mercoledì 28 Febbraio 2024
21.1 C
Rome
mercoledì 28 Febbraio 2024

“Maltraitance dans la gym, la parole se libère” – La denuncia di 6 ginnaste francesi

In Evidenza

Domenica 14 maggio sul canale francese “State 2” è andato in onda un’ inchiesta nella quale 6 ex ginnaste denunciavano di aver subito abusi psicologici e fisici.

Un titolo significativo per spiegare le loro vicende e denunciare gli abusi subiti di un direttore della squadra e un allenatore:

Maltraitance dans la gym, la parole se libère”

Sono state 6 le ginnaste a testimoniare. Clara Della Vedova, Valentine Sabatou, Camille Bahl, Marine Petit, Blanche (che non ha voluto rendere noto il suo cognome) e una sesta che è ha preferito rimanere anonima. Sei confessioni avvenute a cuore aperto per denunciare la loro dura esperienza.

Valentine Sabatou racconta di essere stata costretta a partecipare a una gara nonostante il suo allenatore sapesse della sua lesione alla caviglia affermando:

“Eravamo solamente degli oggetti, se ne fregavano della nostra salute”

Marine Petit ha denunciato di essere stata schiaffeggiata, perché ha partecipato ai festeggiamenti per la medaglia d’argento di Thomas Bouhail alle olimpiadi di Pechino 2008.

Le due testimonianze anonime si uniscono alla voce di Clara della Vedova raccontando gli abusi psicologici costanti sul peso delle ginnaste:

“Sei una capra. Sei una nullità. Non sei capace di nulla. Quando smetterai di ingrassare? Brutta “vache”, sei una vergogna

Frasi che rimarranno impresse nella mente delle ginnaste per sempre. Un abuso continuo che ha portato Clara della Valle a pensare, dopo la mancata olimpiade 2012 per la rottura del tendine d’Achille, “per fortuna è tutto finito”.

Quattro delle sei ginnaste, durante l’inchiesta, stavano denunciando un allenatore già accusato pubblicamente nel 2007 per i suoi metodi in Svizzera. Mentre, le restanti denunciavano un’allenatrice che è responsabile della squadra da una quindicina d’anni.

Dopo la messa in onda dell’nchiesta la ministra dello sport, Amélie Oudéa-Castéraha, ha aperto un’indagine, nella quale ha convocato nell’immediato la Federazione francese di ginnastica e il DTN Kevin Rebaud della nazionale, poiché, afferma:“abbiamo tolleranza zero verso questo tipo di violenza”.

Sempre nella serata, James Blateau, il presidente della Federazione di Ginnastica Francese ha commentato in un comunicato:

“Prendo atto delle testimonianze e fin d’ora sostengo pienamente le vittime. Di conseguenza, lunedì ho convocato una riunione straordinaria del comitato esecutivo della federazione per discutere le misure da adottare”

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Francesca Rossi
Francesca Rossi
Studentessa magistrale in Culture della Comunicazione. La ginnastica artistica è la mia più grande passione e non riesco a stare lontana dalla palestra. Amo parlare di sport, viaggiare, ascoltare musica e continuare a scoprire cose nuove. Sono tecnico societario GAF.

Podcast - Gymnastics Heroes


GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie