Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 16 Giugno 2019
 ginnasticando.it

Grandi notizie per la ginnastica artistica femminile! Clara Colombo, ginnasta pilastro della Juventus Nova Melzo, sta per realizzare uno dei suoi sogni più grandi. Avendo portato a termine la stagione di gare nel migliore dei modi, sia individualmente che con le sue compagne di squadra, ha solo un ultimo ostacolo da superare prima di dare una svolta decisiva alla sua vita. Infatti, dopo il superamento degli imminenti esami di maturità, Clara partirà in volta dell’America; grazie all’aiuto dell’associazione StAR International, è riuscita a vincere una borsa di studio per l’Università del Nebraska, dove potrà far conciliare i suoi studi con la pratica della ginnastica ad alti livelli.

Durante una breve intervista, Clara ci ha confessato di essere molto emozionata e di non vedere l’ora di dare il via a questa magnifica avventura.

Com’è nata l’idea di continuare la tua carriera da ginnasta negli Stati Uniti?

Penso sia nato tutto dalle domande “Cosa voglio fare da grande?”, “Cosa voglio diventare?”. Da lì sono partire varie considerazioni. Sicuramente volevo fare l’università, ma allo stesso tempo non avevo nessuna intenzione di rallentare con la ginnastica. Qui in Italia è difficile conciliare sia studio che sport ad alto livello, e nel momento in cui mi sono trovata davanti questa opportunità di andare in America, studiare là e gareggiare nel campionato NCAA, ho subito capito che era quello che volevo fare.

Chi ti ha guidato in questa scelta e aiutato a trovare l’Università più adatta a te?

Mi sono affidata alla StAR International, che si occupa proprio di offrire questa opportunità a studenti-atleti di alto livello. Loro mi hanno messo in contatto con diverse università americane e mi stanno tuttora aiutando nei processi burocratici. La scelta dell’università è ricaduta sulla University of Nebraska e, nonostante sia stata una mia scelta, di fianco ho sempre avuto anche la mia famiglia. Ho scelto questo college perché il livello è molto buono, sia accademicamente che “ginnasticamente” parlando. Inoltre, ho avuto la fortuna di poter incontrare di persona la mia futura coach, la quale mi ha dato una buonissima impressione. Non vedo già l’ora di iniziare!

Sei la prima ginnasta italiana a cimentarsi in questo tipo di avventura. Come ti senti a riguardo? Quali sono le tue aspettative?

Emozionata sicuramente, ma davvero tanto entusiasta! Spero di poter “aprire la pista” nel modo giusto, affinché altre ginnaste possano intraprendere questa strada perché penso sia davvero un’opportunità unica. Per quanto riguarda le mie aspettative, spero tanto di divertirmi, di conoscere nuove persone e soprattutto di imparare il più possibile sotto tutti i punti di vista.

Si è appena conclusa una bellissima stagione di gare nella quale tu e la tua squadra avete fatto un gran bel lavoro. Ti senti soddisfatta? Qual è stata la reazione delle tue compagne?

Sono super soddisfatta del lavoro svolto in palestra con le mie compagne di squadra. Sono fiera di quello che siamo e di quello che abbiamo fatto in questo campionato. Il legame che abbiamo creato è davvero unico, siamo come sorelle, e anche con gli allenatori abbiamo instaurato un rapporto davvero vincente. Loro saranno una delle cose che più mi mancherà! Dopo aver comunicato loro questa mia decisione erano molto felici, ci siamo commossi tutti insieme, e non posso desiderare cosa più bella!

Quindi adesso esami di maturità e poi in volo per l'America! Quando è prevista la partenza? L’idea di essere da sola ti spaventa?

Partirò intorno alla metà di agosto. La preoccupazione c’è, penso sia normale, ma l’entusiasmo è davvero tanto e non vedo l’ora di scoprire che cosa ha in serbo il futuro per me!

Sperando possa essere un esempio per tutte le ginnaste che vogliano intraprendere una carriera sportiva all’estero, il team di Ginnasticando.it fa un grande in bocca al lupo a Clara e le augura il meglio per il suo avvenire!

L'ultima pagina per la Serie A2 Italiana Femminile 2019 è stata scritta al Nelson Malndela Forum di Firenze e ha visto trionfare la Fanfulla di Lodi sulla Ginnastica Salerno e L'Audace. E sono proprio queste tre le squadre a guadagnare la promozione in Serie A1. Prima in classifica finale la Ginnastica Salerno con le veterane Emily Armi e Giulia Paglia, seconda la veneta Audace trainata dalla giovane promessa Camilla Campagnaro, che oggi totalizza un 14.400 dal suo doppio avvitamento al volteggio e un bel corpo libero da 12.800. Desiree Carofiglio oggi ha trascinato la squadra lombarda di Fanfulla dritta in serie A1 conducendo una gara magistrale su tutti e quattro gli attrezzi, spiccando al suo energico corpo libero con 14.050 e al volteggio (13.950. La squadra di Fino Mornaso e Biancoverde devono accontentarsi del quarto e quinto posto (parziale e generale), mentre la Forza e Virtù e la Adesso Sport si salvano per un pelo dalla retrocessione con un ottavo e nono posto di giornata. Retrocesse in Serie B, invece, La Ginnastica Sampietrina, la Pro Lissone e la Ginnastica Romana di Alice Bernardini.

CLASSIFICA TERZA TAPPA DI SERIE A2:

1. Fanfulla 1874- 151.500

2. Ginnastica Salerno- 147.700

3. Audace- 147.250

4. Fino Mornasco- 145.450

5. Biancoverde- 144.800

6. Ghislazioni GAL- 142.000

7. Victoria Torino- 141.200

8. Forza e Virtù- 140.100

9. Adesso Sport- 140.100

10. Pro Lissone- 139.400

11. Ginnastica Romana- 138.800

12. Ginnastica Sampietrina- 135.600

Si sta concludendo in questi minuti la premiazione del concorso generale femminile dei campionati europei di Stettino 2019! 

A sorpresa, la Francese Mélanie de jésus dos Santos si laurea campionessa d'Europa (con 55.433), lasciandosi alle spalle la Britannica Ellie Downie (con 55.365) e la super favorita, la russa Angelina Melnikova (55.065).

Per quanto riguarda le Italiane (che ricordiamo sono reduci da infortuni e malanni vari), Alice D'Amato e Giorgia Villa di confermano tra le 6 migliori Ginnaste.

La D'Amato si ferma ai piedi del podio con 53.233 a causa di una caduta a trave; avrebbe potuto prendere almeno un punto in più. I suoi punteggi sono stati  14.233 al volteggio, 14.200 alle parallele, 12.300 alla trave e 12.500 al corpo libero.

Giorgia Villa invece conferma il sesto posto ottenuto in qualifica; 14.300 al volteggio, 13.533 alle parallele, 12.633 alla trave e 12. 533 al corpo libero.

Ricordiamo che questo è il primo europeo per le nostre Azzurre e che quindi i risultati sono più che soddisfacenti!

A domani con le finali di specialità!

Si è conclusa da pochissimi minuti la quarta suddivisione della gara di qualifica dei campioneti europei di Stettino. 

Le Fate, che hanno gareggiato in seconda e in terza suddivisione, volano in finale ma non conducono una gara propriamente brillante; da Giorgia Villa, Asia D'amato, Elisa Iorio e Alice D'Amato, ci si aspettava qualcosa in più.

Giorgia Villa, reduce da vari infortuni, ha gareggiato con la febbre a 38 ma nonostante questo è riuscita a conquistare la finale a trave con il primo punteggio, 13.766!! Gli altri punteggi di Giorgia sono stati 12.666 al quadrato (esce di pedana nell'ultima diagonale), 14.233 per il doppio avvitamento al volteggio e 12.700 alle paralele (caduta dal Ricna)

Asia D'Amato conquista al quarto posto la finale al volteggio con una media tra i 2 salti di 14.166! Piazza poi un buon 13.886 alle parallele, 12.900 al quadrato e 11.433 alla trave.

Alice D'Amato riesce per un soffio a qualificarsi per la finale alle parallele con il settimo punteggio 14.000, prende poi 14.366 al volteggio, 12.466 a trave e 12.533 al corpo libero.

Giornata no invece per Elisa Iorio che non raggiunge alcuna finale; prende 12.633 al corpo libero, 13.000 alla trave, si ferma a causa di un errore, a 13.266 alle parallele pur avendo un esercizio spettacolare! E infine ottiene 13.233 al volteggio.

In ottica all around invece accederanno alla finale a 24 Giorgia Villa e Alice ice D'Amato, entrambe al sesto posto e con lo stesso punteggio 53.565!

Siamo sicure che le fate potranno darci mole soddisfazione nelle finali!! Gamba!

 

 

 

 

Vanessa Ferrari ci dà un meraviglioso buongiorno; alle 6.00 (ora Italiana) l'azzurra ha compiuto un'altra delle sue imprese: ha conquistato Melbourne e l'ha fatto dal gradino più alto del podio. Vanessa, che in qualifica si era classificata già prima, con un punteggio di 13.300, è riuscita in gara a fare addirittura meglio (13.600) conquistando così 30 punti per la qualificazione olimpica da individualista per le Olimpiadi di Tokio 2020. Vanessa che è ritornata dopo più di un anno ferma a causa di un'infortunio al tendine di Achille, è riuscita a dimostrare a tutti quanto vale (non che ce ne fosse bisogno in realtà).

Sul podio subito dietro di lei troviamo la Portoricana Paula Mejias (con 12..533) e la cinese Shiting Zao (12.266)

Abbiamo incontrato a Torri di Quartesolo le ragazze del Gruppo Sportivo Audace, pronte al debutto nel campionato nazionale di Serie A2. A due giorni dall’evento di Busto Arsizio, in programma domenica 24 Febbraio, il Direttore Tecnico della squadra veneta Ivan d’Este, racconta gli obiettivi per l’imminente campionato.

Un anno fa la storica promozione nel campionato di A2, a distanza di un anno ci ritroviamo al debutto nella massima serie. Con che spirito il Gruppo Sportivo Audace si sta preparando a questo grande appuntamento?
Lo spirito è sempre vitale, cercheremo di fare del nostro meglio. Stiamo lavorando sui dettagli per presentare al meglio gli esercizi. È tutto un lavoro di rifinitura, c’è ancora qualcosa da mettere a posto ma puntiamo a fare bene, come sempre.

Quali sono gli obiettivi per questa nuova avventura?
Gli obiettivi sono sempre quelli di portare a termine gli esercizi al meglio dell’espressività e della completezza. Quando le ginnaste fanno la loro gara corretta per noi è sempre una grande vittoria, poi deciderà la classifica: se ci sono atlete più brave è giusto che siano gratificate, però la cosa più importante è portare a termine gli esercizi in modo corretto e con spirito di squadra.

Quale sarà la formazione che scenderà in campo gara? Avete preso in prestito alcune ginnaste provenienti da altre società?
Abbiamo preso in prestito alcune ginnaste ad esempio dalla Ginnastica Civitavecchia e una tesserata con la Junior 2000. Siamo alla nostra prima esperienza in questo ma ci siamo consultati un po’ nel team e pensiamo che possa essere d’aiuto per la nostra squadra. In questo modo, potremo valutare le nostre forze in campo gara e quelle avversarie più serenamente.

Al Torneo di Combs La Ville di metà novembre, Camilla Campagnaro ha vinto l’oro nel concorso per nazioni con le compagne di nazionale Chiara Vincenzi e Veronica Mandriota. Cosa si sente di dire a proposito e quali sono gli obiettivi in vista dei prossimi appuntamenti nazionali ed internazionali?
La gara di Combs La Ville per Camilla non è stata una gara esaltante, in quanto la ragazza non era in forma. Nonostante questo la sua esecuzione è stata d’aiuto per la conquista dell’oro.
Per quanto riguarda il resto, invece, stiamo lavorando per concretizzare altre possibilità di movimenti/difficoltà da inserire negli esercizi e, sempre che lei possa star bene, pensiamo di poterli inserire con una certa sicurezza nella esibizione da presentare in campo gara.

Cottbus world cup 2018: Martina Rizzelli si qualifica decima alle parallele

 

Sono iniziate ieri a Cottbus (Germania) le qualifiche di specialità che hanno visto protagonista alle parallele l'italiana Martina Rizzelli.

L'azzurra ha portato a termine il suo esercizio con un punteggio di 13.266 (D 5.4) e si qualifica in decima posizione (in realtà nono posto pari merito) restando così esclusa dalla finale a 8.

 

Le prime tre qualificate sono: Fan Ylin (15.233), Nina Derwael (15.166), Jaqi Lyu (14.400).

All’Aspire Zone di Doha (Qatar) sono appena stati assegnati i primi tre pass diretti per le prossime olimpiadi, che si svolgeranno a Tokyo nel 2020.
Come da previsione, sono stati gli Stati Uniti a vincere il titolo di campioni del mondo. Qualche errore e delle prestazioni leggermente inferiori a quelle delle qualificazioni, non ha impedito a Simone Biles, Morgan Hurd, Eaker Kar, Grace Mc Cullen e Riley Mc Cusker, di raggiungere punteggi strabilianti e dominare la classifica con un totale di 171.629, distanziandosi di quasi 9 punti dalla Russia.
La lotta, invece, è stata apertissima per il secondo e il terzo posto; l’eleganza delle ginnaste russe ha portato la squadra in seconda posizione fin dalla prima rotazione, e nonostante la lieve differenza di punteggio, è riuscita ad avere la meglio su tutte le altre nazioni con un punteggio totale di 162.863. Il terzo gradino del podio vede salire le atlete cinesi (162.396), che sono riuscite a recuperare durante l’ultima rotazione grazie a uno degli attrezzi a loro più congeniale.
Complimenti anche alle ginnaste canadesi (161.644) e francesi (161.294), grandi rivelazioni di questi ultimi anni, che hanno sfiorato il podio allontanandosi solo di pochi decimi.
A seguire il Giappone, che raggiunge il punteggio di 160.262 grazie alle belle prestazioni al corpo libero, il Brasile con 159.830 e la Germania (159.428).

Qui tutti i punteggi

Mondiali di Doha 2018 – Vasiliki Millousi annuncia il ritiro.

L’atleta greca, che abbiamo visto impegnata nella seconda giornata di qualificazioni a Doha, alla fine di un esercizio perfetto alle parallele che chiudeva la gara della Grecia, ha iniziato a piangere. Lacrime non comprensibili fino a quando Vasiliki non ha deciso di mettere al corrente i fan riguardo la sua decisione: all’età di 34 anni sente il bisogno di porre fine alla sua carriera da ginnasta. Una carriera lunga 27 anni, che comprende 3 olimpiadi (Sidney 2000, Londra 2012 e Rio 2016), svariati europei, mondiali e Coppe del Mondo, nelle quali più volte è riuscita a guadagnarsi un posto in finale alla trave, suo attrezzo di punta. Nella lunga serie di competizioni anche una partecipazione alla serie A1 nel 2012 in prestito alla GAL Lissone, quando, con il punteggio più alto a trave (ex aequo con Carlotta Ferlito), ha aiutato la squadra a vincere l’11esimo scudetto.
L’annuncio del ritiro è arrivato ieri sera sui canali social, dove la travista, con un lungo post in greco (per vederlo clicca qui), ripercorre sommariamente tutta la lunga carriera soffermandosi particolarmente sulle forti emozioni che la ginnastastica le ha regalato e sui ringraziamenti alla famiglia, le compagne di squadra e tutti coloro che l’hanno sempre sostenuta.


Nell’augurare un futuro felice e pieno di grandi opportunità, il team di Ginnasticando ringrazia Vasiliki per tutte le emozioni che ci ha regalato; il mondo della ginnastica non dimenticherà mai l’eleganza e la caparbietà dell’indiscussa Regina Greca!

Si sono appena concluse le qualificazioni per finali dei Campionati del Mondo, svoltesi nell’Aspire Zone di Doha (Qatar).

La nostra Lara Mori, scesa in campo ieri pomeriggio insieme a tutto il resto della squadra, si classifica tra le migliori 24 ginnaste al mondo, qualificandosi così per la finale AA che si svolgerà giovedì 1 novembre. Inoltre, il suo fantastico esercizio al corpo libero la decreta come 11esima miglior ginnasta al mondo, tenendole un posto come terza riserva per la finale a FX.
Sara Ricciardi, con 4 esercizi impeccabili, sfiora la finale AA, ma resta comunque seconda riserva. Gran bel lavoro!
Nulla da fare, invece, per il Team Italy; in 12esima posizione (156.830) alle spalle di Gran Bretagna, Olanda e Belgio ma davanti la Romania, l’Italia resta fuori dalla finale di martedì 30 ottobre.
Ciononostante, nessun rammarico per le nostre azzurrine che possono essere super soddisfatte della gara che hanno portato a termine. Grandi ragazze!


-Per più dettagli sulla competizione di ieri clicca qui-

Tutti i punteggi qui

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments