domenica 3 Marzo 2024
16.3 C
Rome
domenica 3 Marzo 2024

Artistica, World Cup Cottbus: la seconda giornata di qualifiche

In Evidenza

Si è conclusa la seconda giornata di qualifiche alla Lausitz Arena di Cottbus per la prima Fig Apparatus World Cup della stagione.

Nella prima giornata di qualifiche, sono scesi in pedana gli atleti che cercavano un pass per la finale del 26 febbraio a volteggio, trave, parallele pari, corpo libero femminile e sbarra.

LE QUALIFICHE

Un’ottima gara per le azzurre. Martina Maggio con un ottimo esercizio da 13.033, entra con il quinto punteggio in finale a trave.

Al corpo libero entrambe le azzurre entrano in finale con il terzo e il quarto punteggio in classifica. Alice D’Amato con 13.466 e Manila Esposito con 13.333.

AL volteggio Matteo Levantesi ottiene una media di 14.100, che lo posiziona al decimo posto nella classifica generale e non riesce ad accedere alla finale.

Alle parallele pari, Matteo Levantesi, ottiene 14.333 e riesce ad entrare in finale con il settimo punteggio.Marco Sarrugerio, invece, ottiene il punteggio di 13.300, classificandosi quindicesimo nella classifica generale.

Carlo Macchini, super specialista alla sbarra, guida la classifica di qualifica con il punteggio di 14.233. Matteo Levantesi, con il punteggio di 13.133 si classifica al dodicesimo posto.

Foto: Federica Salvatelli per Ginnasticando.it

Domani alle 14 iniziano le finali di specialità. Connettetevi su Rai Play e seguite i nostri aggiornamenti live per sapere tutto quello che succede e per tifare per gli azzurri in gara!

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Francesca Rossi
Francesca Rossi
Studentessa magistrale in Culture della Comunicazione. La ginnastica artistica è la mia più grande passione e non riesco a stare lontana dalla palestra. Amo parlare di sport, viaggiare, ascoltare musica e continuare a scoprire cose nuove. Sono tecnico societario GAF.

Podcast - Gymnastics Heroes


GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie