Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 20 Aprile 2019
 ginnasticando.it

 

È partita alla volta della Francia, la delegazione italiana che prenderà parte al ”Tournoi International de Corbeil-Essonnes”, giunto quest’anno alla sua quarantacinquesima edizione e che vedrà in pedana le ginnaste della categoria Junior e Senior nelle giornate di sabato e domenica.

Per questo importante test a livello internazionale, sono state convocate nella categoria Junior Sofia Raffaeli (Ginnastica Fabriano), Sara Rocca (Raffaello Motto Viareggio), Eleonora Tagliabue (San Giorgio Desio) e Alessia Leone (Eurogymnica Torino).

Nella categoria Senior l’Italia sarà rappresentata da Eva Gherardi (Armonia d’Abruzzo), Talisa Torretti e Nina Corradini (Ginnastica Fabriano), tutte e tre al debutto internazionale nella massima categoria.

Completano la delegazione le tecniche Julieta Cantaluppi, Francesca Cupisti, Elena Aliprandi (quest’ultima nelle vesti di capodelegazione) e l’ufficiale di gara Germana Germani.

Il programma dei due giorni di gara e le entries per entrambe le categorie sono disponibili nella sezione allegati.

Si è svolta, nella mattinata di oggi, a Marbella l’ “Andalucía Cup”, in concomitanza con la seconda tappa di Grand Prix.
Alla competizione, riservata alle ginnaste della categoria Junior, erano presenti anche le nostre Rebecca Riccò e Eleonora Tagliabue, entrambe tesserate per la San Giorgio ’79 di Desio e in lizza per un posto al primo Mondiale Junior.

Nel concorso generale, hanno portato a casa un buon terzo e quarto posto, con il totale sui quattro esercizi di 62.800 (Rebecca) e 57.000 (Eleonora).
Al fine di poter procedere con la classifica finale, sono stati dati per buoni i due migliori punteggi per atleta, di conseguenza le due azzurrine hanno chiuso rispettivamente al settimo e ottavo posto, con un totale di 32.950 e 31.300.

Per dovere di cronaca, diamo anche i risultati della competizione: sul podio andaluso sono salite le russe Lala Kramarenko e Anastasia Simakova, che hanno chiuso al primo e secondo posto con il totale di 40.100 e 36.500, seguite dalla bielorussa Arina Krasnorutskaya, bronzo con 36.200.

Risultati completi QUI: http://www.infogim.com/acceso.php?id=18

 

È un’Italia che regala soddisfazioni, quella che è scesa oggi sulla pedana dello State Concert Hall di Mosca per il Torneo Internazionale dedicato alla categoria Junior di squadra e individuale, svolto in concomitanza della prima tappa di Grand Prix.

La competizione ha preso il via con il concorso per nazioni: a vincere è stata la Russia (Sofiya Agafonova, Anastasia Simakova, Aleksandra Skubova, Dariia Sergeeva) che con un totale di 88.850 ha ottenuto la prima posizione.
Bel secondo posto per le nostre Sofia Raffaeli e Eleonora Tagliabue: le due azzurrine, tesserate rispettivamente per la Società Ginnastica Fabriano e la San Giorgio ’79 di Desio hanno portato a casa una bella medaglia d’argento con un totale di 63.700, seguite dall’unica rappresentante di Israele Asya Adi Katz che ha chiuso terza con 61.800, punteggio col quale ha vinto anche il concorso generale individuale.

Nella competizione a squadre c’è stato il tanto atteso debutto della squadra italiana giovanile (Siria Cella, Serena Ottaviani, Giulia Segatori, Alexandra Naclerio, Simona Villella, Vittoria Quoiani), che ha incominciato con questa prima esperienza in campo internazionale a farsi ben notare, portando a casa una meravigliosa medaglia d’argento con il totale sui due esercizi di 34.700, precedute da un’inarrivabile Russia con 41.200 e seguite da Israele, distanziate dal secondo posto di soli 0.35.

Subito dopo si sono tenute le finali di specialità, che hanno visto l’Italia protagonista con una straordinaria Sofia Raffaeli  che ha conquistato due argenti nelle finali a palla e clavette con rispettivamente 18.750 e 18.300. Niente da fare invece per Eleonora Tagliabue, impegnata a fune e nastro, che chiude le sue finali al settimo e sesto posto con rispettivamente 12.850 e 12.700.

Rimangono un po’ “a bocca asciutta” anche le piccole della giovanile: dopo il meraviglioso argento del concorso generale portano a casa un quarto posto nella finale coi 5 cerchi, ottenendo un buon 18.700, mentre ai 5 nastri chiudono quinte con 14.050 a causa di una serie di errori gravi, tra cui un fuori pedana con l’uscita di uno dei nastri e di una ginnasta.

Nonostante questo c’è una certezza: la prima prova dell’Italbaby dei piccoli attrezzi è andata a buon fine, ma c’è ancora molto da fare in palestra in vista dei prossimi appuntamenti internazionali di categoria! Intanto l’Italia con la somma ha fatto… ARGENTO!

É possibile consultare i risultati al seguente link: http://vfrg.ru/competitions/granpri-moskva/results/#f28614

La Federazione Ginnastica d’Italia ha ufficializzato nelle scorse ore i nomi che partiranno alla volta della Russia per disputare il primo torneo internazionale Junior della nuova stagione, in programma giovedì 14 Febbraio a Mosca, la stessa città che in estate ospiterà il primo mondiale Junior della storia della Ginnastica Ritmica.

Per la categoria individuale ci saranno Sofia Raffaeli e Eleonora Tagliabue, tesserate rispettivamente per la Società Ginnastica Fabriano e la San Giorgio ’79 Desio. Ad accompagnarle ci saranno le allenatrici Kristina Ghiurova e Elena Aliprandi, quest’ultima impegnata anche nelle vesti di capodelegazione.

Nel concorso a squadre, invece, ci sarà il debutto ufficiale della squadretta, allenata da Julieta Cantaluppi, che recentemente si è esibita alla seconda prova di Serie A di Bologna. Il sestetto che scenderà sulla pedana russa sarà composto da Siria Cella (Auxilium Genova), Alexandra Naclerio (Club Giardino Carpi), Vittoria Quoiani (Armonia d’Abruzzo), Serena Ottaviani (Società Ginnastica Fabriano), Giulia Segatori (Auxilium Genova) e Simona Villella (Kines Catanzaro).

Completeranno la delegazione le ufficiali di gara Marta Pagnini e Alexia Agnani e il fisioterapista Alessandro Calcinaro.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments