Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 17 Gennaio 2019

Vanessa Ferrari: infortuni, presente e futuro. (INTERVISTA GRAND PRIX GINNASTICA 2018)

Scritto da  Dic 09, 2018

Tra le molteplici stelle azzure ed internazionali del Grand Prix di Ginnastica Antenore Energia 2018 presso la cornice della Kioene Arena di Padova, abbiamo incontrato la Campionessa del Mondo di Aarhus 2006 e finalista a Rio 2016.

 

Ciao vanessa, ci puoi fare il punto della situazione, come stai e quando pensi di tornare alle competizioni?

Dopo lo scorso Ottobre sono riuscita a ritornare in palestra ma a Settembre mi sono dovuta fermare di nuovo per un'edema osseo allo stesso piede dove già mi ero rotta il tendine a Stoccarda nel 2007; questo mi ha tenuta ferma altri due mesi ma andavo comunque in palestra a fare quello che potevo, ma comunque non potevo saltare perchè rischiava di rompersi di nuovo.

Ho ricominciato settimana scorsa a saltare, ora spero che tutto vada pian piano a posto e se tutto andrà per il meglio dovrei riuscire a rientrare per le prossime gare di Coppa del Mondo di inizio 2019, a seconda di come proseguirà la preparazione.

 

Che sensazioni hai saltandoci sopra?

Non posso dire molto perchè fin quando non tornerò a fare acrobatica seriamente non posso saperlo. Nella vita di tutti i giorni e allenandosi in condizioni facilitate per ora sta andando bene, ovviamente quando tornerò a fare i salti che facevo prima e le condizioni di morbido inizieranno a sparire, per avere una condizione più simile alla gara, capiremo come sarà veramente.

 

Questo è un obbiettivo a breve termine, ma gli obbiettivi a lungo termine?

Sicuramente questi obbiettivi servono per la qualificazione alle Olimpiadi, perchè dopo Rio ho deciso di fare il programma individuale, e quindi il mio programma non sarà più quello di andare a fare i Mondiali per qualificare la squadra ma durante queste gare cercherò di qualificarmi individualmente. 

Non so come arriverò a Tokyo e se ci arriverò, dopo essere rientrata il mio obbiettivo è stato puntare a Tokyo, anche se non posso sapere cosa succederà, io comunque mi preparo per quello.

 

Cosa ne pensi della generazione di ginnaste classe 2003?

Sono tutte ginnaste molto forti, e spero che le vada tutto come pianificato, perchè sicuramente potranno qualificarsi per le Olimpiadi se saranno in condizioni ottimali.

 

L'importanza che hanno questi eventi come il Grand Prix della Ginnastica Artistica per attirare il vostro pubblico ì, durante questi eventi che sensazioni si respirano vedendo tutto questo affetto?

E' bellissimo avere il sostegno di tutto il pubblico in queste esibizioni e nelle gare, ma è nei momenti di sconforto in cui magari va male una gara o ci si infortuna che si vede veramente chi ti sta vicino; come quando mi sono rotta il tendine, tantissime persone che non pensavo mi sono state vicine.

 

Oggi è stato rispetto un minuto di silenzio prima dell'inizio del Grand Prix per la tragedia di Ancona, dove tra le vittime c'è anche una ragazzina che faceva ginnastica, vuoi esprimere un pensiero?

Mi è dispiaciuto tantissimo, vorrei stare più vicina possibile alla famiglia.

Michele Forzinetti

Classe 1987. Laureato in scienze motorie, tecnico e giudice settore GAF e istruttore di acrobatica per altre discipline ( Aerobica, Calisthenic, arti.marziali). Formazione classica, per trovare un equilibrio tra corpo e mente pratico verticalismo e yoga, con una passione viscerale per la  letteratura.

Translate Here

itenfrdeptrues
  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments

giphy