sabato 1 Ottobre 2022
10.6 C
Rome
sabato 1 Ottobre 2022

Kitakyushu 2021: le parole di Aliya Mustafina lodano la connazionale Angelina Melnikova

La regina della ginnastica russa parla della campionessa mondiale: «Considero Angelina la leader assoluta della nazionale».

In Evidenza

La regina della ginnastica russa Aliya Mustafina si espone riguardo la vittoria della connazionale Melnikova a Kitakyushu 2021. «Considero Angelina la leader assoluta della nazionale»

Lo scettro della ginnastica russa, dopo ben undici anni, passa da Aliya Mustafina ad Angelina Melnikova, che vince il titolo di campionessa mondiale. Aliya non perde tempo a dire la sua: durante le interviste con i media russi si espone positivamente nei confronti della connazionale, lodandola per il traguardo raggiunto.

Non ho mai avuto dubbi su di lei. Nonostante avesse poco tempo si è comunque preparata bene ed è per questo che ripongo grande fiducia nella sua vittoria. Quanto è importante? Tutte le vittorie contano. Lei non aveva ancora questa nel suo palmares, quindi, ovviamente, è importante. Considero Angelina la leader assoluta della nazionale russa, per la sua esperienza e la sua preparazione.

La Mustafina, che aveva vinto lo stesso titolo nel 2010, non si ferma alle dicharazione sull’oro mondiale, ma parla anche un po’ riguardo la preparazione affrontata dalla squadra in vista di questi campionati.

Sappiamo bene che dopo le Olimpiadi le ragazze non hanno avuto molto tempo a causa dei vari impegni, ma sono comunque riuscite a prepararsi per i campionati mondiali. Alcune si sono preparate alla grande, altre abbastanza bene.


Ginnastica Store Paracalli Polsini

La campionessa olimpionica si espone anche riguardo le altre componenti del team che ha brillato nell’ultimo quadriennio, soffermandosi principalmente sull’astro nascente Vladislava Urazova, che sia ai Giochi Olimpici che ai Campionati Mondiali si è avvicinata vertiginosamente al podio AA, sfiorando le medaglie.

Vlada avrebbe potuto puntare al bronzo se non fosse stato per l’errore a trave, ma gli errori capitano. Ha tutte le carte in regola per un ottimo quadriennio e per prepararsi alle Olimpiadi come obiettivo finale. Inoltre, deve mantenersi in forma e aumentare i suoi valori di partenza. Il livello ginnico attuale le consente di gareggiare tra le migliori atlete.

Conclude analizzando anche l’ambiente internazionale dell’artistica femminile degli ultimi anni, evidenziando la dominazione statunitense con la pluricampionessa Simone Biles, che era quasi impossibile battere. Aliya ribadisce che i titoli e le medaglie conquistate in questa competizione hanno ugualmente un grande valore, che non deve essere messo in ombra soltanto a causa della mancata partecipazione della ginnasta più forte di tutti i tempi.

[Dopo il 2010, ndr] È stata “l’era di Simone Biles“. Onestamente, era impossibile batterla, ma è molto importante aver preso quest’occasione al volo. Nonostante l’assenza della ginnasta più forte al mondo, non vuol dire che questa vittoria abbia meno valore. È pur sempre una medaglia.

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Miriam Fratacci
Dalla bella Sicilia a Roma per studiare Traduzione in magistrale, ma mai lontana dalla ginnastica. Entrata in palestra nel 2002 non ne sono più uscita, crescendo tra magnesio e materassi e passando da ginnasta a tecnico. Nel tempo libero scrivo, leggo, faccio maratone di serie tv e perdo le notti dietro le competizioni dall'altra parte del mondo. Nel team di GINNASTICANDO.it dal 2018.
Ginnastica Store Paracalli Polsini

GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie