domenica 14 Agosto 2022
28.4 C
Rome
domenica 14 Agosto 2022

World Cup Baku: azzurre fuori dalle prime finali di specialità

In Evidenza

Alla Milli Gymnastika Arenasi di Baku si è conclusa la prima giornata dell’ultima prova di Coppa del Mondo di Ginnastica Ritmica, che ha visto impegnate le individualiste con cerchio e palla e le squadre con le 5 palle.

Dopo le prime due rotazioni troviamo al comando la russa Dina Averina: la campionessa del mondo in carica, già sul gradino più alto del podio nella tappa inaugurale di Pesaro, guida la classifica provvisoria con 43.300.
Secondo posto provvisorio per l’israeliana Linoy Ashram: la vicecampionessa del mondo nell’all-around e d’argento due settimane fa nella prova di Sofia, chiude a un punto e mezzo dall’oro.
Terzo posto per l’altra delle russe, Arina Averina, che chiude con 40.000: la sorella gemella di Dina, chiude la gara con il punteggio più alto alla palla, ma manca con l’accesso alla finale col cerchio a seguito di due importanti errori che hanno compromesso l’esercizio.
In quarta e quinta posizione troviamo l’ucraina Vlada Nikolchenko con 39.950 e l’altra delle israeliane, Nicol Zelikman, che chiude con 39.500.
Delude le aspettative Boryana Kaleyn: la giovanissima stella bulgara, bronzo a Pesaro e argento a Tashkent sui quattro attrezzi, chiude solo in diciannovesima posizione provvisoria con 36.350, mancando l’accesso alle finali di specialità con cerchio e palla.

Buon inizio per Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri: le due azzurre, pronte a tornare tra poche settimane nella capitale azera per l’imminente Europeo, chiudono tra le prime quindici. L’unico rammarico, però, riguarda l’accesso alle finali di specialità, alle quali mancano l’appuntamento nonostante avessero portato a termine quattro esecuzioni di alto livello.
Prima delle italiane, Alexandra Agiurgiuculese: il bronzo mondiale alla palla in carica chiude con un buon undicesimo posto provvisorio con 37.850, nonostante un piccolo errore nella routine con la palla. La stella dell’A.S. Udinese chiude come seconda riserva al cerchio, a soli 0.25 dall’ultima qualificata, mentre l’altra delle azzurre in gara, Milena Baldassarri, chiude al dodicesimo posto provvisorio con 37.800.

Nella gara a squadre, a distanza di nemmeno una settimana, la Russia sfodera un altro colpo, chiudendo la prima rotazione con 26.050, seguita dal Giappone con 24.900 e dalla Bielorussia con 24.500.
Si qualificano alla finale anche gli ensemble di Ucraina con 24.050, Bulgaria con 23.550, Finlandia e Uzbekistan con 22.500 e Israele con 21.750.
Delude l’Italia, solo nona a seguito di alcuni gravi errori: le ragazze di Emanuela Maccarani, reduci dall’argento nel concorso generale due settimane fa a Sofia, chiudono la prima rotazione con 21.650, mancando così l’accesso alla finale di domenica.

Domani dalle 12:00 ora azera (le 10:00 in Italia) avrà luogo la seconda giornata dedicata alle qualificazioni che vedranno le individualiste affrontare le rotazioni con clavette e nastro, mentre le squadre saranno impegnate nel misto con 3 cerchi e 4 clavette.

Segui GINNASTICANDO.it sui social

Ginnastica Store Paracalli Polsini

GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. Un tuo aiuto varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie