla bulgara Tatyana Volozhanina (17.750) e dall’ucraina Khrystyna Pohranychyna (17.450).
La nostra
Talisa Torretti, in forza alla Società Ginnastica Fabriano, ha condotto una buona prova, guadagnandosi un punteggio di 16.500 che l’ha portata ad ottenere un sesto posto finale.

Alla palla, Eva Gherardi ha regalato al pubblico un’altra buona prestazione per l’Italia: la ginnasta in forza all’Armonia d’Abruzzo, ha svolto un esercizio davvero simpatico e con esso ha ottenuto il sesto posto, con un punteggio pari a 16.750. Sul podio troviamo la russa Lala Kramarenko (18.450), seguita dall’ucraina Khrystyna Pohranychyna (17.450) e dalla azera Arzu Jalilova (17.100).

Passiamo alla finale con le clavette, dove l’Italia è stata rappresentata dalla piccola ma talentuosa fabrianese Sofia Raffaeli, che ha portato a termine una prova frizzante e coinvolgente, ottenendo un quinto posto finale con un punteggio di 16.150. Sul podio troviamo la russa Daria Trubnikova (17.350), la bielorussa Anna Kamenschikova (16.725) e l’israeliana Valeriia Sotskova (16.450).

E per chiudere in bellezza il resoconto delle finali di specialità passiamo al nastro, dove l’Italia si è fatta onore, conquistando un bellissimo bronzo con la nostra Talisa Torretti, totalizzando un punteggio di 15.225. La nostra ginnasta, (precedentemente sesta col cerchio) ha ottenuto il terzo posto finale, alle spalle della russa Lala Kramarenko (17.000)e Khrystyna Pohranychyna (15.975).

Questi grandi risultati ottenuti nelle finali di specialità dalle nostre piccole rappresentano senza alcun dubbio un grande riconoscimento per il futuro di questo sport, e per Talisa ed Eva è un buon segnale in vista delle Youth Olympic Games, alle quali l’Italia ha ottenuto la qualificazione al test di febbraio, tenutosi a Mosca.

 

Le Junior italiane - Cantatore,Torretti, Gherardi, Raffaeli

FINALI A SQUADRE: ITALIA D’ORO E D’ARGENTO, NON BENE LE RUSSE NEL MISTO

 

Nel pomeriggio hanno avuto luogo le finali per attrezzo a squadre, riservate alle otto migliori che hanno potuto staccare il pass per per questo appuntamento nei due giorni precedenti, durante le qualificazioni.
Ma partiamo dalla finale ai cinque cerchi: nella prima delle due finali, è stata l’Italia a dire la sua, conquistando una fantastica medaglia d’oro con un esercizio “a regola d’arte” sulle note de “Il lago dei Cigni” di Tchaikovsky, pieno di passaggi meravigliosi e davvero difficili, molto apprezzati da pubblico e giuria che ha voluto premiare l’esercizio con un punteggio di 22.350.
Insieme a loro sono salite sul podio l’Ucraina (22.100) e la Russia (21.600) che il giorno precedente ha ottenuto il titolo di campione europeo assoluto.
Fuori dal podio vi troviamo la Bulgaria (21.250) che ha commesso un grave errore durante la competizione.

La seconda delle due finali prevedeva l’esercizio con tre palle e due funi, e qui c’era una grande attesa per il risultato finale, dal momento che, nella giornata di sabato, la Bulgaria era riuscita a qualificarsi alla finale di specialità nonostante una perdita d’attrezzo.
Ed è stata proprio la Bulgaria che ha lasciato il segno conquistando l’oro del riscatto con un 22.825, seguite dall’Italia con 22.350 e dall’Azerbaijan, medaglia di bronzo con 20.350. Non bene invece le russe, bronzo ai cerchi, che si vedono sfuggire il podio a seguito di una fune fuori pedana.

 

Le Farfalle a Gadalajara foto di Luca Agati

ALL-AROUND INDIVIDUALE: UNA FINALE AL CARDIOPALMA CON TANTI COLPI DI SCENA

Dopo le grandi emozioni della finale a squadre, il campionato europeo si è chiuso con la finale all-around individuale, riservata alle migliori 24 ginnaste che hanno ottenuto un posto per la nazione all’europeo dello scorso anno, tenutosi a Budapest.
È stata una gara molto sentita e piena di colpi di scena improvvisi, ma che ha regalato grandissime emozioni, nonostante numerosi errori ed imprecisioni commessi da buona parte delle ginnaste.
La gara è stata vinta dalla russa
Arina Averina (argento mondiale all’ultimo campionato del mondo), che ha registrato un totale complessivo sui quattro attrezzi di 79.250, seguita dalla sorella gemella Dina che ha totalizzato 77.750 e dalla bielorussa Katsiaryna Halkina che ha concluso la prova con un totale di 77.625.
Fuori dal podio alcuni nomi molto acclamati come l’israeliana
Linoy Ashram (75.025) che ha concluso in quarta posizione , seguita dalla bulgara Katrin Taseva (73.575) e dalla georgiana Salome Pazhava, sesta classificata.
L’Italia, rappresentata da
Milena Baldassarri (fresca di titolo assoluto) e Alexandra Agiurgiuculese, ha concluso rispettivamente al settimo e all’ottavo posto.

La gara delle individualiste è stata parte integrante della qualificazione per la seconda edizione dei Giochi Europei, in programma il prossimo anno a Minsk e alla quale vi accedevano le prime 8 squadre e le prime 12 classificate al concorso generale senior, con una ginnasta per nazione.

 

   di Rebecca Alessi 

Alexandra Agiurgiuculese - Guadalajara - foto di Luca Agati

Milena Baldassarri - Guadalajara - Foto di Luca Agati

Buonissimo inizio per questo Europeo di Ginnastica Ritmica targato Guadalajara. Dopo le rotazioni dei primi due attrezzi, cerchio e palla, le Azzurre Junior in gara, Talisa Torretti e Sofia Raffaeli della fAbriano, Eva Gherardi dell'Armonia d'Abruzzo e Anna Paola Cantatore della Iris Giovinazzo, hanno concluso con un punteggio totale di 64.000 poi sommato al 21.800 dell'Esercizio ai 5 cerchi della Squadra Senior, le Farfalle della ritmica italiana, facendo chiudere l'Italia in quarta posizione parziale nella classifica AA per Team Competition. 

Centrate tutte e tre le finali. Talisa Torretti accederà a quella al cerchio, Eva Gherardi a quella alla palla e la Squadra Nazionale Senior a quella a 5 cerchi. 

Discusso il punteggio dell'esercizio ai 5 cerchi dove la DTN Emanuela Maccarani ha fatto un ricorso che però non è stato accettato.

Oggi potremo seguire la seconda giornata grazie ai collegameni streaming che consentono le dirette sia per gli esercizi delle Junior che per i team Senior. Info 

Oggi le italiane saranno impegnate nella qualificazione individuale di clavette e nastro e nell'esercizio misto palle/funi. Scenderanno sulla pedana spagnola a partire dalle ore 17.35 nel GRUPPO D. 

ALBUM FOTO ECH GUADALAJARA scatti di Luca Agati 

Si avvicina una nuova edizione dei Campionati Europei di Ginnastica Ritmica, che quest’anno saranno ospitati dalla città spagnola di Guadalajara dall’1 al 3 Giugno, dove dal 2016 si tiene annualmente una tappa del circuito della World Challenge Cup.
A questa edizione, alla quale prenderanno parte 42 nazioni, parteciperanno le individualiste junior (che gareggeranno nel concorso per nazioni) e le squadre senior. Inoltre, nella giornata di domenica 3 ci sarà la gara individuale senior con le migliori 24 ginnaste della passata edizione.

Quest’anno l’Italia si presenta con le sue “punte di diamante” in tutte le categorie, reduci da successi a livello internazionale molto importanti in vista di questa competizione.

TEAM JUNIOR: UN “QUARTETTO D’ASSI” PER IL FUTURO DELLA RITMICA ITALIANA


Al concorso per nazioni Juniores, che si svolgerà su cerchio, palla, clavette e nastro, possono partecipare tutte le ginnaste nate negli anni tra il 2003 e il 2005.
Per l’occasione, sono state convocate:

- Talisa Torretti – cerchio, nastro (Società Ginnastica Fabriano),

- Eva Gherardi – palla, clavette (Armonia D’Abruzzo),

- Sofia Raffaelli – cerchio, clavette (Società Ginnastica Fabriano),

- Anna Paola Cantatore – palla, nastro (Iris Giovinazzo).

Le ginnaste saranno accompagnate dalle allenatrici Julieta Cantaluppi, Anna Plotkina e Germana Germani, quest’ultima facente le funzioni di Team Leader e dal fisioterapista Alessandro Calcinaro.

 

SQUADRA SENIOR: PRIMA TAPPA IMPORTANTE PER I GIOCHI EUROPEI


Ci sarà anche spazio per la competizione a squadre senior. Le nostre azzurre, reduci da due argenti e un oro conquistati nella tappa di World Challenge Cup tenutasi nella città dove si terrà l’Europeo, saranno rappresentate da:

- Alessia Maurelli (Aeronautica Militare),

- Martina Centofanti (Aeronautica Militare),

- Martina Santandrea (Estense Putinati Ferrara),

- Agnese Duranti (La Fenice Spoleto),

- Letizia Cicconcelli (Società Ginnastica Fabriano),

- Anna Basta (Pontevecchio Bologna).

La squadra sarà accompagnata dall’allenatrice Valentina Rovetta, dalla coreografa Federica Bagnera, dalla Team Leader Emanuela Maccarani e dal fisioterapista Nicola Appella.
Il piazzamento nell’all-around di quest’anno sarà molto importante, in quanto le prime 8 squadre classificate si qualificheranno direttamente alla prossima edizione dei giochi europei, che avranno luogo a Minsk, nell’estate 2019.

 

INDIVIDUALISTE SENIOR: UN RISULTATO PER CONFERMARSI


Nella giornata di domenica, avranno luogo le finali all-around dedicate alla categoria senior individuale.
Per l’Italia sono state convocate Alexandra Agiurgiuculese (A.S. Udinese) e Milena Baldassarri (Società Ginnastica Fabriano), accompagnate da Spela Dragas e che hanno trionfato da poco al Grand Prix di Holon.
Anche per loro la competizione sarà molto importante, in quanto le prime 12 classificate (una per nazione) otterranno la qualificazione diretta ai giochi europei del prossimo anno.

Completano la delegazione l’allenatrice Kristina Ghiurova, la dottoressa Maria Conforti e la team manager della Federazione Ginnastica d’Italia Paola Porfiri.
A capo della delegazione ci sarà Fabrizia D’Ottavio, medaglia d’argento con la squadra alle Olimpiadi di Atene nel 2004.

(caricare foto del programma di gara)
L’Italia juniores, nel primo giorno, gareggerà nella suddivisione B, a partire dalle 12.50, mentre la squadra, scenderà in pedana per dodicesima.
Per il secondo giorno, la discesa in pedana dipenderà dal piazzamento provvisorio del giorno precedente.
Come l’anno scorso, ci sarà la team competition, il cui risultato per quest’anno è dato dalla somma dei punteggi delle individuali junior e delle squadre senior.
Per entrambe le categorie sopracitate, saranno previste le finali per attrezzo, che verranno riservate alle migliori otto di ogni gara. Per le Junior verrà ammessa una per nazione.

In attesa di novità riguardo la trasmissione, cogliamo l’occasione per porgere un grande “in bocca al lupo” alle nostre ragazze!

 

circolare ufficiale convocazioni

 

 

 

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments