sabato 20 Luglio 2024
22.9 C
Rome
sabato 20 Luglio 2024

La rincorsa a Parigi 2024 di Rebeca Andrade

In Evidenza

Rebeca Andrade sta ultimando la sua preparazione in vista delle Olimpiadi di Parigi 2024 che si terranno da sabato 27 luglio a giovedì 5 agosto.

La ginnasta brasiliana partecipa alle Olimpiadi di Rio 2016 e a quelle di Tokyo 2020. In queste ultime conquista la medaglia d’oro al volteggio e la medaglia d’argento nel concorso individuale.
Oltre alle medagli olimpiche, negli anni, vince nove medaglie mondiali tra Kitakyushu 2021 e Anversa 2023. Ai mondiali panamericani ottiene ben sei medaglie, mentre ne vince altre dodici alle World Cup Series.

Tuttavia la strada per partecipare alle Olimpiadi, per Andrade, non è lineare. La ginnasta classe ’99 subisce diversi infortuni che la costringono a periodi di stop sin da Junior. Nel 2014 si rompe il dito del piede, poi inizia la sua battaglia con il legamento crociato anteriore del ginocchio destro che si rompe nel 2015, nel 2017 e nel 2019. Nel 2017, inoltre, si infortuna alla caviglia destra.

Oltre ai problemi fisici, che non le danno la possibilità di affermare al 100% il suo valore prima delle Olimpiadi di Tokyo, nel suo percorso ginnico ha anche ostacoli finanziari.

La ginnasta originaria di Sao Paulo, infatti, racconta in più occasioni di provenire da una favela della metropoli brasiliana e di aver vissuto con la madre e i fratelli in povertà. Il suo vecchio corpo libero, presentato per l’ultima volta ai mondiali di Liverpool 2022, parla proprio delle sue origini.

In una recente intervista aggiunge che da piccola per poter partecipare agli allenamenti utilizza l’abbonamento dell’autobus della madre. Più tardi, suo fratello maggiore compra una bicicletta per poterla accompagnare in palestra.

Queste difficoltà portano Andrade a saltare molte volte gli allenamenti pertanto, la successiva decisione di andare a vivere con la propria allenatrice Keli Kitaura, è una naturale conseguenza. Kitaura la prende sotto la sua ala e le da da seconda madre.

Nel frattempo, grazie alla possibilità di diventare più costante, Andrade migliora notevolmente e alza il proprio livello ginnico riuscendo a far esplodere il suo potenziale.

Per l’aiuto ricevuto dalla madre e dai suoi fratelli (sono otto tra fratelli e sorelle), ma anche da Kitaura e da tutte le altre persone che l’aiutano, Andrade è grata. Come dichiarato recentemente a CGTN America, la presenza di queste persone nella sua vita è il motore che permette la realizzazione del suo sogno.

La ginnasta brasiliana che scrive la storia del suo paese e della ginnastica artistica mondiale, afferma inoltre: “Indipendentemente da dove vieni, dalla tua situazione finanziaria o dal colore della tua pelle, devi credere in te stesso e non permettere a nessuno di impedirti di raggiungere i tuoi obiettivi”.

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Giulia Silvestri
Giulia Silvestri
Nata e cresciuta a Bologna, laureata in giurisprudenza, ho una passione viscerale per la ginnastica. Da quando avevo 11 anni, a fasi alterne tra vari problemi fisici, sono sempre tornata al mio amato tavolato. Da qualche anno ho iniziato a praticare parkour. Giornalista pubblicista - tessera numero 186666

Podcast - Gymnastics Heroes


GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie