Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 17 Agosto 2018

Campionati Europei di Ginnastica Ritmica: conclusione dolceamara per la spedizione azzurra.

Giu 20, 2016

Si sono conclusi ieri i Campionati Europei di Ginnastica Ritmica e quello che portiamo in valigia da Holon è un carico ben interessante, che ci dimostra lo stato di salute del team delle azzurre in vista dei Giochi Olimpici e non solo.

Una, anzi più medaglie con due facce: da una parte la risalita del team delle individualiste, grazie allo storico bronzo ottenuto da Baldassari e Agiurgiuculese, a cui sommare le medaglie di Alexandra ottenute nelle finali di specialità. Ben due argenti a palla e clavette, un bronzo alla fune, in una gara che ha visto la nostra farfalla competere con le future campionesse di Russia e Bielorussia, senza cedere mai il passo. Anche Veronica Bertolini ha ben figurato, in una competizione all around che aveva già i colori carioca e ricca di tensione. Si sono viste molte imperfezioni in pedana, soprattutto in casa Russia: Kudryavtseva si conferma regina continentale nonostante abbia concluso 3 esercizi su 4 con alcuni errori, la compagna di squadra Mamun che nelle prime due rotazioni conduceva la classifica, incappa in una perdita al cerchio che le costa la medaglia e la relega al secondo gradino del podio. Troppi errori anche per la bielorussa Staniouta, superata di misura da una magnifica Ganna Rizatdinova, che ha lottato fino all'ultimo per la medaglia d'argento ma si è dovuta accontentare di un bronzo che vale comunque oro. In questa lotta fra titani, la nostra Veronica Bertolini ha ben figurato con un 12esimo posto, mentre Alessia Russo chiude in 18esima posizione.

Se da una parte torniamo finalmente a brillare con le nostre individualiste, dall'altra forse si può iniziare a parlare di crisi della squadra nazionale. Un anno fa la débâcle ai Giochi Europei di Baku, un 2015 e metà 2016 ancora altalenanti ed ora chiudiamo un europeo, dopo ben 13 anni, senza neanche una medaglia. Parlare di giornata storta o di giurie poco chiare è riduttivo perché comunque gli errori ci sono stati ed il livello delle altre squadre è nettamente aumentato rispetto agli scorsi anni. Non solo Russia, Bielorussia e Bulgaria a contenderci il podio, ma anche Spagna e Israele, in una gara con 6 squadre a contendersi il podio, la lotta è sul filo del rasoio. Sbaglia anche la Russia in queste finali di specialità: ai 5 nastri oro per la Bielorussia davanti a Israele e Spagna, con l'Italia che chiude al sesto posto; in cerchi e clavette trionfo Israele, seguito da Spagna e Bulgaria. Una classifica inimmaginabile fino a qualche anno fa che prosegue con un memorabile quinto posto della Finlandia ed Italia e Russia fanalino di coda. Vedremo ora se in vista di Rio la Maccarani deciderà di rivedere o meno gli esercizi o se sceglierà di lavorare di più sulla tenuta psicofisica delle ginnaste, che quest'anno non hanno partecipato a moltissime gare.

Per chiudere infine notizie confortanti da Sofia: sono ancora stabili le condizioni di Tsevetelina Stoyanova, dagli ultimi accertamenti sembrerebbe che non abbia subito danni alla colonna vertebrale. La situazione rimane sicuramente ancora grave ma aumentano le speranze di ripresa per la giovane ginnasta bulgara.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments

Top News

Calendario

« Agosto 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31