giovedì 8 Dicembre 2022
18.7 C
Rome
giovedì 8 Dicembre 2022

USA Gymnastics: Tasha Schwikert Moser eletta codirettrice del Comitato Sopravvissuti di Abusi

L'ex-ginnasta della nazionale Statunitense sopravvissuta ad abusi sessuali diviene portavoce dell'importanza della tutela degli atleti e dei giovani all'interno del Comitato Sopravvissuti USA.

In Evidenza

INDIANAPOLIS (2 giugno 2022) – Il Comitato Addizionale dei Sopravvissuti, per denunce di Abusi e di Illeciti Sessuali, ha eletto codirettrice del comitato l’olimpionica e avvocata Tasha Schwikert Moser come rappresentante dei sopravvissuti all’interno del board direttivo della USA Gymnastics.

Tasha, insieme a sua sorella Jordan, è una sopravvissuta agli abusi di Larry Nassar e si è trovata di fronte a una scelta: continuare a rimanere all’esterno e sperare di emergere un giorno dalle “macerie” lasciate dallo scandalo Nassar; oppure introdursi nell’ambito in prima persona e mettersi in prima linea alla difesa delle altre vittime di abusi sessuali compiuti dall’ex fisioterapista della nazionale.

La fondazione di una seduta ufficiale dedicata alle vittime di abusi era tra le componenti fondamentali alla base degli accordi di dicembre stipulati tra le vittime e la USA Gymnastics, come fase cruciale del ristabilirsi dell’organizzazione dell’insolvenza. Il servizio di Schwikert Moser presso il board ha avuto inizio il 1° di giugno e continuerà fino a dicembre 2026.

“Molti si chiederanno: perché ti interessi così tanto? Perché ti interessi così tanto quando l’organizzazione è stata così inefficiente per generazioni e ha permesso che succedesse ciò che è effettivamente successo? E io credo che qualcuno debba occuparsene, giusto?” risponde Tasha.

Sarà un ruolo fondamentale il suo, dovrà rappresentare gli interessi degli atleti che hanno subito abusi sessuali, emotivi o fisici nel mondo dello sport.

Una delle mie più grandi passioni è difendere e combattere per i diritti dei sopravvissuti e avere l’opportunità di poter continuare a spingere per un cambiamento in positivo è sicuramente un beneficio in divenire ora che sono all’interno del direttivo di USA Gymnastics” racconta Schwikert Moser.

“Credo fermamente che la salute e la tutela dell’atleta siano la priorità da porre al primo posto e che ogni decisione presa dalla USA Gymnastics debba essere basata su ciò che è meglio per gli interessi degli atleti. Da olimpionica, vittima e avvocata con diversi anni di esperienza alle spalle, non vedo l’ora di lavorare con gli altri membri del board e indirizzare la Ginnastica Statunitense versa la giusta direzione.

Schwikert Moser è stata una dei leader fondamentali nella causa per i cambiamenti istituzionali tra la USA Gymnastics e la vasta area olimpica. Il suo grande interesse verso il cambiamento e il fatto che sia lei che sua sorella siano state vittime di abusi l’ha spinta a studiare legge all’Università e a svolgere il ruolo di codirettrice del Comitato per i Sopravvissuti, nel quale ha lavorato alla difesa per conto di più di 500 casi di abuso sessuale al fine di attuare una riforma.

“Penso di avere gli strumenti necessari per ricoprire una carica di questo tipo e di questo rilievo. In questo modo spero di diventare un punto di riferimento per tutte le decisioni che verranno prese in merito.”

È stata attuata anche una riforma nelle modalità di intervento all’interno dell’amministrazione. Fino ad ora l’organizzazione generale era in mano ad una sola persona ed ogni decisione veniva presa esclusivamente secondo il suo unico giudizio. “Una persona per svolgere quel ruolo da sola deve essere un unicorno” commenta Tasha. “Trovo che sia meglio sotto diversi aspetti avere un insieme di tre persone con ruoli complementari tra loro a gestire questo incarico.”

Il vecchio modello è stato, quindi, abbandonato in primavera ed è subentrato il nuovo. Il nuovo paradigma è strutturato in tre posizioni distinte in base al ruolo che viene svolto: una guida addetta allo sviluppo, una incaricata al ruolo strategico e una al campo tecnico.

Le due medaglie olimpiche Alicia Sacramone Quinn e Chellsie Memmel la settimana scorsa hanno a tutti gli effetti iniziato il loro incarico per i rispettivi ruoli, strategico per Alicia e tecnico per Chellsie, accompagnate da Dan Baker che si occupa dello sviluppo nel campo.

È entrata in stretto contatto con numerosi casi di vittime di abuso sessuale in tutto il paese, tanto che nel maggio 2019 è stato determinante il suo impiego nell’estendere lo statuto di limitazione degli abusi sessuali sui minori del Texas, a favore del quale ha testimoniato difronte all’Assemblea degli Affari del Senato dello Stato del Texas.

“Avere un esempio come Tasha e la sua esperienza a rappresentazione della nostra difesa è un enorme valore aggiunto per il board ed è di notevole importanza apportare un cambiamento di tipo culturale alla USA Gymnastics”, spiega una dei membri dell’amministrazione Kathryn Carson. “Non vediamo l’ora di lavorare con lei e con altri sopravvissuti sull’importanza dei valori principali dello sport.”

Quando era atleta, Schwikert Moser ha vinto 3 medaglie d’oro a livello mondiale, il bronzo a squadre ai Giochi Olimpici di Sidney 2000 e l’oro e bronzo a squadre rispettivamente ai Mondiali del 2003 e del 2001. È stata Campionessa All-Around Statunitense Senior nel 2001 e 2002 e nel 2005 e 2008 ha vinto il titolo All-Around Statunitense NCAA mentre gareggiava per UCLA.

Foto: Facebook Tasha Schwikert Moser

Schwikert Moser è, inoltre, una voce di riferimento per i giovani e porta avanti alcune leadership in numerose organizzazioni a sostegno delle donne.

Schwikert Moser conclude con un pensiero che sembra essere l’inizio di una uova fase della Ginnastica Statunitense: “Se ci troviamo davanti allenatori che pensano che vincere sia l’unica cosa che conta e che invece il benessere degli atleti non sia rilevante, allora è meglio che vadano. E dico davvero, se stiamo percorrendo la strada nella direzione giusta è meglio che queste persone, anche dovessero essere i tecnici, abbandonino la strada sulla quale stiamo andando noi. E se molti devono lasciare la ginnastica? Non mi importa. Noi non continueremo a rovinare le vite di numerosi giovani che vogliono solo fare sport.”

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Martina Paganelli
Nata e cresciuta a Bologna, attualmente vivo, mi alleno e lavoro nell'ambito della ginnastica a Civitavecchia. Ho 22 anni e sono entrata in contatto con questo meraviglioso sport all'età di 7, senza mai smettere di amarlo. Sono anche laureata in Mediazione linguistica, amo scrivere e, since 2012, grande fan di @Ginnasticandoit, quindi eccomi qua!
Ginnastica Store Paracalli Polsini

GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie