Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 26 Gennaio 2020
 ginnasticando.it

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1441

A Kazan, dove si stanno tenendo i Campionati Nazionali Russi, è stata disputata ieri la finale All-Around, che ha incoronato Natalia Kapitonova nuova campionessa nazionale, trionfando sulla campionessa europea e neo-senior Elena Eremina e sull'olimpionica Seda Tutkhalyan.

Dopo essersi qualificata in terza posizione con un punteggio di 53.432, la Kapitonova ha condotto una finale senza grandi errori rispetto alle compagne, aggiudicandosi il suo primo titolo e migliorando il suo punteggio di qualificazione di più di un punto (54.799), totalizzando un punteggio complessivo di 108.231. Entrambi i giorni l'hanno vista brillare alle parallele, suo attrezzo di punta (risaltano il Komova II, il Van Leeuwen e lo stalder unito con un giro), ottenendo 14.400 in qualificazione e 14.333 in finale. Alla trave (flick + flick + salto teso, doppio giro in passè, enjambèe sul posto + salto avanti raccolto, doppio giro impugnato, uscita in doppio raccolto) il 12.466 della fase di qualifica è stato ricompensato dal 13.700 della finale. 

Alcuni errori non hanno permesso ad Elena Eremina, qualificatasi al primo posto, di mantenere la sua posizione, terminando la sua gara a mezzo punto dalla vincitrice (52.366 contro i 55.366 ottenuti in qualifica). In finale la Eremina è riuscita ad aumentare i suoi punteggi al volteggio e al corpo libero (13.800, punteggio più alto di giornata), ma lo stesso non è stato alla trave e alle parallele, dove qualche caduta ed altri errori non l'hanno spinta oltre l'11.800 e il 12.900. Nonostante questo, è d'obbligo sottolineare la sua nuova combinazione a parallele: Nabieva (tkachev teso) + Pak Salto.

Evgeniya Shelgunova si è piazzata in terza posizione con un punteggio di 53.852 (106.567 sommando il punteggio delle qualificazioni), spiccando alla trave (con ruota senza + due flick tempo, rondata + salto teso) guadagnando un punteggio di 13.866.

Le olimpioniche Seda Tutkhalyan, Daria Spiridonova e Angelina Melnikova non sono riuscite a salire sul podio per i numerosi errori, che le hanno fatte scivolare rispettivamente in quarta, settima e undicesima posizione. 









Fonti: International Gymnastics MagazineThe Couch Gymnast

Come ogni anno, anche il 2017 è stato inaugurato dal primo training camp della squadra nazionale americana, che ha avuto inizio il 23 Gennaio e si terrà, come sempre, al Ranch Karolyi, centro tecnico ufficiale di preparazione olimpica di ginnastica artistica. 

Per la prima volta a dirigerlo sarà Valeri Liukin, campione olimpico alle Olimpiadi del 1988 e padre della campionessa olimpica Nastia Liukin, appena eletto direttore tecnico della squadra.

Ad aprire il training camp sarà il test delle abilità fisiche, seguito da varie verifiche specifiche su ogni attrezzo, dove le ginnaste avranno l'occasione di eseguire i loro esercizi di gara completi, o solo metà di questi. L'obiettivo di questo training camp è quello di concentrarsi sul mantenere la stessa linea seguita negli anni precedenti per quanto riguarda l'esecuzione, e sul preparare i nuovi esercizi da presentare nella prima metà della stagione competitiva del 2017. Inoltre, sarà dedicata particolare attenzione alla parte di danza classica e alla cura delle coreografie.

Attualmente, le ginnaste si stanno preparando per affrontare le tappe di Coppa del Mondo, (tra cui la AT&T American Cup, che le vedrà protagoniste a Newark il prossimo 4 Marzo), l'International Gymnix per le junior e l'annuale Trofeo Città di Jesolo ad Aprile.


La lista completa delle partecipanti:

Shania Adams 
Jade Carey 
Jordan Chiles 
Christina Desiderio 
Olivia Dunne
Norah Flatley
Jazmyn Foberg 
Margzetta Frazier 
Emily Gaskins 
Morgan Hurd 
Madeleine Johnston
Shilese Jones 
Adeline Kenlin 
Sunisa Lee 
Lauren Little 
Ashton Locklear 
Emma Malabuyo 
Jaymes Marshall 
Riley McCusker 
Victoria Nguyen 
Marissa Oakley
Maile O'Keefe
Abby Paulson 
Gabby Perea
Lexy Ramler 
Emily Schild
Alyona Shchennikova
Ragan Smith
Tori Tatum 
Trinity Thomas
Olivia Trautman 








Fonte: USA Gymnastics

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha annunciato di voler designare diverse atlete a ricoprire delle importanti cariche amministrative lo scorso giovedì.

La giocatrice di calcio statunitense Carli Lloyd è stata nominata membro e copresidente del Consiglio di Presidenza di Fitness, Sport e Alimentazione. Anche la ginnasta statunitense Gabrielle Douglas, (medaglia d'oro nell'all around e nella finale a squadre alle Olimpiadi di Londra nel 2012, e nella finale a squadre alle Olimpiadi di Rio dell'estate scorsa) è stata nominata membro del Consiglio di Presidenza di Fitness, Sport e Alimentazione, così come la schermitrice americana Ibtihaj Muhammad.

"Sono orgogoglioso del fatto che delle atlete esperte ed impegnate come loro abbiano accettato di servire i cittadini americani rivestendo questi importanti ruoli," ha dichiarato Barack Obama. "Sono sicuro che svolgeranno il loro compito al meglio."





Fonte: Excelle Sports

Nonostante le Olimpiadi estive siano finite ormai da mesi, e ora ci troviamo nel pieno dell'inverno, due delle più celebri stelle dei Giochi hanno dimostrato di non aver ancora detto addio al caldo estivo. Le medagliate Aly Raisman e Simone Biles sono apparse sulla copertina dello Sports Illustrated Swimsuit Issue, posando per un servizio fotografico dove hanno sostituito i loro sfavillanti body da gara con degli eleganti bikini. La diciannovenne Simone Biles, vincitrice di quattro medaglie d'oro ai Giochi Olimpici di Rio di quest'estate, e considerata la migliore ginnasta al mondo, è qui immortalata in pose che rivelano tutte le sue abilità atletiche, in verticale e in spaccata. Aly Raisman, 22 anni, vincitrice di tre ori olimpici, che ha preso parte anche alle Olimpiadi di Londra del 2012, ha mostrato invece un lato più sensuale. Uno scatto la ritrae distesa su una panchina di pietra, con i capelli che le cadono all'indietro. Il servizio fotografico ha avuto luogo ad uno skate park e in un giardino di sculture a Houston, vicino alle palestre dove le due ginnaste si allenano quotidianamente. "Sono emozionato di includere delle campionesse delle squadra statunitense di ginnastica artistica", ha dichiarato l'editore del Swimsuit Issue, M.J. Day. "Aly e Simone rappresentano tutto ciò che c'è di bello, forte e stimolante nelle donne oggi. Donne che non sono solo atlete professioniste, che attirano ed impressionano per i loro traguardi sportivi, ma anche per la loro bellezza di fronte all'obiettivo del fotografo James Macari. Amo vederle brillare in una luce totalmente diversa ed essere in grado di condividere queste immagini con il mondo intero. Queste donne, la loro bellezza, e ciò che possono raggiungere non conoscono limiti." In merito, la stessa Aly Raisman aggiunge: "ho sognato di poter posare per lo Sports Illustrated per anni. Amo come loro mostrino donne bellissime da tutto il mondo e come celebrino come tutte le donne siano speciali e uniche nel loro modo di essere."




Fonte: NY Post, Entertainment Tonight.

  1. Ultime Notizie
  2. Notizie Popolari