Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 12 Novembre 2019
 ginnasticando.it

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1441

La stagione estiva delle competizioni internazionali si apre con l'appuntamento Coreano della Korea Cup Samdasoo 2019.

Presso la Halla Gymnasium di Jeju, in Corea del Sud si terrà un incontro internazionale riservato ai primi 3 ginnasti GAM GAF e GR del ranking mondiale della precedente Olimpiadi e Campionati del Mondo, e tutti i ginnasti finalisti dell'ultimo biennio nelle finali di specialità

La delegazione italiana sarà guidata da Nicola Bartolini (Ginnastica Salerno), Giada Grisetti (CSB) e Milena Baldassarri (Ginnastica Fabriano), e i tecnici accompagnatori Valerio Darino (GAM), Franco Cerizzi (GAF) e Byliana Dyakova (GR), nonchè gli ufficiali di gara Ferdinando Fedeli, Enrico Ferloni e Isabella Zunino Reggio. 

Le competizioni si svolgeranno marted' 18 e mercoledì 19 giugno, e si prevedono sorprese soprattutto dal campione Italiano Nicola Bartolini pronto a presentare nuove elementi in studio.

Si sono conclusi ieri, con l'ultima giornata di finali, i Campionati Europei di Stettino 2019!

L'Italia non riesce ad aggiungere altre medaglie al suo palmares, accontentandosi solo dell'argento di Lodadio agli anelli e del Bronzo di Alice D'Amato alle parallele. 

In gara ieri erano impegnati gli azzurri Giorgia Villa alla trave, Nicola Bartolini al volteggio, Ludovico Edalli e Carlo Macchini alla Sbarra.

Giorgia Villa porta a termine un esercizio da dimenticare, sebbene avesse ottenuto il primo punteggio in qualifica, a causa di due cadute e vistosi sbilanciamenti si ferma a 11.200 finendo all'ottavo posto. La finale a trave comunque non è stata una delle più brillanti, ci sono stati errori ed imprecisioni da parte di tutte le ginnaste in gara. Salgono sul podio, comunque, la britannica Alice Kinsella e le francesi Mélanie de jésus dos Santos e Lorette Charpy.

Nicola Bartolini invece stoppa due volteggi alla perfezione, e con il punteggio di 14.449 ottiene il sesto posto europeo nella classifica di specialità.il podio viene formato dal russo Abliazin, dall'Israeliano Medvedev (a cui viene accettato il ricorso all'ultimo minuto) e dal russo Dalaloyan, protagonista indiscusso di questo europeo.

Alla Sbarra invece ottime prestaziono di Macchini, che ottiene il quarto posto in classifica, appena fuori dal podio con 14.066 e Ludovico Edalli che commette un paio di sbavature e ottiene il quinto posto 13.433. Da segnalare l'infortunio alla spalla del Britannico Hall e l'esercizio show dell'Olandese Zonderland che con il punteggio stellare di 15.263 conquista ovviamente una meritatissima medaglia d'oro. Dietro di lui il russo Dalaloyan e il croato Srbic. 

Da un weekend denso di appuntamenti per la ginnastica artistica internazionale, l’Italia maschile dimostra ancora una volta di esserci, di essere combattiva, competitiva e di stare marciando a pieno ritmo verso le qualificazioni di Tokyo 2020.

Nicola Bartolini, Ludovico Edalli, Luca Lino Garza, Nicolò Mozzato e Marco Sarrugerio scendono in gara per la Pokal Team Challenge di Stoccarda, competizione facente parte del circuito della World Cup 2019. Sabato si qualificano con il quinto punteggio e ieri confermano il piazzamento dietro a Russia, Germania e Giappone, che nell’ordine conquistano il podio, e dietro al Brasile, quarto classificato. I ragazzi azzurri conducono una gara lineare e con grande concentrazione e spirito di squadra, portano a casa una gara quasi completamente priva di errori. Ludovico Edalli per la squadra maschile è una conferma, spicca il suo 13.900 alla sbarra e il 13.600 al cavallo, Marco Sarrugerio commette l’unica caduta della squadra agli anelli ma alle parallele pari piazza un buon 14.100. Al rientro in campo internazionale dopo un’assenza durata quasi quattro anni, Nicola Bartolini si scatena e piazza 14.566 al volteggio e 13.933 al corpo libero, stesso punteggio d’attrezzo ottenuto anche dal campione europeo junior in carica Nicolò Mozzato, alla sua prima gara internazionale da Senior. Luca Garza gareggia solo al volteggio e ben figura con un 14.166.

Dunque il quadro generale che esce da questa Challenge a Stoccarda è un’Italia giovane, concentrata e determinata a fare bene, un quadro positivo e assolutamente di buon auspicio per il futuro della nostra nazionale.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments