lunedì 20 Maggio 2024
20.8 C
Rome
lunedì 20 Maggio 2024

Ritmica, European Cup 2024: A Baku Raffaeli fa incetta di finali e vola in Cross Battle con Baldassarri

In Evidenza

A Baku oggi è andata in scena la prima delle tre giornate dedicate alla European Cup con protagoniste Sofia Raffaeli e Milena Baldassarri.

Il nuovo format targato della European Cup inaugurato dalla Federazione Europea prevede una prima giornata di qualifica per le Senior su tutti gli attrezzi e l’accesso sia alle finali di specialità (per una sola ginnasta per nazione), sia in Cross Battle (una sorta di All-Around con le 16 migliori ginnaste di qualifica) che prevede sfide dirette in cui la perdente viene eliminata, la vincente avanza finché non vince la “battaglia incrociata” nell’individuale.

La gara di qualifica e anche tutte le finali saranno visibili a pagamento su gymtv.online, mentre i punteggi sono disponibili gratuitamente con il live scoring SmartResult.

La gara di Raffaeli e Baldassarri nella European Cup di Baku

Le azzurre iniziano la loro gara alle 10.15 di questa mattina, con la prima fase di qualifica al cerchio e alla palla.

Sofia Raffaeli al cerchio conduce una performance ottima. Il suo esercizio appare solido, molto più che nei precedenti appuntamenti, e ottiene un 35.800 di rilievo che la porta a essere la terza ginnasta in classifica di qualifica. Poiché in questo circuito viene accettata una sola ginnasta per nazione, il suo è in realtà il secondo punteggio perché quello della bulgara Stiliana Nikolova (35.850) viene scartato in favore della connazionale Boryana Kaleyn, prima con 36.200. La stessa sorte di Nikolova la patisce Milena Baldassarri. Ottimo anche il suo esercizio in questo attrezzo, ma il 32.300 ottenuto non riesce a superare quello di Raffaeli e a portarla in finale.

La classifica delle ginnaste qualificate alla finale cerchio è la seguente:

  1. Boryana Kaleyn (BUL) – 36.200;
  2. Sofia Raffaeli (ITA) – 35.850;
  3. Vera Tugolukova (CYP) – 34.500;
  4. Daria Atamanov (ISR) – 34.050;
  5. Christina Dragan (ROU) – 33.700;
  6. Ekaterina Vedeneeva (SLO) – 33.150;
  7. Zohra Aghamirova (AZE) – 32.900;
  8. Panagiota Lytra (GRE) – 32.150.

Alla palla Sofia Raffaeli si assesta come la migliore ginnasta in gara. Il suo 34.500 è un punteggio frutto di un’esecuzione ottima, sporcata solo da qualche imprecisione sui giri e qualche lieve rimbalzo durante i rotolamenti. La sua buona prestazione porta una precisa Milena Baldassarri fuori anche da questa specialità. La sua è stata una performance dalle linee bellissime, con rotolamenti stupendi e riprese molto precise che le è valsa il punteggio di 31.550.

La classifica delle ginnaste qualificate alla finale alla palla è:

  1. Sofia Raffaeli (ITA) – 34.500;
  2. Ekaterina Vedeneeva (SLO) – 33.400;
  3. Boryana Kaleyn (BUL) – 33.000;
  4. Zohra Aghamirova (AZE) – 33.000;
  5. Daniela Munits (ISR) – 32.900;
  6. Panagiota Lytra (GRE) – 32.200;
  7. Christina Dragan (ROU) – 31.550;
  8. Anastasia Ikan (UKR) – 30.950.

Alla fine di questa prima fase di qualifica Sofia Raffaeli ha ottenuto il primo punteggio individuale provvisorio e si appresta ad affrontare le qualifiche alle clavette e al nastro insieme a Milena Baldassarri (undicesima con 63.850) alle 17.30.

Foto di: Marco Calia per GINNASTICANDO.it

Alle clavette entrambe le azzurre fanno molto bene; c’è solo qualche piccolo errore di traiettoria per Baldassarri, ma l’interpretazione del suo particolare esercizio non ne è particolarmente inficiata. Il 31.500 che ottiene, però, è secondo a quello della compagna di squadra e di nazionale. Raffaeli, infatti, incanta il pubblico azero e quello da casa con una performance molto buona da 34.750, seconda solo a quella di Stiliana Nikolova (35.000).

La classifica delle ginnaste qualificate alla finale alle clavette è:

  1. Stiliana Nikolova (BUL) – 35.000;
  2. Sofia Raffaeli (ITA) – 34.750;
  3. Daria Atamanov (ISR) – 34.700;
  4. Vera Tugolukova (CYP) – 33.150;
  5. Ekaterina Vedeneeva (SLO) – 32.300
  6. Christina Dragan (ROU) – 31.550;
  7. Panagiota Lytra (GRE) – 31.250;
  8. Alexandria Kautzman (USA) – 30.750.

Al nastro Sofia Raffaeli mette in scena qualcosa di meraviglioso in pedana. Stupenda dall’inizio alla fine, perfetta in ogni attimo di questa esecuzione, ottiene l’immenso punteggio di 33.900 e si porta in testa alla classifica All-Around. Milena Baldassarri ben figura nel suo ultimo esercizio di giornata, e fa anche lei molto bene fino a quasi la fine dell’esercizio, quando purtroppo una perdita frena la sua scalata e la ferma al punteggio di 30.800.

La classifica delle ginnaste qualificate alla finale al nastro è:

  1. Sofia Raffaeli (ITA) – 33.900;
  2. Vera Tugolukova (CYP) – 33.000;
  3. Boryana Kaleyn (BUL) – 32.850;
  4. Ekaterina Vedeneeva (SLO) – 32.250;
  5. Daria Atamanov (ISR) – 32.200;
  6. Zohra Aghamirova (AZE) – 31.450;
  7. Christina Dragan (ROU) – 30.250;
  8. Krystina Pohranycha (UKR) – 30.200.

Gli accessi in Cross Battle

Sia Milena Baldassarri (con 126.150) che Sofia Raffaeli (con 138.950) centrano l’accesso in Crossed Battle, che non segue la regola di una sola ginnasta per nazione. Rivedremo entrambe le azzurre domani, per questo nuovo e interessante format.

Le ginnaste che parteciperanno alla Crossed Battle sono:

  1. Sofia Raffaeli (ITA)
  2. Boryana Kaleyn (BUL)
  3. Stiliana Nikolova (BUL)
  4. Daria Atamanov (ISR)
  5. Vera Tugolukova (CYP)
  6. Ekaterina Vedeneeva (SLO)
  7. Daniela Munits (ISR)
  8. Zohra Aghamirova (AZE)
  9. Christina Dragan (ROU)
  10. Milena Baldassarri (ITA)
  11. Panagiota Lytra (GRE)
  12. Krystyna Pohranycha (UKR)
  13. Alexandra Kiroi-Bogatyreva (AUS)
  14. Kamilla Seyidzade (AZE)
  15. Andreea Verdes (ROU)
  16. Anna Khutsishvili (GEO)
spot_img

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Mariacarmela Brunetti
Mariacarmela Brunetti
Nata e cresciuta nel magico Sannio, la mia seconda casa da anni è Roma, dove sto per conseguire una laurea in Ingegneria. Faccio parte di GINNASTICANDO.it dal 2015 e attualmente sono Vicedirettrice, oltre che Editorialista e Redattrice.

Podcast - Gymnastics Heroes


GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie