sabato 15 Giugno 2024
34.2 C
Rome
sabato 15 Giugno 2024

Il primo mondiale, il pass olimpico e gli obiettivi per il 2024 – Intervista esclusiva ad Angela Andreoli

In Evidenza

Medaglia d’oro a squadre e di bronzo al corpo libero agli europei di Monaco, medaglia d’argento a squadre agli europei di Antalya e 6 volte campionessa d’Italia con la Brixia Brescia, la protagonista dell’intervista di oggi è Angela Andreoli.

La ginnasta ha fatto il suo esordio mondiale proprio nella stagione 2023 ad Anversa, dove, insieme alle sue compagne di squadra:Alice D’Amato, Manila Esposito, Arianna Belardelli, Elisa Iorio e Veronica Mandriota è riuscita a conquistare il Pass Olimpico.

Abbiamo deciso di ripercorrere con lei questo magnifico 2023 e cercare di capire qualche informazione in più per il 2024.

INTERVISTA

Come descriveresti il tuo 2023?

L’anno non è iniziato al massimo. Mi stavo riprendendo da un piccolo risentimento alla caviglia e gli Europei di Antalya per me potevano andare molto meglio. Alla fine sono stata molto contenta, abbiamo ottenuto un ottimo risultato di squadra ed è stata una bellissima esperienza.

Da lì ho iniziato a riprendermi sempre di più e le gare successive sono andate molto meglio. Sono tornata sui 4 attrezzi sia in serie A sia al Trofeo Città di Jesolo.

Dopo le vacanze abbiamo ricominciato ad allenarci a Riccione e a settembre ci sono stati gli Assoluti a Padova. Possiamo dire che anche in quella gara sono andata bene, nonostante il problema al polpaccio, che non mi ha permesso di fare il corpo libero.

Poi, la grande emozione di entrare in squadra per i mondiali di Anversa per trave e parallele. Lì è stato un turbinio di emozioni, era il mio primo mondiale, come per Arianna, tutti ci sono stati sempre vicini. Nonostante il problema al polpaccio, che mi ha costretta ad essere bendata per tutto il mondiale, mi sono sentita bene e ho fatto dei begli esercizi, sia in qualifica a parallele e trave, sia in finale a squadre alla trave.

Che emozioni hai provato quando avete conquistato il pass olimpico?

È un’emozione che si fatica a capire, un mix fortissimo tra gioia e felicità. Noi eravamo nel primo girone e abbiamo dovuto aspettare una giornata e mezza prima di sapere il risultato. Anche perché, fino all’ultimo è sempre imprevedibile, noi abbiamo tenuto, e anche bene, le posizioni. Quando abbiamo scoperto che eravamo qualificata ed eravamo anche rientrate nella finale a 8 la felicità è stata al massimo.

Curiosità, come si festeggia un pass olimpico?

Si festeggia tra di noi, in un primo momento. Perché si, avevamo conquistato la qualificazione per Parigi 2024, ma la testa era sulla finale a 8. Diciamo che è stato un festeggiamento contenuto fino alla fine del mondiale. Solo dopo l’ultimo giorno abbiamo iniziato a ragionarci veramente e a comprendere la realtà delle cose.

Cosa ti aspetti dal 2024?

In questo 2024 in primis mi aspetto di stare bene, di tirare fuori il massimo e di fare quel passettino in più in gara, controllando tutto -emozione compresa – e avere la massima resa negli esercizi.

Si inizia a breve con Brescia, che è anche la mia città. È una gara di Serie A, ma quando si tratta della tua città che non ospita gare da molto tempo è sempre molto emozionante.

Quest’anno anche gli Europei saranno in Italia, a Rimini. Gareggiare in casa sarà diverso e suggestivo; è sempre un’emozione diversa, perché avremmo gran parte del pubblico sugli spalti, oltre che quello da casa, che ci sostiene.

Hai in mente di inserire nuove difficoltà?

Chiaramente in palestra è un work in progress, quindi sicuramente ho in mente di inserire elementi nuovi e di aumentare le difficoltà, così da ottenere un valore di partenza più alto.

Non ci sono stati dati spoiler però!

Ringraziamo Angela per la disponibilità e le auguriamo il meglio per questo 2024!

spot_img

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Francesca Rossi
Francesca Rossi
Neolaureata magistrale in Comunicazione e giornalista pubblicita. La ginnastica artistica è una delle mie più grandi passioni e dopo anni in palestra ho deciso di raccontarla. Quando non parlo di sport sono sicuramente con la valigia in mano, a un concerto o in un parco divertimenti.

Podcast - Gymnastics Heroes


GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie