Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Venerdì, 23 Giugno 2017

Simone Biles si racconta, dalla Comaneci al Laureus.

Feb 16, 2017

Simone Biles, 19 anni, è stata una delle atlete più brillanti alle ultime Olimpiadi di Rio 2016. Il successo sportivo le ha letteralmente cambiato la vita, portandola all’apice della celebrità sia negli Stati Uniti che negli altri paesi, complici anche la sua simpatia e la sua spontaneità che ne hanno fatto un volto simbolo per giovani ed adulti. A rendere interessante la figura di Simone Biles è anche la sua storia personale: un’infanzia difficile, segnata da una storia familiare particolare che l’ha vista crescere con i nonni, che l’hanno adottata ufficialmente e che sono quindi a tutti gli effetti i suoi genitori.

La diciannovenne di Huston, oltre le cinque medaglie olimpiche della scorsa estate, ha vinto recentemente un ulteriore premio: il Laureus come Sportiva dell’Anno. Ha condiviso la passerella con campioni del calibro di Bolt e Phelps e si fregia del titolo di prima ginnasta ad ottenere questo premio. In occasione della consegna del premio ha risposto alle domande dei giornalisti, confermando tra l’altro che non sarà presente ai Mondiali di Montreal nel settembre del 2017.

Questo ovviamente non è un addio, ma solo una meritata pausa per riprendersi da tredici anni di intensi allenamenti. Ha infatti intenzione di vincere ancora molte medaglie e ha intenzione di riprendere gli allenamenti facendosi seguire, come di consueto, anche da un mental coach per ottenere performance massime non solo a livello fisico ma anche mentale. Nella ginnastica infatti l’aspetto psicologico è di fondamentale importanza, specie in contesti di elevata competitività come quelli in cui si è trovata Simone Biles fino ad oggi. La tenuta mentale è basilare per non crollare sotto il peso della pressione sportiva e mediatica alla quale queste ragazze sono costantemente esposte.

Breve pausa sportiva quindi, per permettersi del tempo con la famiglia e per recuperare a pieno e soprattutto per decidere quali saranno gli obiettivi sportivi futuri a cui puntare.

Riguardo la sua storia personale, Simone taglia corto, affermando che una storia può risultare più o meno triste e drammatica a seconda di chi la narra e del modo in cui viene raccontata. Lei non si è mai fatta condizionare dal suo passato né tantomeno ha permesso che questo potesse scalfire la sua determinazione a ottenere il successo in questo sport.

Ad ispirare la giovane statunitense però non è una connazionale, ma una delle figure più emblematiche di questo sport: Nadia Comaneci. Simone ha avuto modo di incontrarla proprio alla cerimonia del Laureus e, rispondendo ai giornalisti, afferma di aver sempre ammirato la sua grazia ed eleganza e di aver provato, fin da bambina, a imitarne la perfezione e precisione nonostante i grandi cambiamenti che il mondo della ginnastica ha subito nel corso degli anni.

Una diciannovenne determinata, con le idee chiare e già famosa sia a livello sportivo che non. Sicuramente il periodo di pausa non toglierà nulla alle grandi capacità di questa ragazza, che siamo sicuri saprà ancora stupirci più di quanto non abbia fatto fin’ora.

 

(fonte: Corriere dello Sport)

Ultima modifica il Giovedì, 16 Febbraio 2017 13:43
Giulia Natalini

Ho 24 anni, sono nata a Viterbo e attualmente studio Comunicazione, Tecnologie e Culture Digitali presso l'università "La Sapienza" di Roma.

Pratico ginnastica artistica da quando ho 6 anni ed ho fatto gare GpT fino al 2015. Attualmente la mia società è la Free Sport Libertas di Viterbo.

Dal 2014 sono giudice GpT di 1° grado.
Sono appassionata di viaggi, fotografia e film e oltre alla ginnastica i due sport che mi riescono meglio sono lo snowboard e...lo shopping!

12 commenti

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments

Top News

Calendario

« Giugno 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30