Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 17 Gennaio 2020
 ginnasticando.it

Una squadra molto unita e bella variegata: questa è la prima impressione che si ha nel commentare la squadra della Gymnica ’96 Forlì, una bella realtà romagnola impegnata nel Campionato di Serie A da ormai sei anni.
Allenate da Chiara Domeniconi, Pamela Barberini, Nadia Sicari e Caterina Girelli, questa squadra vanta grandi successi nei vari campionati nazionali che si sono tenuti nel corso del 2019, oltre alla partecipazione alle finali di specialità nella prima prova del Campionato Nazionale d’Insieme, qualificandosi con le categorie Giovanile e Open.
Alla scorsa edizione hanno mancato la promozione per quasi due punti: saranno in grado di conquistare la promozione alla Serie A1?

Con che spirito la squadra si sta preparando al Campionato?
Con uno spirito positivo e combattivo, abbiamo obiettivi ben precisi da raggiungere, sappiamo di doverci impegnare molto nel lavoro in palestra tutti i giorni. È importante nei momenti di difficoltà reagire con ottimismo e creare unione tra compagne per darsi sostegno.

Quali sono gli obiettivi per questa edizione?
Dare il meglio di se, migliorare i punteggi per essere competitivi, non mollare mai!
L’obiettivo principale è quello di entrare nella final six.

Ci date una piccola anticipazione sulla formazione che scenderà in pedana?
Possiamo dire che ci saranno vecchie leve affiancate da nuovi elementi ma non diciamo la formazione intera per scaramanzia.

Tra le novità di questo Campionato c'è la serie di scontri diretti che vedrà impegnate nella fase finale le migliori sei squadre di A1 e A2, oltre al ritorno dei "punti speciali" usati fino allo scorso quadriennio. Come avete accolto questa scelta apportata dalla Federazione?
È una bella novità che può essere molto stimolante e rendere più accattivante il nostro sport per il grande pubblico. Per quanto riguarda i punti speciali, siamo contente della loro reintroduzione perché a nostro parere rendono più confrontabili i risultati.

Avete già avuto modo di testare la preparazione delle ragazze a qualche torneo nazionale/internazionale? Se sì, che spunti avete tratto dalle prestazioni delle vostre ginnaste e in caso ci dovessero essere, quali sono i punti da migliorare in vista del Campionato?
Parteciperemo nelle prossime settimane al Torneo Internazionale di Caorle (17-18-19 Gennaio) e programmeremo periodicamente delle prove gara a porte chiuse. Sicuramente dobbiamo lavorare sulla convinzione, essere più agguerrite, superare le nostre paure credendo in noi stesse per concentrarci solo sull'esecuzione e la cura dei dettagli.

Come caricherete le ragazze prima di calcare la pedana?
Trasmettendo loro sicurezza e convinzione: spesso le ginnaste hanno piccoli riti scaramantici che le caricano prima delle grandi competizioni.

Per la nuova puntata delle nostre interviste in preparazione al Campionato di Serie B di Ginnastica Ritmica, oggi torniamo in Lombardia.
La squadra che oggi si presenta è un’altra new entry, ma che a livello nazionale e internazionale ha fatto ben parlare di sé: la Polisportiva Varese.
Le ragazze di Irina Roudaia e Patrizia Botti sono reduci da un 2019 davvero positivo e non privo di soddisfazioni: oltre alla vittoria del Campionato di Serie C per la Zona Tecnica 2 (dove hanno avuto la meglio sulle squadre provenienti da Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trento e Bolzano) e la successiva promozione in B, la loro punta di diamante Sofia Maffeis ha preso parte a varie gare internazionali, tra cui il Campionato del Mondo di Baku, il cui risultato nell’esercizio con le clavette è stato d’aiuto per il quarto posto dell’Italia nel concorso per nazioni.

Con che spirito la squadra si sta preparando al Campionato?
Con determinazione, tenacia ed entusiasmo! Consapevoli della grande importanza di questo Campionato.

Quali sono gli obiettivi per questa edizione?
Sicuramente il nostro obiettivo è il passaggio nella serie superiore A2, cercando di raggiungere in ogni competizione il gradino più alto del podio. Non sarà facile, ma siamo molto determinati.

Ci date una piccola anticipazione sulla formazione che scenderà in pedana?
Al momento abbiamo diverse ginnaste sia Junior che Senior che sono in fase di valutazione al fine di proporre in ogni tappa la formazione migliore.

Avete già avuto modo di testare la preparazione delle ragazze a qualche torneo nazionale/internazionale? Se sì, che spunti avete tratto dalle prestazioni delle vostre ginnaste e in caso ci dovessero essere, quali sono i punti da migliorare in vista del Campionato?
Stiamo partecipando a numerosi tornei Internazionali e a gare amichevoli Nazionali proprio al fine di arrivare a questo importante appuntamento con la formazione migliore e le ginnaste con gli esercizi più sicuri e correttamente eseguiti possibili.

Come caricherete le ragazze prima di calcare la pedana?
La carica e la motivazione la ricevono quotidianamente in palestra attraverso il lavoro, lo stimolo e l’incoraggiamento costante di tutto lo staff della Polisportiva Varese.

 

 

Tornano anche quest’anno, gli Italian Sportrait Awards, giunti all’ottava edizione e promossi dalla Confsport Italia.
Tanta anche per quest’anno la presenza della nostra Ginnastica, con Marco Lodadio e Giorgia Villa candidati per la categoria Top Uomini e Giovani Donne, oltre alla doppia nomination nel Team Giovani per le Fate dell’Artistica Femminile e la Nazionale Italiana Junior di Ritmica e a quella di Alessia Maurelli e compagne per il titolo nella categoria Team Top.
Importante anche la presenza di Alexandra Agiurgiuculese, nella cinquina finalista per il premio di “Campione dei Ragazzi”, assegnato da una giuria under-16.

Si può votare con un massimo di tre preferenze fino al 16 Febbraio su http://www.italiansportraitawards.it .

Di seguito i candidati per tutte le categorie:

Top Uomini
• Gregorio Paltrinieri (nuoto)
• Matteo Berrettini (tennis)
Marco Lodadio (ginnastica artistica)
• Simone Barlaam (nuoto paralimpico)
• Davide Re (atletica leggera)

Top Donne
• Federica Pellegrini (nuoto)
• Sofia Goggia (sci alpino)
• Paola Egonu (pallavolo)
• Simona Quadarella (nuoto)
• Dorothea Wierer (biathlon)

Rivelazione Uomini
• Matteo Berrettini (tennis)
• Nicolò Zaniolo (calcio)
• Yemen Crippa (atletica leggera)
• Lorenzo Marsaglia (tuffi)
• Lorenzo Scardina (pugilato)

Rivelazione Donne
• Oxana Corso (atletica leggera paralimpica)
• Giada Rossi (tennis tavolo paralimpico)
• Martina Carraro (nuoto)
• Eleonora Giorgi (atletica leggera)
• Barbara Bonansea (calcio femminile)

Giovani Uomini
• Jannik Sinner (tennis)
• Thomas Ceccon (nuoto)
• Marco Gradoni (vela)
• Simone Alessio (taekwondo)
• Nicolò Carucci (canottaggio)

Giovani Donne
• Giorgia Villa (ginnastica artistica)
• Larissa Iapichino (atletica leggera)
• Benedetta Pilato (nuoto)
• Laura Rogora (arrampicata sportiva)
• Chiara Pellacani (tuffi)

Team Top
• Nazionale di Pallanuoto Maschile, “Settebello”
• Nazionale di Calcio Femminile
• Nazionale di Ginnastica Ritmica (Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Martina Santandrea, Agnese Duranti, Letizia Cicconcelli, Anna Basta)
• Squadra Nazionale di Fioretto Femminile
• Nazionale di Pallavolo Femminile

Team Giovani
• Nazionale di Ginnastica Artistica Femminile, “Le Fate” (Giorgia Villa, Elisa Iorio, Alice d’Amato, Asia d’Amato)
• Nazionale Under 17 di Pallanuoto Maschile
• Nazionale Under 17 di Calcio Maschile
• Doppio Junior Maschile di Canottaggio (Matteo Sartori e Nicolò Carucci)
• Nazionale Junior di Ginnastica Ritmica (Serena Ottaviani, Siria Cella, Giulia Segatori, Alexandra Naclerio, Vittoria Quoiani, Simona Villella, Alessia Leone)

Campione dei Ragazzi
• Federica Pellegrini (nuoto)
• Benedetta Pilato (nuoto)
• Alexandra Agiurgiuculese (ginnastica ritmica)
• Matteo Berrettini (tennis)
• Myriam Silla (pallavolo)

Miglior telecronista
• Pierluigi Pardo (Mediaset)
• Andrea Fusco (Rai)
• Maurizio Compagnoni (Sky)
• Francesco Repice (Rai)
• Fabio Caressa (Sky)

 

Le interviste precampionato procedono con una chiacchierata insieme alla società Evoluzione Danza di Angri, altra new entry del Campionato di Serie B di Ginnastica Ritmica.
Le ragazze allenate da Rositsa Ivanova, sono riuscite ad ottenere la promozione al campionato cadetto per la zona tecnica 5 (che include le squadre di Puglia, Campania, Molise, Basilicata, Calabria e Sicilia) in una lotta per il titolo per nulla semplice.
Il 2019 delle salernitane è stato segnato anche dall’ottimo settimo posto di Zhenina Stefanova Trashlieva al Campionato Nazionale Senior, oltre alla partecipazione al Campionato Nazionale di Specialità, al quale sono arrivati gli ottimi successi di Lara Russo, settima nella prova con la fune per le Junior 1°fascia, e da Marilena Caiazzo e Annunziata Orlando, giunte none nella gara a coppie.
Inoltre, l’anno appena arrivato e i Campionati Nazionali per Squadra al via le vedrà ospitare la seconda prova di Serie A e B, in programma il 15 e 16 Febbraio al Palasele di Eboli.

Con che spirito la squadra si sta preparando al Campionato?
La squadra si sta preparando al Campionato con massimo impegno, sacrificio e dedizione.

Quali sono gli obiettivi per questa edizione?
L’ obiettivo è di far sempre meglio, di superare i nostri limiti e fare esercizi precisi.

Ci date una piccola anticipazione sulla formazione che scenderà in pedana?
La squadra che scenderà in pedana per questo Campionato sarà composta da Marilena Caiazzo, Annunziata Orlando, Zhenina Stefanova Trashlieva, Mariafrancesca Abbati, Diletta Canonico e Serena Cappola.

Avete già avuto modo di testare la preparazione delle ragazze a qualche torneo nazionale/internazionale? Se sì, che spunti avete tratto dalle prestazioni delle vostre ginnaste e in caso ci dovessero essere, quali sono i punti da migliorare in vista del Campionato?
Nelle prossime due settimane prenderemo parte a due tornei: il primo sarà l’ “Armonia d’Abruzzo Cup” che si terrà a Chieti, mentre la settimana successiva saremo a Desio per partecipare al “1° Memorial Pietro Paleari”.

Come caricherete le ragazze prima di calcare la pedana?
Prima di ogni gara ricordiamo che non è la vittoria che conta, ma l’aver dato il massimo in ogni esercizio, senza aver alcun rimpianto al di là del risultato ciò che conta è il crederci tanto.

Si è tenuto nella giornata di ieri al PalaMarco di Albenga il “Trofeo Elena Ghidetti”, classico appuntamento di inizio stagione in ricordo dell’allenatrice e direttrice tecnica ligure, creatrice di questa sfida tra comitati regionali.
Nonostante la presenza di poche squadre per la concomitanza di molte gare, non sono mancati lo spirito di squadra e il valore tecnico, oltre alle grandi emozioni.

L’edizione di quest’anno è stata vinta dall'Emilia-Romagna, presente quest'anno con una nutrita delegazione composta da Bianca Lucchi, Gloria Ragazzini, Margherita Fucci, Aurora Montanari, Aurora Benedetti, Alice Vandini, Caterina Maltoni, Maria Zaffagnini, Ilaria Giovanelli, Alexandra Naclerio e Greta Evangelisti.
Insieme a loro sono salite sul podio la squadra della Toscana (composta da Nora Mollica, Sofia Maffii, Giada Corradino, Aurora Corradino, Aurora Bertoni e Carlotta Vettori) e le padrone di casa della Liguria (Emma Bressanelli, Cecilia Tripaldi, Matilde Morello, Veronica Nobile Zanon, Alice Taglietti, Giulia Segatori, Ilaria Puglia, Bianca Folegnani).

Hanno chiuso fuori dal podio invece le delegazioni della Lombardia (Greta Furlan, Yeva Dubovenko, Alessia Fiora, Carlotta Maino, Aurora Donato, Greta Riccardi, Sofia Maia Antonacci, Noemi Stefanoni) e del Piemonte (Ginevra Pascarella, Virginia Cuttini, Alessandra Bellone, Luna Chiarello, Giulia Manusia, Giulia Turolla, Alice Putto Gnerro, Eleonora Novaria, Giulia Niero).

In allegato sono disponibili alcune fotografie scattate dalla nostra Giorgia Grasso, impegnata ieri ad immortalare questo importante appuntamento.

 

Altro giorno, altra intervista: oggi il racconto del precampionato di Serie B si sposta in Sicilia con le ginnaste della Gymnasium Gravina, una bellissima realtà della provincia di Catania.
Le ragazze allenate da Tiziana d’Arrigo hanno già preso parte alla serie cadetta nella passata stagione, chiudendo con un sesto posto in classifica dopo quattro prove. Inoltre, sono reduci dalla partecipazione con buoni risultati ai campionati nazionali di categoria e allieve, quest’ultimo ospitato proprio a Catania.

Con che spirito la squadra si sta preparando al Campionato?
I campionati di squadra sono sempre i più emozionanti, perché si lotta per se stessi e per gli altri componenti della squadra, tutti uniti da una sorta di orgoglio di appartenenza alla propria società e regione .
La preparazione non é diversa dalle altre gare, semplicemente si sta molto attenti a quale formazione nel momento opportuno sia più pronta.
Lo spirito varia da ginnasta a ginnasta, in generale possiamo dire che sicuramente abbiamo tutti voglia di farcela.

Quali sono gli obiettivi per questa edizione?
L'obiettivo principale é portare a termine tre gare nel modo più pulito possibile.
Dico sempre "pensate a far bene, il resto vien da se"
Non mi pongo mai come obiettivo un risultato in termini di classifica, il successo è far bene e far vedere il lavoro svolto.
Chiaramente poi il sogno é uguale per tutte le squadre del campionato.

Ci date una piccola anticipazione sulla formazione che scenderà in pedana?
Avremo una squadra giovanissima formata da 2 ginnaste anno di nascita 2007, due ginnaste 2006, due 2005 e anche da una ginnasta del 2008 che all'ultimo Campionato Nazionale Gold Allieve ha ottenuto il bronzo al cerchio e al corpo libero.
Abbiamo un prestito giovane e anche molto promettente di cui non svelerò il nome!
Le mie ginnaste invece sono Gaia D'Antona, Elena Guglielmino, Beatrice Falsaperla, Martina Perretta, Sara Armenio, Carola Milone, spero possano entrare tutte almeno ad una prova ma questo dipenderà solo dalla loro preparazione e forma fisica.

Avete già avuto modo di testare la preparazione delle ragazze a qualche torneo nazionale/internazionale? Se sì, che spunti avete tratto dalle prestazioni delle vostre ginnaste e in caso ci dovessero essere, quali sono i punti da migliorare in vista del Campionato?
Il 17 e 18 andremo a disputare a Caorle il "Torneo del mare", la prima gara che servirà a rompere il ghiaccio e testare gli esercizi in pedana.
La settimana successiva prenderemo parte al" 1^ Memorial Pietro Paleari" a Desio e poi sarà la volta della prima di Campionato.

Come caricherete le ragazze prima di calcare la pedana?
Come caricherò le ginnaste?
Non lo so, sul momento cerco di captare sempre di cosa loro hanno bisogno di sentirsi dire, cerco di trovare la giusta via di mezzo nelle parole per far entrare la ginnasta motivata e concentrata.
Insomma un altro arduo compito per noi allenatori... in generale ripeto sempre di concentrarsi su quello che stanno facendo sull'attimo presente né passato né futuro e di dare Il massimo con coraggio.

 

 

 

La spagnola Sara Llana Garcia, ginnasta di grandissima esperienza internazionale appartenente allo storico club Ritmo di León, ha annunciato ieri pomeriggio la decisione di congedarsi dalla nazionale.
Classe 1997 e allenata da Ruth Fernandez (la stessa allenatrice della trevolte olimpica Carolina Rodriguez), Sara ha preso parte a quattro Campionati del Mondo (2014, 2015, 2017 e 2018), a due Campionati Europei (uno da Junior nel 2012 e uno da Senior nel 2017) e ai Giochi Mondiali del 2017, non riuscendo ad accedere alle finali di specialità.
Il suo 2019 è stato segnato da un settimo posto al Campionato Nazionale Honor, oltre alla partecipazione alle Universiadi di Napoli, dove ha chiuso in dodicesima posizione nel concorso generale e al sesto posto nelle finali al cerchio e alle clavette. Inoltre, nella prima parte della stagione,ha preso parte al nostro Campionato di Serie A2 con la Polimnia Ritmica Romana, aiutando la squadra nelle prime tre tappe.
Sara ha voluto annunciare il suo ritiro attraverso questo messaggio sul suo profilo Instagram, dove ha raccontato le sue intenzioni di continuare come allenatrice e di gareggiare con la divisa del club che l’ha cresciuta sportivamente.

“Dopo molti anni che mi hanno portato a rappresentare la Spagna a competizioni internazionali, quattro Mondiali e due Europei, il 2019 è stato un anno duro e complicato. Mi sarebbe piaciuto avere l’opportunità di lottare per la mia partecipazione a un Mondiale, così importante come quello di quest’anno, e nonostante avessi portato a termine un buon Nazionale e un’eccellente Universiade, sono stata esclusa dalla squadra.
Tutto questo mi ha portato a prendere la difficile decisione di lasciare la squadra nazionale, però nonostante i momenti duri, dove tutto sembra essere contro, non ho mai perso la gioia per la ginnastica e sono grata a tutti coloro che mi hanno appoggiata, di conseguenza questa decisione non significa che sarà un ritiro totale. Continuerò ad allenarmi per tirare fuori il meglio di me, e ho molta voglia di poter brillare con il mio nuovo esercizio alla palla.
Inoltre dal 25 Novembre mi sono aggregata al comitato tecnico del CAR di León: grazie all’opportunità ricevuta dalla RFEG parteciperò alla formazione delle nuove generazioni della squadra nazionale e delle ginnaste del centro tecnico della Comunità Autonoma di Castiglia e León.
Per me questa opportunità è un privilegio e affronto con gioia questa nuova tappa, nella quale metterò tutte le mie conoscenze acquisite nel corso della mia carriera sportiva e crescerò come allenatrice.
E anche se non sarò più una ginnasta della Squadra Nazionale ci vedremo in pedana! Grazie a tutti per le vostre parole di sostegno e affetto.”

Il messaggio di Sara Llana ai suoi fans

 

Siamo arrivati a metà del nostro percorso con le interviste alle squadre di Serie B. Per la tappa odierna ritorniamo in Toscana, questa volta a Prato, per conoscere le ginnaste della società Etruria.
L’Etruria Prato ha una grande storia: dalla sua scuola sono arrivati campioni che hanno reso famosa la Ginnastica italiana come Yuri Chechi e Marta Pagnini, entrambi medagliati alle Olimpiadi, oppure dal nome di Ginevra Fiore Parrini, che nel 2014 è arrivata ad un passo dalla qualificazione alle Olimpiadi Giovanili.
Il 2019 delle toscane è stato segnato dalla retrocessione in Serie B, dopo alcuni anni trascorsi nel Campionato di Serie A.

Con che spirito la squadra si sta preparando al Campionato?
Le ragazze si stanno preparando con uno spirito di squadra davvero bello e si stanno allenando tanto: vorrebbero avere da questo campionato il miglior risultato sulla pedana.

Quali sono gli obiettivi per questa edizione?
L’obiettivo per questa edizione è quello di rimanere nella Serie B.

Ci date una piccola anticipazione sulla formazione che scenderà in pedana?
Al momento non abbiamo una formazione certa: abbiamo sei ginnaste che si stanno preparando e in prima prova andranno le migliori.

Avete già avuto modo di testare la preparazione delle ragazze a qualche torneo nazionale/internazionale? Se sì, che spunti avete tratto dalle prestazioni delle vostre ginnaste e in caso ci dovessero essere, quali sono i punti da migliorare in vista del Campionato?
Abbiamo preso parte al “Trofeo Irene Bacci” lo scorso fine settimana giungendo seconde e portando a termine una prova segnata da tanti errori, oltre a buone cose.
Adesso c’è qualcosa da correggere e ci stiamo preparando al nostro torneo che si svolgerà l’ 11 e 12 Gennaio a Prato, al quale parteciperanno anche le nostre ragazze e successivamente, andremo a Chieti la settimana successiva, per vedere il livello di preparazione.

Come caricherete le ragazze prima di calcare la pedana?
Ogni ginnasta ha bisogno dei suoi modi e ogni allenatore, conoscendole, saprà come caricare le sue ginnaste.

  1. Ultime Notizie
  2. Notizie Popolari