Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 11 Dicembre 2018

Con la competizione per le categorie Allieve, Junior e Senior, si è concluso nella giornata di ieri il torneo internazionale di Udine, iniziato venerdì e organizzato magistralmente dall’Associazione Sportiva Udinese. Al via moltissime ginnaste dagli 8 anni in su provenienti da vari club europei, tra cui molti di nazionalità italiana.

Nel pomeriggio di ieri, a conclusione della tre-giorni, si è tenuta al PalaCarnera una gara un po’ diversa dalle solite, che ha visto in pedana le ginnaste della categoria Allieve (impegnate nella Special Category al corpo libero), alternarsi con Senior e Junior, che si sono esibite con un attrezzo a loro scelta.

Nella categoria dedicata alle più piccole, la vittoria è andata a Tara Dragas (A.S. Udinese) che ha vinto la competizione con 13.300, seguita da Alice Taglietti (Nemesi) con 13.100 e dall’altra delle ginnaste friulane, Isabelle Tavano, terza con 13.000.
Fuori dal podio le ginnaste dell’Ardor Padova Camilla Palombarini, Sofia Dionisi e Camilla Bellini, rispettivamente quarta, quinta e ottava con 11.950, 11.450 e 11.100 e le altre dell’Udinese, Raisa Ioana e Miriam Marina, che hanno concluso la prova in sesta e settima posizione.

Per le Junior, la vittoria è andata alla bielorussa Yana Striga, che ha vinto la competizione con un esercizio al cerchio premiato con 18.050, seguita dalla russa Yulia Tizengolt, impegnata alle clavette e seconda con 16.850. Bronzo per la spagnola Olatz Rodriguez, bronzo con 15.300, frutto di una buona esecuzione con la palla.
Quarto posto per l’altra delle spagnole, Elisa Perez, che ha totalizzato 15.150, e fuori dal podio le uniche due italiane, Viola Romano (A.S. Udinese) e Margherita Martellato (Ardor Padova) che hanno totalizzato rispettivamente 11.450 e 8.050, concludendo rispettivamente all’ottavo e decimo posto.

Nella finale Senior, invece, la vittoria è andata ad una straordinaria Alexandra Agiurgiuculese, che ha dominato la competizione con un meraviglioso esercizio alla palla, premiato con 19.200, seguita dalla spagnola Sara Llana Garcia, seconda con un esercizio alle clavette premiato con 17.400 e dalla bielorussa Alina Harnasko, bronzo con una palla da 17.300.
Bene anche la russa Polina Orlova, che ha portato a termine un buon esercizio con le clavette chiudendo al quarto posto con 17.100 e le altre due italiane presenti in questa finale, Lara Paolini (A.S. Udinese) e Sofia Maffeis (Polisportiva Varese), quinta e sesta con 16.550 e 15.700.

Il pomeriggio di gare si è concluso con una serie di esibizioni che hanno visto protagoniste alcune delle ginnaste presenti in questo weekend di gara, tra cui quella della nostra Alexandra che si è esibita con un esercizio con la fune (attrezzo ancora usato in Serie A ma poco nelle competizioni internazionali) e quelle di Carolina Rodriguez e Alina Harnasko, ospiti speciali di questo weekend. Ma non c’è stato spazio solo per la Ginnastica, anzi: nella giornata di ieri c’è stata l’esibizione del rapper Mose (proveniente da Amici) e della giovanissima ballerina e youtuber Ambra Cotti, che alla fine del torneo si sono offerti per foto e autografi con i loro fan.

Tutti i risultati dei tre giorni di gara sono disponibili sulla pagina Facebook "ASU Udinese Sezione Ritmica".

A Udine, sede dell’Associazione Sportiva Udinese, sta per prendere il via la nuova edizione del “International Tournament di Ginnastica Ritmica”, in programma da venerdì 5 Ottobre a domenica 7 Ottobre e che vedrà la presenza di 126 ginnaste di varie categorie, provenienti da alcuni club di 10 paesi europei, Italia compresa.

Nella lista delle partecipanti, pubblicata nella giornata odierna, è possibile notare la presenza di alcune delle ginnaste di fama internazionale come la nostra Alexandra Agiurgiuculese (bronzo alla palla e nel concorso per nazioni al recente mondiale di Sofia), la spagnola Sara Llana Garcia (presente agli ultimi Giochi del Mediterraneo), la bielorussa Alina Harnasko, al rientro dopo un infortunio che ha compromesso la partecipazione alle competizioni della stagione in corso e l’altra delle italiane bronzo nel concorso per nazioni, Alessia Russo. Non solo nomi di importanza internazionale per la categoria Senior, ma anche in quella Junior, che vedrà la presenza di alcune delle ginnaste che hanno preso parte all’Europeo di Guadalajara come l’italiana Eva Gherardi (in forza all’Armonia d’Abruzzo), la bielorussa Yana Striga e la spagnola Olatz Rodriguez.

In questo weekend di competizioni, che inizierà nel pomeriggio di venerdì, ci sarà anche l’occasione di partecipare ad una serie di workshops ed incontri con ginnaste e allenatrici di livello internazionale del passato e del presente come quello tenuto da 2016 Carolina Rodriguez, che terrà una lezione dedicata all’espressività o quello tenuto da Alexandra Agiurgiuculese e Alina Harnasko, che sarà incentrato sulle difficoltà d’attrezzo, oltre alla presenza di Valentina Rovetta, storica tecnica assistente delle “Farfalle” che terrà una lezione sul lavoro di squadra.

La giornata conclusiva di domenica, che si terrà al Palasport Carnera, vedrà la presenza allo spettacolo finale del rapper Mose (Amici 17) e della giovanissima youtuber Ambra Cotti.

Nella sezione degli allegati troverete il programma delle tre giornate e l’ordine di gara della competizione.

Si è conclusa oggi a Takasaki, in Giappone, l’AEON Cup, una sorta di “Campionato del Mondo per Club” che ogni anno vede protagoniste le ginnaste delle categorie Senior e Junior gareggiare per il proprio club di appartenenza con un team, che per regolamento deve essere composto da due ginnaste per la prima e da una per la seconda categoria.

Nel concorso per nazioni, il club Russo Gazprom ha stravinto la competizione, schierando le gemelle Dina e Arina Averina e la Junior Anastasia Sergeeva, ottenendo il primo posto con 236.100. Al secondo posto, invece, troviamo le bielorusse della Dynamo Minsk (Katsiaryna Halkina, Anastasiia Salos, Yana Striga) con 209.350, a quasi 27 punti dal primo posto.
Sul gradino più basso del podio, invece, troviamo le ginnaste israeliane del Team Israel (Linoy Ashram, Nicol Zelikman, Adi Asia Katz), bronzo con 205.450.

Nella competizione Senior individuale, non vi sono state molte sorprese, in quanto le gemelle russe Dina e Arina Averina hanno dominato la competizione, vincendo rispettivamente l’oro e l’argento con 82.650 e 80.450. Il bronzo è andato all’israeliana Linoy Ashram, con 76.15.

Quarto posto invece per la bielorussa Katsiaryna Halkina, che conclude la competizione con 71.750.

Nella competizione Junior individuale, l’oro è andato alla russa Anastasia Sergeeva, con un punteggio di 73.000 che l’ha portata alla vittoria. Seconda e con un totale di 62.500, l’idolo di casa, la giapponese Aino Yamada, prossima alla partenza per le Youth Olympic Games. Terza, con 61.350, la bielorussa Yana Striga.

A differenza delle ultime edizioni, si è vista la partecipazione di poche squadre e soprattutto, la mancata presenza delle nostre ginnaste, che sono impegnate nella preparazione ai Campionati di Serie A e B, che prenderanno il via il 13 e 14 Ottobre da Forlì.

Dopo il concorso generale che ha visto il trionfo della Russia e la bella prestazione della nostra Talisa Torretti, oggi sono stati assegnati i titoli di specialità.

Nella prima finale, quella col cerchio, la medaglia d’oro è andata alla bielorussa Anna Kamenschikova che ha ottenuto un punteggio di 18.200, seguita dalla russa Lala Kramarenko con lo stesso punteggio (ma con un’esecuzione più bassa) e dalla kazaka Sabina Bakatova, bronzo con 16.500.
La nostra Talisa Torretti chiude la finale con un punteggio di 16.100, ai piedi del podio a meno di mezzo punto dalla terza classificata.

Nella finale con la palla, l’oro è andato alla russa Daria Trubnikova con un punteggio pari a 18.850, seguita dall’israeliana Valeria Sotskova con 16.950 e dalla bielorussa Yana Striga, bronzo con 16.900.
Anche in questa finale, Talisa chiude al quarto posto con 16.600, a tre decimi dal terzo gradino del podio.

Alle clavette, ritroviamo sul gradino più alto del podio la russa Daria Trubnikova, già vincitrice pochi minuti prima dell’oro con la palla che si porta a casa il metallo più pregiato con 18.600. Sul podio insieme a lei, la bielorussa Yana Striga (sul podio già nell’all-around e con la palla) con 18.100 e la nostra Talisa, premiata con 17.600 e una nota di difficoltà pari a 9.6, la seconda più alta della finale!

Nell’ultima finale, quella col nastro, è la russa Anastasia Sergeeva con 17.650 ad ottenere la prima posizione, seguita dall’israeliana Valeria Sotskova e dalla nostra rappresentante italiana, entrambe sul podio con 15.950, ma premiate rispettivamente con l’argento e il bronzo a seguito del regolamento del tie-break che prevede la precedenza al punteggio con l’esecuzione più alta.

Ora calato il sipario sul torneo internazionale, è ora di guardare alla tappa di World Challenge Cup che avrà inizio nella mattinata di domani, per concludersi domenica pomeriggio.

Intanto, a Talisa e allo staff tecnico facciamo i complimenti per il bellissimo risultato ottenuto nella giornata di oggi!

In allegato trovate tutte le classifiche coi punteggi.

  1. Popular
  2. Trending
  3. Comments