mercoledì 24 Luglio 2024
22.6 C
Rome
mercoledì 24 Luglio 2024

Trampolino, Nissen Cup 2024: oro per Cagnasso

L'ItalJunior chiude la 52esima edizione della competizione con un oro e tre argenti.

In Evidenza

L’edizione 2024 della Nissen Cup ha portato molte soddisfazioni al Trampolino Elastico Italiano.

Il doppio evento alla cinquantaduesima edizione della competizione internazionale comprende la gara Junior e la World Cup per i ginnasti Senior.

La scorsa edizione si era conclusa, per l’Italia, con un due ori conquistati da Silvia Coluzzi nell’individuale e da Coluzzi e Letizia Radaelli nel Sincro. Quest’anno la delegazione Junior si è migliorata, portando a casa ben tre argenti e un oro.

La delegazione Junior partita per la Svizzera era composta da Agata Biancolini, Carolina Urso e Federico Tonelli (Alma Juventus Fano), Giulia Cesaretti (Ginnastica Chiaravalle), Letizia Radaelli (S.G. Milano 2000) e Leonardo Van Tien Cagnasso (S.G. di Torino). Per la delegazione Senior sono partiti soltanto Samuele Patisso Colonna (S.G. Milano 2000) e Marco Lavino (Ginnastica Brindisi).

LA GARA DELLA DELEGAZIONE ITALIANA

La competizione Junior ha visto la presenza di due gruppi di età: 13-14 anni e 15-16 anni. Nel primo di questi gruppi ha gareggiato, al femminile, Carolina Urso e Giulia Cesaretti.

Giulia Cesaretti purtroppo non è riuscita ad entrare in finale perché non è riuscita a finire il secondo esercizio (negli Junior per le qualifiche vengono presi i punteggi di entrambi gli esercizi).

Carolina Urso si è qualificata in finale col secondo punteggio grazie ai due esercizi completati ottenendo rispettivamente 41.410 e 49.030. In finale si è confermata, conquistando la medaglia d’argento col punteggio totale di 48.960. La britannica Amelia Sweeney ha vinto l’oro con 50.280, mentre l’azera Samira Huseynova è salita sull’ultimo gradino del podio con 48.130.

Nella categoria 15-16 anni sono scesi in campo quattro ginnastə: due per la femminile e due per la maschile.

Agata Biancolini si è qualificata al quarto posto con 90.890, mentre Radaelli ha chiuso la gara di qualifica in seconda posizione con 96.650. La prima ha concluso la sua finale al quinto posto con 48.6100; invece Letizia Radaelli ha confermato quanto fatto in qualifica ottenendo la medaglia d’argento col punteggio di 52.420.

La ginnasta Sofiia Aliaeva, che ha gareggiato sotto bandiera neutrale, ha vinto la medaglia d’oro con 54.530; la britannica Sophie-Jo Millican ha chiuso il podio con 51.510.

Leonardo Tien Cagnasso e Federico Tonelli hanno dominato la gara sin dalle qualificazioni entrando nei migliori otto rispettivamente con il primo e il secondo punteggio (97.950 e 95.740. Hanno replicato la doppietta in finale, con Cagnasso che è rientrato in un evento internazionale post infortunio vincendo l’oro con 53.030 e Tonelli che ha conquistato l’argento con 52.710.

La medaglia di bronzo è stata conquistata dal britannico James Armstrong con 50.960.

I ginnasti Senior partecipanti alla World Cup di Arosa 2024 sono stati Samuele Patisso Colonna e Marco Lavino. I due ginnasti non sono riusciti ad entrare nella semifinale individuale ma hanno centrato la finale a otto nel Sincro.

I due si sono qualificati col quinto punteggio (47.780). In finale non sono riusciti a finire il loro esercizio chiudendo la gara in quarta posizione con 39.650.

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Giulia Silvestri
Giulia Silvestri
Nata e cresciuta a Bologna, laureata in giurisprudenza, ho una passione viscerale per la ginnastica. Da quando avevo 11 anni, a fasi alterne tra vari problemi fisici, sono sempre tornata al mio amato tavolato. Da qualche anno ho iniziato a praticare parkour. Giornalista pubblicista - tessera numero 186666

Podcast - Gymnastics Heroes


GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie