Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 17 Settembre 2019
 ginnasticando.it

Camilla Campagnaro, classe 2004, si è fatta notare nella scorsa stagione per le ottime capacità tecniche, che unite al suo temperamento volitivo, le hanno consentito di vestire la maglia azzurra ad alcuni importanti appuntamenti con la nazionale italiana di Ginnastica Artistica Femminile. 
Pronta ad iniziare la Serie A2 con le sue compagne del Gruppo Sportivo Audace, si racconta a Ginnasticando.it per parlare dei suoi inizi in palestra e di come si sta preparando per gli importanti appuntamenti di questa stagione, uno tra tutti la prima edizione dei Mondiali Juniores a Gyor (Ungheria) e gli EYOF, in programma a Baku.
 

Come ti sei avvicinata alla Ginnastica Artistica?
Ho iniziato con la Ginnastica Artistica quando avevo 4 anni e mezzo per praticare uno sport. Era abbastanza comodo da casa, quindi ho cominciato.

Sei una delle speranze del Team Italia Junior e hai ottenuto importanti risultati a livello nazionale e internazionale, uno tra tutti il Torneo Internazionale di Combs La Ville. Qual è stato il momento in cui hai vinto una scommessa con te stessa come atleta?
I Campionati Italiani Assoluti: diciamo che quella è stata una delle gare più belle fino ad adesso, anche perché ho gareggiato contro delle ragazze molto più grandi di me e comunque sono riuscita ad arrivare sesta, che per me è un buon risultato.

Ci racconti come è organizzata la tua quotidianità per far fronte ai tuoi impegni sportivi?
La mattina dalle 8:00 alle 13:30 sono a scuola, dopo torno a casa per il pranzo e dalle 15:00 alle 18:30 sono in palestra per l’allenamento. La sera, quando torno a casa, faccio i compiti e poi vado a letto.

Il 2019 sarà l’anno dei primi Mondiali Junior, che per l’Artistica si terranno a Gyor (Ungheria). Come ti stai preparando per questo importante appuntamento?
Il 2019 sarà un anno davvero importante in vista dei Mondiali Junior. Prima di questo evento avrò altre gare da disputare che mi impegneranno e mi daranno l’opportunità di confrontarmi prima di tutto con me stessa; avrò modo così di consolidare i nuovi esercizi.

Quali sono i tuoi punti di forza e di debolezza?
Il mio punto di debolezza è la trave e di forza il corpo libero e volteggio.

Tra poco comincerà il Campionato di Serie A2, che obiettivi ti sei fissata per questo evento?
Con la mia squadra mi piacerebbe rimanere in Serie A e poi ottenere una buona posizione.

Chi è la tua fonte d’ispirazione nella Ginnastica?
Non ho una fonte d’ispirazione particolare, ma guardo tutte le ginnaste più brave ed esperte di me.

Il tuo attrezzo di punta?
Volteggio.

Chi è Camilla fuori dalla palestra? Quali sono i suoi hobby e interessi nel poco tempo libero a disposizione?
Mi piace ascoltare la musica e quando ho il tempo, vedermi con gli amici.

Ciao Camilla…da parte della redazione di Ginnasticando.it l’augurio più sincero di portare in alto i colori della Nazionale.

Abbiamo incontrato a Torri di Quartesolo le ragazze del Gruppo Sportivo Audace, pronte al debutto nel campionato nazionale di Serie A2. A due giorni dall’evento di Busto Arsizio, in programma domenica 24 Febbraio, il Direttore Tecnico della squadra veneta Ivan d’Este, racconta gli obiettivi per l’imminente campionato.

Un anno fa la storica promozione nel campionato di A2, a distanza di un anno ci ritroviamo al debutto nella massima serie. Con che spirito il Gruppo Sportivo Audace si sta preparando a questo grande appuntamento?
Lo spirito è sempre vitale, cercheremo di fare del nostro meglio. Stiamo lavorando sui dettagli per presentare al meglio gli esercizi. È tutto un lavoro di rifinitura, c’è ancora qualcosa da mettere a posto ma puntiamo a fare bene, come sempre.

Quali sono gli obiettivi per questa nuova avventura?
Gli obiettivi sono sempre quelli di portare a termine gli esercizi al meglio dell’espressività e della completezza. Quando le ginnaste fanno la loro gara corretta per noi è sempre una grande vittoria, poi deciderà la classifica: se ci sono atlete più brave è giusto che siano gratificate, però la cosa più importante è portare a termine gli esercizi in modo corretto e con spirito di squadra.

Quale sarà la formazione che scenderà in campo gara? Avete preso in prestito alcune ginnaste provenienti da altre società?
Abbiamo preso in prestito alcune ginnaste ad esempio dalla Ginnastica Civitavecchia e una tesserata con la Junior 2000. Siamo alla nostra prima esperienza in questo ma ci siamo consultati un po’ nel team e pensiamo che possa essere d’aiuto per la nostra squadra. In questo modo, potremo valutare le nostre forze in campo gara e quelle avversarie più serenamente.

Al Torneo di Combs La Ville di metà novembre, Camilla Campagnaro ha vinto l’oro nel concorso per nazioni con le compagne di nazionale Chiara Vincenzi e Veronica Mandriota. Cosa si sente di dire a proposito e quali sono gli obiettivi in vista dei prossimi appuntamenti nazionali ed internazionali?
La gara di Combs La Ville per Camilla non è stata una gara esaltante, in quanto la ragazza non era in forma. Nonostante questo la sua esecuzione è stata d’aiuto per la conquista dell’oro.
Per quanto riguarda il resto, invece, stiamo lavorando per concretizzare altre possibilità di movimenti/difficoltà da inserire negli esercizi e, sempre che lei possa star bene, pensiamo di poterli inserire con una certa sicurezza nella esibizione da presentare in campo gara.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments