mercoledì 19 Giugno 2024
21.9 C
Rome
mercoledì 19 Giugno 2024

GinnasticaMente: l’importanza del divertimento nello sport e a tutte le età

La Dott.ssa Psicologa Preziosa ci illustra il valore chiave dello sport di qualsiasi livello e a qualsiasi età: divertirsi

In Evidenza

Dopo un breve periodo ricco di appuntamenti importanti in tutti gli ambiti della ginnastica italiana ed internazionale, eccoci tornati sui nostri passi con il proseguo della rubrica sulla salute mentale nello sport.

In questo numero di GinnasticaMente, sempre e solo in collaborazione con la Dott.ssa Psicologa Sara Preziosa, affronteremo il tema del divertimento nel panorama sportivo comune e ci concentreremo sull’importanza che quest’ultimo acquisisce nella pratica sportiva.

La ginnastica, nelle sue differenti espressioni, è uno sport che richiede estrema disciplina, precisione, impegno e serietà. Gli atleti si allenano duramente per perfezionare le proprie abilità e ottenere prestazioni eccellenti durante le competizioni; per questo motivo, giorno dopo giorno viene loro richiesto rigore e serietà, al fine di perseverare nel raggiungimento dei propri obiettivi nonostante la fatica e le difficoltà. Tuttavia, spesso ci si sofferma sull’aspetto tecnico e competitivo, trascurando un elemento fondamentale: il divertimento.

Alle volte, nel quadro comune e più logico, il divertimento viene associato esclusivamente all’ambito del “gioco” che, per il pensiero comune, nulla avrebbe a che vedere con lo sport di medio-alto livello. Al contrario, il divertimento è un fattore cruciale nella formazione e nella motivazione durante tutta la carriera dell’atleta agonista e non solo. Nel paragrafo che segue andiamo ad analizzare il significato di quanto detto dal punto di vista psicologico, grazie alla spiegazione tecnica della specialista Dott.ssa Preziosa.

La psicologia ci insegna che la motivazione intrinseca, quella che nasce dall’interno dell’individuo e non è legata a ricompense esterne, è cruciale per il successo a lungo termine e per il benessere psicologico degli atleti. Il divertimento svolge un ruolo fondamentale nel sostenere questa motivazione intrinseca soprattutto nello sport.

Nel momento in cui l’atleta si diverte, che sia in allenamento o durante la competizione, questo è più propenso a essere coinvolto emotivamente e mentalmente in ciò che sta facendo. Questo coinvolgimento aumenta la persistenza, la resilienza e la soddisfazione nell’affrontare le sfide che uno sport come la ginnastica, in questo caso, comporta. Inoltre, il divertimento può aiutare l’atleta a gestire lo stress e la pressione associati anche alla competizione, consentendogli di esprimere il proprio potenziale al meglio.

Come abbiamo accennato poche righe sopra, il divertimento non dovrebbe essere associato solamente all’ambito del gioco, come invece comunemente avviene. In quest’ottica, esso rischia di essere erroneamente circoscritto a un determinato momento della vita dell’individuo, dell’atleta; il che, ci dimostra la psicologia, non è corretto.

È importante sottolineare, infatti, che il divertimento non dovrebbe essere limitato solo ai giovani atleti. Anche gli adulti beneficiano enormemente di un ambiente di allenamento divertente e appagante. Infatti, la ricerca ha dimostrato che gli adulti che si divertono durante l’attività fisica sono più propensi a mantenerla nel lungo periodo, rispetto a coloro che la considerano solo un dovere o un obbligo.

La Dott.ssa Preziosa ci illustra diverse strategie e modalità in grado di stimolare la motivazione e, quindi, mantenere vivo il divertimento durante la pratica sportiva.

Più nello specifico, la Dott.ssa ci indica alcuni spunti di attività divertenti da poter svolgere durante gli allenamenti di ginnastica, con il fine comune del divertimento:

  • Varietà e creatività negli esercizi: proporre una varietà di esercizi e stimolare la creatività negli allenamenti può rendere l’esperienza più divertente e stimolante per gli atleti;
  • Incoraggiare la collaborazione e il supporto reciproco: creare un ambiente di squadra in cui gli atleti si sostengono a vicenda e si divertono insieme può aumentare il senso di appartenenza e il divertimento durante gli allenamenti;
  • Celebrare i progressi e i successi: riconoscere e celebrare i progressi individuali e di squadra può aumentare la motivazione e il divertimento degli atleti;
  • Fare dell’allenamento un’esperienza positiva: gli allenatori possono adottare un approccio positivo e incoraggiante durante gli allenamenti, creando un clima in cui gli atleti si sentano al sicuro per esplorare nuove abilità e affrontare le sfide.

Il divertimento, dunque, dovrebbe essere considerato un elemento imprescindibile in ogni allenamento anche ginnastica. Promuovendo il divertimento, gli allenatori possono non solo migliorare le prestazioni degli atleti, ma anche contribuire al loro benessere psicologico e alla loro motivazione intrinseca a lungo termine.

L’appuntamento è al prossimo numero della rubrica di GinnasticaMente. Stay tuned!

spot_img

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Martina Paganelli
Martina Paganelli
Nata e cresciuta a Bologna, attualmente vivo, mi alleno e lavoro nell'ambito della ginnastica a Civitavecchia. Ho 24 anni e sono entrata in contatto con questo meraviglioso sport all'età di 7, senza mai smettere di amarlo. Sono studentessa magistrale in Lingue per la Comunicazione Internazionale, amo scrivere e, since 2012, grande fan di @Ginnasticandoit, quindi eccomi qua!

Podcast - Gymnastics Heroes


GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie