domenica 26 Maggio 2024
22.3 C
Rome
domenica 26 Maggio 2024

Obiettivo A1: Elisabeth Seitz alla Ginnastica Riccione

In Evidenza

Un prestito tedesco in arrivo in Italia. Si tratta di Elisabeth Seitz è in arrivo alla Ginnastica Riccione. Classe ’93 la campionessa europea alle parallele e tre volte finalista olimpica originaria di Heidelberg, debutterà con la società in serie A2 il 10-11 Febbraio al Mandela Forum di Firenze.

Seitz è la seconda atleta stranierà che debutta nelle file della Ginnastica Riccione; la prima è stata la rumena Daniela Batrona in sostituzione dell’ucraina Anastasiia Bachynska, purtroppo infortunatasi.

La campionessa ha risposto a diverse domande riguardanti la nuova sfida che si accinge ad affrontare e i suoi progetti futuri. Di seguito l’intervista integrale.


Com’è nata la collaborazione con la Ginnastica Riccione?
È iniziata quando lo scorso anno sono venuta in Italia per fare parallele e trave al Grand Prix della Ginnastica; in quell’occasione mi fu chiesto se avrei mai potuto considerare l’idea di venire a gareggiare nel campionato italiano e ho pensato ”perché no? Sarebbe una bella esperienza, mi piace la Ginnastica, mi piace l’Italia, è una bella sfida.” Così ho iniziato a tenermi in contatto con Francesco Poesio, ne abbiamo parlato e ora sono parte della squadra, ne sono molto contenta.


Cosa pensi dell’Italia?
So che è un Paese meraviglioso, nel quale noi tedeschi veniamo in
vacanza. È perfetto! Inoltre la gente è molto simpatica e so anche che la ginnastica in Italia è di alto livello! Ci verrò volentieri, anche se so perfettamente che avrò a che fare con ginnaste molo molto forti.


Cosa pensi quindi della ginnastica in Italia? A che livello è rispetto a quella tedesca?
Qualche anno fa avrei detto che eravamo sullo stesso livello, ma adesso l’Italia è sicuramente a un livello superiore rispetto al nostro: è migliorata tanto e diverse ginnaste sono molto forti. In Germania dobbiamo capire se riusciremo a tornare allo stesso livello, ma al momento l’Italia è più avanti di noi.


Come ti descriveresti come ginnasta?
Mi diverto molto a fare ginnastica, la ginnastica quella ”dura”. In realtà non sono molto elegante e prediligo di più l’uso della forza, soprattutto alle parallele. Cerco di mostrare agli altri che mi diverto e mi auguro che anche gli altri si divertano, come capita a me, nel fare molte ore di ginnastica.


E al di fuori della palestra?
Al di fuori dalla palestra credo di essere una persona divertente: mi piace uscire con gli amici, col mio ragazzo, andare a trovare la mia famiglia e penso che tutti mi trovino simpatica perché sorrido molto. Mi piace ridere e divertirmi nella vita, dunque non solo nella ginnastica.


Qual è il suo obiettivo per quest’avventura italiana?
Prima di tutto godermi il tempo con le ragazze della squadra, divertirmi e scherzare con loro. Il nostro obiettivo di squadra è invece andare in A1 e io voglio aiutare le mie compagne a diventare campionesse.


E il suo prossimo obiettivo a livello personale?
L’obiettivo con la Nazionale tedesca è stato raggiunto con la qualificazione alle prossime Olimpiadi, vorrei parteciparvi per la quarta volta. Così dopo Londra, Rio, Tokyo ci sarà a breve Parigi e sarebbe bello esserci; quindi il mio obiettivo è questo,
per quest’anno e per il prossimo!

spot_img

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Anna Maria Palaia
Anna Maria Palaia
Figlia della soleggiata Calabria, avvocato, leggo, scrivo, suono e viaggio. Mai messo piede in una palestra ma da sempre amante di questo Sport. Dal 2018 al servizio di GINNASTICANDO.it grazie al quale ho vissuto alcune delle esperienze ginniche più significative: il pass stampa ai Campionati Assoluti di Napoli 2021,al Trofeo Città di Jesolo 2022 e agli Europei di Rimini 2024; la copertura mediatica delle Olimpiadi di Tokyo 2020 e l'accredito in sala stampa virtuale ai Mondiali di Kitakyushu 2021.

Podcast - Gymnastics Heroes


GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie