Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 25 Agosto 2019
 ginnasticando.it

L'estate sta per vogere al termine e così anche la lunga pausa dalle competizioni della nazionale italiana di Ginnastica Artistica Femminile. Durante la lunga pausa estiva, infatti, il lavoro delle ginnaste (e dei ginnasti) italiani si è spostato dalle pedane dei campi gara a quello ben più arduo delle palestre, dove l'obiettivo è stato quello di preparare un mondiale importantissimo, quello di ottobre, qualificante per le Olimpiadi. La squadra femminile è stata chiamata a riunirsi in un collegiale in vista della prima uscita della nuova stagione, un'amichevole in Olanda, a Heereveen. Le ginnaste convocate saranno con buona probabilità quelle più quotate a rappresentare l'Italia anche al mondiale di Ottobre, e quella di Heereveen sarà un'occasione per il DTN Enrico Casella per testare squadra ed esercizi in un contesto internazionale ma allo stesso tempo più rilassato e informale. Le ginnaste sono state convocate a Brescia assieme ai loro rispettivi allenatori e allenatrici per il 25 agosto, dove resteranno fino al 29, data in cui, la squadra che Casella avrà deciso di schierare partirà in direzione dei Paesi Bassi. Le ginnaste convocate sono:

CAROFIGLIO Desiree

D'AMATO Alice

D'AMATO Asia

GRISETTI Giada

IORIO Elisa

LINARI Francesca Noemi

MAGGIO Martina

MORI Lara

VILLA Giorgia

Continua a crescere l'entusiasmo per i prossimi Campionati del Mondo di Ginnastica Artistica Maschile e Femminile, in programma a Stoccarda dal 4 al 13 di Ottobre. 

La cittadina tedesca si prepara ad ospitare questa competizione per la terza volta, dopo le edizioni del 1989 e del 2007 presso la Hanns-Martin-Schelyer-Halle.

E' d'importanza assoluta questa 49° edizione, ultima prova qualificante per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, e in cui verranno strappati gli ultimi lasciapassare per gli atleti e le squadre partecipanti, oltre a quelle già inserite nel main draw.

Nella giornata di martedì 17 Luglio presso la Stuttgart's City Hall si sono svolti i sorteggi, i primi avvenuti elettronicamente, per le suddivisioni delle squadre e gli ordini di rotazioni. Alla presenza del Presidente della Federazione Tedesca di Ginnastica Alfons Hoelzi, del Vice Presidente della Federazione di Ginnastica Sveva Michael Buerkle, ai rappresentati della FIG, il Presidente della Commissione Tecnica WAG Donatella Sacchied il Presidente della Commissione Tecnica MAG Arturs Mickevics; ed in rappresentanza degli atleti la plurimedagliata Catalina Ponor, ambasciatrice ufficiale di questa edizione, il Campione Olimpico e del Mondo Fabian Hambuechen, e a portavoce della squadra Nazionale tedesca, Kim Bui eEmilie Petz.

Per le Italiane sembra un girone in apparenza facilitato ruotando assieme a Gran Bretagna in parallela, e due gruppi formati da più squadre. Dovranno attendere l'esito di tutte le rotazioni con un occhio particolare alle prove di Olanda (8°), Giappone (9°), Russia (10°) e Usa e Brasile (12°), team estremamente competitivi e da cui saranno ostico ma non impossibile riuscire a portare a casa il pass per l'edizione nipponica dei prossimi Giochi Olimpici.

Le gare si svolgeranno dalle h9:00 di sabato 5 Ottobre.

La squadra maschile, reduce dai successi in campo Junior e degli specialisti della nazionale maggiore, nonché i risultati di Nicolò Mozzato e di Marco Lodadio, inizierà la sua qualificazione al corpo libero insieme ai team di Cina Taipei, Kazakistan e tre gruppi a suddivisione mista.

L'orario di inizio è fissato per le h10:00 di domenica 6 Ottobre.

Si sono conclusi ieri, con l'ultima giornata di finali, i Campionati Europei di Stettino 2019!

L'Italia non riesce ad aggiungere altre medaglie al suo palmares, accontentandosi solo dell'argento di Lodadio agli anelli e del Bronzo di Alice D'Amato alle parallele. 

In gara ieri erano impegnati gli azzurri Giorgia Villa alla trave, Nicola Bartolini al volteggio, Ludovico Edalli e Carlo Macchini alla Sbarra.

Giorgia Villa porta a termine un esercizio da dimenticare, sebbene avesse ottenuto il primo punteggio in qualifica, a causa di due cadute e vistosi sbilanciamenti si ferma a 11.200 finendo all'ottavo posto. La finale a trave comunque non è stata una delle più brillanti, ci sono stati errori ed imprecisioni da parte di tutte le ginnaste in gara. Salgono sul podio, comunque, la britannica Alice Kinsella e le francesi Mélanie de jésus dos Santos e Lorette Charpy.

Nicola Bartolini invece stoppa due volteggi alla perfezione, e con il punteggio di 14.449 ottiene il sesto posto europeo nella classifica di specialità.il podio viene formato dal russo Abliazin, dall'Israeliano Medvedev (a cui viene accettato il ricorso all'ultimo minuto) e dal russo Dalaloyan, protagonista indiscusso di questo europeo.

Alla Sbarra invece ottime prestaziono di Macchini, che ottiene il quarto posto in classifica, appena fuori dal podio con 14.066 e Ludovico Edalli che commette un paio di sbavature e ottiene il quinto posto 13.433. Da segnalare l'infortunio alla spalla del Britannico Hall e l'esercizio show dell'Olandese Zonderland che con il punteggio stellare di 15.263 conquista ovviamente una meritatissima medaglia d'oro. Dietro di lui il russo Dalaloyan e il croato Srbic. 

Si sta concludendo in questi minuti la premiazione del concorso generale femminile dei campionati europei di Stettino 2019! 

A sorpresa, la Francese Mélanie de jésus dos Santos si laurea campionessa d'Europa (con 55.433), lasciandosi alle spalle la Britannica Ellie Downie (con 55.365) e la super favorita, la russa Angelina Melnikova (55.065).

Per quanto riguarda le Italiane (che ricordiamo sono reduci da infortuni e malanni vari), Alice D'Amato e Giorgia Villa di confermano tra le 6 migliori Ginnaste.

La D'Amato si ferma ai piedi del podio con 53.233 a causa di una caduta a trave; avrebbe potuto prendere almeno un punto in più. I suoi punteggi sono stati  14.233 al volteggio, 14.200 alle parallele, 12.300 alla trave e 12.500 al corpo libero.

Giorgia Villa invece conferma il sesto posto ottenuto in qualifica; 14.300 al volteggio, 13.533 alle parallele, 12.633 alla trave e 12. 533 al corpo libero.

Ricordiamo che questo è il primo europeo per le nostre Azzurre e che quindi i risultati sono più che soddisfacenti!

A domani con le finali di specialità!

Si è conclusa da pochissimi minuti la quarta suddivisione della gara di qualifica dei campioneti europei di Stettino. 

Le Fate, che hanno gareggiato in seconda e in terza suddivisione, volano in finale ma non conducono una gara propriamente brillante; da Giorgia Villa, Asia D'amato, Elisa Iorio e Alice D'Amato, ci si aspettava qualcosa in più.

Giorgia Villa, reduce da vari infortuni, ha gareggiato con la febbre a 38 ma nonostante questo è riuscita a conquistare la finale a trave con il primo punteggio, 13.766!! Gli altri punteggi di Giorgia sono stati 12.666 al quadrato (esce di pedana nell'ultima diagonale), 14.233 per il doppio avvitamento al volteggio e 12.700 alle paralele (caduta dal Ricna)

Asia D'Amato conquista al quarto posto la finale al volteggio con una media tra i 2 salti di 14.166! Piazza poi un buon 13.886 alle parallele, 12.900 al quadrato e 11.433 alla trave.

Alice D'Amato riesce per un soffio a qualificarsi per la finale alle parallele con il settimo punteggio 14.000, prende poi 14.366 al volteggio, 12.466 a trave e 12.533 al corpo libero.

Giornata no invece per Elisa Iorio che non raggiunge alcuna finale; prende 12.633 al corpo libero, 13.000 alla trave, si ferma a causa di un errore, a 13.266 alle parallele pur avendo un esercizio spettacolare! E infine ottiene 13.233 al volteggio.

In ottica all around invece accederanno alla finale a 24 Giorgia Villa e Alice ice D'Amato, entrambe al sesto posto e con lo stesso punteggio 53.565!

Siamo sicure che le fate potranno darci mole soddisfazione nelle finali!! Gamba!

 

 

 

 

La Brixia Brescia ha vinto la seconda tappa della Serie A 2019 di ginnastica artistica svoltasi a Padova, con un punteggio di 166.300!! Secondo podio quindi per la società di Enrico Casella che varrà quasi sicuramente lo scudetto finale.

Secondo posto (provvisorio) per l’Artistica 81 Trieste (155.800) grazie alle Ginnaste di Punta Alessia Federici e Federica MacrìCompleta il podio la Ginnastica Civitavecchia (152.000), le giovani laziali guidate da Giulia Cotroneo e Giulia Benini. 

A livello individuale abbiamo assistito al ritorno di Giorgia Villa alle parallele asimmetriche (14.850 cinque decimi di bonus, Dscore 6.1), con un esercizio. Importante che fa ben sperare per i prossimi campionati europei di Stettino (Polonia). 

Le gemelle Asia e Alice d’Amato hanno condotto un'ottima gara al volteggio (Dty per tutte e 2) (14.950 per Asia e 14.600 per Alice) e alle parallele sebbene con qualche imperfezione da parte di Asia. Meno bene la gara al corpo libero dove hanno commesso importanti errori.

Ottima gara anche per Elisa Iorio, anche lei con il doppio avvitamento al volteggio (14.500), ha eseguito un egregio di alle parallele (14.550, 6.1 dscore) e ha poi migliorato l'esercizio alla trave. (13.700, 5.1) 

Splendida prova anche per Lara Mori che, tornata da poco dalle 2 tappe di coppa del mondo, riesce a trascinare la sua società (Giglio Montevarchi) al quarto posto. 

Meno bene la Gal Lissone che si ferma al settimo posto, ma ottimi gli esercizi di Carlotta Ferlito al quadrato e alla trave ( rispettivamente 13.600 e 13.050)

L'ultima tappa di serie A si terrà a Firenze i primi di Maggio! Non perdetela! 

Manca davvero poco alla notte del 4 Dicembre in cui verrano consegnati i Gazzetta Sports Award 2018 durante il Gran Galà organizzato dal quotidiano rosa più famoso d'Italia.

Tantissimi i campioni e i volti noti dello sport azzurro che si sono conquistati una nomination in una delle nove categorie (Uomo dell'anno, Donna dell'anno, Squadra dell'anno, Allenatore dell'Anno, Best Performance, Exploit, Promessa dell'anno, Atleta Paralimpico e Rivelazione dell'anno).

All'interno spiccano sicuramente la Juventus del double scudetto-Coppa Italia, la paraolimpionica Bebe Vio, il capitano interista Mauro Icardi, la donna simbolo della pallavolo Paola Egonu, ma mai come in questa edizione la ginnastica azzurra ha avuto così tanti rappresentanti:

Giorgia Villa, Marco Lodadio, la Nazionale di Ginnastica Ritmica e Emanuela Maccarani allenatrice delle Farfalle, sono i nomi che rappresentano il mondo della polvere di magnesia a questi Awards.

Dalla rosa iniziale in ogni categoria ne è rimasto un trittico dal quale uscirà il nome del vincitore in quel del 4 Dicembre.

 

Squadra dell'anno 

Juventus, Nazionale Italiana di Ginnastica Ritmica e Nazionale Italiana di Pallavolo.

Il team guidato da Emanuela Maccarani è salito sul podio dei Mondiali di Sofia nel misto sulle note di “Eye of the tiger”, argento ai cinque cerchi e bronzo, e dovranno difendersi dalla juventus del doppio scudetto-Coppa Italia e dalla Nazionale di Pallavolo rivelazione del Mondiale di giapponese conclusosi in fianle con la Serbia ed un bagno di pubblico immenso.

 

Promessa dell'anno

Francesco Bagnaia, Letizia Paternoster e Giorgia Villa.

La Brixina che all'ultimo anno da juniores ha vinto tutto ciò che le era in suo possesso, Campionessa Assoluta Italiana, Campionessa Europea e Campionessa Olimpica giovanile, oltre che gli ori al volteggio e al corpo libero di Buenos Aires e di Riccione, dovrà difendersi dalla reginetta del ciclismo azzurro e il campione del Mondo di Moto2, ennesima conferma della scuola italiana di motociclismo, ennesimo parto della Academy di Valentino Rossi.

 

Rivelazione dell'anno

Marco Lodadio, Simona Quadarella e Filippo Tortu.

Un girone infernale è toccato al nostro principe degli anelli fresco di bronzo Mondiale di Doha, dopo l'ultimo successo di Matteo Morandi a Rotterdam 2010, dovendosi confrontare con un certo Filippo Tortu ovvero l'uomo più veloce d'Italia, l'unico che è stato in grado di abbattere il muro dei 10” nei 100 metri piani e abbattendo il record di Mennea del 1979, e quella che è la promessa del nuoto azzurro Simona Quadarella, l'unica in grado di vincere tre ori Europei, primato spettato nemmeno alla Regina Assoluta Federica Pellegrini.

 

Aspettiamo insieme la serata del 4 Dicembre per la proclamazione dei Gazzetta Sports Awards con la certezza che la ginnastica italiana sarà sta capace di smuovere i cuori dei molti italiani che finora hanno già votato per Marco, Giorgia e le Farfalle.

Definiti anche i nomi delle stelle della ginnastica artistica femminile che, l’8 dicembre, illumineranno il Grand Prix Antenore Energia 2018 a Padova. Lara Mori si presenta per il 5° anno consecutivo al galà della ginnastica più atteso dell’anno: campionessa a squadre, nell’all-around e al corpo libero ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona, finalista nel concorso generale ai mondiali di Doha e due volte campionessa nazionale al corpo libero sia nel 2017 sia nel 2018.

Al fianco della plurimedagliata ginnasta olimpica giovanile di Buenos Aires 2018 Giorgia Villa saranno presenti le altre “FATE”: Alessia Federici ed Elisa Iorio, le gemelle Asia e Alice D’Amato. Le azzurrine arrivano a Padova dopo aver dimostrato di poter gareggiare ad altissimo livello in campo europeo junior a Glasgow 2018, dove hanno vinto il concorso a squadre di categoria. Nell’individuale scozzese, invece, Giorgia Villa ha messo a segno un exploit con 4 medaglie (oro concorso individuale e trave; argento al corpo libero e al volteggio); straordinarie sono state anche le prestazioni di Asia D’Amato salita sul gradino più alto del podio al volteggio ed Elisa Iorio con il Bronzo alla trave.

Per la ginnastica acrobatica scenderanno in pedana, straordinariamente insieme, Michael Grossi e Rebecca Sirca, protagonista anche ad Italia’s Got Talent: gli azzurri promettono una coreografica esuberante e spettacolare.

È quasi tutto pronto ormai per la ventisettesima edizione del Grand Prix Antenore Energia 2018 che si preannuncia come una parata dei campioni Azzurri di Artistica, Ritmica, Aerobica e Acrobatica pronti ad allietare il pubblico con esibizioni uniche nel loro genere.

I tagliandi possono essere acquistati su TicketOne al www.ticketone.it, oppure tramite Call-center al numero 892.101 (servizio a pagamento) e presso i punti vendita del circuito. Il costo di ingresso alla Kioene Arena è di 14 euro (10 euro per i tesserati FGI e gli Under 12) per il secondo anello, tribuna non numerata; 25 euro (20 euro per i tesserati FGI e gli Under 12) per il primo anello, tribuna numerata. Sono previste, fino ad esaurimento delle disponibilità, agevolazioni e scontistiche per società affiliate alla FGI che saranno comunicate come di consueto alle società. La Segreteria dedicata all’evento è raggiungibile all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Il Grand Prix Antenore Energia 2018 è organizzato da Federazione Ginnastica d’Italia, in collaborazione con SG Plus Ghiretti & Partners, il supporto e il patrocinio del Comune di Padova. I partner, oltre ad Antenore Energia Title Sponsor Grand Prix 2018, sono Baby-G, Freddy e Ringo. I partner istituzionali sono: Istituto per il Credito Sportivo, Esercito, Arenautica Militare e CONI Comitato Regionale Veneto. La Gazzetta dello Sport, il Mattino di Padova e Radio Bella & Monella affiancano l’evento come Media Partner.

Per rimanere sempre aggiornati sulle novità e le iniziative in programma, è possibile seguire il Grand Prix di Ginnastica sulla Pagina FacebookGrand Prix di Ginnastica e sui profili Twitter (@GPginnastica) e Instagram (grandprixginnastica), oppure seguire l’hashtag ufficiale della manifestazione #GrandPrixGinnastica.

Con la cerimonia di chiusura si sono chiuse a Buenos Aires le terze Olimpiadi Giovanili.

Al termine di questa edizione, la prima in Sud America, l’Italia chiude al quarto posto il medagliere con 41 medaglie, 16 d’oro, 12 d’argento e 13 di bronzo (incluso quelle conquistate nelle competizioni per team misti) e preceduta da Russia, Giappone e Cina.

La Ginnastica ha dato un grande contributo a questo eccellente risultato: da essa sono arrivate 6 medaglie (4 ori, 1 argento e 1 bronzo) dalle nostre Giorgia Villa (Ginnastica Artistica) e Talisa Torretti (Ginnastica Ritmica), la prima tre volte sul gradino più alto del podio e la seconda d’oro nel concorso multidisciplinare.

Qui sotto, il riepilogo delle medaglie.

ORO
Davide Di Veroli (Scherma, Spada)
Alberto Zamariola e Nicolas Castelnovo (Canottaggio, Due Senza)
Davide Di Veroli e Martina Favaretto (Scherma, team misto continentale)
Veronica Toniolo (Judo, team misto internazionale)
Thomas Ceccon (Nuoto, 50 sl)
Talisa Torretti (Ginnastica, evento multidisciplinare team misto internazionale)
Alessio Crociani (Triathlon, staffetta mista continentale)
Giorgia Speciale (Vela, windsurf techno 293+)
Cristiano Ficco (Sollevamento Pesi, 85 kg)
Giorgia Villa (Ginnastica Artistica, concorso generale, volteggio, corpo libero)
Giovanni Toti (Badminton, staffetta team misto internazionale)
Giacomo Casadei - in sella a Darna Z (Sport Equestri, salto ostacoli individuale)
Sofia Tomasoni (Vela, kiteboard TT:R)
Martina La Piana (Pugilato, -51 kg)

ARGENTO
Martina Favaretto (Scherma, Fioretto)
Giacomo Casadei - in sella a Darna Z – (Sport Equestri, salto a ostacoli a squadre continentali)
Vincenzo Maiorca (Sport rotellistici, combinata sprint 500 metri)
Thomas Ceccon (Nuoto, 200 misti e 50 dorso)
Marco De Tullio (Nuoto, 400 stile libero)
Alessia Nobilio (Golf, individuale)
Alessandra Cortesia (Break Dance, squadra mista internazionale)
Nicolò Renna (Vela, windsurf techno 293+)
Giorgia Villa (Ginnastica Artistica, parallele asimmetriche)
Dalia Kaddari (Atletica, 200 m)
Claudia Scampoli e Nicol Bertozzi (Beach volley)

BRONZO
Federico Burdisso (Nuoto, 100 farfalla, 200 farfalla)
Alessio Crociani (Triathlon)
Giorgia Valanzano (Sport rotellistici, combinata sprint 500 metri)
Thomas Ceccon (Nuoto, 100 dorso)
Gabriele Caulo (Taekwondo, -63 kg)
Federico Burdisso, Thomas Ceccon, Marco De Tullio e Johannes Calloni (Nuoto, 4x100 stile libero)
Assunta Cennamo (Taekwondo, -63 kg)
Marco De Tullio (Nuoto, 800 sl)
Carmelo Alessandro Musci (Atletica, peso)
Niccolò Filoni (Pallacanestro 3x3, dunk contest)
Talisa Torretti (Ginnastica Ritmica, all-around)
Rosario Ruggiero (Karate, kumite -68 kg)

Incredibile! Non vi è aggettivo più adatto per descrivere l'avventura di Giorgia Villa alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires in corso di svolgimento, perchè l'azzurrina non avrebbe saputo fare meglio concludendo con l'oro al corpo libero la sua avventura in terra argentina. 

Dopo la storica medaglia d'oro nel concorso generale Giorgia Villa ha saputo confermarsi come la migliore ginnasta junior al mondo sulla pedana del corpo libero con un 13.300 (4.8 D) che ha lasciato indietro la britannica Amelie Morgan e l'ucraina Anastasia Bachynska. Pulizia, potenza e precisione estrema sui salti hanno caratterizzato il suo esercizio, convincendo i giudici ed incantando il pubblico presente.

La precisione che l'ha distinta anche sulla tavola il giorno prima, con l'esecuzione di uno yurchenko con doppio avvitamento che non ha lasciato alcun dubbio alla giuria a darle 14.600, che insieme al 13.866 del secondo salto la fa terminare a una media di 14.233, lasciando dietro di sé l'ungherese Csenge Bacskay e la canadese Emma Spencer.

Tre sono i titoli iridati con cui fa ritorno a casa la ginnasta in forza alla Brixia, un bottino storico insieme all'argento alle parallele asimmetriche ed un quarto posto alla trave.

La ginnasta accompagnata dal tecnico Marco Campodonico ha saputo bissare il successo di Carlotta Ferlito ai Giochi del 2010, che pur con tre medaglie non raggiunse l'oro, mettendo una grosso punto esclamativo su quelle che saranno le prossime competizioni che la vedranno coinvolta tra le senior, perchè dal 2019 la 15enne bergamasca farà il salto di categoria.

Di questo 2018 si dirà che è stato l'anno di Giorgia iniziato con l'oro Nazionale All Around, per ribadire il suo talento prima come Campionessa Europea Junior e infine come Campionessa Olimpionica Giovanile, possiamo dire la più forte Ginnasta Junior al Mondo.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments