sabato 20 Luglio 2024
22.9 C
Rome
sabato 20 Luglio 2024

Mandriota ripercorre la sua carriera in un’intervista esclusiva

In Evidenza

In seguito alle medaglie conquistate alla World Challenge Cup di Koper, Ginnasticando.it ha contattato la ginnasta Veronica Mandriota, che si è raccontata in un’intervista esclusiva ripercorrendo diverse tappe della sua carriera.

Veronica Mandriota è nata a Monopoli nel 2005. Da piccola ha lasciato la Puglia per andare ad allenarsi a Brescia, dove da allora gareggia per la società Brixia. Ha fatto parte della squadra nazionale Junior e, dal 2021, della squadra nazionale Senior.
Nella sua carriera Senior ha vinto diverse medaglie di squadra: tra queste ricordiamo gli ori al DTB Pokal e ai Giochi del Mediterraneo 2022. A livello individuale ha vinto, sempre nel 2022, la medaglia d’argento al corpo libero ai Campionati Assoluti.
Ha poi coronato il suo rientro internazionale post-infortunio con la medaglia d’oro alla trave e il bronzo al corpo libero alla World Challenge Cup di Koper.

Come vivi la lontananza da casa? Lasciare la tua cittadina da piccola come ha influito nella tua crescita personale e professionale?

A 11 anni mi sono trasferita dall’altra parte d’Italia per iniziare la mia carriera da ginnasta, inizialmente è stato difficile vivere così lontano da casa. Man mano è diventato sempre più semplice fino a quando la mia famiglia ha deciso di raggiungermi qui a Brescia. Trasferirmi in un ambiente così importante mi ha fatto crescere molto non solo ginnicamente ma anche al livello personale.

Lasciare casa così piccola mi ha fatto maturare più in fretta, mi ha fatto capire l’importanza di determinate cose che magari a quell’età non noti e mi ha reso più autonoma e indipendente.

A proposito di crescita professionale: com’è vivere e allenarsi in un’accademia internazionale come quella di Brescia?

Ovviamente non è facile, ogni giorno devi dimostrare e dare il 100% di te stessa anche sei stanca o è una giornata no.
Devi dimostrare determinazione e impegno ma, nonostante tutto, allenarsi e confrontarsi tutti i giorni con ginnaste di altissimo livello mi motiva a dare sempre il meglio di me.

Ripensando al tuo primo mondiale, quali sono state le emozioni provate allora e qual è il tuo ricordo più bello di Liverpool?

Mi ricordo tutte le emozioni che ho provato, il brivido di adrenalina appena ho visto per la prima volta con i miei occhi il palazzetto di gara, la forte tensione prima di entrare in campo gara.

Dei mondiali di Liverpool non ho un solo ricordo più bello, perché è stata un’esperienza che mi ha fatto provare tantissime emozioni diverse. Nonostante la concentrazione che ho dovuto mantenere e la preparazione che ho dovuto affrontare in quella trasferta mi sono divertita tanto con la mia squadra.

Come hai vissuto il periodo di riabilitazione post intervento, dopo l’infortunio?

Il periodo di ripresa post intervento è stato uno dei periodi più difficili che ho dovuto affrontare. È stato un periodo buio dove non sapevo se il mio fisico sarebbe stato in grado di riprendere al 100% ciò che ho sempre fatto.

Ho lavorato tanto per riuscire a ritornare in forma ed è stato un lungo periodo che mi ha messo a dura prova soprattutto psicologicamente.

Ti aspettavi di vincere due medaglie al rientro in una competizione internazionale (non amichevole)?

A inizio giugno ho sostenuto una World Cup Challenge, la mia prima competizione internazionale dopo l’infortunio. È stata una trasferta incredibile dove non ero partita con l’obbiettivo di vincere una medaglia ma semplicemente di dare il meglio di me stessa e mostrare il lavoro che ho fatto. Non mi aspettavo di vincere due medaglie, sono felicissima ma so che ho ancora tanto lavoro da fare!

Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro?

Quest’ultima gara mi ha dato tanta motivazione di continuare a fare sempre di più, ora la mia preparazione sarà concentrata per gli Assoluti (che si terranno a Cuneo dal 5 al 7 luglio, n.d.r.) e spero che per il prossimo quadriennio riuscirò a raggiungere tanti miei obiettivi!

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Giulia Silvestri
Giulia Silvestri
Nata e cresciuta a Bologna, laureata in giurisprudenza, ho una passione viscerale per la ginnastica. Da quando avevo 11 anni, a fasi alterne tra vari problemi fisici, sono sempre tornata al mio amato tavolato. Da qualche anno ho iniziato a praticare parkour. Giornalista pubblicista - tessera numero 186666

Podcast - Gymnastics Heroes


GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie