Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Giovedì, 23 Novembre 2017

Questo Mondiale ha riservato davvero delle grandissime sorprese a tutti gli appassionati di Ginnastica. Sorprese che, purtroppo, sono state sempre in negativo trattandosi di una serie di infortuni a catena. 

Non per ultima, questa sera, l'Azzurra Vanessa Ferrari. Salita in pedana come ultima, delle otto qualificate alla finalissima del corpo libero, Vanessa sembrava pronta a stupirci provando a conquistarsi quell'agognata medaglia, quel riscatto dagli utlimi legni internaizonali.

In seconda diagonale, però, è avvenuto l'inimmaginabile. La ginnasta bresciana è atterrata praticamente di petto dal flick tempo+tsukahara proprio a causa dell’infortunio avvenuto durante lo stacco. Puntuale la diagnosi che ci è giunta da Montreal grazie all'Ufficio Stampa Federale. Si tratta di rottura del Tendine. 

Straordinaria, invece, la prestazione di Lara Mori. Un corpo libero pieno di grinta e passione sotto l'attento sguardo della sua allenatrice Stefania Bucci che nel '76, nello stesso palazzetto, disputò l'Olimpiade. La stella toscana chiude al 6° posto con 13.266.

Una kermesse davvero difficle quella che si è cocnlusa oggi in Canada. Tanto il lavoro da continuare in patria ma con un punto fermo, come da oggi ci sentiamo di chiamarla, che è proprio lei, Lara.

Se la settimana scorsa abbiamo visto le giovanissime debuttare a Montreal, anche la ginnastica azzurra maschile sta preparando il percorso quadriennale che porterà alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Mentre una delegazione di junior e senior è in trasferta a Linz, in Austria, a poco più di 500 km la squadra composta da Lorenzo Galli, Marco Lodadio, Tommaso De Vecchis, Marco Sarruggerio e Paolo Principi ha preso parte alla Team Challenge - DTB Pokal di Stoccarda (Germania), gara esclusivamente a squadre.

E proprio Paolo Principi ha subito un infortunio nel corso della prova podio al corpo libero. Per l'aviere maceratese una rottura parziale al tendine d'Achille del piede sinistro, lo stesso lussato nel 2015.

A causa di questa privazione, il team azzurro ha dovuto gareggiare con un ginnasta in meno arrivando decimo in qualificazione con 239.200 punti. Gli azzurri si sono classificati dietro la seconda squadra dei padroni di casa tedeschi, di soli 0.05.

Il migliore dei nostri quattro è stato il neo-senior Lorenzo Galli, che con i suoi attrezzi ha totalizzato ben 80.600, mentre Lodadio ha dato un'ottima prova agli anelli con 14.550.

Alla finale a squadre hanno accesso le prime sei classificate: Giappone, Germania 1, Svizzera, Gran Bretagna, Russia e Spagna.

Per la femminile invece si sono qualificate: Germania 1, Russia, Spagna, Germania 2, Svizzera e Portogallo. Fuori solo Singapore.

 

Oggi si terranno entrambe le finali.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments

Top News

Calendario

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30