mercoledì 22 Maggio 2024
30.6 C
Rome
mercoledì 22 Maggio 2024

Artistica, Europei 2024: l’Italia Maschile è bronzo europeo a Rimini!

Ai Campionati continentali di Rimini 2024 la squadra di Abbadini, Casali, Macchiati, Lodadio e Levantesi riesce nell'impresa, dietro Ucraina e Gran Bretagna

In Evidenza

Fiera di Rimini, 28 aprile 2024 – Si è appena concluso questo XXXVI Campionato Europeo di Ginnastica Artistica Maschile a Rimini. Oggi pomeriggio la Fiera di Rimini ha ospitato l’ultima delle competizioni in programma: la finale a squadre.

L’Italia si è presentata con un quinto posto di qualifica ed ha iniziato la propria impresa agli anelli.

La squadra dell’Italia composta da Yumin Abbadini, Lorenzo Minh Casali, Matteo Levantesi, Mario Macchiati e Marco Lodadio chiude questi Europei 2024 di Artistica con un bronzo.

Anelli

Il primo degli azzurri ad aprire la gara, agli anelli, è Lorenzo Casali che esegue un ottimo esercizio e rompe il ghiaccio con sicurezza, stoppando l’arrivo all’uscita in tsukahara avvitato (13.666). A seguire, il compagno Abbadini porta a casa un altro buon esercizio (13.266), dove commette solo qualche sbilanciamento e un passetto all’uscita. Chiude la prima rotazione per l’Italia è lo specialista Marco Lodadio che conferma il suo talento e presenta un esercizio da 6.2 di nota D (14.400).

Il parziale totale dell’Italia dopo la prima rotazione è 41.332, punteggio che assesta la squadra in quarta posizione a meno di un punto da Israele.

Volteggio

Il primo a saltare al volteggio per l’Italia è Mario Macchiati, con un ottimo e solido doppio avvitamento e mezzo da 14.366. Il compagno Casali prosegue sulla stessa lunghezza d’onda, ed esegue un triplo avvitamento pressoché perfetto con 9.0 di esecuzione (14.600). Subentra come terzo volteggista Abbadini, al posto di Lodadio, che esegue un buon doppio avvitamento, che gli vale il punteggio di 13.866.

Il parziale totale dell’Italia dopo la prima rotazione è 84.164, che rimane al quarto posto provvisorio, davanti questa volta a Israele, e dietro alla Gran Bretagna di circa 0.400 punti.

Parallele pari

Levantesi dà inizio alla sua finale a squadre al suo attrezzo di punta e garantisce all’Italia una certa sicurezza e un’ottima qualità: 14.466. Dopo aver sistemato gli staggi, Macchiati si esprime al meglio e si riscatta dall’errore della finale di specialità e, nonostante una leggera semplifica nella routine, ottiene 14.500. A chiudere questa terza rotazione è Casali che, ancora una volta, conferma il suo valore anche in questo attrezzo (14.066).

Il parziale totale dell’Italia dopo la terza rotazione e a metà gara è 127.196, punteggio che assesta la squadra al secondo posto a pochi decimi dalla Turchia.

Sbarra

La seconda metà di gara inizia con l’esercizio di Macchiati. Pulito e lineare, Mario porta a termine un esercizio di buona difficoltà senza particolari sbavature (13.266). Abbadini, che sale per secondo, esegue un esercizio di valore (5.8) con un’esecuzione sopra l’8.5, ottenendo 14.333. L’esercizio di Levantesi chiude la rotazione alla sbarra per l’Italia (13.833), che rincorre rotazione per rotazione la concorrente turca.

Il parziale totale dell’Italia dopo la prima rotazione è 168.628, che sale in terza posizione provvisoria, davanti alla Turchia di un soffio, e dietro a Gran Bretagna (1°) e Ucraina (2°).

Corpo Libero

Yumin Abbadini apre la gara dell’Italia sulla pedana del corpo libero. Abbadini riesce a stoppare praticamente tutte le diagonali del suo esercizio e ottiene un ottimo 14.266. Casali inizia il suo esercizio con una imprecisione alla prima diagonale, dalla quale esce con entrambi i piedi e subisce la penalità di 0.3, ma prosegue molto bene (14.000). Macchiati sale sulla pedana per terzo ed ultimo ginnasta ed esegue un esercizio pulito, senza grosse sbavature a parte una perdita di controllo al due e mezzo dietro di finale (13.400).

A una sola rotazione dalla fine, l’Italia totalizza un parziale di 210.294 e si trova al terzo posto provvisorio. Il cavallo sarà decisivo per la lotta all’ultimo decimo tra Italia e Turchia, nella corsa verso il podio. Rimangono saldamente in testa Gran Bretagna e Ucraina.

Cavallo con maniglie

Apre questa sesta e ultima rotazione lo specialista al cavallo Yumin Abbadini, senza errori e con uno strepitoso 14.400! Il compagno Lorenzo Minh Casali non è da meno e inizia ad avvicinarsi il sogno dell’Italia (13.600). Compito arduo spetta a Mario Macchiati, cui spetta chiudere la gara a squadre per l’Italia: e anche il terzo cavallo è in piedi!

L’Italia vince il bronzo di squadra con il punteggio di 252.560, in una gara senza errori, dietro all’Ucraina che vince il titolo europeo con 255.762 e la Gran Bretagna, al secondo posto, con 255.429.

Che gara per l’Italia Senior maschile, guidata dal capitano Lodadio e sostenuta fino all’ultimo da Abbadini, Casali, Levantesi e Macchiati!

Qui per tutte le classifiche.

spot_img

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Martina Paganelli
Martina Paganelli
Nata e cresciuta a Bologna, attualmente vivo, mi alleno e lavoro nell'ambito della ginnastica a Civitavecchia. Ho 24 anni e sono entrata in contatto con questo meraviglioso sport all'età di 7, senza mai smettere di amarlo. Sono studentessa magistrale in Lingue per la Comunicazione Internazionale, amo scrivere e, since 2012, grande fan di @Ginnasticandoit, quindi eccomi qua!

Podcast - Gymnastics Heroes


GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie