Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 11 Dicembre 2018

Le Farfalle - Squadra Nazionale Ginnastica Ritmica Le Farfalle - Squadra Nazionale Ginnastica Ritmica Luca Agati / GINNASTICANDO.IT

Ultimo round di un Europeo Azzurro straordinario ! | RG Ech Guadalajara

Scritto da  Rebecca Alessi Giu 04, 2018

Si è conclusa nella giornata di ieri, domenica 3 Giugno, la 34esima edizione dei Campionati Europei Di Ginnastica Ritmica, che quest’anno si sono tenuti a Guadalajara, in Spagna.
L’ultima giornata di gare è stata segnata dalle grandissime emozioni che hanno portato il nostro paese a conquistare dei piazzamenti molto importanti.

 

FINALI PER ATTREZZO JUNIOR: L’ITALIA C’É!

 

Nel corso della mattinata si sono tenute le finali per attrezzo, alle quali accedevano le prime 8 ginnaste col miglior punteggio, ma solo una per nazione aveva l’opportunità di competere.
Per l’Italia, a portare in alto il nome del nostro Paese ci hanno pensato
Talisa Torretti (in finale a cerchio e nastro), Eva Gherardi (palla) e Sofia Raffaelli (clavette).

In tutte le finali per attrezzo juniores, ha avuto la meglio la Russia che ha vinto tutte le medaglie d’oro in palio.
Al cerchio,
Polina Shmatko (Russia) che con un totale di 18.825 punti si è aggiudicata il metallo più iridato, seguita dalla bulgara Tatyana Volozhanina (17.750) e dall’ucraina Khrystyna Pohranychyna (17.450).
La nostra
Talisa Torretti, in forza alla Società Ginnastica Fabriano, ha condotto una buona prova, guadagnandosi un punteggio di 16.500 che l’ha portata ad ottenere un sesto posto finale.

Alla palla, Eva Gherardi ha regalato al pubblico un’altra buona prestazione per l’Italia: la ginnasta in forza all’Armonia d’Abruzzo, ha svolto un esercizio davvero simpatico e con esso ha ottenuto il sesto posto, con un punteggio pari a 16.750. Sul podio troviamo la russa Lala Kramarenko (18.450), seguita dall’ucraina Khrystyna Pohranychyna (17.450) e dalla azera Arzu Jalilova (17.100).

Passiamo alla finale con le clavette, dove l’Italia è stata rappresentata dalla piccola ma talentuosa fabrianese Sofia Raffaeli, che ha portato a termine una prova frizzante e coinvolgente, ottenendo un quinto posto finale con un punteggio di 16.150. Sul podio troviamo la russa Daria Trubnikova (17.350), la bielorussa Anna Kamenschikova (16.725) e l’israeliana Valeriia Sotskova (16.450).

E per chiudere in bellezza il resoconto delle finali di specialità passiamo al nastro, dove l’Italia si è fatta onore, conquistando un bellissimo bronzo con la nostra Talisa Torretti, totalizzando un punteggio di 15.225. La nostra ginnasta, (precedentemente sesta col cerchio) ha ottenuto il terzo posto finale, alle spalle della russa Lala Kramarenko (17.000)e Khrystyna Pohranychyna (15.975).

Questi grandi risultati ottenuti nelle finali di specialità dalle nostre piccole rappresentano senza alcun dubbio un grande riconoscimento per il futuro di questo sport, e per Talisa ed Eva è un buon segnale in vista delle Youth Olympic Games, alle quali l’Italia ha ottenuto la qualificazione al test di febbraio, tenutosi a Mosca.

 

Le Junior italiane - Cantatore,Torretti, Gherardi, Raffaeli

FINALI A SQUADRE: ITALIA D’ORO E D’ARGENTO, NON BENE LE RUSSE NEL MISTO

 

Nel pomeriggio hanno avuto luogo le finali per attrezzo a squadre, riservate alle otto migliori che hanno potuto staccare il pass per per questo appuntamento nei due giorni precedenti, durante le qualificazioni.
Ma partiamo dalla finale ai cinque cerchi: nella prima delle due finali, è stata l’Italia a dire la sua, conquistando una fantastica medaglia d’oro con un esercizio “a regola d’arte” sulle note de “Il lago dei Cigni” di Tchaikovsky, pieno di passaggi meravigliosi e davvero difficili, molto apprezzati da pubblico e giuria che ha voluto premiare l’esercizio con un punteggio di 22.350.
Insieme a loro sono salite sul podio l’Ucraina (22.100) e la Russia (21.600) che il giorno precedente ha ottenuto il titolo di campione europeo assoluto.
Fuori dal podio vi troviamo la Bulgaria (21.250) che ha commesso un grave errore durante la competizione.

La seconda delle due finali prevedeva l’esercizio con tre palle e due funi, e qui c’era una grande attesa per il risultato finale, dal momento che, nella giornata di sabato, la Bulgaria era riuscita a qualificarsi alla finale di specialità nonostante una perdita d’attrezzo.
Ed è stata proprio la Bulgaria che ha lasciato il segno conquistando l’oro del riscatto con un 22.825, seguite dall’Italia con 22.350 e dall’Azerbaijan, medaglia di bronzo con 20.350. Non bene invece le russe, bronzo ai cerchi, che si vedono sfuggire il podio a seguito di una fune fuori pedana.

 

Le Farfalle a Gadalajara foto di Luca Agati

ALL-AROUND INDIVIDUALE: UNA FINALE AL CARDIOPALMA CON TANTI COLPI DI SCENA

Dopo le grandi emozioni della finale a squadre, il campionato europeo si è chiuso con la finale all-around individuale, riservata alle migliori 24 ginnaste che hanno ottenuto un posto per la nazione all’europeo dello scorso anno, tenutosi a Budapest.
È stata una gara molto sentita e piena di colpi di scena improvvisi, ma che ha regalato grandissime emozioni, nonostante numerosi errori ed imprecisioni commessi da buona parte delle ginnaste.
La gara è stata vinta dalla russa
Arina Averina (argento mondiale all’ultimo campionato del mondo), che ha registrato un totale complessivo sui quattro attrezzi di 79.250, seguita dalla sorella gemella Dina che ha totalizzato 77.750 e dalla bielorussa Katsiaryna Halkina che ha concluso la prova con un totale di 77.625.
Fuori dal podio alcuni nomi molto acclamati come l’israeliana
Linoy Ashram (75.025) che ha concluso in quarta posizione , seguita dalla bulgara Katrin Taseva (73.575) e dalla georgiana Salome Pazhava, sesta classificata.
L’Italia, rappresentata da
Milena Baldassarri (fresca di titolo assoluto) e Alexandra Agiurgiuculese, ha concluso rispettivamente al settimo e all’ottavo posto.

La gara delle individualiste è stata parte integrante della qualificazione per la seconda edizione dei Giochi Europei, in programma il prossimo anno a Minsk e alla quale vi accedevano le prime 8 squadre e le prime 12 classificate al concorso generale senior, con una ginnasta per nazione.

 

   di Rebecca Alessi 

Alexandra Agiurgiuculese - Guadalajara - foto di Luca Agati

Milena Baldassarri - Guadalajara - Foto di Luca Agati

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments

giphy