Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 27 Giugno 2017

Domani arriverà il verdetto finale sull'infortunio che l'Azzurrina Sofia Busato ha subito durante la fase di allenamento degli Europei 2017 a Cluj-Napoca. 

A rivelarlo è proprio lei, con un bellissimo post su Instagram (che riproponiamo qui sotto).

Ecco le sue parole:

"Purtroppo durante l'allenamento di ieri mi sono fatta male al ginocchio.. devo ancora fare degli ultimi accertamenti ma si crede che io abbia rotto il legamento crociato quindi dovrò sottopormi ad un intervento.! Mi dispiace tantissimo non poter gareggiare al mio terzo europeo e di non giocarmela fino in fondo..! Ringrazio tutti per i bellissimi messaggi che mi avete mandato!! Aspettatemi ritornerò a breve!❤"

3,022 Likes, 199 Comments - Busy❤ (@sofia_busato) on Instagram: "Purtroppo durante l'allenamento di ieri mi sono fatta male al ginocchio.. devo ancora fare degli..."

Brutte notizie dalla Romania, Sofia Busato atleta della Brixia Brescia si è infortunata durante il riscaldamento al volteggio. E' stata subito soccorsa dal fisioterapista e dal medico federale. L'azzurra è stata trasportata all'ospedale di Cluj Napoca per ulteriori accertamenti. Purtroppo si sospetta la rottura del legamento crociato del ginocchio. Si conclude quindi nel peggiore dei modi il capionato europeo per la ginnasta azzurra. Sofia era probabilmete l'atleta con maggiori possibilità di andare a medaglia nella rassegna individuale. Ora il tecnico Enrico Casella ha a disposizione Lara Mori, Martina Maggio e Giada Grisetti. 

Facciamo quindi un augurio di pronta guarigione a Sofia Busato.

Gamba ragazze.

Stefano Patron, Luca Lino Garza, Nicolò Mozzato, Lorenzo Galli e Filippo Castellaro sono gli azzurrini che compongono la squadra junior maschile che è oggi è scesa in campo per le qualificazioni nella PostFinance Arena di Berna. Il formato gara è 5-4-3, vengono contati i migliori 3 punteggi su 4 ginnasti.

Iniziando la prima rotazione al corpo libero, è Stefano Patron della Spes Mestre a partire per primo. La prima diagonale è composta da due avvitamenti e mezzo indietro con salto avanti mezzo giro, leggermente scarso ma si riprende. Subito dopo di lui, Lorenzo Galli che sbaglia il Tabak raccolto in prima diagonale, e purtroppo anche un piede fuori dalla linea all'arrivo della penultima. Il punteggio è di 12.000 (D. 5.000 - E. 7.100), e viene scartato dal conteggio di squadra. Il terzo ginnasta al corpo libero è Nicolò Mozzato, 13.866 (D. 5.500 - E. 8.366) per lui e 13.500 per Luca Lino Garza (D 5.000-E 8.500).

Gli azzurrini salgono poi al cavallo con maniglie, dove parte Filippo Castellaro che prende 12.566 (D. 4.300 E. 8.266). Luca Lino Garza ottiene 13.133 (D. 4.700 – E. 8.433), mentre Patron è un po’ più preciso e ottiene 13.141 (D. 5.000 – E. 8.141). L’ultimo ginnasta a salire è Lorenzo Galli. Per lui una evidente apertura di gambe all'inizio dell'esercizio, che conclude poi bene con 13.600 (D. 5.000 - E. 8.600).

Il terzo attrezzo sono gli anelli, dove apre sempre Filippo Castellaro che prende 13.266 (D. 4.800 E. 8.466), subito dietro Patron con 13.641 (D. 4.800 – E. 8.841). Luca Lino Garza ottiene 12.900, ma il suo punteggio viene scartato in favore di quello di Galli, grazie al suo 13.266 (D. 4.899 - E. 8.466).

Per la quarta rotazione gli italiani si spostano al volteggio. Stefano Patron con il suo Kasamatzu teso (D.4.400) prende 13.466; subito dopo è il turno di Mozzato che con il Kamatzu teso + avvitamento (D. 5.200) e un arrivo un po’ scarso ottiene 13.900, mentre Lorenzo Galli porta il medesimo salto e ottiene 14.166. Garza è l’unico che tenta la finale al volteggio e ottiene una media di 13.849 (14.233-13.466).

La penultima rotazione vede i ragazzi alle parallele pari, ed è quella più sofferta. Inizia Garza, che rischia di scivolare dalla granvolta e prende 13.166 (D. 4.700). Punteggio basso per Nicolò Mozzato, al quale non viene riconosciuto il Tippelt e deve accontentarsi di 12.766 (D. 4.600), ma il suo punteggio è comunque maggiore di quello di Patron, che sbaglia la contro-kippe e cade dall’elemento non riconosciuto a Mozzato, prendendo 11.000 (D. 4.300). Lorenzo Galli risolleva un po’ il punteggio all’attrezzo della squadra con 13.300 (D. 4.900).

Niccolò Mozzato ha l’onore di iniziare l’ultima rotazione per gli azzurri, alla sbarra, dove prende 12.941 (D. 4.500). Subito dopo è il turno di Galli, con un esercizio da 13.633 che si guadagna un posto per la finale ad attrezzo. Purtroppo Luca Lino Garza cade dal Tkachev divaricato e ottiene 12.700 (D. 4.600), fa meglio Stefano Patron con 13.466. L’Italia chiude la gara al sesto posto con 242.084, prendendosi tre finali: Garza e Galli nell’all around, e lo stesso Lorenzo Galli alla sbarra.

La finale a squadre ha visto vincere la Gran Bretagna, con la Russia al secondo posto e la Svizzera al terzo. Stesse nazioni ai primi posti della qualificazione per l’all around: Giarnni Regini Moran guida la classifica e dietro di lui Andrei Makolov (entrato in tutte le finali ad attrezzo) e terzo l’elvetico Mboyo Henji. 

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments

Top News

Calendario

« Giugno 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30