sabato 3 Dicembre 2022
11.4 C
Rome
sabato 3 Dicembre 2022

Artistica, Mondiali 2022: L’Italia è la quarta squadra al mondo

Cina impeccabile conquista la medaglia d'oro. Segue un Giappone non perfetto, terza la Gran Bretagna dopo una gara in salita.

In Evidenza

Terminata da pochissimo la finale a squadre maschile ai Mondiali di Liverpool 2022. La nazionale italiana si è fatta valere alla M&S Bank Arena.

Dopo una partenza in salita agli anelli, gli azzurri hanno scalato la classifica attestandosi tra la quinta e la terza posizione, per poi concludere al quarto posto a meno di un punto e mezzo dal bronzo, davanti agli Stati Uniti.

La Cina, impeccabile su tutti gli attrezzi, conquista una medaglia d’oro meritatissima. Di notevole spessore il parziale ottenuto alle parallele pari: 44.998. Il campione olimpico Zou Jingyuan ha eseguito un esercizio da 15.766.

Dietro i ginnasti cinesi, è argento per la squadra giapponese, che ha avuto qualche problema al cavallo con maniglie, così come la Gran Bretagna, terza dopo una gara in rimonta.

La Gran Bretagna infatti, ha perso tantissimi punti in questo attrezzo, con un parziale di 35.232.

Un Daiki Hashimoto non in forma è comunque riuscito a dare un buon apporto alla squadra, cadendo purtroppo alla sbarra, attrezzo del quale è detentore dell’oro olimpico.

LA GARA DELL’ITALIA

Anelli

L’Italia ha iniziato la sua finale agli anelli. Il primo a scendere in campo è stato Abbadini: il ginnasta ha sporcato l’esercizio soltanto da un vistoso passo in uscita ottenendo 13.033 partendo da una nota D di 4.7.

Dopo di lui Levantesi, partendo dalla stessa nota di difficoltà, ha ottenuto 13.166 migliorando la sua prestazione di ben tre decimi rispetto alla qualifica. Lorenzo Minh Casali ha chiuso la rotazione per gli azzurri con un esercizio molto pulito che gli ha fruttato 13.300.

Volteggio

Levantesi ha iniziato la seconda rotazione per l’Italia con un Roche ben eseguito, sporcato però da un’uscita di pedana che gli ha causato uno 0.3 di penalità. Nonostante questo ha ottenuto un buon 13.800.

A seguire Casali ha eseguito un Kasamatsu con un avvitamento e mezzo da 8.933 di esecuzione, che gli è fruttato uno straordinario 14.533. Ha chiuso la rotazione Bartolini con lo stesso salto del connazionale ma con un’esecuzione di 9.4 e un punteggio straordinario di 14.600.

Parallele Pari

Casali ha aperto la terza rotazione con un esercizio molto pulito che gli è valso 13.933, migliorando di ben sette decimi quanto fatto in qualifica.

Per secondo è salito Bartolini che ha eseguito un buon esercizio da 13.866. Levantesi, grande specialista delle parallele, ha superato la soglia del quattordici grazie alla nota D 5.9 e all’esecuzione da 8.366.

Sbarra

È Levantesi a rompere il ghiaccio alla sbarra: prestazione chiusa da un bellissimo doppio teso doppio avvitamento in uscita che gli è valso 13.433.

Il buon esercizio di Abbadini ha portato all’Italia altri 13.633 punti. Dopo di lui Macchini, specialista quarto al mondiale 2021 proprio in questo attrezzo, ha ottenuto 14.300 con un’esecuzione di 8.2.

Corpo Libero

Abbadini ha aperto la penultima diagonale con un esercizio di tutto rispetto, sporcato soltanto da uno spostamento laterale in arrivo dall’ultima diagonale, dove ha eseguito un triplo avvitamento: 13.733 per lui.

Casali ha leggermente peggiorato la sua prestazione rispetto alla classifica, stoppando il doppio e mezzo e ottenendo 13.7. Il campione del mondo in carica Nicola Bartolini ha eseguito un esercizio non perfetto, con diversi arrivi non stoppati, ma comunque di altissima qualità: punteggio 14.333.

Cavallo con Maniglie

Macchini esegue un esercizio a cavallo partendo da una nota D più bassa della qualifica, ottenendo un punteggio più alto grazie ad un’esecuzione migliore.

Bartolini, in un attrezzo a lui non congeniale, ha ottenuto 12.766. Abbadini ha chiuso la gara per l’Italia con un cavallo pulitissimo cadendo, purtroppo, in uscita.

Gli azzurri hanno fatto una gara strepitosa, confermandosi tra le migliori squadre al mondo.

Adesso testa alle finali individuali: domani si inizia con il concorso individuale femminile dove vedremo Martina Maggio e Alice d’Amato.

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Giulia Silvestri
Nata e cresciuta a Bologna, laureata in giurisprudenza, ho una passione viscerale per la ginnastica. Da quando avevo 11 anni, a fasi alterne tra vari problemi fisici, sono sempre tornata al mio amato tavolato.
Ginnastica Store Paracalli Polsini

GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie