mercoledì 22 Maggio 2024
21.7 C
Rome
mercoledì 22 Maggio 2024

L’Italia della Ritmica conquista il Bilaterale con la Francia

In Evidenza

Oggi, 9 marzo, al Pala FitLine di Desio è andato in scena il bilaterale Italia-Francia di Ginnastica Ritmica che ha consegnato all’Italia tutti e tre gli ori in palio nel Torneo.

Impegnate in campo la Squadra nazionale e le Individualiste Senior e Junior, che hanno ben figurato nel confronto con le ginnaste francesi. La gara non è stata trasmessa in streaming e non verranno diffusi nemmeno video in differita per preservare le coreografie dei nuovi esercizi della nazionale italiana, che rimarranno inediti fino alla World Cup della prossima settimana a Palaio Faliro.

La gara dell’Italia di Ritmica alla conquista del Bilaterale con la Francia

Banco di prova per gli Europei di Budapest e per i prossimi appuntamenti internazionali, quella al Pala FitLine è stata una prova ottima per tutte le partecipanti. Per prime sono scese in pedana le squadre nazionali con i misti, poi si sono susseguite le due rotazioni di Junior Team e del gruppo Senior. Di nuovo è toccato alle squadre con gli esercizi ai 5 cerchi e a concludere la gara sono state le altre due rotazioni dei Junior Team e del gruppo Senior.

I PODI – La vittoria per le ginnaste della Ritmica va all’Italia nel Bilaterale con la Francia su tutti i fronti. I Team Junior italiani vincono oro e argento, contro il bronzo della Francia; la Squadra nazionale titolare si prende il titolo sulla Francia, argento, e sull’Italia 2 che è terza; Sofia Raffaeli e Milena Baldassarri sono prima e terza, mentre l’argento spetta alla francese Helene Karbanov.

Le Squadre nazionali

Rompe il ghiaccio nella competizione delle squadre di Ginnastica Ritmica al bilaterale tra Italia e Francia la Squadra Nazionale Italiana 2, composta da Alessia Russo, Laura Zambolin, Serena Ottaviani, Eleonora Tagliabue e Giulia Segatori, con un esercizio segnato da alcuni recuperi e da un paio di errori di traiettoria, di cui uno più grave che non permette a una ginnasta di eseguire una Body Difficulty (BD) che per regolamento non verrà assegnata a nessuno. Il punteggio è pari a 28.300.

L’Italia titolare composta da Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Daniela Mogurean, Agnese Duranti e Laura Paris mostra una buonissima preparazione sulla nuova composizione nonostante qualche piccola imprecisione, e il punteggio col quale viene giudicata sul misto è un buon 33.800.

Per l’Italia 2 l’esercizio ai 5 cerchi si conclude con una perdita a pochi secondi dal termine che compromette un po’ il punteggio (30.700) per via della fine in ritardo sulla musica. Anche le titolari sbavano la buona esecuzione generale con due perdite, una con uscita di pedana dell’attrezzo, e un’altra in prossimità della fine che impedisce alla formazione di fare l’elemento conclusivo. Nonostante ciò l’esercizio viene giudicato con l’ottimo 35.350.

La Francia si esibisce su un esercizio molto particolare, con un mashup di musiche e richiami patriottici che vale 32.100 punti. La nazionale francese porta a termine un buon esercizio con delle piccole imprecisioni da 34.250. Sicuramente si può limare l’esecuzione, ma la composizione (la cui posa iniziale è un omaggio alle Olimpiadi) è molto bella e originale.

La gara delle Junior

Il primo gruppo junior per l’Italia è composto da Clara Di Giorgio, Anna Piergentili, Margherita Fucci e Carlotta Fulignati.

Clara Di Giorgio, a parte la ripresa imprecisa su un rischio e qualche imprecisione, si dimostra una ginnasta elegantissima e sciolta, che ottiene 28.950 al cerchio. Anna Piergentili prosegue con un esercizio preciso alla palla che vale 28.500, nel quale interpreta molto bene la musica francese dell’esercizio. Alle clavette Margherita Fucci è espressiva ed energica. Precisione e capacità interpretativa, unite a una buonissima esecuzione le fanno ottenere 29.250. Per il Team Italia 1 a terminare la gara è il nastro di Carlotta Fulignati da 27.900; per lei qualche imprecisione, ma grande capacità di riempire la pedana.

Foto di: Luigia Togato per GINNASTICANDO.it

Il secondo gruppo junior per l’Italia è composto da Ludovica Platoni, Matilde Marcon, Michelle Greganti e Giorgia Colombo.

Ludovica Platoni si dimostra elegante e precisa e al cerchio ottiene 25.800. Il punteggio di Matilde Marcon è di 27.100 alla palla; appare molto migliorata quest’anno, ed è espressiva nonostante qualche sbavatura. Alle clavette Michelle Greganti ottiene un buon 26.950, frutto di un’interpretazione e un’eleganza innate che mascherano bene qualche imprecisione. Termina la gara per il Team Italia Junior 2 Giorgia Colombo al nastro, con 25.400 punti. Un nodo nella prima parte dell’esercizio costringe la ginnasta a cambiare il proprio attrezzo con quello di riserva, ma a parte questo inconveniente l’esercizio per lei prosegue molto bene.

La Francia ha composto il suo Junior Team con Yseult Zavagno e Naia Okasha. Zavagno purtroppo patisce una perdita durante un rischio, ma recupera bene nella seconda parte dell’esercizio e ottiene un 24.300 alla palla, mentre al cerchio commette diversi gravi errori. Okasha al nastro è grintosa ed espressiva, e nonostante la perdita ottiene un discreto 25.600, mentre alle clavette un 27.400.

Gruppo Senior

Ad aprire la rotazione del gruppo senior è Giorgia Galli con un cerchio grintoso (da 30.600), che risente solo sul finale di un paio di errori. Alla palla per lei purtroppo non va meglio: una grave perdita da 1 punto su una ripresa difficile sporca il suo esercizio molto complesso e la fa fermare a 29.950 punti. Nella seconda parte di gara Galli reagisce con determinazione all’errore precedente, confermandosi un ottimo elemento sia dal punto di vista tecnico che espressivo e ottenendo alle clavette 31.500. Conclude la gara con un bellissimo esercizio al nastro da 32.000 punti: dal suo tipico boomerang ai tanti piccoli particolari di cui è intessuto, questo è un esercizio stupendo.

Il cerchio che ha costruito con Mancinelli, Milena Baldassarri lo interpreta alla perfezione; peccato solo per qualche piccola imprecisione (31.950). L’aviere dell’Aeronautica Militare appare in ottimo spolvero anche nella seconda rotazione alla palla, dove non c’è un attimo che non venga interpretato con le movenze del corpo e con l’attrezzo; lo conferma l’ottimo punteggio di 33.350. Nell’esercizio alle clavette, ancora inedito al pubblico da casa, il 32.000 che ottiene è frutto di una buona performance, che la vede sempre in sintonia con la musica. La fine della sua gara è al nastro che ha fatto innamorare moltissimi a prima vista nella tappa di Forlì. Il punteggio di Baldassarri è 29.950, ma quando la si vede eseguire questo esercizio, imprecisioni o no, non si può dire altro che la classe non è acqua.

Tara Dragas inizia la sua gara al cerchio (31.150), dove esegue molto bene i giri e conferma di avere un esercizio con difficoltà molto elevate. Giudicata con 33.000 è alla palla che mostra tutta la sua grinta e i suoi miglioramenti. Le clavette di Tara sono sporcate da una perdita (31.200), ma la composizione pienissima di rischi e passaggi molto veloci mostra bene la sua energia. Piccola perdita per lei anche al nastro, dove la grintosa esecuzione le frutta comunque un 30 netto.

Inizia la gara con una caviglia fasciata la promessa milanese Viola Sella. Nonostante qualche imprecisione alla palla conclude l’esercizio con il punteggio di 32.100. Sella è capace di interpretare ogni tipo di musica alla perfezione e lo dimostra al cerchio, dove ottiene 30.350. La musica del nastro le permette di enfatizzare in modo magnifico il ritmo e gli accenti della musica e di ottenere un buon 28.550. Il 32.000 alle clavette conclude la gara di Sella, più decisa e incisiva sulla musica ritmata di questo esercizio.

Sofia Raffaeli chiude la rotazione delle senior. Fa qualche recupero e un po’ di imprecisioni alla palla, ma nessun grave errore e ottiene 34.600. Peccato per il cerchio (34.150), dove nonostante l’ottima prestazione perde l’attrezzo sul lancio finale e termina l’esercizio senza. Particolarissimo è il suo nastro, nel quale ci sono tanti elementi innovativi e difficili. Qualche piccola imprecisione non inficia la sua capacità di recuperare gli errori, che le fa ottenere il punteggio di 33.450. La conclusione della gara è proprio sulle sue clavette da 33.850. Leggerezza ed espressività lasciano il pubblico impressionato da questa esecuzione bellissima, che non ha ripagato del tutto in termini di punteggio per via di una perdita e qualche imprecisione.

Foto di: Luigia Togato per GINNASTICANDO.it

Le due francesi Maelle Millet ed Helene Karbanov portano a termine della buone prestazioni. Nei primi due attrezzi per la prima ginnasta la gara inizia in salita con 28.600 alla palla dovuto a perdita grave, ma c’è il recupero con un buon cerchio da 30.200. La seconda, invece, fa molto bene al cerchio, dove ottiene 33.900, mentre incappa in una caduta durante l’esercizio alla palla che ferma il suo punteggio a 31.350. Millet reagisce agli errori precedenti con un buon 30.200 al nastro e 30.400 alle clavette, mentre Karbanov alle clavette ottiene 31.850 e al suo attrezzo di punta, il nastro, un ottimo 32.400.

spot_img

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Paola Bellini
Paola Bellini
laureata in Cultura e Tecnica del costume e della moda con laurea magistrale in Discipline Semiotiche con il Prof. Umberto Eco. Seconda laurea magistrale in Management dello sport e delle attività motorie. Master di primo livello in scienze dell'alimentazione e dietetica applicata ai fabbisogni nutrizionali degli sportivi. Tecnico Federale FGI sezione ginnastica ritmica Giudice regionale ginnastica ritmica brevetto di assistente bagnanti brevetto di operatore scolastico Coni FGI brevetto insegnate di idrospinning exdelegato provinciale Coni fgi ex ginnasta agonista sezione ritmica ex agonista nuoto e nuoto sincronizzato gestisco una page di instagram con interviste e dirette con le ginnaste italiane e straniere (paolyrhytm)

Podcast - Gymnastics Heroes


GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie