domenica 19 Maggio 2024
25.9 C
Rome
domenica 19 Maggio 2024

Ritmica, European Cup 2024: L’Italia colleziona 2 argenti e tante finali nella seconda giornata a Baku

In Evidenza

Nella seconda giornata dell’European Cup di Ginnastica Ritmica a Baku la delegazione dell’Italia porta a casa due medaglie e un quarto posto: l’argento della squadra nazionale nell’all-around, un altro bellissimo argento di Sofia Raffaeli nella Cross Battle e 4 finali di specialità per le ginnaste Junior.

Le gare sono iniziate con le squadre nazionali, che sono scese in pedana per la competizione All-Around. Poi è stata la volta della Cross Battle delle Individualiste Senior e, infine, le Individualiste Junior hanno dato battaglia per ottenere un posto in finale.

La gara della Squadra nazionale dell’Italia

La squadra composta da Alessia Maurelli, Daniela Mogurean, Martina Centofanti, Laura Paris e Agnese Duranti vince l’argento nell’All-Around grazie a un’ottima prova, che arriva dopo due esercizi magistralmente eseguiti.

Ai cinque cerchi le azzurre ottengono 37.700, un punteggio immenso che non basta a portarle sulla vetta della classifica di qualifica. Prima di loro per soli 50 centesimi ci sono le bulgare, ancora più avanti c’è Israele con 38.400. La qualifica in questa specialità è comunque archiviata, così come lo è nell’esercizio misto. Si può dire che quella alla Milli Gimnastika Arenasi sia stata una delle migliori interpretazioni di questo esercizio per le azzurre. Anche in questo caso, arriva un terzo posto per l’Italia, perché prime sono le israeliane con 35.150 e seconde le azere con lo stesso punteggio delle azzurre, un 34.000 netto.

Questo risultato garantisce alla squadra nazionale dell’Italia l’argento nell’All-Around nella prima edizione della European Cup 2024, con il totale di 71.700. Al primo posto c’è Israele con 73.550 e al terzo l’Azerbaijan con 71.550.

Tutte e 8 le squadre presenti alla qualifica sono anche automaticamente qualificate per le finali di specialità. I punteggi completi sono disponibili su Smartscoring.

La gara delle Individualiste Senior nella Cross Battle

Dopo la qualifica di ieri, oggi per Sofia Raffaeli e Milena Baldassarri è stata la volta della Cross Battle per il titolo All-Around della European Cup. Questo format prevede lo scontro diretto tra ginnaste e quella che avrà ottenuto il punteggio maggiore vince e prosegue, l’altra verrà scartata.

Sofia Raffaeli, essendosi qualificata prima nelle qualifiche, è stata la prima ad aprire la competizione e ha iniziato le sue sfide al cerchio contro la georgiana Anna Khutsishvili, vincendo 35.600 contro 30.550. Il suo esercizio al cerchio risulta molto pulito ed espressivo. La Raffaeli continua ad incantare anche alla palla, attrezzo della seconda sfida, contro la padrona di casa Zohra Aghamirova. Il totale di 35.000, con ben 8.400 nel parziale dell’Artistico, le assicura il passaggio alla battaglia successiva alle clavette. Una scalata tutta in salita che si fa sempre più ardua. Nella semifinale l’agente delle Fiamme Oro si trova in un testa a testa contro l’israeliana Atamanov. Entrambe le ginnaste portano in pedana due grandissimi esercizi dall’alto valore tecnico valutati entrambi con 17.8 di difficoltà. Il valore dell’esecuzione e dell’artistico segnano un netto distacco tra le due ginnaste: Sofia Raffaeli totalizza 34.350, mentre l’israeliana si ferma a 33.900 e deve accontentarsi della sfida per il terzo e quarto posto contro la bulgara Kaleyn, al nastro. L’azzurra approda alla fase finale contro l’altra bulgara, Stiliana Nikolova. L’ultimo scontro diretto al nastro vede due bellissimi esercizi, ben eseguiti da entrambe le ginnaste. Sofia Raffaeli totalizza 32.200, per lei solo alcune piccole imprecisioni, con il quale non riesce a battere il 32.800 della bulgara Nikolova, campionessa della Cross Battle.

Milena Baldassarri, invece, ha iniziato la sfida alla palla contro Daniela Munits. L’israeliana perde l’attrezzo durante l’esecuzione dell’esercizio e questo ferma il suo punteggio a 31.100. Baldassarri resta solida, espressiva e precisa sul suo esercizio, giudicato con 31.950, e va a prendersi questa sfida. Si passa poi al cerchio, dove la sua corsa incontra l’avversaria bulgara Boryana Kaleyn. Una sfida diretta interessantissima tra due veterane nonché olimpioniche a Tokyo 2020. Purtroppo, la ginnasta ravvenate incappa in un errore perdendo l’attrezzo durante una difficoltà di corpo e la vede costretta a rincorrere il cerchio. Paga caro questo errore con un totale di 31.200. La sua avversaria bulgara porta a termine un ottimo esercizio che con 35.700 la porta direttamente alla semifinale alle clavette. Comunque un ottimo traguardo per l’azzurra che conclude la sua trasferta con un buon 5 posto.

IL PODIO FINALE

  1. Stiliana Nikolova (BUL)
  2. Sofia Raffaeli (ITA)
  3. Daria Atamanov (ISR)

La gara delle Individualiste Junior

Per le azzurrine una gara completamente diversa rispetto a quella delle Senior. Ben 4 ginnaste sono state convocate nella delegazione italiana, ognuna con un attrezzo diverso. Nessuna gara All-Around, ma solo la qualifica per le finali di specialità di domani e la Team Ranking competition con la somma dei quattro punteggi.

Le giovani italiane sono scese in pedana nel pomeriggio con il gruppo B dimostrando una grande preparazione soprattutto nell’ottica dei prossimi campionati europei di fine mese. Una pedana internazionale così importante che non le ha minimamente intimorite.

Parte molto bene Ludovica Platoni (Fortebraccio) al cerchio che sembra essere molto decisa come anche il carattere della sua canzone che interpreta in maniera intensa. Il suo esercizio abbastanza pulito le fa ottenere un buon 30.200. Elegante e delicata con un ottimo esercizio alla palla anche Anna Piergentili (Ginnastica Fabriano). Molto bene sia il lato espressivo (8.050 il parziale dell’artistico) che quello tecnico delle difficoltà, il totale è di 29.350 (dopo un ricorso accettato). Un altro bellissimo esercizio anche quello di Margherita Fucci (Cervia Ginnastica e Sport) alle clavette, molto dinamico e frizzante, pulita nei movimenti e nelle difficoltà di corpo e di attrezzo. Per lei il punteggio è di 29.250. Per le italiane chiude alla grande Carlotta Fulignati (Ginnastica Terranova) al nastro. Davvero un ottimo esercizio, molto intenso e con una buona espressività che le fa ottenere 29.700.

Davvero un’ottima prova per tutte e 4 le italiane che con i loro punteggi si assicurano tutte le finali di specialità di domani.

Il team italiano termina la gara in 4° posizione con il totale di 118.500. Sul primo gradino del podio Israele con 126.800, seguito da Bulgaria (121.700) e Romania (129.850).

Un weekend davvero intenso per tutte le ginnaste che si concluderà domani, domenica 5 maggio, con le finali di specialità per le individualiste Junior e Senior e per gli esercizi d’insieme in cui rivedremo tante atlete azzurre.

spot_img

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Giordano Federici
Giordano Federici
Laurea Magistrale in Lingue e Letterature Europee e Americane presso l'Università di Roma Tor Vergata e Laurea Magistrale in Progettazione e Gestione dei Sistemi Turistici. Ballerino a tempo pieno, agonista e istruttore di danze caraibiche. Insegnante di danza moderna e contemporanea con una grande passione per la ginnastica a tutto tondo.

Podcast - Gymnastics Heroes


GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie