mercoledì 19 Giugno 2024
21.9 C
Rome
mercoledì 19 Giugno 2024

Final Six: Virtus Pasqualetti e Civitavecchia vincono lo scudetto

La Virtus Pasqualetti conferma il titolo conquistato lo scorso anno. La Brixia Brescia scende dal trono dopo dieci anni di vittorie consecutive, per lasciare il posto a Ginnastica Civitavecchia.

In Evidenza

Il PalaWanny di Firenze è stato cornice di uno dei più importanti appuntamenti della ginnastica nazionale. Tre squadre GAM e GAF si sono sfidate nella finale della Final Six di serie A1, pronte a combattere per vincere o riconquistare lo scudetto.

A trionfare sono state la Ginnastica Civitavecchia per la Ginnastica Artistica Femminile e la Virtus Pasqualetti per la ginnastica artistica maschile.

FINALE GAM

La sfida maschile inizia al corpo libero dove Gymnastic Romagna Team, Spes Mestre e Virtus Pasqualetti si sfidano nei primi due trielli di giornata.

Niccolò Vannucchi, della Romagna Team, vince il primo triello eseguendo un esercizio da 14.300; mentre il secondo lo vince Lorenzo Casali con 14.400. Il ginnasta delle Fiamme Oro quest’anno è in prestito alla Romagna Team, pertanto in questa prima sfida la società romagnola guadagna sei punti speciali.

Il secondo attrezzo sul quale si confrontano le società maschili è il cavallo con maniglie. Gabriele Targhetta, della Spes Mestre, domina il primo triello con 14.800; Mario Macchiati, invece, vince la seconda sfida per la Virtus Pasqualetti grazie al punteggio di 14.300.

Agli anelli hanno la meglio Niccolò Vannucchi con 14.050 nella prima sfida e Mario Macchiati con 13.600 nel secondo triello.

Al volteggio Vannucchi continua la sua gara ad alto livello stoppando i tre avvitamenti ottenendo 14.700. Segue nel secondo triello la vittoria di Casali: anche lui esegue i tre avvitamenti ricevendo il punteggio 14.800.

Al penultimo attrezzo, le parallele pari, è Matteo Levantesi ad avere la meglio nella prima sfida grazie ad un ottimo esercizio che gli frutta 14.550; mentre nel secondo triello Macchiati supera Casali di soli 50 centesimi, vincendo la sfida con il punteggio di 14.150. Un punteggio che non rispecchia la sua potenzialità: l’atleta fermano infatti ha pagato una grossa penalità

Le tre squadre salgono sull’ultimo attrezzo, la sbarra, super agguerrite perché la gara per lo scudetto è ancora aperta: il primo triello se lo aggiudica Macchiati con 13.300 per la Virtus Pasqualetti che quindi supera la Gymnstic Romagna Team di un punto speciale.

È Nicolò Mozzato della Spes Mestre a vincere il secondo triello con 13.500 punti. Sia Vannucchi che Levantesi ottengono 13.250 ma l’esecuzione migliore è quella del secondo: è il marchigiano, pertanto, a determinare la riconquista dello scudetto da parte della Virtus Pasqualetti.

Foto: Federica Salvatelli per Ginnasticando.it

FINALE GAF

Per la prima volta dopo tantissimi anni, la gara femminile è super combattuta: Civitavecchia e Brixia si sono date battaglia sino all’ultimo.

La sfida femminile inizia al volteggio dove Brixia Brescia, Ginnastica Civitavecchia e Libertas Vercelli si sono sfidate nei primi tre trielli di giornata. La prima e la seconda sfida le vincono le ginnaste della Brixia Brescia Martina Maggio e Alice D’Amato, rispettivamente con 13.850 e 14.250. Nel terzo triello, invece, ha la meglio Manila Esposito per la Ginnastica Civitavecchia con 13.950.

Il secondo attrezzo sul quale si vanno a sfidare le ginnaste della femminile sono le parallele: Giorgia Villa (Brixia Brescia) torna a dire la sua con 14.150; mentre è la Ginnastica Civitavecchia a vincere la seconda e terza sfida grazie al 14.400 di Esposito e al 13.500 di Nunzia Dercenno.

A trave Martina Maggio vince il primo triello con 13.500; mentre nella seconda sfida la campionessa europea di Rimini Esposito ottiene uno straordinario 14.550. Artemisia Iorfino, della società Libertas Vercelli, conquista i tre punti speciali grazie al suo 12.550, complici anche le cadute di Angela Andreoli (Brixia) e Dercenno.

Al corpo libero è Civitavecchia a vincere la prima sfida con July Marano che ottiene 13.350; mentre Alice D’Amato si porta a casa il secondo triello grazie al punteggio di 13.550.

Il terzo triello, che decreta la vittoria della società Ginnastica Civitavecchia, lo porta a casa Manila Esposito con 14.200 punti.

I PODI

La Virtus Pasqualetti vince lo scudetto alla Final Six con 26 punti speciali e 164,450 di punteggio tecnico. Il resto del podio è una novità rispetto allo scorso anno: la medaglia d’argento è della Romagna Team, con 24 punti speciali e 163,900. La Spes Mestre, invece, al suo rientro nella massima serie conquista il terzo gradino del podio con 22 punti speciali e un punteggio tecnico di 162,150.

La Ginnastica Civitavecchia, invece, vince lo scudetto alla Final Six con 30 punti speciali e 160,550 di punteggio tecnico interrompendo la striscia positiva della Brixia Brescia. La società lombarda, infatti, viene da dieci vittorie consecutive. Quest’anno sale sul secondo gradino del podio con 27 punti speciali e 162,750. La medaglia di bronzo va alla società Libertas Vercelli, neopromossa in Serie A1, con 15 punti speciali e un punteggio tecnico di 149,900.

spot_img

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Giulia Silvestri
Giulia Silvestri
Nata e cresciuta a Bologna, laureata in giurisprudenza, ho una passione viscerale per la ginnastica. Da quando avevo 11 anni, a fasi alterne tra vari problemi fisici, sono sempre tornata al mio amato tavolato. Da qualche anno ho iniziato a praticare parkour. Giornalista pubblicista - tessera numero 186666

Podcast - Gymnastics Heroes


GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie