sabato 1 Ottobre 2022
10.6 C
Rome
sabato 1 Ottobre 2022

Alina Kabaeva: la campionessa Olimpica amante di Vladimir Putin rischia di essere espulsa dalla Svizzera

Campionessa olimpica ma anche modella, attrice, deputata della Duma e amante di Vladimir Putin: le mille identità di Alina Kabaeva, la ginnasta della ritmica più medagliata di tutti i tempi.

In Evidenza

Scoperta da Irina Virner, Alina Kabaeva è sicuramente una delle ginnaste russe più forti nella storia della ritmica. Una storia di successo la sua, ma anche molto controversa: le moltissime medaglie vinte, la flessibilità e la tecnica perfetta l’hanno resa un’atleta eccezionale capace di incantare i giudici sulle pedane di tutto il mondo, mentre la sua vita privata nasconde diversi segreti.

Alina Kabaeva a 15 anni ha gareggiato anche in Italia, a Fano, regalando alla società ben due scudetti.

Laura Zacchilli– ginnasta italiana e ora allenatrice- la ricorda così:

Alina Kabaeva è stata una star assoluta del nostro sport era una ragazza straordinaria in pedana, la chiamavamo ‘la contorsionista’. Al tempo non era ancora famosa, ma si vedeva subito che aveva grandissime doti. Non si allenava tutto il tempo con noi: arrivava due-tre giorni prima, si lavorava insieme, la gara, e il giorno dopo ripartiva per la Russia. Inglese poco, sorrisi e affettuosità tra adolescenti tante. Aveva un’espressività e una scioltezza di movimento rare, in pedana: poi però quando usciva si trasformava in una ragazzina timida. Ricordo che partivano gli applausi del pubblico, lei abbassava la testa e la sua allenatrice doveva spingerla sulla schiena e trascinarla a forza al centro della scena per prendersi quel tributo. Con noi era solare e socievole: non era di quelle campionesse che ti evitano perché si sentono superiori. Salutava tutte, e anche dopo quando è diventata una star”.

Italian Laura Zacchilli competes during the all-around qualification...  Foto di attualità - Getty Images
Laura Zacchilli

Due episodi della sua carriera sono da sottolineare in maniera particolare: il ritiro della medaglia mondiale per doping (che venne poi assegnata di diritto all’Ucraina Ėrofeėva) e la rivincita dell’oro mondiale a Budapest nel 2003, dove la Kabaeva per pochissimi punti supera l’ucraina Hanna Bezsonova scatenando le proteste del pubblico presente nel palazzetto e rendendo la gara una delle più controverse nella storia della ritmica.

Ecco il video integrale della competizione:

Nel 2017 un evento la riporta in Italia: viene invitata a Pesaro come ambasciatrice dei Mondiali, e in quell’occasione ha consegnato all’azzurra Milena Baldassarri il ‘premio Kabaeva’.

Pesaro, Italia. 1 Sep, 2017. (L-R) Milena Baldassarri (ITA), Alina Kabaeva  ginnastica ritmica : La Alina Kabaeva il vincitore del premio a Milena  Baldassarri dell Italia celebra durante la premiazione per la

La Kabaeva si ritira dalle pedane nel 2007, ma la sua carriera è tutta in ascesa: diventa un personaggio pubblico in Russia riciclandosi come modella, attrice e showgirl e addirittura deputata della Duma nelle file del partito politico Russia Unita.

Prima di sparire dai social, Alina Kabaeva ha difeso gli atleti russi “dalla vergognosa squalifica del CIO” prendendo le parti – ovviamente- della Russia che secondo lei avrebbe deciso “di proteggere il Donbass e Lugansk dai nazisti”.

“Credo che non ci sia mai stata una pagina più vergognosa nella storia dello sport. Non si sono preoccupati e non hanno rimosso dalla competizione nessun paese che ha partecipato alla distruzione di centinaia di migliaia di civili in Jugoslavia, Iraq, Libia, Siria. Ma i funzionari sportivi si sono arrabbiati molto quando la Russia ha deciso di proteggere il Donbass e Lugansk da nazisti”.

A causa degli ultimi sviluppi geo politici i riflettori sono di nuovo puntati su di lei in quanto- si dice- sarebbe l’amante del presidente Russo Vladimir Putin dal quale avrebbe avuto ben 4 figli. Né il presidente russo né Kabaeva hanno mai confermato la relazione, anche se molti restano convinti che i due si siano sposati con una cerimonia ortodossa privata.

alina kabaeva e putin-2

Secondo alcuni rumors, l’ex ginnasta in seguito allo scoppio del conflitto in Ucraina si sarebbe rifugiata in uno Chalet in Svizzera e sarebbe sotto strettissima sorveglianza insieme ai suoi figli.

Proprio per questo motivo, da qualche giorno alcuni cittadini russi, bielorussi e ucraini avrebbero lanciato una petizione chiedendo alle autorità autorità svizzere di espellere dal Paese l’ex ginnasta 38enne. La petizione ha finora raccolto oltre 57mila firme.

Non solo, si dice che alcuni amici dell’ex atleta l’avrebbero implorata di intercedere sull’invasione iniziata lo scorso 24 febbraio. Una fonte – secondo quanto riportato da Page Six- avrebbe però dichiarato che “Alina non è sicura di poter raggiungere Putin: il presidente è circondato da anelli e anelli di sicurezza, quindi non è certa di poter arrivare a lui. E anche se lo facesse, potrebbe non riuscire più a uscire dal Paese e a raggiungere i suoi figli“.

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Anna Maria Palaia
Figlia della soleggiata Calabria, adottata momentaneamente dal Friuli- Venezia Giulia. Sono laureata in Giurisprudenza, leggo, scrivo, suono e viaggio. Mai messo piede in una palestra ma da sempre amante di questo Sport. Dal 2018 al servizio di GINNASTICANDO.it grazie al quale ho vissuto alcune delle esperienze ginniche più significative: il pass stampa ai Campionati Assoluti di Napoli 2021, la copertura mediatica delle Olimpiadi di Tokyo 2020 e l'accredito in sala stampa virtuale ai Mondiali di Kitakyushu 2021.
Ginnastica Store Paracalli Polsini

GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


SourceAnsa.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie