domenica 19 Maggio 2024
25.9 C
Rome
domenica 19 Maggio 2024

“Mi sentivo amata e apprezzata solo da ginnasta” – Carlotta Ferlito si racconta a Verissimo

In Evidenza

Quello di Carlotta Ferlito è uno dei volti più noti nel panorama della ginnastica soprattutto italiana. Grazie alla notorietà acquisita con il programma di MTV Ginnaste – Vite Parallele, la catanese ha, ad oggi, una delle fanbase più attive e numerose. 

Qualche mese fa, lei stessa, ha reso noti dettagli sulla sua carriera e sulla vita privata della sua famiglia che la scorsa domenica ha approfondito in televisione attraverso un’intervista al programma Verissimo, condotto da Silvia Toffanin.

In questa intervista la vice campionessa europea a trave (2011) spiega quanto sia difficile vedere la propria madre spegnersi ogni giorno di più a causa di una malattia che di fatto non ha cura. “Fra tutte le sfide che ho dovuto affrontare questa è sicuramente la più complicata“, ammette Carlotta Ferlito ai microfoni di Verissimo mostrandosi giustamente emozionata, ma forte come negli anni ci ha abituato a vederla.

L’intervistatrice porge anche domande sulla carriera della ginnasta e sulla denuncia fatta qualche tempo fa sugli abusi subiti nel campo della ginnastica artistica e resa nota da lei stessa in un’intervista rilasciata a Le Iene. “Non mi pento di aver denunciato, sono convinta che se adesso la cosa è migliorata, è anche grazie alla mia denuncia, quindi sono contenta di averla fatta” dice la Ferlito spiegando ciò che ha subito e rivelando, poi il suo rimpianto più grande.  Di fatto, se c’è una cosa che la ginnasta si porta dietro è di non aver potuto decidere quando e come terminare la propria carriera che l’ha portata a vincere numerose medaglie nazionali e internazionali dal 2009 (anno in cui è diventata Senior) al 2019, tra cui tre medaglie alle olimpiadi giovanili e a partecipare a due olimpiadi (Londra 2012, Rio 2016).

Durante questa intervista a Verissimo Carlotta Ferlito ammette di aver sofferto maggiormente negli anni che hanno seguito la sua carriera agonistica, quando i traumi sono venuti a galla, tanto da aver scoperto di aver vissuto una vera e propria crisi di identità “Mi sentivo amata e apprezzata solo da ginnasta. Smetti di essere ginnasta e poi la gente non ti vuole più bene, perché ti dovrebbe voler bene se non sei più la campionessa che gareggia alle olimpiadi?” si domandava. Poi col tempo è riuscita a superare anche queste situazioni complicate, a stare bene e a dedicarsi alla sua vita e ai viaggi che ama molto.

Auguriamo a Carlotta Ferlito di potersi godere le grandi e piccole cose, così come lei spera e alla sua famiglia tanta forza per affrontare questo dolore. 

spot_img

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Rosita Raso
Rosita Raso
Traduttrice e sottotitolatrice di professione. Appassionata di sport e soprattutto di ginnastica da molto tempo. Spero, attraverso questo progetto, di poter restituire alla ginnastica le emozioni che non smette mai di regalarci.

Podcast - Gymnastics Heroes


GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie