Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 19 Novembre 2018

Giochi del Mediterraneo: l'immensa Lara Mori conquista l'oro! Grisetti a un passo dal podio. Fgi

Giochi del Mediterraneo: l'immensa Lara Mori conquista l'oro! Grisetti a un passo dal podio.

Scritto da  Giu 25, 2018

È ancora una volta l’oro il colore della medaglia di quest’oggi al Reus Olympic Pavillon di Terragona ed è l’immensa Lara Mori a portarlo al collo. Il Caporale dell’Esercito italiano sfoggia la sua grande capacità di gestire la tensione di gara e conquista il gradino più alto del podio nella competizione individuale dei diciottesimi Giochi del Mediterraneo, proprio come Vanessa Ferrari a Mersin nella passata edizione del 2013. Stefania Bucci, la sua allenatrice, spunta fuori a sorpresa al termine dell’esercizio di Lara al corpo libero e assiste, tenendola stretta in un abbraccio, all’assegnazione dell’oro alla sua atleta. Quanto cuore e quanta grinta in questi Giochi per la squadra azzurra, anche Giada Grisetti, infatti, si dimostra un valido elemento del Team, terminando al quarto posto a un solo decimo di distanza dalla spagnola Perez, bronzo dietro la francese Louise Vanhille.

La gara delle azzurre segue l’ordine olimpico e comincia al volteggio. Giada Grisetti e Lara Mori piazzano due FTY precisi e potenti, rispettivamente da 13.600 e 13.550. Louis Vanhille, al primo posto in qualifica con lo stesso punteggio di Lara, risponde con un FTY da manuale, 13.750 e col FTY fanno bene anche la turca Tutya Yilmaz e Ana Perez che ottengono entrambe 13.600. Alle parallele l’unico esercizio degno di nota è quello della spagnola Bonilla, che a un passo dall’uscita cade dall’attrezzo e compromette un esercizio ben fatto, fermandosi a 11.350.

Nella seconda rotazione le ragazze del gruppo di testa si trovano alle parallele. Ana Perez resta attaccata allo staggio con la pura forza di volontà dopo che una mano le scivola via all’arrivo del salto Gienger. Il suo resta comunque uno degli esercizi più complessi alle parallele e nonostante l’imprecisione ottiene un discreto 12.700. L’egiziana Hussein Farah sfoggia un’ottima esecuzione sugli staggi e raggiunge il buon 12.650. Louise Vanhille alle parallele punta alla leaderchip portando a casa un buon 13.000 ma Lara Mori risponde con un esercizio altrettanto solido e la segue a brevissima distanza con 12.800. Giada Grisetti scivola dagli staggi sul salto Tkatchev e sporca il suo elegante esercizio, 12.200 per lei. Alla trave la spagnola Bonilla e la greca Xoulogi, riscattano la caduta della qualifica e ottengono rispettivamente 12.700 e 12.600.

La terza rotazione comincia con la trave delle due egiziane Salem e Hussein. Entrambe incantano i giudici con due esercizi potenti, soldi e privi di incertezze che le portano estremamente vicine alla zona podio con il 12.950 della prima e l’impressionante 13.450 della seconda. Ana Perez tira dritto anche alla trave e piazza un interessante 13.300 ma Lara Mori risponde solida coma una roccia sui cinque centimetri. Perfetta l’entrata, ancora meglio la serie di salti all’indietro, salto ad anello elegante e preciso, giro impugnato bellissimo, uscita stoppata. Il punteggio di 13.800 parla da se e sigla definitivamente il sorpasso ai danni della francese Vanhille, che termina bene (ma non abbastanza!) alla trave con 12.500. Anche Giada Grisetti porta a termine un esercizio senza grossi errori. Bene l’enjambee cambio ad anello, buona serie all’indietro, l’onodi e la ruota senza posa delle mani. Estremamente bello il collegamento degli enjambee ma l’energia del doppio raccolto d’uscita le fa fare diversi passi all’indietro. Il suo è un importante 13.050 che riscatta la caduta alle parallele e le fa guadagnare terreno.

L’ultimo giro di boa è al corpo libero. Ana Perez vede sfumare la possibilità di salire sul primo gradino del podio con la caduta sul doppio carpio di chiusura e si ferma a 11.850. Giada Grisetti termina la sua gara con un ottimo esercizio al quadrato, stampando a terra il triplo avvitamento e un altissimo doppio raccolto. Louise Vanhille dimostra di lottare per la medaglia piantando a terra un doppio teso da manuale ma la performance di Lara Mori non lascia dubbi: il suo esercizio si tinge d’oro!

Le emozioni non finiscono qui per le nostre azzurre. Entrambe si destreggeranno su tre finali d’attrezzo, pronte a dire la loro ancora una volta domani a partire dalle 17.00.

Ricordiamo che è possibile seguire la competizione in live streaming sul sito Olymic Channel Tv.

Di seguito la classifica completa della competizione All-Around:

1.Lara Mori (ITA) 53.200

2.Vanhille Louise (FRA) 52.050

3.Perez Ana (ESP) 51.450

4.Grisetti Giada (ITA) 51.350

5.Hussein Farah (EGY) 51.200

6.Petit Sheyen (FRA) 50.600

7.Hribar Lucija (SLO) 50.450

8.Salem Farah (EGY) 49.500

9.Bonilla Helena (ESP) 49.450

10.Yilmaz Tutya (TUR) 49.400

11.Xoulogi Ioanna (GRE) 47.650

12.Uctas Sanli Goksu (TUR) 47.550

13.Dias Beatriz (POR) 47.550

14.Pitrez Mariana (POR) 46.600

15.Philassides Gloria (CYP) 41.750

16.Theocharous Anastasia (CYP) 41.750

Kysselef Tjasa (SLO)- Ritirata

Mrdenovic Tamara (SRB)- Ritirata

Mariacarmela Brunetti

Classe 1991, nata e cresciuta in un piccolo paese tra le montagne sannite, ora vivo a Roma. Studio, divoro libri e seguo tanti, troppi, telefilm. La mia passione per la ginnastica nasce con l'oro olimpico di Igor Cassina nel 2004 e cresce con i filmati di ogni mondiale, europeo, olimpiade trovato online. Le discipline a cui mi interesso attualmente sono ginnastica artistica femminile e maschile e ginnastica ritmica.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments